Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 03:08 - 11/8/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Dignene bibbi!
Questi poveretti che confidono nei carabinieri e nelle forze dell'ordine. Che sciocchi che sono!
In te devono confidare, grande bibbi nostro salvatore !!
TU SOLO , tu unico essere .....
IPPICA

La modalità per accedere all'ippodromo Snai Sesana nella serata di sabato 15 agosto, in occasione del Gran Premio Città di Montecatini, dovrà avvenire mediante una richiesta di prenotazione.

CALCIO

Tutto pronto in casa Montecatinimurialdo per la stagione 2020/21.

CALCIO

Altri acquisti di grande qualità in casa Bioacqua Av Le Case. arrivato  dalla Meridien il forte centrocampista Alessandro Piscitelli, classe 1987. Alessandro vanta con esperienze al Cecina 2000, Monsummano e, appunto Meridien in 1^ Categoria porterà classe ed esperienza nel centrocampo della Bioacqua.

IPPICA

All’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme è iniziata la settimana più calda della stagione del trotto nazionale.

IPPICA

Grande attesa per la notturna di sabato 15 agosto all’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme con la 68^ edizione del Gran Premio Città di Montecatini.

BASKET

Il Pistoia Basket 2000 è lieto di comunicare che Giorgio Tesi Group sarà il nuovo title sponsor della prima squadra, che parteciperà al prossimo campionato di Serie A2.

IPPICA

L’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme entra nella fase più importante della stagione.

IPPICA

All'Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme sarà un agosto speciale e diverso dalle precedenti edizioni.

none_o

La recensione di questa settimana della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Erin Morgenstern.

none_o

Il libro racconta l’esperienza di Vicofaro.

C’è una casa in riva al mare,
è la casa dell’amore,
che .....
FILATELIA
di Giancarlo Fioretti

Tutto cominciò con il manuale "La scienza in cucina e l'arte del mangiar bene".

VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti

Scorza ebbe strettissimi legami con la Valdinievole e con Montecatini in particolare.

Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
cerco qualsiasi mansione x impegno mia giornata sono dinamico .....
 1
Sono disponibili 2383 articoli in archivio:
 [1]  ...  [53]   [54]   [55]   [56]   [57]   [58]   [59]  ...  [96] 
AVVERTENZA: In caso di risposta a un articolo già presente nel forum, si invita i lettori ad usare il comando RISPONDI. Usando questo comando la risposta dell'utente ottiene una maggiore visibilità, perchè viene collocata automaticamente in due spazi diversi. Viene inserita infatti 1) nella prima pagina del forum in successione temporale, come tutti gli altri interventi; 2) viene inserita anche nel riquadro dei DIBATTITI IN CORSO, dove gli articoli rimangono un tempo maggiore.
Il primo lettore che risponde a un tema già presente nel forum e adopera il comando RISPONDI attiva automaticamente un dibattito. Il comando RISPONDI consente di sviluppare dibattiti su temi specifici.
AUTORE: Un assiduo lettore
email: -

7/8/2015 - 12:33

Possessore, legalmente, di armi da fuoco ma sprovvisto di porto d'armi,
secondo una recente legge devo sottomettermi ad una visita medica, doppia
perché la prima deve essere una certificazione del medico di famiglia, la
seconda da parte di un ente pubblico.

Lo stampato fornitomi dalla Polizia di Stato indica che gli autorizzati
sono le ASL, i medici militari o della Polizia di Stato.

La ASL mi da un appuntamento a fine ottobre; allora mi rivolgo alla PdS dove
mi dicono che le visite sono riservate al personale della stessa. Alla fine
mi rivolgo al Distretto militare ed entro in contatto con un ufficiale
medico che, dopo alcuni tentennamenti, si dice disponibile, soggetto ad
approvazione del suo comando ed in epoca da determinare secondo i suoi
impegni statuari.

Poi il solito uccellino mi fa sapere che ad una Scuola Guida si può fare
detta visita ed ottenere, sperabilmente, il certificato, appuntamento per il
giorno seguente.

Se qualcuno leggerà queste righe potrà fare i propri commenti !
----------------  RISPONDI





In risposta a: Sanzionato perché viaggiavo coi fendinebbia acces del 1/8/2015 - 19:25
Sentenza Corte di Cassazione
AUTORE: Melampo
email: [protetta]

4/8/2015 - 12:36

La sentenza n° 534 del 15.01.2010 della Corte di Cassazione legittima l’accensione e l’utilizzo notturno dei fari anabbaglianti e fendinebbia anteriori, precisando che: “Non commette alcuna violazione il conducente che di notte guida con i fari anabbaglianti e gli antinebbia accesi”.
----------------  RISPONDI





AUTORE: G.F.
email: -

1/8/2015 - 19:25

Alle ore 11 di sera circa al termine di una cena con altre persone mi sono trovato a transitare con la mia vettura s Via Roma in comune di Pieve a Nievole ad andatura assai lenta.
Sostanzialmente di fronte alla “INCOM” venivo fermato da una pattuglia di VIGILI URBANI del comune predetto che, senza mezzi termini, mi sanzionavano in quanto “AVEVO ACCESE LE LUCI ANTERIORI ANTINEBBIA”, Mea culpa e multa da pagare ma mi sono tanto simile ad un bancomat vista sia le frequentazioni della zona… e sia il passaggio di auto ad andatura sostenuta.
Forse segnalare l’episodio potrebbe salvare euro di altri automobilisti E SOLLECITARE ATTENZIOE alle giuste luci da accendere.
----------------  RISPONDI





AUTORE: Cittadina indignata
email: -

27/7/2015 - 10:53

Sono una cittadina del comune di Montecatini Terme, abito nel piccolo borgo alle porte di Montecatini Alto. Mi rivolgo a questo giornale per denunciare il degrado , l’incuria e la sporcizia lungo le strade di Via Maona e di Via Mammianese , la cui pulizia (come mi hanno riferito) spetta alla Provincia. Non so spiegare a parole quello che si prova nel vedere tanto scempio e non so immaginare cosa pensano i tanti turisti che ogni anno vengono in villeggiatura in questo paese, gran parte di loro provenienti dal nord Europa, dove la tutela ambientale è una delle priorità assolute. La cosa che fa più male è che tanto si dice e niente si fa, specie se si tratta di ambiente. Allora mi chiedo che cosa ci stanno a fare gli uffici comunali, provinciali e regionali per la tutela dell’ambiente se l’ambiente che dovrebbero curare è perennemente sporco e malato? Mai un cartello che ricordi alle persone incivili di rispettare il suolo e la natura , mai una campagna di sensibilizzazione, mai niente di niente. Causa: mancanza di denaro. La scusa più banale che l’Italia usa per tenere silenziosi i propri cittadini. L’ambiente in cui viviamo dovrebbe essere una risorsa per noi che ci viviamo e per coloro che ci vengono a trovare, non una pattumiera. Se non abbiamo rispetto per il luogo in cui viviamo non abbiamo rispetto per noi stessi e per le future generazioni. Basta dire che non ci sono i soldi per… questo e per quello ( visto quello che paghiamo in termini di tasse). Quello che manca non è il denaro ma l’intelligenza, l’impegno, il rispetto , il senso civico e civile.

Spero possiate rendere visibile la mia protesta anche a nome di tutti coloro che risiedono lungo le strade sopra citate, affinché gli enti competenti svolgano responsabilmente i propri compiti di tutela ambientale.
----------------  RISPONDI





AUTORE: Rossano Romani
email: -

27/7/2015 - 9:25

Buonasera, sono passati oramai circa dieci giorni,da quando, diciamo questo imprenditore, o chi per lui a affisso su' moltissimi lampioni in citta' i suoi volantini.
Non chiedo se queste persone vengono multati, che sarebbe il minimo, la mia domanda e', chi deve materialmente toglierli, anche velocemente per vanificare le affissioni abusive e fermare questo modo di degradare le citta', per fini personali.
Distinti saluti.
----------------  RISPONDI





In risposta a: lavoratori o pezzi di ricambio?! del 14/7/2015 - 14:41
Il lavoro e i burrattinai
AUTORE: roberto
email: [protetta]

14/7/2015 - 16:28

Quardi che i centri dell'impiego, non hanno fatto niente per trovare un misero posto di lavoro e nemmeno ormai faranno niente per trovarlo, se mi sto sbagliando il 16 prossimo mia figlia andra' al colloquio proprio in questo centro dell'impiego, dove da bel 13 anni è nelle liste di attesa, sicuramente non ne derivera' nessun impiego, anzi sicuramente si pavoneggeranno di questo stato di cose, è sempre stato cosi', quasi nel godere di non aver lavoro. Se lei sara' messa a casa avra' un lungo periodo di ammortizzatori che altri non beneficeranno e soldi messi da parte negli anni che a lavorato, quindi non si lamenti, e si consideri fortunata, poiché altre persone in qraduatoria non sono state chiamate, per garantire il vostro proseguo di lavoro. Io mi debbo lamentare parche' la figlia non solo è stata messa da parte dai centri burocratici del lavoro , ma deve andare dai genitori a chiedere l'elemosina, che molte volte non ha poiché in casa c'e una sola pensione. Dato che lei lavora in questi ambienti dia prova che quello che dico non è verita', ma sicuramente è inerme, poiche' i lavori sono gestiti da altri che si manovrano come burattini'
----------------  RISPONDI





In risposta a: Non si tratta di guerra tra poveri del 8/7/2015 - 11:34
lavoratori o pezzi di ricambio?!
AUTORE: Claudia
email: -

14/7/2015 - 14:41

Fa bene ad indignarsi, ma non con chi , come lei tra pochi mesi perderà il lavoro, perchè questo non le darà maggiori opportunità di inserimento e soprattutto i lavoratori non sono pezzi di ricambio che si possono sostituire in modo indifferenziato, si usano e si gettano via..
Capisco la disperazione, ma è sicuro che se andranno a casa i lavoratori dei Centri impiego risolverà la sua situazione?!
----------------  RISPONDI





In risposta a: chiusura dei centri per l'impiego del 7/7/2015 - 14:05
Non si tratta di guerra tra poveri
AUTORE: roberto
email: [protetta]

8/7/2015 - 11:34

Gentilissima dottoressa, rispondo con tanta indignazione a quanto da lei asserito poiche' non si tratta di querra tra poveri, ma di dare lavoro anche agli altri. Non capIsco quando lei mi parla di concorso settennale, io so che i concorsi a tempo determinato hanno validita' triennale e che al loro scadere non si puo' assumere, e quindi indire altro concorso come fu fatto dalla provincia di PT nel 2012 dal quale concorso è scaturita una graduatoria sempre valevole. Pertanto il suo concorso ERA scaduto, SE COME ASSERISCE DI UN COCNORSO SETTENNALE. Vede è troppo facile garantire il proprio orticello a danno di coloro che sono in attesa del posato di lavoro, come da concorso menzionato. In inoltre sono padre di una figlia che non solo è in questa graduatoria, ma è collocata nelle liste di attesa dal 2002 all'ufficio dell'impiego, gli addetti in 13 anni non sono riusciti a trovagli UN piccolo laVORO anzi quando si presenta viene oltretutto presa in giro , dicendogli schernitamente se è SEMORE AL PALO. Pure la figlia è laureta come lei, se lei fosse magre di una figlia come lA mia, forse parlerebbe con altri toni e farebbe di tutto per inserirla nel mondo del lavoro. Cosa aggiungere!, i centri dell'impego attuali hanno bisogno di riordino , se non accentrare tutto sotto un solo ufficio regionale. Questa non è guerra TRA POVERI, MA DISPERAZIONE
----------------  RISPONDI





In risposta a: La chiusura dei centri dell'impiego del 4/7/2015 - 21:12
chiusura dei centri per l'impiego
AUTORE: claudia
email: [protetta]

7/7/2015 - 14:05

Apprendo con dispiacere quanto scritto soprattutto per le molte inesattezze che fomentano solo una "guerra tra poveri". Io sono attualmente dipendente in scadenza di una Provincia all'orlo del dissesto economico (tra il personale che dovrebbe essere rinnovato, avendo una laurea, una specializzazione post lauream e un master e avendo un contratto settennale vinto con un regolare concorso pubblico.. non mi sento di essere entrata per compiacenza di qualcuno e quando sento queste illazioni l'irritazione cresce con tutta la fatica che ho fatto per studiare per meritarmi questo lavoro!
Non so a quale graduatoria si riferisce, l'ente per cui ancora lavoro, indice bandi, perchè questa è la prassi dettata dalla legge, come la stessa legge da circa 15 anni ha riformato i centri per l'impiego che non sono più i luoghi dove le persone si iscrivono e aspettano di essere chiamate, come molti ancora adesso credono erroneamente, quindi se è questo che la gente si aspetta rimarrà delusa, se trova impiegati competenti che la rispettano... ma se vorrà attivare un tirocinio, avere finanziamenti per fare un corso o prendere una patente, poter richiedere l'indennità di disoccupazione o scrivere un curriculum, consultare le offerte di lavoro e potersi candidare, se i Centri per l'impiego chiudono questo non sarà più possibile averlo GRATUITAMENTE!
Inoltre, se i servizi non funzionano o non hanno mai funzionato, la invito a riflettere se questo dipende dai dipendenti che per la maggior parte fanno del loro meglio oppure da chi li gestisce o da chi da loro le regole e norme del lavoro che devono svolgere?
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Sfalciature e pulizie
AUTORE: Roberto Ferroni
email: -

5/7/2015 - 9:45

Importante iniziativa quella presa dall'Assessorato all'Ambiente pievarino nel corso della quale l'esperto biologo dott. Puccioni ci ha informati su i pericoli causati dai vari tipi di zanzare e come prevenirli e combatterli.

Peccato però che in termini di “prevenzione” qui alla Pieve si faccia poco e quel poco unidirezionalmente. Se é vero quanto asserito dall'assessorato per cui alcuni fossi sono stati bonificati, dall'altra parte si assiste ad un degrado considerevole di altri con sfalciature lasciate in sito, con l'inesistente pulizia dei cassonetti dell'immondizia e particolarmente quelli adibiti al riciclaggio dell'organico.

E' stato fatto osservare come in detti cassonetti si dovrebbe introdurre i rifiuti prima inseriti in appositi contenitori, poi chiusi. Ma come operare con sfalciature di prato, residui di potature, parti in legno ed altri simili non adatti alla cura richiesta, vuoi per dimensioni vuoi per volume quantità complessive ?

Ma anche se venisse aderito in toto alle disposizioni, più burocratiche che fattuali, resta l'argomento delle pulizie dei contenitori stessi che, almeno da quando è iniziata questa gestione, non sono MAI state fatte.

Ed allora, Signor Assessore all'Ambiente, ben vengano queste riunioni; imparare è sempre positivo. Però si deve provvedere a 360° ed oltre alla pulizia dei cassonetti, delle sfalciature dei fossi bisognerebbe anche provvedere a rendere scorrevole il deflusso delle acque, che molti scolatoi e relative caditoie sono ostruite da terra accumulata su cui nasce una vegetazione spontanea. Magari provvedere anche alla pulizia delle strade, troppe volte sporcate dall'inciviltà di coloro che la prendono come generale discarica. Ed infine fare opera di acculturazione generale in modo che nel contenitore della plastica qualche cittadino, privato o costruttore, non ci riversi vernici, pedane di legno, cartoni, ferro, insomma tutte cose che andrebbero altrimenti smaltite.
----------------  RISPONDI





AUTORE: roberto
email: [protetta]

4/7/2015 - 21:12

Risulta da articolo sul tirreno cronaca di Montecatini, che il nuovo presidente della Provincia , Sindaco di Monsummano, non puo' piu' pagare i dipendenti di questa struttura a tempo determinato. A perte il fatto, che questi centri non hanno mai funzionato nelle doVute maniere e quindi credo in un loro severo riordino e magari con personale nuovo. Mi chiedo, trattandosi di personale a termine, come mai gli è stato rinnovato il contratto poiché provenienti da graduatorie scadute da diversi anni e non si è tenuto conto della graduatoria in essere del concorso indetto dalla provincia nel 2012 ed attualmente valida. Non si è data possibilita' di entrare nel mondo del lavoro a coloro che inseriti in questa graduatoria, esclusivamente per compiacenze per coloro che attualmente invocano il rinnovo non si sa di cosa
----------------  RISPONDI





In risposta a: selvaggia sosta del 1/7/2015 - 15:38
VIA ROSSINI
AUTORE: REMO BENEDETTI
email: [protetta]

3/7/2015 - 14:27

Gent.ma Signora Elda, anzitutto la ringrazio del suo intervento e poi mi permetto di farle notare alcuni particolari:
la sosta in via Rossini, adiacente la scuola elementare e biblioteca, è selvaggia perchè non esiste altra possibilità di parcheggiare le auto altrove e non è arrribuita
agli utenti delle stesse ma piuttosto alla
carenza di parcheggi. Per questo già da tempo sollecito le diverse amministrazioni comunali a provvedere al riguardo.
Il mancato rispetto delle norme su soste
selvagge nei luoghi da lei menzionati, con
un'adeguata sorveglianza delle nostre guardie municipali, con tanto di multe
appropriate, la cosa andrebbe a cadere.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Via Rossini Ponte Buggianese del 30/6/2015 - 20:58
selvaggia sosta
AUTORE: elda
email: [protetta]

1/7/2015 - 15:38

Signor Remo, lei crede davvero che con l'incremento del numero di adeguati posti auto per i genitori che accompagnano i figli a scuola, le soste selvaggie termineranno?
io spesso vedo parcheggi vuoti , ma vetture parcheggiate o meglio in sosta pericolosa sui bordi dei marciapiedi, con la scusa " tanto è un minuto" per comprare il giornale o il caffè...questo vale sia in via Bramalegno zona Borghino , in prossimita' dell'edicola e del bar ,sia in paese di fronte all'edicola ex Doria
(ampi parcheggi vuoti nelle vicinanze).
Distinti saluti.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Via Rossini Ponte Buggianese
AUTORE: Remo Benedetti
email: -

30/6/2015 - 20:58

Anche quest’ anno finalmente la scuola è finita e così pure I’immensa confusione delle autovetture parcheggiate selvaggiamente lungo entrambi I lati di via Rossini.
Sull'argomento, circa un adeguato parcheggio ad est di via Rossini a lato della scuola elementare e biblioteca, molte volte è stato da me segnalato In questi ultimi anni al Signor Sindaco ed in modo particolare al Signor Assessore ai lavori pubblici.
Si tratta di mq 2800 di terreno come risulta da Piano Strutturale approvato dal Consiglio Comunale nel Dicembre 2006 che con la buona volontà è possibile intraprendere I’ acquisizione e già con il Bilancio di Previsione per l’anno 2015 ( da approvare ) provvedere al riguardo.

Si tratta di una necessità per i genitori che accompagnano i figlioli a scuola; basta operare una scelta politico-amministrativa e non altro.
Sulla stessa via Rossini, in prossimità delle scuola elementari, occorre fare due dossi stabili proprio sopra i passaggi pedonali già segnalati sull’asfalto per dissuadere “ i velocisti” a ridurre la velocità dei loro automezzi.

Per ultimo occorre curare la banchina di via Rossini lato est sia per l’ ambiente ed il decoro, sfalciando quando è necessario le erbacce lungo la strada e tra i cassonetti.
Poi bisogna impedire, con tanto di cartelli, che Il verde davanti e dintorno la biblioteca sia la toilette dei cani a guinzaglio. Occorre curare e salvaguardare anche questa parte del paese senza I’ accorto continuo richiamo dei suoi abitanti.

Alcune di queste richieste non hanno alcun costo, ma solo I’ attenzione continua e costante dei nostri Amministratori o per essi gli incaricati delegati dagli stessi.
Fiducioso ringrazio e purgo distinti saluti.
----------------  RISPONDI





AUTORE: antonio
email: [protetta]

21/6/2015 - 15:54

ringrazio la sig,Elena Guerri per lartcolo del 8/giugno 2015 in riguardo il mancato trasporto da montecatini pisa di mia moglie e 11 turisti rimasti a piedi alla stazione centrale il giorno 6/6/2015 e se gentilmente mi puo aiutare a mettermi in contatto con la societa di trasporto per il rimborso delle spese del taxi e della prenottazione della navetta datosi la difficolta di di contrattare la comp.DELTA BUS.grazie grazie.
----------------  RISPONDI





In risposta a: terme montecatini del 19/6/2015 - 18:07
grazie
AUTORE: andrea f.
email: -

20/6/2015 - 10:15

La ringrazio per il suo accorato appello in difesa delle radici termali della nostra città. Lei ha notato una certa rassegnazione in tutti noi cittadini ed ha visto giusto. Siamo rassegnati dopo aver assistito da anni ad un teatrale balletto fra Regione e Comune ( comproprietari delle Terme ) che giocano a scaricabarile e si palleggiano la responsabilità sul declino degli stabilimenti. Sembra un gioco delle parti , finalizzato soltanto , a mio parere , ad uno smembramento della proprietà , seguito da una privatizzazione dove ci sarà un vorticoso giro di interessi privati e ... Si faccia raccontare la storia del cantiere Leopoldine e vedrà che tutte le principali istituzioni comunali e regionali , tutte le principali forze politiche , hanno precise responsabilità nel disastro che angoscia i montecatinesi autentici , ma solo loro , mentre gli enti pubblici continuano la loro squallida partita a scacchi. La città segue il degrado delle Terme , pulizia , raccolta rifiuti , controllo del territorio , stato delle strade , politiche per giovani ed anziani ,ogni giorno perdono un pezzo . La sola cosa che si è capaci di fare è l'organizzazione di eventi ( miss Italia , mondiali di ciclismo , giro d'Italia , raduni Harley ...) capaci solo di dare un po' di ossigeno agli alberghi e creare una cortina fumogena sui veri problemi di Montecatini . Il nostro futuro ? Solo un glorioso passato !
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
terme montecatini
AUTORE: franca leis
email: [protetta]

19/6/2015 - 18:07

Egregi Signori,
ancora una volta sento il bisogno di scrivere in nome e per conto di tutti coloro che hanno a cuore la sorte delle Terme di Montecatini.

Arrivando qui per la mia consueta cura idropinica, che pratico in media sei volte l' anno, ciò che mi ha più colpito è stata l'atmosfera di rassegnazione che si respira negli ambienti termali.
In più occasioni infatti, mi è capitato di sentire, fra i frequentatori abituali delle terme, che queste ultime chiuderanno entro la finedell' anno.
Proprio questa mattina fra i curisti in attesa di entrare per bere l'acqua, malgrado la pioggia battente, mi è capitato di cogliere frasi del tipo “ un tempo non era così, io venivo qui già 30 anni fa' , allora era tutto diverso, curato, perfetto, pulito, mentre adesso si nota incuria e trascuratezza ovunque.........”.

Ora mi chiedo, non solo come sia possibile che tutti gli organi competenti permettano che ciò avvenga ma soprattutto che gli abitanti di Montecatini lo accettino, dai residenti che possono usufruire di questo bene “inestimabile” agli albergatori, ai commercianti, a tutti coloro insomma che nel corso degli anni hanno fondato la loro attività sulla ricchezza prodotta dalle Terme, dai suoi fanghi, dalla sua cura idropinica, dalle sue cure inalatorie.

Pertanto è indispensabile, a mio avviso, che tutte queste componenti si rendano conto che la stessa sopravvivenza di Montecatini dipende dal perfetto funzionamento delle sue terme e non, mera illusione, dal passaggio veloce di orde di turisti che si fermano solamente a dormire per qualche notte.
Montecatini “città dormitorio” è questo il futuro di Montecatini?

Date tali premesse credo proprio che noi tutti, nei limiti delle nostre possibilità, ci si debba attivare per tutelare questo bene insostituibile.

In primo luogo gli abitanti di Montecatini dovrebbero “pesare” sulle scelte operative di coloro che hanno il potere decisionale.

In secondo luogo l' apertura delle terme "La Salute" permetterebbe ai meno fortunati, assistiti da Associazioni e Comuni, di accedere anch'essi alle cure con una spesa alla loro portata.

In terzo luogo l'apertura pomeridiana degli stabilimenti termali per tutta la durata dell' anno, richiamerebbe a Montecatini (e mi risulta siano non pochi) tutti coloro che sono stati spinti a rivolgersi altrove per aver modo di conciliare la cura idropinica con i fanghi e/o le cure inalatorie.

Infine, sarebbe quanto mai utile chiarire ai curisti, con opportuna informazione, il fatto che l'utilizzo delle acque e fanghi termali per la balneoterapia, fangoterapia e le cure estetiche del corpo, è possibile solo presso gli stabilimenti termali.

Per concludere questo mio sfogo accorato, vorrei invitare tutte le parti ad operare delle scelte volte a rispondere alle esigenze di noi, fruitori delle terme, e non solamente alle necessità di far quadrare il bilancio che taglio dopo taglio finisce con il deludere le aspettative dei curisti allontanandoli definitivamente dalle terme di Montecatini verso altre stazioni termali.

Una curista che non vuole arrendersi.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
arancione o giallo?
AUTORE: Previsioni meteo
email: -

14/6/2015 - 17:11

La domenica è quasi passata e,francamente alle 17 di oggi non si è verificata la previsione di tipo 2(arancione)che avrebbe potuto arrecare danni al patrimonio.
E' vero l'italia è stretta ,basta poco perchè una perturbazione passi velocemente da Viareggio a Rimini ma,è innegabile che questa volta il color arancione stona e,forse,era riferito alla maglia della Pistoiese.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Signor Giovanni del 7/5/2015 - 10:05
Rotonda Via Marconi-Porrioncino.-Grazia Deledda
AUTORE: Guovanni
email: -

7/5/2015 - 11:57

Avevo capito benissimo dal titolo del suo commento,per quel che riguarda la rotatoria ,da lei impropriamente chiamata del Gallo ,devo correggerla in quanto quella si chiama della Provinciale Camporcioni.
La sostanza non cambia in quanto tutte le anomalie da lei riscontrate sono nate da questa nuova modernizzazione dello scorrimento viario.
Saluti.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Rotonda Via Nova del 6/5/2015 - 20:23
Signor Giovanni
AUTORE: R. Ferroni
email: -

7/5/2015 - 10:05

Non mi riferisco alla rotatoria detta "del Gallo" ma allo spartitraffico e relativi instradamenti fra via Marconi e via del Porrioncino. Per quanto concerne la rotatoria davanti all'ingresso dell'autostrada "mentre Sagunto cade a Roma si discute". Veda lei l'analogia.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Via Marconi del 5/5/2015 - 14:42
Rotonda Via Nova
AUTORE: Giovanni
email: -

6/5/2015 - 20:23

Da privato cittadino e non assessore s cui lei si riferisce,se non ho interpretato male il suo ragionamento del sali e scendi,capisco che detta variante andava lasciata in essere come lo era prima della rotatoria,infatti per avere il doppio senso di circolazione la rotonda andrebbe eliminata.
Il mio pensiero è che .visivamente,questi lavori andavano fatti ma,hanno un senso se la spesa sarà a carico della regione o stato o comunità europea,non certo del contribuente pievarino che avrebbe avuto
altre priorità iniziando dalla rotonda dell'uscita autostradale.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Via Marconi
AUTORE: R. Ferroni
email: -

5/5/2015 - 14:42

Egregio Signor Assessore,

Le confesso essere un po' perplesso circa la nuova viabilità in via Marconi,
risalendo verso la rotonda del Gallo.

Infatti ad un certo punto la viabilità viene preclusa a chi discende,
dovendo fare il giro della nuova aiuola spartitraffico. Mi sembrerebbe che
una strada di così notevole percorrenza, e dritta, dovrebbe mantenere i due
sensi di traffico lasciando all'eventuale conversione ad U l'onere di
spostarsi su via del Porrioncino per poi rientrare sulla strada maestra.

Ma quello che più m'intriga é la segnaletica. Se chi risale la via deve
dare la precedenza a sinistra al traffico che intende ritornare verso il
centro , più del segnale di "dare la precedenza" credo sarebbe più opportuno
quello di Stop.

Forse le mie cognizioni di segnaletica sono datate ma una sua attenzione ed
un commento saranno graditi.

Cordialmente
R. Ferroni
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
il senso del pubblico
AUTORE: andrea f.
email: -

1/5/2015 - 10:09

Oggi primo Maggio 2015 , passando per Piazzale Italia , ho visto la stazione bus completamente vuota e mi è parso strano . Allora mi sono voluto informare ed andando sul sito delle Autolinee Lazzi ho visto che il primo Maggio il servizio è sospeso e questo continua dalla notte dei tempi , ogni primo Maggio . Ma è possibile che un servizio di trasporto Pubblico , quindi che gode di convenzioni con enti Pubblici ( Regione e Comuni ), possa permetterselo ? Immaginiamo cosa succederebbe se a Firenze o a Milano o più in generale se le ferrovie si comportassero nello stesso modo . Eppure trattasi sempre di Trasporto Pubblico di Linea . Ho visto che nelle giornate festive i bus viaggiano con frequenze dimezzate , e questo è comprensibile ed accettabile , ma una sospensione totale ...... è inspiegabile , irrispettosa degli utenti e non dovrebbe essere permessa dalle autorità Amministrative e dalle pseudo associazioni dei consumatori , che servono solo a qualcuno per apparire in televisione . Per chiudere , non vorrei che qualcuno si azzardasse a tirare in ballo questioni politico-sindacali perché non c'entrano niente , qui c'entra soltanto il concetto di Servizio Pubblico e l'amministrazione del denaro Pubblico !!
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Abbellimento del Vicario
AUTORE: MrMichelotti
email: -

20/4/2015 - 10:14

Attualmente è in atto l’abbellimento con fiori e fioriere il terrazzo del Vicario del comune di Pescia da parte di alcuni cittadini, tale iniziativa sarebbe bella anche in cima alla piazza, ma occorrono sponsor per fornire quanto necessario, chi fosse interessato, puo’ scrivere a mrmichelotti@alice.it
----------------  RISPONDI





In risposta a: Purtroppo soli...che vergogna! del 14/4/2015 - 18:39
Cosa vuoi che ti dica?
AUTORE: Roberto
email: [protetta]

15/4/2015 - 11:13

Se consideri che nemmeno hanno avuto la decenza di rispondere... C'è davvero poco da dire. Giustizia privata? Non si può fare. Va a finire che dovrò sopportarmi l'onere dell'ennesimo trasloco. Perlomeno voi siete un po' verso l'interno e il rumore del traffico non vi arriva come può arrivare a me che sobbalzo la notte a causa di un bastardo alla guida di un camion che passa a 90 all'ora. Mi chiedo se ci sarà mai fine allo squallore dell'egoismo e dell'indifferenza umana. Piuttosto, quante risposte vedi a questo post? Solo la tua. Complimenti a tutta la Valdinievole, che oggi è più indietro di ieri. Sono nauseato.
----------------  RISPONDI





Sono disponibili 2383 articoli in archivio:
 [1]  ...  [53]   [54]   [55]   [56]   [57]   [58]   [59]  ...  [96]