Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 23:12 - 16/12/2017
  • 385 utenti online
  • 27527 visite ieri
  • [protetta]

Domenica sera 10 dicembre, si sparge la voce di avverse condizioni meteo in arrivo. La Protezione Civile locale, tranite l'Ufficio di Polizia Municipale, avverte che ci potrtebbero essere delle sospensioniu .....
VOLLEY

Domenica 10 dicembre è stata la formazione U 13 femminile di Ambra Russo e Sara Silvestri (nella foto) a trovare la prima vittoria in campionato (1-2, 25-20/18-25/21-25).

VOLLEY

Ultima gara ufficiale del 2017 in trasferta per la Serie C Img Solari del Centro tecnico territoriale Monsummano, che sabato 16 dicembre con fischio d'inizio alle 21,15 fa visita al Calenzano Volley. 

CALCIO

Ultimo match dell´anno nei vari campionati per le squadre della Polisportiva Margine Coperta.

TAEKWONDO

Si conclude con una medaglia d’argento e un secondo posto la Junior cup 2017 per  Rudy Semola capitano del gruppo sportivo Kin Sori Taekwondo asd, società guidata dal maestro Simone Niccolai, nella categoria cinture nere senior – 58 kg.

CALCIO

La società lo aveva detto già da tempo e adesso, nonostante un budget non certo dei più importanti, ecco che arrivano i rinforzi attesi. Il Valdinievole Montecatini dà fondo a tutte le proprie risorse ed energie per risalire la china e per cercare di salvarsi nel girone E della serie D.

VOLLEY

Solo vittorie nell´ultimo turno di gare per le formazioni giovanili del Centro tecnico territoriale Monsummano.

CALCIO

Pubblichiamo i risultati delle squadre giovanili del Montecatini Murialdo.

CALCIO

È diventato l'appuntamento sportivo che da tradizione chiude le festività natalizie in Valdinievole, organizzato per il quarto anno consecutivo dai Giovani Granata Monsummano.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata all'ultimo libro di Isabel Allende.

none_o

Opere contemporanee dedicate a Luigi Tenco nel 50° anniversario della sua morte.

Comunque

Chissà se saprò
trovare le note
poste nell'ombra .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Pietro Leopoldo I fu il vero artefice della nascita termale di Montecatini.

PERSONAGGI DELLA VALDINIEVOLE
di Giovanni Torre

Pietro Baragiola fu un grande industriale brianzolo venuto da noi nel lontano 1883.

SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA asd
" ENERGY LATIN DANCE .....
Marcella Bertocci Masso fisioterapista, Insegnante Master Yoga, .....
 0
Sono disponibili 1233 articoli in archivio:
 [1]   [2]   [3]   [4]  ...  [50] 
AVVERTENZA: In caso di risposta a un articolo già presente nel forum, si invita i lettori ad usare il comando RISPONDI. Usando questo comando la risposta dell'utente ottiene una maggiore visibilità, perchè viene collocata automaticamente in due spazi diversi. Viene inserita infatti 1) nella prima pagina del forum in successione temporale, come tutti gli altri interventi; 2) viene inserita anche nel riquadro dei DIBATTITI IN CORSO, dove gli articoli rimangono un tempo maggiore.
Il primo lettore che risponde a un tema già presente nel forum e adopera il comando RISPONDI attiva automaticamente un dibattito. Il comando RISPONDI consente di sviluppare dibattiti su temi specifici.
In risposta a: del
Enel
AUTORE: Roberto Ferroni
email: -

12/12/2017 - 16:12

Domenica sera 10 dicembre, si sparge la voce di avverse condizioni meteo in arrivo. La Protezione Civile locale, tranite l'Ufficio di Polizia Municipale, avverte che ci potrtebbero essere delle sospensioniu di erogazione energia elettrica. Alle 01,45 di lunedì queste cominciano a manifestarsi, dopo le 02,00 la sospendione è totale.

La mattina alle 06,00 chiamo il corpo VV.UU locali che m'informano non essere stati avvertiti di alcunché dall'Enel e non sanno quando l'erogazione verrà ripristinata. L'Enel, contattata tramite il numero verde indicato in fattura risponde che, si ci sono addirittura tre cabine con dei problemi. Stupefatto vista la modestia delle precipitazioni, maringrazio. Alle 13,30 circa di lunedi richiamo il numero verde. Dopo le consuete trafile si avverte che l'attesa potrà durare "più di cinque minuti". Dopo oltre mezzora aggancio ed alle 15,00 circa richiamo. Attendo solo quindici minuti prima di desistere.

Oggi cerco di contattare l'§Enel per posta elettronica; devo fare una registrazione per cui mi si dice essere stato inviato un messaggio sulla base del quale poi proseguire. Al momento di scrivere queste note é passata quasi un'ora, ma del messaggio nessuna traccia.

SIGNORI dell'ENEL, è così che curate la vostra clientela?
----------------  RISPONDI





In risposta a: mar Ligure del 7/12/2017 - 10:48
Mare nostrum
AUTORE: Giovanni Torre
email: -

7/12/2017 - 19:04

Il Mar Ligure è una denominazione voluta dall'Istituto Idrografico della Marina Militare che ha sede a Genova,di tutt'altro avviso l'Organizzazione Idrografica Internazionale con sede nel Principato di Monaco,85 paesi membri(Italia compresa)gia dal 1953 delimita il Mar Ligure dal confine di Stato al Golfo di La Spezia.

In altre parole è una questione di praticità della nostra Marina il voler chiamare Ligure il mare antistante la Toscana fino al Golfo di Baratti.

Per la provincia di Massa Carrara (Lunigiana) e Lucca (Garfagnana -Media Valle-Versilia e città capoluogo) è un revival del passato perchè furono colonizzate dagli Apuani , popolazioni LIGURI nel periodo preromano.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
mar Ligure
AUTORE: Renzo Pescini
email: [protetta]

7/12/2017 - 10:48

Sono d'accordo con coloro che vogliono il mar Ligure comprendere solo il Golfo di La Spezia.
Il mar Ligure ha un nome che caratterizza la Sua definizione, il mar Tirreno no. Che sia limitato alla Liguria il mar Ligure.M
----------------  RISPONDI





AUTORE: Giulio Cozzani
email: -

22/11/2017 - 9:17

Stamani il Sindaco di Buggiano Il Sig.Taddei ,mi ha comunicato per telefono che il Comune , ha richiesto alla Fondazione Cassa di Risparmio ,un contributo per restaurare alcune tele della Chiesa Ossario di Santa Marta. Ringrazio il Sindaco e l'amministrazione di Buggiano di aver mosso i primi passi significativi verso questa chiesa ,che ricordo deve avere per tutti i cittadini del Borgo in primis e poi per l'orgoglio di noi Italiani il ricordo di coloro che sacrificarono il la loro vita per la nostra libertà di agire e di parlare. A questo punto mi sento di rivolgermi attraverso i media ai BORGHIGIANI FACOLTOSI e dalle macchine che circolano devono essere tanti ,di aprire una sottoscrizione pubblica , per intervenire alla riparazione del tetto di questa doppia SACRA CHIESA e un'altra sottoscrizione Pubblica per riparare l'organo di questa CHIESA .Sono fiducioso di questo appello ,il sottoscritto sarebbe disposto ad aprire una associazione ad hoc .su Borghigiani il vostro contributo sarà ricordato ,come si faceva una volta con una targa all'interno della CHIESA.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Complimenti
AUTORE: Andrea Fanucci
email: -

12/11/2017 - 9:33

In questi giorni mi è capitato spesso di passare per Via Volturno e non ho potuto fare a meno di notare il cambiamento che c'è stato nel tratto dell'ex Kartos di fronte all' officina ACI. Fino a poco tempo fa era in stato di totale abbandono , erba alta , sporcizia , adesso sembra un giardino , fiori , pulizia , parcheggio con striscie pitturate di fresco , cancelli aperti, ieri addirittura tre signore che pulivano il marciapiede e raccoglievano tutte le foglie cadute . Mi è stato spiegato che quella porzione di proprietà è stata ceduta in uso parcheggio ai fedeli della Chiesa Ortodossa che si trova di fronte e che la trasformazione è merito loro. Veramente si meritano un applauso di tutti .... Naturalmente se andate a vedere il resto della ex Kartos vi viene male , ma ciò non fà altro che aumentare i meriti di queste brave persone che hanno bonificato un pezzo di proprietà.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Una brutta storia del 5/11/2017 - 11:10
Assurdo
AUTORE: Giacomo Melosi
email: [protetta]

8/11/2017 - 8:44

Buongiorno Irene, sono il locale portavoce di CasaPound,
mi spiace molto per quello che le sta capitando e la risposta ricevuta dal comune non è accettabile.
Vorrei se possibile essere d'aiuto. Mi scriva a casapoundvaldinievole@yahoo.it e se vuole vediamo cosa poter fare.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Una brutta storia
AUTORE: Irene
email: -

5/11/2017 - 11:10

mi chiamo Irene ed abito a Collodi, vi scrivo per farvi conoscere la nostra "brutta storia".
Nel 2007 io e mio marito abbiamo aperto una ditta di autotrasporti che purtroppo nel 2013 è stata dichiarata fallita. Essendo una società di persone nel fallimento ci vanno di mezzo anche i beni delle persone e ahimè purtroppo noi avevamo o abbiamo non so come dirlo la "nostra " casa.
Il 15/11/2017 alle ore 11 ci sarà la quarta asta e a quel che sappiamo ci sono persone interessate ad acquistarla anche se abbiamo fatto un ricorso in quanto, grazie al nostro avvocato, ci siamo accorti che sia a me che a mio marito non ci sono state notificate le sentenze di fallimento e questo è un "difetto", non possiamo farci niente.
La beffa è che il nostro avvocato ci ha informato che il comune , essendo entrambi disoccupati, dovrebbero assicurarci una casa "d'emergenza" visto che abbiamo due bambini ma alla mia richiesta presso il Comune di Pescia mi sono sentita rispondere: "mi dispiace ma non abbiamo più case in quanto occupate da extracomunitari"; io non sono razzista ma secondo lo Stato , secondo il Tribunale che oltretutto ha sbagliato , dove dovremmo andare a vivere senza reddito sotto i ponti?

Vi ringrazio per aver letto la nostra "brutta storia"
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Impianti di atletica leggera
AUTORE: Remo Benedetti (ex-atleta)
email: -

3/10/2017 - 15:07

In occasione dell’ inaugurazione degli impianti sportivi realizzati al Palazzetto dello Sport “ Pertini” di Ponte Buggianese di sabato mattina 30 settembre u.s. l’ON. LUCA LOTTI, Ministro dello Sport, prendendo la parola ha comunicato che il Governo sul Bilancio di Previsione 2018 si è impegnato con una forte somma alla valorizzazione dello sport a livello nazionale soprattutto con particolare riguardo per gli impianti ed attrezzature rivolte alle nuove generazioni.
Ha sottolineato quanto importante sia lo sport nella vita ricreativa, sportiva e sociale per i giovani e le loro famiglie con le attività a livello amatoriale e dilettantistico.
Ha invitato i Comuni d’ Italia e quindi anche il nostro di accedere al bando di finanziamento per gli impianti ed attrezzature prossimamente aperto.
Rivolgo, pertanto, da questa pagina l’ invito all’ Amministrazione Comune di Ponte Buggianese, soprattutto alla persona dell’ Assessore allo Sport Signor NICOLA TESI, a non lasciarsi sfuggire questa occasione di richiesta di finanziamento per la REALIZZAZIONE della pista di Atletica leggera con le attrezzature nello Stadio Comunale ove la pista è già a norma.
Stesse richieste dovranno essere inoltrate:
* all’ Assessore allo Sport della regione Toscana,
*al CONI regionale e provinciale,
* alla FIDAL regionale e provinciale,
* ad altri Enti finanziatori o Fondazioni.
Voglio essere fiducioso in un rapido interessamento di queste richieste per l’ anno 2018, già fin da ora, considerando che prossimamente le Unioni Ciclistiche avranno a loro disposizione l’ impianto del ciclodromo di Albinatico che verrà ultimato nei servizi molto presto.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Esercito europeo
AUTORE: Mauro Iacomelli
email: -

29/9/2017 - 10:22

La proposta del Presidente Macron, annunciata alla Sorbona e ribadita a Tallin in Estonia in questi giorni di confronto nel Consiglio europeo, di dar vita alla costituzione di un Esercito Europeo è stata preceduta da varie mozioni infatti nascono e risalgono ad una prima nota del Governo Italiano, tramite il Ministro degli Esteri Carlo Sforza e pesantemente sostenuta dalle idee di De Gasperi e Altiero Spinelli, uno dei padri costituenti dell’Europa Unita.

La richiesta di istituire il CED, Consiglio Europeo Difesa, non creò,purtroppo, grandi effetti e dopo vari e alternanti dibattiti fu messa nel cassetto, anche a causa del dibattito relativo alla nascita e partecipazione nella NATO dei Paesi Europei.

Circa dieci anni fa la cosa fu ripresa, ben motivata anche da l’aspetto economico oltre alla questione della difesa, dal parlamentare italiano Oreste Rossi di cui si ricordano le molteplici azioni parlamentari e di dibattiti ad hoc in varie sedi, dalla Carta stampata alla TV e Radio, in favore del “nuovo CED”.
Ora il presidente francese Macron torna a prospettare tale risoluzione, sicuramente utile e necessaria, per noi cittadini europei e per il mantenimento della pace e rispetto della Comunità, come già sostenuto dai precedenti interventi dei politici italiani a cui in seguito si associarono altri Paesi.

Ben venga la costituzione di un Esercito Europeo, e ci sia consentito pensare con orgoglio che dopo 67 anni le idee del popolo italiano trovano ragione.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Palestra Fanciullacci del 19/9/2017 - 19:10
Inizati oggi i lavori
AUTORE: Giovanni
email: [protetta]

25/9/2017 - 15:44

Iniziati oggi i lavori, speriamo bene......
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Palestra Fanciullacci
AUTORE: Pino
email: -

19/9/2017 - 19:10

Visto che ad oggi non è iniziato nessun lavoro alla palestra Fanciullacci di Pieve a NIevole mi chiedo cosa si inventano questa volta l'assessore Bettarini o Parrillo, le scuole sono iniziate e se tutto va bene dopo l'inizio ci vorranno per lo meno 40 giorni, cosa aspettano........ ?
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Reclamo
AUTORE: Un lettore
email: -

13/9/2017 - 14:41

Questa mattina ho chiamato il servizio prenotazione telefonica per esami, 848.800.709 e dopo le varie risposte automatiche sono stato messo in attesa fino alla disponibilità di un operatore libero. Dopo circa cinque minuti la linea è stata interrotta, non so se automaticamente o manualmente.
Ho richamato, almeno 5 o 6 volte ma il numero non sembrava accessibile.
Altre opzioni di prenotazione telefonica non esistono e quindi .....

Sarà gradita una risposta, fattuale, non di circostanza, grazie
----------------  RISPONDI





In risposta a: Rispondo e chiudo del 7/9/2017 - 11:21
RICORDO DEI CADUTI SENZA ODIO
AUTORE: REMO BENEDETTI
email: [protetta]

11/9/2017 - 22:39

Egr.Signor Ferroni, anch' io voglio chiudere questo dibattito ove non ci intendiamo assolutamente.
Il mio argomento trattava la memoria dell' eccidio del Padule di Fucecchio perpetrato il 23 Agosto 1944 dai tedeschi in ritirata.
Trattavasi di un ECCIDIO e non di rappresaglia, mentre lei mi parla di atti vili e vergognosi che non rientrano affatto nell' argomento.
Mette in parallelo le atroci esecuzioni dei fratelli Cervi con altrettante vili esecuzioni dei fratelli Govoni di cui condanno sentitamente quei fatti incivili e criminali.
La memoria storica, invece, delle esecuzioni criminali degli innocenti caduti nel Padule di Fucecchio, deve essere conservata perché porta beneficio alle future generazioni e NON SPRIGIONA affatto odio ma consapevolezza di quanto di brutale la seconda guerra mondiale ci ha lasciato.
La memoria storica ci insegna come percorrere e vivere il futuro; questo è quello che intendevo affermare nella mia rievocazione.
Grazie del suo contributo in questo dibattito ed a risentirci.
----------------  RISPONDI





AUTORE: Remo Benedetti
email: -

8/9/2017 - 23:48

Siamo allí inizio del nuovo anno scolastico e per questo mi viene spontaneo esprimere il mio rammarico verso questa Amministrazione Comunale di Ponte Buggianese che non ha minimamente preso in considerazione queste esigenze, che non sono personali, ma di tutta la popolazione pontigiana.
Trattasi di mettere in opera due dossi in Via Rossini allí altezza della scuola elementare e la biblioteca ove attualmente vi sono le strisce pedonali.
Questa per sicurezza scolastica che abitativa ove gli automezzi la transitano come fossero sul circuito di Monza.
Lí altra mia richiesta, anchí essa decennale, consiste nel predisporre di un parcheggio ad est di detta via sempre a lato della scuola elementare e biblioteca.
Gi‡ da tempo, prima ancora di questí ultima Amministrazione, venne da me segnalata la necessit‡ di provvedere, magari gradatamente secondo i diversi bilanci comunali, a mettere mano a questa necessit‡ per i familiari di alunni che accompagnano o vengono a riprendere i loro figli allí uscita della scuola.
Eí mancata, secondo me, la volont‡ di iniziare con le dovute pratiche, intanto lí acquisizione del terreno e poi la realizzazione di detto parcheggio.
La politica, seconda la mia opinione, e soprattutto quella amministrativa, Eí SCELTA, condizionata naturalmente alle possibilit‡ finanziarie dellí Ente Comune.
Se le cose sono rimaste quali sono, significa che questa Ë stata ed Ë una scelta sbagliata o ve ve ne sono state altre che erano prioritarie.
Del fatto venne anche informato il Comando dei Vigili Urbani, che secondo la mia documentazione fotografica, a suo tempo inviata, avranno potuto verificare da sempre questa necessit‡.
E lí Ufficio Tecnico, su incarico del Comune, se questo Ë stato dato, si Ë attivato? Ed eventualmente a quale punto la pratica di acquisizione del terreno Ë stata portata avanti?
Dalla prossima settimana si ripete la storia annuale della confusione stradale e della sosta selvaggia e scorretta di Via Rossini da ambo i lati.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Rispondo e chiudo del 7/9/2017 - 11:21
ORGANO DI SANTA MARTA
AUTORE: Giulio Cozzani
email: [protetta]

8/9/2017 - 11:52

Caro Conti,
sappiamote benissimo come vanno a finire questi prestiti .Padre Giuseppe non è uno sprovveduto se si piglia l'organo non lo molla più.Pensi che siamo degli ingenui ,ti sbagli ,se volete inchinare la testa a Padre Giuseppe fate pure ,se fosse ancora vivo mio zio Franco certamente la penserebbe come me .Guarda caso che anche tu fai parte di Santa Maria .Vi è un termine che non dico che si appropria a questa vicenda che inizia con M....hGiulio Cozzani
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Organo Santa Maria
AUTORE: Omero Nardini
email: -

8/9/2017 - 9:17

Buongiorno. Ho chiesto informazioni a Paolo Conti e mi ha detto che non si tratterebbe di una cessione, bensì di un prestito finalizzato al completamento del restauro dell'organo (il restauro, appena iniziato, era stato sospeso diversi anni fa dal comune). A Santa Maria lo strumento resterebbe, come compenso dell'impegno economico che sarebbe assunto da questa parrocchia, per un certo numero di anni.
Bisognerebbe quindi conoscere bene il dettaglio di questo eventuale passaggio in uso dello strumento, valutando tutti gli aspetti (per esempio la durata del prestito) e tenendo conto del prioritario interesse per il completamento del restauro dello strumento. Va da sé che comunque l'organo non possa che tornare infine a Santa Marta, dove però dovrebbe esserne assicurato l'uso musicale (anche per curare il suo utilizzo dopo il restauro era sorto il comitato di cui riferisco nel p.s.).

Io sono l'unico componente in vita di un comitato sorto a suo tempo per il restauro dell'organo. Tutti gli altri sono scomparsi. Ma sento il dovere di rappresentare comunque il pensiero di quell'organismo, soprattutto in ordine alla necessità di assicurare allo strumento una vitalità non occasionale (trattandosi di uno degli organi più antichi del pistoiese, il comitato aveva in programma la costruzione di eventi fissi per dare modo di ascoltare la sua "voce" dopo il restauro, coinvolgendo nell'ideazione dei programmi la comunità locale. E sono sicuro che motivi di grande interesse in questa direzione ce ne sarebbero a iosa, anche per una bella tradizione di musicisti organari che Borgo vanta (come sto scoprendo con una ricerca di bande e musicisti buggianesi).
----------------  RISPONDI





In risposta a: LA MEMORIA STORICA DELL' ECCIDIO DEL PADULE DI FUC del 6/9/2017 - 0:13
Rispondo e chiudo
AUTORE: Roberto Ferroni
email: -

7/9/2017 - 11:21

Vede, Signor Benedetti, il mio punto è la perpetrazione dell'odio, anche se deriva da misfatti. Per i fratelli Cervi, furono giustiziati in corso di guerra da un governo esistente in forza di leggi esistenti, anche se governo e leggi erano quanto di più illegittimo si possa pensare. Per i fratelli Govoni furono ammazzati da bande di parte, magari inferocite per il misfatto di cui sopra, ma sempre con procedura illegittima essendo stato scavalcato il governo, questo si legale, e le relative procedure di legge. Le allego due commenti di Wikipedia:
https://it.wikipedia.org/wiki/Fratelli_Cervi
https://it.wikipedia.org/wiki/Eccidio_di_Argelato

Che vogliamo fare, continuare, nel ricordo e nelle onoranze, a sbatterci in faccia l'un con l'altro le azioni criminali della controparte ? La saluto ed al prossimo argomento, suo o mio.
----------------  RISPONDI





In risposta a: A essere giovani s'impara da vecchi del 26/8/2017 - 6:46
LA MEMORIA STORICA DELL' ECCIDIO DEL PADULE DI FUC
AUTORE: REMO BENEDETTI
email: [protetta]

6/9/2017 - 0:13

Egr. Signor Roberto Ferroni già da tempo la leggo spesso circa le sue opinioni sui diversi argomenti e mi congratulo con lei per la sua capacità ed eloquenza intellettuale a portare avanti il dibattito.
Detto questo, però, non mi riconosco in lei e nelle sue opinioni.
L' argomento che io ho portato avanti per quanto concerne la Commemorazione dei Caduti ad Anchione è la cronaca di quella serata e non volevo affatto scendere in opinioni di parte ma voler far rimarcare la mancata presenza dei giovani a cui, noi anziani, vogliamo tramandare la memoria storica di quegli eventi di cui trattasi di ECCIDIO e non di RAPPRESAGLIA da parte dei Tedeschi in ritirata.
Non occorre, dopo 73 anni, attendere ancora per scrivere definitivamente quella STORIA.
Io sono stato presente in quei momenti e ben ricordo, come fossero accaduti ora, cosa significa soprattutto quel 23 Agosto 1944.
Non sono abituato a salire sul carro del vincitore e per di più sono anticonformista per principio.
Sono e sono sempre stato dalla parte del più debole data pure la mia estrazione contadina.
Il mio è un ragionamento apolitico e non da antagonista.
Mi stanno a cuore tutte le stragi anche quella della famiglia GOVONI, ma ciascuno, anche per ragioni diverse,piange i suoi morti e mi meraviglio che anche lei, da buon valdinievolino se non sbaglio, faccia contrapposizioni di schieramenti.
Nel ricordo, in quella commemorazione dell' eccidio del Padule di Fucecchio, non credo vi sia il rinfocolamento di una perpetuazione dell' odio ma bensì l' auspicio di un futuro più sereno ed il PERDONO CRISTIANO verso i carnefici.
La memoria storica dei fatti, e di questi fatti, permette un vivere più sereno in futuro perché insegna all' umanità la ricerca del bene, della fratellanza, della cooperazione e della pace universale.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Organo di Santa Maria
AUTORE: Giulio Cozzani
email: -

5/9/2017 - 13:49

il Consiglio Comunale di Buggiano,espressione democratica della volantà del popolo ,si appresta a discutere la cessione dell'Organo della Chiesa Ossario di Santa Marta al Convento di Santa Maria che lo ha richiesto , in cambio di lavori di restauro.Pur avendo stima dell'ex parroco di Santa Maria ,ritengo che l'organo come ogni bene appartenente a ciascuna comunità debbe restare nel luogo dove è sempre stato.Quindi la popolazione di Buggiano secondo il mio attuale parere deve impedire democraticamente ad una eventuale cessione di tale bene .E' sempre stato in Santa Marta e li deve restare.A tal proposito devo chiedere venia a quei Borghigiani che si sono opposti alla mia idea di un Museo Diocesano comprendene dei pezzi riguardanti le chiese di Buggiano Castello e dei paesi paesi circostanti .Penso che tali pezzi debbano ritornare al proprio posto perchè fanno parte della storia di tali comunità-Ritornando all'organo di Santa Marta Invito l'attuale parroco di Santa Maria ha fare un passo indietro perchè quell'organo non fà parte della storia del suo convento anche se la maggior parte della popolazione non ne è al corrente.Se poi vuole travisare la storia si rivolga altrove.Chi volesse poi ingraziarsi i favori della Chiesa si rivolga direttamente al Padreterno,perchè anche il Santo Padre ha solo poteri terreni e forse e' quello che cercano
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Consiglio comunale
AUTORE: Giulio Cozzani
email: -

5/9/2017 - 11:12

Non me la sono sentito di stare sino alla fine del Consiglio Comunale del Comune di Buggiano ,ho capito però che il Comune non serve a niente ,Mi ha fatto sorridere l'assessore che ha espletato il progetto per un villaggio turistico, risoluzione turistica del territorio ,vogliono mandare i turisti in mezzo ai lupi , con biciclette,cavalli e chissà quale altra diavoleria.Auguro pieno successo , forse perchì costruirà il Villaggio. Con l'occasione chiedo al Sig.Sindaco se segue la pratica aperta dal Ministero dei beni Culturali con lettera inviata per conoscenza al sindaco di Buggiano ai Beni Culturali di Firenze , per l'eventuale stanziamento di fondi per riparare il tetto della chiesa di Santa Marta .Fondi che I Beni Culturali hanno a disposizione per i monumenti e le chiese riguaranti la 1° Guerra Mondiale. .Si rischia di perderli se non utilizzati .Anche l'assessore che è stato Sindaco di Buggiano è stato da me informato verbalmente ,ma non ho saputo più nulla.Anche dell'organo di Santa Marta no si sà più nulla , non vorrei che apparisse in un'altra dimora.Ricordo al Sindaco che l'Eternit di Via Gavine è ancora là ed è posizionato presso la recinzione di una casa abitativa , pericolosa per la salute.
----------------  RISPONDI





AUTORE: Un ex-atleta
email: -

1/9/2017 - 10:08

Dopo tante assurde polemiche a tutti i livelli e soprattutto da parte dei soliti populisti e strilloni "di corte", ci avviamo alla completa realizzazione dell' impianto sportivo ad Albinatico.
Il ciclodromo, voluto dall' Amministrazione Comunale di Ponte Buggianese con i contributi finanziari della regione Toscana, in occasione dell' ultimo campionato ciclistico mondiale, si va ultimando con la palazzina adibita a spogliatoi, bagni, bar e rimessa ed altro come corredo di questa meravigliosa realizzazione.
Quante stupide considerazioni sono state fatte a proposito della sua collocazione e della sua necessità per lo sport ciclistico interprovinciale sia a livello amatoriale che agonistico dai più piccoli, per metterli in sicurezza, ai più grandi per un' adeguata preparazione a titolo di " scuola ciclistica".

Verrà così abbandonato l' anello ciclistico dello Stadio Pertini per consentire , così lo spero, di convertirlo in una pista di atletica leggera. Difatti ha già tutte le caratteristiche e le misure adatte, come pista, mancando solo il rivestimento della pista con il tartan.
Così si consente, tramite la sponsorizzazione dell' Amministrazione Comunale, il crearsi di una o più società di Atletica Leggera ed al tempo stesso permettere ai nostri studenti, con la buona volontà da parte dei loro insegnanti di educazione fisica, di svolgere a tutti i livelli di discipline ogni adeguata preparazione per un futuro prestigioso di questo sport rimasto come " la cenerentola" a livello mondiale.
Con piacere vorrò accogliere il realizzarsi di questo nuovo impianto con il contributo finanziario, soprattutto, della Regione Toscana, la FIDAL ed il CONI sia Provinciali che Rregionali a cui, a suo tempo, da libero cittadino ed ex atleta, mi ero rivolto per sottoporre a questi Comitati la necessità di un intervento sia amministrativo che finanziario per la sua realizzazione a cui non ho avuto il piacere di ricevere alcun riscontro.

Un ex Atleta.
----------------  RISPONDI





In risposta a: LA COMMEMORAZIONE DEI CADUTI AD ANCHIONE. del 25/8/2017 - 0:01
A essere giovani s'impara da vecchi
AUTORE: Roberto Ferroni
email: -

26/8/2017 - 6:46

Egregio Signor Benedetti, e se fosse che i giovani dimostrano più buon senso di noi vecchi ? Sono passati oltre settanta anni da quel turpe episodio, quelli di noi che allora erano nati non ne hanno alcuna memoria, di questo ed altri fatti simili, perchè troppo piccoli per apprezzare. Non crede sarebbe meglio lasciare il tutto al giudizio della Storia, che non può mai essere espressa dai presenti ? E simili, ma opposti, fatti, sono anch'essi da ricordare o mettere nel cassetto della memoria storica ? Oppure si ricorda solo quelli della parte vincente. Le faccio un esempio: Truce fu l'assassinio dei fratelli Cervi. Ma dei fratelli Govoni, chi ne parla, chi ne ricorda l'altrettanto violenta morte ? Guardiamo avanti, Cartesio diceva che perfino il presente é passato. Rinfocolando il ricordo che prende connotazione di rivalsa, si ottiene solo la perpetuazione dell'odio.
----------------  RISPONDI





AUTORE: REMO BENEDETTI
email: [protetta]

25/8/2017 - 0:01

Si è commemorato mercoledì sera 23 Agosto il 73° anniversario dell' eccidio nazifascista del 23 Agosto 1944 del Padule di Fucecchio ad Anchione con una solenne Santa Messa alle ore 21 e la presenza massiccia di un folto pubblico ed i labari dei Comuni limitrofi al Padule e le Associazioni.
Hanno marcato la presenza alte autorità militari, civili e religiose con Sua Eccellenza Mons. Roberto Filippini Vescovo di Pescia che ha celebrato la S. Messa.
Quello che ho osservato con attenzione è stata la mancata presenza di giovani e cioè le nuove generazioni che dovrebbero in futuro ricordare e non dimenticare questi atroci fatti nel nostro territorio.
La memoria deve essere viva e presente nel cuore delle nostre future generazioni quale un faro sempre acceso che serve ad illuminare il cammino di una convivenza sana, di pace e di progresso.
Senza questo faro si ritorna nelle tenebre di una dittatura e di avvenimenti scellerati.
Non so cosa manca o è mancato a questa nuova generazione per non sentire alcun attaccamento a questi valori di libertà scaturiti dal riscatto degli italiani e l' innocente sacrificio di queste nostre popolazioni.
Forse sono attratti più da cose banali ed effimere che non la memoria storica di quei tristi eventi.
Se vogliamo che la memoria storica e triste di quei fatti, compiuti dalla mente pazza dei nazisti in ritirata, rimanga e sia presente per sempre occorre partecipazione sentita e presente in quegli animi, altrimenti passata la nostra generazione tutto va nel dimenticatoio.
----------------  RISPONDI





In risposta a: LA POLITICA RICHIEDE APPLICAZIONE NON CHIACCHIERE del 12/8/2017 - 13:10
Risposta del 12.08 scorso
AUTORE: Roberto Ferroni
email: -

23/8/2017 - 12:35

Caro Signor Profili, Con lei concordo su una cosa, finiamola qui. E sa perché ? Perché con lei non si può discutere, solo lei avanza delle proposte, quelle che ipotizzo io sono solo chiacchiere. Lei ha difeso la Democrazia ? Bene, siamo in due, ognuno con le proprie idee, con le proprie azioni, con il proprio voto. Chi le ha dato l'esclusiva del benpensante, del ben facente ? Crede essere il solo in questo mondo o che coloro che non condividono le sue impostazioni siano solo da considerare dei reietti ? Signor Profili, lei ha le sue idee, che trovo in parte sbagliate, io ho le mie, che lei trova totalmente errate. Dirò di più, io avanzo le MIE di proposte, e francamente non m'interessa se sono fatte da questo o quel politico, cui niente devo, dal quale niente prendo. Lei ha sollevato una questione propagandando un'ipotesi fatta da un Segretario di un Partito, non da lei. Mi dica allora se il confronto è fra noi due oppure se lei è il portavoce di qualcun altro .Forse che non condividere le sue impostazioni é atto incivile ? Chi dei due non è democratico (nel senso stretto della parola, non di qualche sigla o titolo) ?
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
LA DIMENTICATA ATLETICA LEGGERA
AUTORE: REMO BENEDETTI
email: [protetta]

22/8/2017 - 22:56

Ritorno sull' argomento, già citato su " Valdinievole Oggi" del 22/8/2016 in occasione dei giochi olimpici di Rio, per il risultato deludente al Campionato mondiale di Atletica leggera di Londra in cui è stata conquistata solo una medaglia di bronzo per la caparbietà della nostra atleta Palmisano nei 20 km. di marcia.
La graduatoria per questo modesto e solo risultato ha visto l' Italia collocarsi al 38° posto a pari merito.

Nulla è cambiato della precedente situazione sia a livello locale che nazionale in questa disciplina ove,ormai, lascia a desiderare ogni impegno sia organizzativo che finanziario da parte del CONI.
E' una disciplina povera di mezzi e di iniziative e non entusiasma più di tanto gli sportivi italiani che sono rivolti più al calcio, ciclismo, nuoto e basket.
Occorre prima di tutto, per risollevare questa disciplina sportiva, che si porti nelle scuole lo spirito agonistico e la preparazione adatta nella ricerca di talenti che siano rivolti con spirito di sacrificio, senza alcun lucro, a far valere le proprie capacità.
Dalle scuole si deve preparare ed indirizzare i migliori alla scuola di atletica come succede per le sopra citate discipline, naturalmente incoraggiata e finanziata dal Coni, dalle regioni e con l' impegno dei Comuni a realizzare piste e pedane nei loro impianti sportivi ed incentivare la nascita di società locali.
Un ex atleta.
----------------  RISPONDI





Sono disponibili 1233 articoli in archivio:
 [1]   [2]   [3]   [4]  ...  [50]