Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 14:08 - 18/8/2017
  • 420 utenti online
  • 26856 visite ieri
  • [protetta]

Sig. Ferroni, possiamo finirla qui, io 75 anni, lei qualcuno in più, questo traguardo lo abbiamo raggiunto, in un mondo che io da sinistra, insieme ha lei da destra, combattendosi ideologicamente, .....
CALCIO SERIE D
CALCIO ECCELLENZA
CALCIO SERIE D
IPPICA

Giovedì particolare a Montecatini Terme con la presentazione in mattinata, nella sala consiliare del Comune di Montecatini Terme, del Weekend lungo all’Ippodromo Snai Sesana.

CICLISMO

Sarà una settimana di fuoco quella che attende Vania Canvelli, partita per il Belgio con tanta voglia di mettersi in mostra.

Podismo
BOCCE
La federazione ha reso noto il calendario del girone del campionato Italiano di Società di Serie B Centro Nord Raffa
CALCIO

Lunedì mattina alle ore 9, sotto un solo cocente, la Larcianese di mister Lorenzo Roventini ha iniziato gli allenamenti del periodo di preparazione, per due settimane capitan Pinto e compagni dovranno sostenere due sedute giornaliere.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mindadori di Montecatini è dedicata all'ultimo libro di Paolo Cammilli.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata al libro vincitore del Premio Strega.

Comunque

Chissà se saprò
trovare le note
poste nell'ombra .....
PERSONAGGI DELLA VALDINIEVOLE
di Giovanni Torre

Pietro Baragiola fu un grande industriale brianzolo venuto da noi nel lontano 1883.

PERSONAGGI DELLA VALDINIEVOLE
di Giovanni Torre

Innocenti nacque a Pescia (allora provincia di Lucca) il 1°settembre 1891.

Marcella Bertocci Masso fisioterapista, Insegnante Master Yoga, .....
Sono aperte le iscrizioni a 15 giovani per il corso gratuito .....
 1
Sono disponibili 1208 articoli in archivio:
 [1]   [2]   [3]   [4]  ...  [49] 
AVVERTENZA: In caso di risposta a un articolo già presente nel forum, si invita i lettori ad usare il comando RISPONDI. Usando questo comando la risposta dell'utente ottiene una maggiore visibilità, perchè viene collocata automaticamente in due spazi diversi. Viene inserita infatti 1) nella prima pagina del forum in successione temporale, come tutti gli altri interventi; 2) viene inserita anche nel riquadro dei DIBATTITI IN CORSO, dove gli articoli rimangono un tempo maggiore.
Il primo lettore che risponde a un tema già presente nel forum e adopera il comando RISPONDI attiva automaticamente un dibattito. Il comando RISPONDI consente di sviluppare dibattiti su temi specifici.
In risposta a: Signor Profili del 11/8/2017 - 18:12
LA POLITICA RICHIEDE APPLICAZIONE NON CHIACCHIERE
AUTORE: Giuliano Profili
email: [protetta]

12/8/2017 - 13:10

Sig. Ferroni, possiamo finirla qui, io 75 anni, lei qualcuno in più, questo traguardo lo abbiamo raggiunto,in un mondo che io da sinistra, insieme ha lei da destra, combattendosi ideologicamente, abbiamo contribuito ha costruire un mondo assai diverso da quello che avremmo voluto costruire. Io mi sono contentato di difendere la Democrazia, nei luoghi di lavoro, nelle piazze, nelle Istituzioni, la Costituzione Repubblicana, attaccata dalla destra fin dalla sua approvazione dopo il Referendum, lei, forse volava più in alto e queste cose non la sfioravano, come forse ancora oggi. Quindi continuiamo a vivere nelle nostre diversità, cercando di sfruttare al meglio i nostri ultimi anni di vita. Ma Sig. Ferroni, lei non può rimproverarmi, di voler spostare la discussione sul piano politico/partitico, lei, ha accettato forse in buona fede, di intervenire su una proposta politica fatta da un Segretario nazionale di un partito, di cosa immaginava si parlasse, del nostro passato, dell'arrivo in italia del, CHA CHA CHA, del Twist, dei migliori anni della nostra vita, si trattava di dare un contributo di idee, da suggerire ha chi oggi deve occuparsi, della questione dell'arrivo di popolazioni nel nostro paese che fuggono da guerre, fame e miseria, che non trova precedenti, che non possono, che essere idee, necessariamente politico/partitiche, cosa che lei pubblicamente non accetta di parlarne. Ma per cortesia, non si scandalizzi quando qualcuno ne parla. Se non le condivide, metta sul tavolo proposte alternative, Salviniane, Meloniane, Muscolari, Boniste, Razionali, faccia lei. Io nel mio intervento, ho solo chiesto di parlare di questa idea politica, di aiutare i profughi a CASA LORO. Se si è trovato spiazzato,ha corto di idee diverse è solo un suo problema, non cerchi di confondere le idee ai lettori, oppure solo criticare quelle degli altri, esiste già chi è preposto a questo. non risponderò più ha mezzo stampa ha commenti di questo genere, privi di contenuto.

Giuliano Profili
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Banana Republic
AUTORE: Giovanni
email: -

12/8/2017 - 10:57

Lungi da me soffermarmi sugli aspetti politici di come siamo arrivati ad accogliere le popolazioni afrricane,povera gente che ha gli stessi diritti degli altri terrestri.

Mi soffermo invece sull'aspetto storico della faccenda con esprimere la mia opinione che noi italiani abbiamo cercato l'Africa ma non l'abbiamo derubata dei suoi averi sopra e sottoterra.

La Somalia fu comperata dall'Italia,niente guerra,e da questo possedimento abbiamo ricavato solo le Banane,tutto lì,senza fare nomi la Francia ha posseduto per centinaia di anni metà del continente africano ed è tuttora presente militarmente in alcuni stati tipo il Niger.il Regno Unito idem con patatine,l'Olanda,il Belgio,la Germania e Israele per i diamanti in Sud Africa sono altre nazioni che hanno preso tutto in cambio di poco o niente,direi più veritiera la seconda affermazione.

Pertanto,spetterebbe, moralmente, a questi paesi farsi carico di ricevere questa gente ed integrarla nelle loro nazioni,noi come repubblica delle Banane abbiamo fatto più del dovuto.

Aspetti finanziari della zona Euro ,noi si paga ma alla larga da noi,l'Inghilterra,uscendo dall'Europa, se ne è lavata le mani, mettiamoci nei panni degli altri 18 come l'Ungheria,la Grecia,la Finlandia ecc.cosa c'entrano in questa storia?
----------------  RISPONDI





In risposta a: Non serve corruzione serve serietà politica del 10/8/2017 - 21:48
Signor Profili
AUTORE: Roberto Ferroni
email: -

11/8/2017 - 18:12

Respingo, come pregiudiziale, il suo tentativo di spostare la discussione su un piano di confronto partitico. Le mie esperienze, soprattutto nel continente africano ma non solo, mi dicono che esistono due realtà, quella di alcuni paesi potenzialmente ricchissimi, oro, diamanti, cobalto, risorse forestali, petrolio, uranio, agricoltura (apro un inciso, come mai in epoca coloniale alcuni paesi africani erano grandi produttori di derrate alimentari, partiti loro è andato tutto in sfacelo ?) chi più ne ha più ne metta, e quella di paesi i cui, pochi, pochissimi potenti tengono il vasto popolo soggetto, spesso nelle più indicibili condizioni. Certo, piange il cuore vedere, come ho visto, montagne di rifiuti alti due metri e lunghi più di dieci con bambini che ci rovistavano. Ma da li ad assumermi, come occidentale, europeo ed italiano, la responsabilità morale di quello sfacelo, no, caro Signor Profili, non ci sto. Quanto poi alle vendite di armi, guardi che come dicono gli anglosassoni bisogna essere in due per fare una coppia, quello che vende e quello che compra. E sa come paga ? Paga attingendo dalle larghe risorse della sua terra, a discapito del suo popolo, per continuare a tenerlo sotto i piedi. Se questo popolo non si ribella, guardi che non è un problema suo, mio, nostro, ma loro. Altra cosa é aiutare se colpiti da un terremoto, un'alluvione, un disastro ecologico. Ma che debba sentirmi in colpa come suggerisce Savianamente un populista sinistrorso che però vive in un dorato esilio estero, non ci penso neppure. E sarebbe bene che le persone aprissero gli occhi, l'invasione di nerboruti giovanotti che poi gravitano intorno e gravano sull'assistenza europea non la si elimina rinfocolando ancora di più la corruzione, che andrebbe a loro ulteriore discapito. La si aiuta facendo loro capire che devono, come dicono i credenti, aiutarsi per usufruire dell'aiuto divino. Termino con una nota, suscettibile da parte di certi benpensanti, degli usuali epiteti .... che non accetto e non respingo, proprio non mi fanno un baffo tanto sono sciocchi ed ormai usati anche per questioni molto meno importanti: e se provassimo a prendere un po' di negrieri, o se vuole mercanti di carne umana, e magari impiccarli in bella vista davanti ai porti di partenza. In fondo sono loro i delinquenti che fanno lauti guadagli sulla pelle ed a spese di altri, i migranti e gli accoglienti. Sempre che non ci siano interessi incrociati di qualche tipo.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Caro Signor Profili del 10/8/2017 - 11:35
Non serve corruzione serve serietà politica
AUTORE: Giuliano Profili
email: [protetta]

10/8/2017 - 21:48

Sig Ferroni non credo, che il fatto se io abbia visitato o meno l'Africa, aggiunga o tolga qualcosa ad una questione umanitaria, di civiltà, di progresso, di giustizia, assenti in quella parte del mondo a lei molto noto. Il mio semplice giudizio si basa su le difficoltà che incontra il mondo più evoluto, ha contenere questo inarrestabile fenomeno delle migrazioni di popolazioni senza futuro, verso orizzonti che sembrano più sicuri per il loro futuro e quello dei propri figli. Provo a ripetermi le questioni umanitarie, non sono ne di destra ne di sinistra, ma ci riguardano, ora e sempre più avanti, come abitanti di questo pianeta, il silenzio di fronte ha queste tragedie delle grandi potenze, dovrebbe porre a qualsiasi cittadino delle domande. 1) Saranno le prove muscolari, ha frenare il fenomeno, oppure sara, il riconoscere che esistono anche enormi responsabilità dell'Occidente, che ha solo sfruttato quei paesi, depredando in tutte le forme le loro risorse, sostenendo regimi, militari e autarchici,dinastie familiari? Bella domanda vero? 2) Lei Sig Ferroni, molto abilmente dr ibla il problema, introducendo una questione che sicuramente potrebbe esistere e da non sottovalutare, quella che, ci farebbe pagare un prezzo politico e morale. che i paesi sviluppati, non potrebbero sostenere, che saremmo costretti ha corrompere regimi, capi bastone, tribù, per aiutare quei popoli, oppressi, sfruttati e affamati, con gravissime situazioni sanitarie, dove è possibile, morire per mancanza delle più elementari necessità. Sig. Ferroni poi che, lei come ci racconta ha vissuto molto in quei paesi credo me lo potrà confermare, oppure smentirlo, ma non ignorarlo.4) Lei dice che non sarebbe giusto trattare con quei governi, quei regimi, quelle tribù, quei capi bastone, per fermare la delinquenza, la violenza che, si annida dietro gli scafisti e chi li tollera. Io credo che dovremmo rivedere il nostro approccio con certi paesi, dovremmo spendere qualche parola di condanna verso chi continua ha fornirgli armi,logistica militare, questi sono i passi da compiere, per fare questo non sono necessari, compromessi con nessuno, ne corrompere qualche altro, basta solo la volontà politica, il riconoscimento che le politiche occidentali basate, sullo sfruttamento di quella parte del mondo hanno fallito producendo questa catastrofe. Infine Sig. Ferroni voglio tranquillizzarla, con il fatto che io voglia parlare di queste cose pubblicamente mostri a lei, ed a qualche altro il mio essere DEMOCRATICO, cosa che lei mi ha recentemente contestato, associandomi ad idee serie, incisive, lontane dalle isterie Salviniane, e di tutta la destra. Era su questo terreno che io volevo aprire una discussione, con i lettori che, facesse venire fuori altre praticabili idee mirate, alla risoluzione del problema, non la rissa ideologica. Quanto all'invito che mi fa di leggere, qualche giornale ne farò tesoro.

Giuliano Profili
----------------  RISPONDI





In risposta a: LA PROPOSTA E INTELLIGENTE PARLIAMONE del 7/8/2017 - 7:54
Caro Signor Profili
AUTORE: Roberto Ferroni
email: -

10/8/2017 - 11:35

Le chiedo solo: Lei in Africa c'é mai stato ? In quei paesi portare aiuti dall'Europa significa: 1) dover corrompere più di un funzionario, qualche notabile, alcuni capetti perché lascino che li aiutiamo; 2) provvedere stipendi adeguati ai lavoratori europei che fossero colà dislocati. Incidentalmente, almeno fino ad oggi, i lavoratori indigeni, pur avendo un lavoretto assicurato, prenderebbero degli stipendi minimi; 3) la raccolta di fondi in Europa, per finanziare l'operazione necessita di altro personale, che assieme a quello in trasferta necessariamente dovrà essere pagato e quindi drenare i fondi raccolti. E qui mi fermo. La soluzione sarebbe quella di applicare le leggi, per cui una frontiera si valica SOLO se in possesso di validi documenti oppure di più che validi motivi per cercare un rifugio da una zona di guerra. Le parlo da esperto, avendo lavorato da emigrante dal 1958 al 1963 e viaggiato - al 99% per lavoro - dal fino al 2012 in ogni parte del mondo. Questo mi ha permesso di rendermi conto, in situ, delle condizioni sociali, ambientali, politiche di moltissimi luoghi, fra questi anche diversi di quelli da dove ora arrivano i migranti. La soluzione - per tutti i cittadini italiani e non solo per quelli di una parte politica - far capire che: a) l'Italia NON è l'eldorado e 2) che l'Europa non è accessibile sempre e comunque, nonostante i proclami verbali che contrastano con le azioni fattuali di nazioni sedicenti accoglienti. Le suggerisco di leggere, oltre questo giornale in linea, anche qualche giornale di carta che riporti notizie sia locali che nazionali e vedrà come buonissima parte degli accolti o fa una vita grama, peggio di quella a casa loro, oppure delinquono, per necessità o scelta. Non è questione di egoismo o volgere lo sguardo altrove, é questione di ordine pubblico interno, di regole valide per tutti, di asserimento che non si deve usare il buon cuore di un Popolo per approfittarne parassitariamente, di necessità a provvedere lavoro agli indigeni prima di sbracciarsi e dire di offrirlo ad estranei. Per ora, almeno negli ultimi dieci anni, le iniziative per garantire agli italiani quanto sopra, se é stato fatto, é avvenuto in maniera velleitaria, superficiale, che non ha lasciato solide tracce durature.
----------------  RISPONDI





AUTORE: GIULIANO PROFILI
email: [protetta]

7/8/2017 - 7:54

LA PROPOSTA E INTELLIGENTE PARLIAMONE!
L’idea, che sta prendendo corpo in questi giorni sull’emigrazione, avanzata negli ultimi giorni dal segretario del P.D; ritengo, che possa essere una buona idea, per governare con il concorso di tutti finalmente la questione della migrazione, problema questo che senza ipocrisie divide, partiti politici, Istituzioni, forze sociali e cittadini. La mancanza di regole condivise, da parte dei soggetti sopra menzionati, offre uno spaccato che se analizzato, con pacatezza e senza pregiudizi di nessun tipo, potrebbe non solo governare, ma finirebbe per regolare seriamente un fenomeno, che in questi ultimi 5/7 anni ha preoccupato tutti noi. Le speculazioni politiche di alcuni partiti, le trasmissioni televisive che ingigantiscono artificiosamente il problema, gettano, la pubblica opinione nello sconforto, nel vedere con preoccupazione ha volte giustificata, ha volte meno, il proprio futuro, quello dei propri figli, compromesso di fronte ad un fenomeno, che il mondo occidentale più evoluto dovrà gestire nei prossimi decenni. Ormai è noto ha tutti, che l’idea della durezza muscolare dei metodi, richiesta da più parti, blocchi navali, respingimenti ,fili spinati, da parte di un solo paese in questo caso solo l’Italia, non ha prodotto nessun effetto, sulla causa, di questo inarrestabile problema. Questo modo muscolare usato fino ad oggi, per rapportarsi al fenomeno, sono serviti e serviranno ancora, solo ha qualche forza politica come cibo da distribuire nelle pance affamate dei cittadini, che vedono davanti al proprio futuro tanta incertezza sociale e tanto buio. Allora ha me sembra sia giunto il momento, per chi è preposto alla gestione del fenomeno, partiti, amministratori, sindacati, associazioni, cittadini, di avanzare proposte alternative ha quella, che sostiene, che i migranti economici, vanno AIUTATI A CASA LORO, mentre gli altri provenienti da zone di guerra, vanno ospitati e ripartiti in modo uguale e proporzionale, in tutti i paesi europei. Ma perché questo accada, occorre in primo luogo riconoscere che il problema esiste, che c’è una parte del mondo sottosviluppato, che muore di fame, che non ha futuro davanti a se, ne per i propri figli domani. Occorre insomma aver un altro approccio, con questi disperati che spesso parlano 2/3 lingue, occorre che gli egoismi, che si annidano fra tutti noi, vengano sostituiti con la generosità, da non confondere con la pietà, che si conclude quasi sempre con un gesto di carità. Occorre, che i governi dei paesi europei con l’Italia in prima fila, stringano accordi sempre più stretti con i paesi dove il fenomeno è più accentuato, solo con il con il coinvolgimento, con l’aiuto concreto ha questi paesi possiamo pensare, di gestirlo umanamente, non invece, con i muscoli che in molti ogni giorno ci consiglierebbero. Insomma sarebbe necessario un grosso passo in avanti della nostra cultura, del nostro modo di pensare rispetto al problema, della mobilità delle popolazioni del pianeta del nostro secolo. Ritengo che questa sia la strada che tutti i Governi europei insieme dovrebbero velocemente imboccare, dobbiamo non avere più remore, dobbiamo evitare di cascare nella trappola che ci vorrebbe divisi non solo socialmente, ma anche ideologicamente, fra destra e sinistra. Aiutare chi ha bisogno, non è un problema né di destra, né di sinistra, ma riguarda tutti noi ed il nostro futuro. Aprendo una serena discussione, con chi vuole dare un contributo nel merito, invito tutti coloro che saranno tentati ad intervenire, ha farlo in maniera non anonima, non con interventi schizofrenici e privi di contenuto, oppure, firmandosi con pseudonimi, ma invece di partecipare alla discussione, con idee proprie, mettendoci il nomee cognome, oltre che la faccia, come si addice a qualunque cittadino di fede democratica. Confrontiamoci quindi, in modo educato, animati solo dalla volontà di guardare il problema, anzi che offendere, girandosi da un'altra parte, per non guardare al problema.
Giuliano Profili.
----------------  RISPONDI





AUTORE: Andrea Fanucci
email: -

1/8/2017 - 21:41

Poiché mi sforzo di pensare che la mia città possa avere un futuro e possa ancora offrire alle future generazioni un buon posto dove vivere , non riesco a concepire che il suo futuro possa prescindere dalla sua vocazione turistica. Sono convinto che ognuno di noi possa far qualcosa per migliorare la situazione attuale e che una buona accoglienza ed un primo impatto fatto di cordialità , siano la base per soddisfare il turista. Adesso arriviamo al nocciolo del problema e immaginiamo di arrivare in treno , nel mese di Agosto , nella famosa cittadina di Montecatini Terme. Magari al termine di un lungo viaggio , con alte temperature ( e magari mi sono sorbito anche un paio di trascorsi treno bus ),una volta arrivato potrei sentire la necessità di rifrescarmi o di prendermi una bevanda fresca. Ebbene un viaggiatore che arriverà a Montecatini Terme , nel mese di Agosto , non troverà né un bagno aperto né un bar aperto... Domando se è normale ... Se qualche persona che ricopre un incarico pubblico abbia pensato a questo ...Forse in qualche stazione sperduta di un paese lontano , un piccolo bar ed un bagno ci sono ma nella famosa stazione termale di Montecatini Terme no ! Troverete personaggi equivoci , gente che chiederà un piccolo aiuto ma di bagno e bar non se ne parla ! Spesso mi domando se questa città possa definirsi a vocazione "turistica" o forse sarebbe meglio definirla a vocazione "qualunquista".... Ma sicuramente sono io che non riesco a vedere la lungimiranza della nostra classe dirigente
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Commissariato PS di Pesci
AUTORE: Enzo
email: [protetta]

25/7/2017 - 12:54

anche io e mia moglie desideriamo ringraziare l'On. Fanucci x il Suo interessamento al Commissariato di P.S. di Pescie
----------------  RISPONDI





AUTORE: daniela bizzarri
email: [protetta]

13/7/2017 - 19:29

Buongiorno, volevo, per una volta poter dare una testimonianza di BUONA SANITA'.
Nel mese di maggio, mi sono recata all'Ospedale San Jacopo di Pistoia per un intervento programmato. Sono stata ricoverata per una settimana, periodo nel quale ho trovato professionalità, cortesia, umanità, da parte di tutti i Medici ed operatori sanitari!! Non è facile, credetemi, in un periodo particolare, sentirsi a proprio agio in tutti i sensi, ecco perché vorrei che questo articolo venisse pubblicato, a testimonianza contrapposta alle tante notizie negative che leggiamo ogni giorno.
Probabilmente il "Giuramento di Ippocrate" è stato ben interiorizzato!!Grazie per l'attenzione,
Daniela Bizzarri
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
RESIDENZA
AUTORE: Alberto Lucarelli
email: [protetta]

11/7/2017 - 13:54

Riguardo alle persone che ormai tutti noi conosciamo ed infastidiscono ogni santo giorno negozi bar supermercati cittadini ecc . Avendo una casa qui vuol dire che qualcuno ha ACCETTATO loro la residenza per metterli in graduatoria e dargli una casa ( penso gratuita ) . A voi la libertà di pensare
----------------  RISPONDI





In risposta a: Il MIO ULTIMO COMMENTO AD UNA PROVOCAZIONE del 30/6/2017 - 13:22
Caro Sig. Profili,
AUTORE: Bob184
email: -

30/6/2017 - 20:01

Si dia una calmata, e cerchi di essere VERAMENTE democratico, cioè di discutere sugli argomenti e non cercare, e non ci riesce, di vilificare l'avversario. Potrei fare molti appunti su suo scritto ma mi limito a ripeterle che le nostalgie sono una cosa, il tempo che passa e le situazioni che cambiano sono un'altra. Ne io ne lei, ne nessun altro, abbiamo la capacità di avere sempre e solo ragione, situazione lasciata e da lasciare ad altri, qui ed altrove e certo da non apprezzare. Se lei ha fatto il sindaco di una comunità per alcuni anni, se ha anche servito detta comunità in altre forme, questo le darà maggiore esperienza nel settore istituzionale ma nessun punto per poterla far sentire sopra chiunque, che si esprimano giudizi favorevoli o meno, che si sia di una particolare idea od un' altra. Non mi addebiti la caciara, non mi venga a dare, anche fra le righe, dell'ignorante. Accetti un pensiero diverso e lo confronti con altri argomenti invece di ritenersi il depositario dell'Unica Verità Assoluta. Per l'anonimato, la sorprenderò, confidando lei sia persona che sa rispettare una decisione altrui. Cordialmente.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Il significato democratico del 29/6/2017 - 19:07
Signor iscritto PD
AUTORE: Non iscrfitto ad alcun partito
email: -

30/6/2017 - 16:06

Il suo scritto ha dei lati positivi, la critica del comunismo, quello si male assoluto, e non solo per l'Italia. Ha perfettamente ragione quando dice che la maggioranza vince e la minoranza si deve allineare, in corso di legislatura partitica Però, c'é un però: quando mai la sinistra, estrema, centrale, periferica, moderata, assatanata, di ogni specie, basta che sia sinistra non si é, copio/incollo le sue parole, "sconfitti si sono dedicati alla delegittimazione dei vincitori". Ora, detto da un iscritto al PD figlio, no forse solo nipote, del PCI, PDS, DS c'è da stupire perché quando mai la sinistra non si è dedicata alla delegittimazione degli avversari esterni ? Su via, un minimo di coerenza. Se vuole, io dico giustamente, che le minoranze interne non facciano sfascismo nel partito possiamo portare il concetto ad orizzonti più vasti e domandare che una minoranza parlamentare, di destra, sinistra, centro, centro sinistra, centrodestra o qualsiasi altro amalgama, faccia solo il suo ruolo di opposizione senza tentativi di vilificazione degli oppositori ?
----------------  RISPONDI





In risposta a: C'é anche D'Artagnan del 29/6/2017 - 17:43
Il MIO ULTIMO COMMENTO AD UNA PROVOCAZIONE
AUTORE: GIULIANO PROFILI
email: [protetta]

30/6/2017 - 13:22

IL MIO ULTIMO COMMENTO AD UNA PROVOCAZIONE
Sig.Bob184, quando ci si intromette in una discussine politico/partitica, la prima cosa che si dovrebbe fare, sarebbe qualificarsi, dichiarare le proprie generalità, parlare dei ruoli Politico/Ammnistrativi svolti al servizio della collettività, oltre che, dichiarare il proprio pensiero politico, altrimenti si rischia come ha fatto lei, di non dare nessun contributo alla discussione in atto, ma si tenta, ho meglio, si vuol solo chiudere buttando la palla in tribuna la discussione. Io, nell’esprimere la mia opinione sui risultati politici delle elezioni nel territorio pistoiese, ho inteso introdurre nella discussione, delle serie questioni politiche, di merito e di metodo, in particolare sul comportamento dei massimi vertici del partito democratico, partito, che io stesso ho contribuito a fondare, se a lei questa discussione non interessa, se per lei la débâcle , del centro sinistra nel territorio e normale, se per lei nella sinistra pistoiese non è successo niente di anomalo, questo a mio giudizio basta ed avanza, per capire la sua fede, ed al suo pensiero politico. Ma per cortesia, si qualifichi, non si vergogni, quando commenta determinate questioni, mostri almeno di conoscerle, di sentirsi parte attiva, o di una parte politica, oppure di un'altra, solo così possiamo dare un contributo utile, oltre che alla discussione in corso, ai lettori, ed a quanti seguono la politica giovani o meno giovani e perché no, magari, convincere i vecchi nostalgici da lei battezzati come me. Sig. NESSUNO io ò sempre espresso liberamente le mie opinioni, in qualsiasi luogo, lavoro, tempo libero, nelle Istituzioni che hò avuto l’opportunità di rappresentare a livello locale per 15 anni, Capisce Sig Bob 184,.personalmente sulle cose che commento, ciò sempre messo la faccia, come è giusto che qualsiasi cittadino in democrazia debba fare. Tenga inoltre sempre presente, che se ha lei, con il suo qualunquismo, con il suo dare giudizi politici trancianti sulle persone, o come in questo caso le è ancora permesso di parlare ed offendere i militanti di sinistra, è ancora possibile, la risposta è semplice ed unica, ringraziare tutti coloro che come me, hanno creduto e credono nella Democrazia , che per svago per divertimento, fissavano appuntamenti per le cinque del mattino, salutando con il braccio alzato. Provi a porsi la seguente domanda; .Se avessero guidato il paese persone con il suo pensiero, con le sue idee trancianti, scrivere questi commenti, queste provocazioni, sarebbe stato possibile ?????
N.B. Non risponderò ad altre provocazioni
GIULIANO PROFILI
----------------  RISPONDI





In risposta a: IL SILENZIO DEI TRE MOSCHETTIERI del 29/6/2017 - 14:59
Il significato democratico
AUTORE: iscritto PD
email: -

29/6/2017 - 19:07

Le ultime consultazioni che hanno permesso la rielezione di Renzi alla segreteria del PD , lo hanno visto primeggiare con oltre il 50% delle preferenze. Gli iscritti erano perfettamente consci delle posizioni politiche di tutti e tre i candidati ed hanno fatto una precisa scelta , sia della persona sia della linea da lui espressa. La regola democratica recita che la minoranza si adegua alla linea promossa dal congresso , discutendo nelle sedi opportune e preparandosi alla prossima competizione congressuale . Questo dovrebbe essere ... Ma non è ! Da un ora dal termine del Congresso , gli sconfitti si sono dedicati alla delegittimazione dei vincitori , al rafforzamento delle correnti ed al male del partito , spalleggiati dai nostalgici fuoriusciti , tutti figli del centralismo democratico .... Ve lo ricordate ? Molto ma molto democratico ! Nostalgia di un passato fatto di decisioni prese a Botteghe Oscure e poi comunicate al popolo obbediente. Erano talmente abituati che vorrebbero dettare la linea anche dopo aver formato il loro movimento , d'altronde una volta la comanda veniva da Mosca.... Io come iscritto pretendo che le decisioni del Congresso siano RISPETTATE , ci porteranno alla sconfitta ? Può essere , ma in politica capita ! La politica non è gestione del potere ma competizione democratica nel rispetto reciproco. Certo quando tutte le leve del potere politico , sindacale ed economico erano tutte sotto la " ditta " era tutto più facile ! Magari date un occhiata a tutti i successi mondiali che il comunismo ha prodotto , poi datevi delle risposte.
----------------  RISPONDI





In risposta a: IL SILENZIO DEI TRE MOSCHETTIERI del 29/6/2017 - 14:59
C'é anche D'Artagnan
AUTORE: Bob184
email: -

29/6/2017 - 17:43

Mi sembra una ri-edizione di quei nostalgici del dopo guerra che salutavano ancora a braccio alzato ma dicevano che fissavano di vedersi alle cinque. Il tempo passa, le cose cambiano, a volte in meglio altre in peggio. Si danno delle etichette, conservatori, progressisti per poi accorgersi che l'anima del progresso é restare attaccati al passato. Il signor Profili sembra essere alla stregua dei nostalgici di settanta anni fa, e con lui le vecchie cariatidi che menziona. Hanno fatto il loro tempo, hanno fatto, a mio parere, più danni che bene, è l'ora che si tolgano di mezzo e lascino il posto ai nuovi, nella speranza che siano migliori dei vecchi. Il Profili e l'evidenza ci dicono di no. Non pensate allora che un vero cambiamento, drastico, epocale, sia necessario. Faranno meglio, faranno peggio, si vedrà ma il conservatorismo nostalgico non ha mai portato progresso.
----------------  RISPONDI





AUTORE: Giuliano Profili
email: [protetta]

29/6/2017 - 14:59

IL Silenzio dei tre moschettieri
Dopo, le dichiarazioni contenute nel documento del PD provinciale, pubblicato sulle pagine di ValdinievoleOggi il giorno 08 Maggio u/s, dove 2 Parlamentari assieme al segretario provinciale, annunciavano in modo trionfale ai lettori, la nomina nella Direzione Nazionale del P.d; di tre pistoiesi, cosa per altro scontata, visto le posizioni politiche dei soggetti, mi sarei aspettato in Valdinievole e Provincia di Pistoia, l’avvio di un dibattito costante, un confronto sulle idee e programmi, senza pregiudizi di nessun tipo, con le anime del centrosinistra, oltre che, ad una maggiore presenza degli soggetti stessi nelle sezioni, nei circoli, nei luoghi dove oggi il P.d; grazie al lavoro politico, ai sacrifici, alle strutture realizzate, da parte di coloro che credevano e continuano a credere nei valori della sinistra , il Partito democratico svolge la pochissima attività politica sul territorio. Dopo la cocente sconfitta al Referendum Costituzionale, causata dall’intolleranza del capo alla parola sinistra, in vista delle imminenti Elezioni Amministrative in alcuni Comuni del comprensorio, molti come me, speravano in una mobilitazione quotidiana di questi personaggi, capace di suscitare, entusiasmo, passione per la politica sufficiente, ad invertire la rotta dell’assenteismo , per riportare i cittadini a votare, facendo riflessioni serie sulla mancata vittoria di Marliana e sulla vittoria del centro destra a Serravalle, Comune amministrato da sempre dalla sinistra, doveva essere un campanello per il centro sinistra, un allarme rosso, tale da richiedere maggiore impegno da parte di tutti compreso quello di voi Parlamentari, ed apparati provinciali e regionali. Il ballottaggio di Pistoia era un segnale inequivocabile delle difficoltà politiche del P.D. sul territorio aggravato, da un episodio di cattiva politica che, aveva visto coinvolto un Sindaco P.D. in carica, con il relativo commissariamento del Comune, ci diceva in modo trasparente, cosa sarebbe successo il 24 Giugno. Insomma dopo un congresso che, anzi che unire il partito, la lacerato, fino al punto di obbligare alcuni membri ad andarsene, con la conseguente scissione, con la formazione di un nuovo movimento. Questa era l’aria politica che si respirava in Valdinievole , nel territorio provinciale, regionale e nel paese. Mi preme ricordarvi che essendo voi, stati eletti in un territorio dove la sinistra, si è distinta dal dopoguerra ad oggi, per il suo buon governo, la sua moralità, la sua incisività, creando sviluppo e benessere, gli elettori, vi hanno votato credendo che voi, sia pur in una linea di rinnovamento, di uomini, di idee avreste, continuato a camminare nel solco tracciato da chi vi ha preceduto, non invece mai immaginato che, vi sareste messi immediatamente al servizio del capo, per rottamare, per distruggere idee, valori, storia, della sinistra. Questa parola, che rimane tanto indigesta al vostro capo, ha finito per contagiare anche voi. Se questi saranno i prossimi trend elettorali del territorio, finirà che non saremo più in grado di eleggere in Parlamento nessun esponente del centro sinistra locale. Questa sciagura politica ha mio avviso e ancora possibile evitarla, basta che vi mettiate subito al lavoro, per dare al paese una buona (per me proporzionale) legge elettorale, uno sguardo più attento all’occupazione giovanile, non con i waucher, non con il Jobs act, non insomma con il pensiero dei bocconiani, ma con il pensiero rivolto, a chi e rimasto indietro, a chi vede fermo l’ascensore sociale, a chi vede che i propri figli, per trovare il lavoro dovranno lasciare il paese. Questi, sono i sentimenti presenti nell’immaginario collettivo dei cittadini che, generano sfiducia nella politica, che fanno apparire agli occhi di tanti cittadini l’inutilità del voto. Il RENZISMO/ROTTAMATORE ha dato questa impressione, non solo ai militanti, dei partiti tradizionali della sinistra, ma anche a coloro che hanno visto nella politica delle alleanze, un inclinazione sempre sbilanciata a favore dell’accordo Renzi/Berlusconi, del resto il patto del Nazareno lo testimonia. Cari esponenti del mio ex partito, non ve la prendete con Dalema, Bersani, Rossi, Speranza, non sono portatori di peste ,di scarbia, o di altre malattie infettive, sono invece le persone che, difendendo con le battaglie parlamentari la Democrazia, hanno permesso anche a voi, di diventare soggetti chiamati a rappresentare i cittadini in Parlamento, da cui dovreste prendere esempi. Costoro, sono rimasti gli unici difensori di quella storia, che ha permesso, non solo ai contadini di non levarsi più il cappello dinanzi al padrone, ma di costruire strutture soprattutto nel nostro territorio che, permettono anche a voi di fare politica, altrimenti , la vostra mancanza di orgoglio di avere sedi proprie, non vi darebbe nessuna visibilità. Questa è RETORICA può darsi….
Giuliano Profili Ex Sindaco di Uzzano
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Panchina a Santa Lucia a Uzzano
AUTORE: Sara
email: -

28/6/2017 - 13:23

Salve,
volevo segnalare il furto di una panchina (tra l'altro recuperata e leggermente
ritinta)lasciata sotto il palazzo di via Brodolini, 21 a S.Lucia Uzzano al solo scopo di donare un po' di sollievo e far riposare le persone anziane del palazzo.
La panchina è vecchia di ferro e ritinta con smalto bianco.
Non è stata fissata al suolo solo per
decoro e confidando nella buona fede
delle persone.
Ma evidentemente ci eravamo sbagliati.
Ringrazio per l'attenzione e saluto cordialmente.
Sara
----------------  RISPONDI





AUTORE: Giuliano Profili
email: [protetta]

28/6/2017 - 10:38

Il silenzio dei tre moschettieri
Dopo, le dichiarazioni contenute nel documento del PD provinciale, pubblicato sulle pagine di ValdinievoleOggi il giorno 08 Maggio u/s, dove 2 Parlamentari assieme al segretario provinciale, annunciavano in modo trionfale ai lettori, la nomina nella Direzione Nazionale del P.d; di tre pistoiesi, cosa per altro scontata, visto le posizioni politiche dei soggetti, mi sarei aspettato in Valdinievole e Provincia di Pistoia, l’avvio di un dibattito costante, un confronto sulle idee e programmi, senza pregiudizi di nessun tipo, con le anime del centrosinistra, oltre che, ad una maggiore presenza degli soggetti stessi nelle sezioni, nei circoli, nei luoghi dove oggi il P.d; grazie al lavoro politico, ai sacrifici, alle strutture realizzate, da parte di coloro che credevano e continuano a credere nei valori della sinistra , il Partito democratico svolge la pochissima attività politica sul territorio. Dopo la cocente sconfitta al Referendum Costituzionale, causata dall’intolleranza del capo alla parola sinistra, in vista delle imminenti Elezioni Amministrative in alcuni Comuni del comprensorio, molti come me, speravano in una mobilitazione quotidiana di questi personaggi, capace di suscitare, entusiasmo, passione per la politica sufficiente, ad invertire la rotta dell’assenteismo , per riportare i cittadini a votare, facendo riflessioni serie sulla mancata vittoria di Marliana e sulla vittoria del centro destra a Serravalle, Comune amministrato da sempre dalla sinistra, doveva essere un campanello per il centro sinistra, un allarme rosso, tale da richiedere maggiore impegno da parte di tutti compreso quello di voi Parlamentari, ed apparati provinciali e regionali. Il ballottaggio di Pistoia era un segnale inequivocabile delle difficoltà politiche del P.D. sul territorio aggravato, da un episodio di cattiva politica che, aveva visto coinvolto un Sindaco P.D. in carica, con il relativo commissariamento del Comune, ci diceva in modo trasparente, cosa sarebbe successo il 24 Giugno. Insomma dopo un congresso che, anzi che unire il partito, la lacerato, fino al punto di obbligare alcuni membri ad andarsene, con la conseguente scissione, con la formazione di un nuovo movimento. Questa era l’aria politica che si respirava in Valdinievole , nel territorio provinciale, regionale e nel paese. Mi preme ricordarvi che essendo voi, stati eletti in un territorio dove la sinistra, si è distinta dal dopoguerra ad oggi, per il suo buon governo, la sua moralità, la sua incisività, creando sviluppo e benessere, gli elettori, vi hanno votato credendo che voi, sia pur in una linea di rinnovamento, di uomini, di idee avreste, continuato a camminare nel solco tracciato da chi vi ha preceduto, non invece mai immaginato che, vi sareste messi immediatamente al servizio del capo, per rottamare, per distruggere idee, valori, storia, della sinistra. Questa parola, che rimane tanto indigesta al vostro capo, ha finito per contagiare anche voi. Se questi saranno i prossimi trend elettorali del territorio, finirà che non saremo più in grado di eleggere in Parlamento nessun esponente del centro sinistra locale. Questa sciagura politica ha mio avviso e ancora possibile evitarla, basta che vi mettiate subito al lavoro, per dare al paese una buona (per me proporzionale) legge elettorale, uno sguardo più attento all’occupazione giovanile, non con i waucher, non con il Jobs act, non insomma con il pensiero dei bocconiani, ma con il pensiero rivolto, a chi e rimasto indietro, a chi vede fermo l’ascensore sociale, a chi vede che i propri figli, per trovare il lavoro dovranno lasciare il paese. Questi, sono i sentimenti presenti nell’immaginario collettivo dei cittadini che, generano sfiducia nella politica, che fanno apparire agli occhi di tanti cittadini l’inutilità del voto. Il RENZISMO/ROTTAMATORE ha dato questa impressione, non solo ai militanti, dei partiti tradizionali della sinistra, ma anche a coloro che hanno visto nella politica delle alleanze, un inclinazione sempre sbilanciata a favore dell’accordo Renzi/Berlusconi, del resto il patto del Nazareno lo testimonia. Cari esponenti del mio ex partito, non ve la prendete con Dalema, Bersani, Rossi, Speranza, non sono portatori di peste ,di scarbia, o di altre malattie infettive, sono invece le persone che, difendendo con le battaglie parlamentari la Democrazia, hanno permesso anche a voi, di diventare soggetti chiamati a rappresentare i cittadini in Parlamento, da cui dovreste prendere esempi. Costoro, sono rimasti gli unici difensori di quella storia, che ha permesso, non solo ai contadini di non levarsi più il cappello dinanzi al padrone, ma di costruire strutture soprattutto nel nostro territorio che, permettono anche a voi di fare politica, altrimenti , la vostra mancanza di orgoglio di avere sedi proprie, non vi darebbe nessuna visibilità. Questa è RETORICA può darsi….
Giuliano Profili Ex Sindaco di Uzzano
----------------  RISPONDI





In risposta a: A ragione..ma del 14/6/2017 - 10:32
RISPOSTA
AUTORE: Nicole Cecchi
email: [protetta]

27/6/2017 - 11:23

Non è il concetto di Partito ( P maiscola ) ad essere sbagliato sono le persone ad esserlo. Come mi piace dire : L' IDEA è GIUSTA MA LE PERSONE SBAGLIATE !
----------------  RISPONDI





In risposta a: PESCIA NON HA BISOGNO DI CURE, MA DI PARTITI SERI del 7/6/2017 - 14:04
RISPOSTA
AUTORE: Nicola Cecchi
email: [protetta]

27/6/2017 - 11:20

Presuppongo che l' equazione più attendibile per Lei sia che sono i partiti a Pescia ad essere malati e bisognosi di cura . Ma va da se che i partiti son fatti da persone e le persone in questione rappresentano bene o male Pescia e i suoi cittadini.Quindi resto della mia idea . Mi dispiace!
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
In tutti i sensi
AUTORE: Alberto Lucarelli
email: [protetta]

26/6/2017 - 22:19

Partito Democratico altro giro altra figuraccia pistoia carrara ecc e la prossima penso che toccherà a MONTECATINI
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Sistema solare
AUTORE: Giovanni
email: -

25/6/2017 - 17:28

I ricercatori dell'Università di Tempe(Arizona) ci informano che il nostro sistema solare potrebbe avere uno o due ospiti in più,da 8 a 10.
Si tratterebbe dei due pianeti catalogati con il termine inglese"Nine e Ten"situati in una posizione che sfugge al più potenti telescopi inventati dall'uomo.
Sarebbero nella fascia di Kuiper,regione confinante con il nostro sistema solare con milioni di asteroidi e pianeti nani in circolazione.
Fono qui la notizia sarebbe di ordinaria amministrazione ma,il fatto nuovo, sta nel fatto che almeno 600 di questi oggetti si comportano stranamente in quanto inclinati di 80° rispetto a tutti gli altri.
In altre parole se entrassero nel nostro sistema solare potrebbero creare anomalie ai tradizionali percorsi intorno al sole dei vari Marte,Venere, e compagnia bella ,Terra compresa.
La Nasa si sta attrezzando con il lancio del telescopio James Webb (ottobre 2018)100 volte più potente dell'attuale Hubble che dovrebbe mettere una parola fine a queste ipotesi.
Morale,preferisco alzare gli occhi al cielo e non pensare più di tanto alle cose terrene!
----------------  RISPONDI





In risposta a: Psico-analisi breve pesciatina del 3/6/2017 - 8:25
A ragione..ma
AUTORE: Gianni
email: -

14/6/2017 - 10:32

Non solo Pescia ha bisogno di partiti seri ma tutt Italia...e piu che partiti ..ci vogliono persone serie che ragionino con il cuore verso il popolo ..che invece ragionino con il cervello o il comando dei partiti. Per me la parola partito non esiste..perchè oggi i partiti sono come dei clan a cerca di voti per prendere solo il potere. Di fatti molte persone non vanno piu a votare perchè i partiti hanno deluso e ora cercano le persone serie che nella politica attuale sono mosche bianche.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Psico-analisi breve pesciatina del 3/6/2017 - 8:25
PESCIA NON HA BISOGNO DI CURE, MA DI PARTITI SERI
AUTORE: Giuliano Profili
email: -

7/6/2017 - 14:04

PESCIA NON HA BISOGNO DI CURE, MA DI PARTITI E PERSONE SERIE
Pescia non a bisogno di cure particolari, non è un malato terminale, non ha bisogno di stregoni improvvisati, non ha bisogno di governare i problemi, vecchi e nuovi con il populismo,proprio dei frequentatori del bar dello sport, ha bisogno invece di ritrovare quel clima politico, che in mezzo secolo di storia fino agli anni 2000, quando governavano i partiti e non le persone, l’hanno fatta diventare uno dei centri più importanti della Valdinievole, questa è la cura necessaria.
I problemi che oggi sono di Pescia sono legati alla fine politica, della politica come strumento di partecipazione dei cittadini alle scelte, della partecipazione di cittadini alla vita sociale, con l’impegno in politica, con le passioni che la politica fatta per il bene comune suscitava, in ogni persona di buon senso. Questo è stato vero fino a quando i partiti, sorvegliavano sull’operato delle Amministrazioni e sugli Amministratori, purtroppo oggi questo sistema moderno, che tenta di far credere ai cittadini che la politica/partitica non deve esistere più, in quanto oggi sono le persone che determino da sole, ciò che è utile o meno per lo sviluppo di una comunità, senza rendere conto quotidianamente agli amministrati. Bisogna che gli Amministratori siano scelti dai cittadini, non dalle lobbie, non dal Web e testati dai partiti di riferimento, ma soprattutto sorvegliati dagli stessi partiti, sulle iniziative che assumono per la Comunità.
Solo cosi possiamo individuare i bisogni di una comunità e con spirito politico, senso di responsabilità possiamo poi governarla, non ci sono scorciatoie, non ci sono circonvallazioni,non ci sono stregoni, maghi di nessun genere, nessun psicologo potrà mai impedire, che persone sbagliate siano chiamate a svolgere ruoli di Governo in una città. Concludendo, solo i partiti sono la garanzia, da non confondere però con la certezza, che le questioni , che oggi sono di Pescia e domani saranno di un'altra realtà, possono essere ridimensionate.
PROFILI GIULIANO
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Psico-analisi breve pesciatina
AUTORE: Nicola Cecchi
email: -

3/6/2017 - 8:25

I partiti non possono piu' amministrare Pescia . I fatti lo dimostrano . La situazione attuale e' l ennesima conferma che Pescia e' un malato psicologico grave che ha bisogno di cure innovative e terapie d urto . Non c'e' piu' tempo da perdere . Solo il cittadino vero senza lacci e lacciuoli di scuderie varie puo' prendere in mano la barca in tempesta e riportarla al porto e verificare i danni fatti di anni di deriva . Vorrei che facessimo un esercizio tutti e cioe' quello di chiudere gli occhi e provare ad immedesimarsi nei panni di un cittadino modello che veramente pensa al bene di una comunita' nel suo insieme complesso . E dopo questo esercizio individuare le vere necessita' per questa citta ' , con animo neutrale e senso di vera responsabilita'. E da li partire per unire le forze e creare quel movinto cittadino che spezzera' questa coazione a ripetere deleteria ed autodistruttiva .
La cura parte solo da noi stessi e arriva in Comune solo grazie a noi stessi !
In bocca a lupo a tutti !
----------------  RISPONDI





Sono disponibili 1208 articoli in archivio:
 [1]   [2]   [3]   [4]  ...  [49]