Valdinievole OGGI La Voce di Pistoia
  • Cerca:
  • 09:07 - 15/7/2024
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Già da tempo ho osservato e fatto presente la crescente insicurezza di Ponte Buggianese circa il vivere onesto e civile dei suoi cittadini, mentre invece questa insicurezza stà aumentand0 passando dai .....
IPPICA

Atmosfera delle grandi occasioni nel sabato sera di trotto, di animazione e intrattenimento a bordo pista, all’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme.

BASKET

La società cestistica Gema Pallacanestro Montecatini, nata nell’estate 2023, è orgogliosa di annunciare una importante sinergia commerciale e non solo, che va ad implementare di contenuti e significati il percorso di Gema allestimenti veicoli commerciali nel mondo del basket.

PODISMO

Al centro sportivo intitolato al grande presidente della Repubblica Italiana Sandro Pertini ha preso il via l’edizione numero 6 del ‘’Trofeo Festa dell’Unità’’, gara podistica competitiva sulla distanza di km 7,500 

BASKET

Il vicepresidente di A.S. Estra Pistoia Basket 2000 Massimo Capecchi, a tutela della sua onorabilità e dell’operato portato avanti oramai da decenni all’interno del club, ritiene necessario specificare alcuni punti.

BASKET

Fabo Herons Montecatini ha il piacere di annunciare l'ingaggio del giovane play-guardia Giulio Giannozzi, classe 2005, 1,90 cm di altezza che andrà a far parte della rosa della prima squadra allenata da Federico Barsotti.

CALCIO

Gradito ritorno a Larciano per Leonardo Antonelli, esterno mancino classe 2002.

IPPICA

All’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme è stato un bel mercoledì di trotto valido per l’8^ giornata stagionale.

PODISMO

Nuova settimana top per gli scatenati podisti della Silvano Fedi, con il sodalizio biancorosso giunto a 80 successi stagionali.

none_o

Orsigna Montagna Maestra, questo il titolo della mostra fotografica di Alexey Pivovarov.

none_o

Al Castello di Cireglio, Pistoia, domenica 14 luglio, dalle ore 17.

Ferragosto nella valle
quanto caldo che mi assale.

La grande .....
ZODIACO
di Sissy Raffaelli

Oroscopo luglio 2024.

IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Segno del mese.

Se avete Perdite occulte sulle vostre tubazioni, abbiamo sempre .....
L'agenzia formativa e per il lavoro Cescot Pistoia ricerca addetto/ .....
none_o
Firmato accordo Alival, multinazionale contribuirà fino a 400mila euro

24/7/2023 - 16:58

PONTE BUGGIANESE - Il protocollo d’intesa è stato firmato oggi in Regione e impegna la multinazionale Alival-Lactalis, anche economicamente, a favorire l’individuazione e il subentro di un nuovo investitore per il recupero del sito produttivo di Ponte Buggianese, in provincia di Pistoia:  un accordo “straordinario”, come già era stato anticipato lo scorso maggio in occasione della presentazione dell’intesa sul territorio, che fa seguito ad una ferita che la chiusura dello stabilimento ha sicuramente provocato. Alival così, pur in assenza di un obbligo di legge, s’impegna con le istituzioni per la gestione della dismissione dello stabilimento e il suo rilancio,  nella speranza  condivisa che la reindustrializzazione generi nuovi posti di lavoro.


“E’ la prima volta che accade. L’azienda non è neppure proprietaria dello stabilimento, oltre a non essere obbligata dalla legge, e per questo lo riteniamo un esempio da lanciare a livello nazionale – commenta il presidente della Toscana, Eugenio Giani -. La definirei una vera e propria contrattazione concertata sulla prospettiva di passaggio di proprietà e il rilancio del sito”.  

 

“Siamo di fronte ad un unicuum a livello nazionale che afferma in modo netto ed importante, con una declinazione concreta, la responsabilità sociale dell’impresa: un principio cui purtroppo in tanti vengono meno“ aggiunge Valerio Fabiani, consigliere speciale del presidente per le crisi aziendali.


L’annuncio delle dismissione dello stabilimento di Ponte a Buggianese, dove lavoravano settantatrè persone,  risale a poco meno di un anno fa, a fine agosto 2022, preceduta dalla presentazione di un piano industriale di Alival favorevole ad un rafforzamento della presenza in Toscana, a Pienza (provincia di Siena) e Porcari (Lucca). “Non siamo riusciti a convincere l’azienda a rimanere a Ponte a Buggianese – spiega ancora Fabiani –. C’è stato però un buon accordo sindacale che ha consentito l’accordo regionale per la ricollocazione dei lavoratori: la metà dei dipendenti che stiamo seguendo  ha già trovato un nuovo impiego. E con il protocollo firmato oggi puntiamo a prepare le migliori condizioni possibili per la reindustrializzazione del sito”.


In particolare il colosso della produzione lattiero casearia metterà a disposizione fino a trecentomila euro quale contributo sulle opere di ripristino dell’area dello stabilimento di Ponte Buggianese in favore di chi si assumerà formalmente l’impegno, entro il 30 aprile 2024, alla riconversione e reindustrializzazione in settori diversi dal comparto lattiero caseario. Nel caso invece il nuovo investitore continui ad operare in attività di trasformazione casearia compatibili con quelle finora esercitate nello stabilimento Alival-Lactalis, sempre tramite la firma dell’intesa di oggi, assicurerà il trasferimento della proprietà dei macchinari e degli impianti presenti nello stabilimento, il cui valore è stimato in un milione di euro.


Ulteriori risorse saranno messe a disposizione del Comune, con o senza la presenza di un nuovo investitore entro la fine dell’aprile 2024, e anche in questo caso di tratta di un inedito.  “Non ci sono precedenti di aziende che, a seguito di una chiusura, mettono risorse a disposizione della collettività, come gesto nei confronti di un territorio ferito”, annota ancora Fabiani.


Alival s’impegna infatti a contribuire per un importo complessivo fino a 100 mila euro a opere con finalità sociale: nel dettaglio si tratta del completamento di un villaggio scolastico. Se poi entro il 30 aprile dell’anno prossimo un nuovo investitore per il sito produttivo di Ponte Buggianesse non si fosse fatto avanti, la multinazionale girerà al Comune anche i 300 mila euro che avrebbe messo a disposizione per il ripristino dell’area: complessivamente dunque 400 mila euro.  L’azienda s’impegna anche a collaborare per la successiva azione di “scouting” promossa da Comune e Regione per individuare una o più filiere che si possano integrare nel tessuto economico, sociale e ambientale.


“Useremo l’accordo di oggi, come un precedente, in tutte le future vertenze toscane – conclude il consigliere Fabiani – Ma vorremmo che questo esempio potesse ispirare anche un’iniziativa legislativa nazionale sulla responsabilità sociale di impresa, visto che spesso ci troviamo a lottare a mani nude”. 

Fonte: Toscana Notizie
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: