Valdinievole OGGI La Voce di Pistoia
  • Cerca:
  • 20:05 - 20/5/2024
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Buongiorno, tramite la Vostra redazione vorremmo ringraziare tutto il personale dell'hospice La Limonaia di Spicchio a Lamporecchio per l'assoluta dedizione con cui si prendono cura dei loro ospiti e .....
RALLY

Parla “straniero”, il 41° Rally degli Abeti e dell’Abetone, terza prova della Coppa Rally di zona 7, corso in questo week end abbracciato dal rigoglioso verde della Montagna Pistoiese.

CALCIO

Dopo sette lungi anni di interruzione torna per volontà dell’assessore allo sport Fulvio Rosellini, il Torneo dei Rioni a Ponte Buggianese.

BASKET

A.S. Estra Pistoia Basket comunica che, in occasione della gara-2 dei quarti di finale Playoff UnipolSai Lba, il play-guardia Lorenzo Saccaggi ha raggiunto un traguardo molto importante all’interno della storia del club. 

PODISMO

In clima di festa si e disputa nella località di Valdibrana all’estrema periferia di Pistoia la edizione numero due della staffetta 3x 2,400 km in memoria di Paolo Piccardi, organizzata dalla locale Pro Loco con la collaborazione tecnica della Pistoia Atletica 1983 e l’egida dei giudici della Uisp Pistoia.

BOXE

Il prossimo 18 maggio la boxe Giuliano organizza il quinto memorial Rudy. La riunione sarà divisa in due orari separati. Dalle 16 ci saranno incontri dilettanti e dalle 21 ci saranno incontri sempre dilettanti e due di  professionisti.

BASKET

Nella giornata di mercoledì 15 maggio, Legabasket ha ufficializzato importanti riconoscimenti per la stagione sportiva 2023/24. Fra questi quello di “Lba Executive of the Year”, ovvero il premio al miglior dirigente di club.

BASKET

La stagione del Pistoia Basket Junior è tutt’altro che finita e, anzi, è in arrivo un altro nuovo importante appuntamento a livello nazionale dopo la disputa, a fine aprile, delle finali Under19 Eccellenza.

PODISMO

Altro weekend eccellente per i podisti della Silvano Fedi, con due titoli italiani e tanti piazzamenti di livello.

none_o

In uscita "Cavallette a colazione. I cibi del futuro tra gusto e disgusto", dell’antropologa culturale Gaia Cottino.

none_o

Domenica 19 maggio alle ore 17 al Museo della città e del territorio, nell'antica Osteria dei Pellegrini.

Ferragosto nella valle
quanto caldo che mi assale.

La grande .....
ZODIACO
di Sissy Raffaelli

Oroscopo maggio 2024

IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Segno del mese

Con l’evento tenutosi oggi 22 marzo presso la filiale di Cascina .....
L'agenzia formativa e per il lavoro Cescot Pistoia ricerca addetto/ .....
PONTE BUGGIANESE
Alival, ecco l'accordo per la ricollocazione: in 29 saranno assunti da 7 aziende del territorio

16/3/2023 - 18:06

C'erano tutti a Ponte Buggianese e in prima fila loro, i lavoratori e i loro rappresentanti sindacali. E il sindaco, Nicola Tesi, cui va molto del merito di aver difeso il suo territorio; la Regione, con Valerio Fabiani e le strutture di Arti, che per offrire un futuro a tante famiglie si è schierata per un accordo innovativo; le aziende, sette, che si sono dette disponibili ad assumere.

 

"Quello di oggi è un accordo di comunità, quella che ha risposto ai lavoratori di Alival. Adesso che a tutti loro è stata garantita una nuova chance, prosegue il lavoro per la reindustrializzazione del sito". Così  Valerio Fabiani nella sala consiliare, dove il consigliere per lavoro e crisi aziendali di Eugenio Giani richiama "il principio di responsabilità d'impresa: abbiamo chiesto e ottenuto da Lactalis un sostegno per la reindustrializzazione del sito che si appresta ad abbandonare. Nelle prossime settimane definiremo anche quell'accordo".


C’è voluto poco meno di un anno per mettere a regime la difesa dei posti di lavoro degli ex dipendenti dello stabilimento Alival di Ponte Buggianese, la società del gruppo Lactalis nota per per la produzione di mozzarelle. La decisione annunciata nell’aprile del 2022 di chiudere lo stabilimento e procedere ai licenziamenti forzosi (all’epoca 69 i dipendenti, ma bisogna considerare anche l’indotto assolutamente rilevante per l’intera Valdinievole), ha imposto la doppia necessità di difendere i posti di lavoro e il futuro industriale del sito.

 

Oggi il primo obiettivo è sul tavolo, con l’impegno di sette aziende del territorio disponibili a valutare l’assunzione dei 29 dipendenti rimasti in carico alla Alival. Gli stessi 29 che sempre oggi hanno firmato la conciliazione in azienda per il licenziamento volontario e che accedono alle misure economiche previste dall'accordo sindacale.

 

Sull’altro versante, quello della reindustrializzazione, c’è l’impegno condiviso di proseguire il lavoro congiunto tra le parti al tavolo. Prosegue il confronto tra Regione e Lactalis.


Gli impegni istituzionali

La Regione mette a disposizione contributi ai datori di lavoro privati che assumono lavoratori provenienti da licenziamenti collegati a crisi di particolare rilevanza, oltre a voucher aziendali per la riqualificazione professionale. Inoltre Arti si impegna a proseguire il lavoro di profilazione dei lavoratori ex Alival per favorire l’individuazione delle competenze utili alle aziende del  territorio.


Le aziende disponibili ad assumere sono: la Società Ecopol Spa, produzione di film idrosolubili e biodegradabili nelle unità produttive di Chiesina Uzzanese; la società Italpork s.r.l., settore della lavorazione e macellazione di bovini e suini nelle unità produttive di Buggiano;la T Tecnica s.r.l., settore  metalmeccanica industriale nelle unità produttive di Ponte Buggianese; la società S.A.Tos Spa, settore di commercio e produzione alimentare nella unità produttiva di Buggiano; la società Arbi Dario Spa, settore produzione e commercio alimentare nell’unità produttiva di Monsummano Terme; società autocarrozzeria Buralli srl, settore metalmeccanico, nell’unità produttiva di Ponte Buggianese; Conad Nord Ovest, disponibilità propria e dei propri associati presenti sui territori limitrofi a Ponte Buggianese.


L'accordo è da considerarsi aperto e qualunque azienda può aderire, tanto che alcune società stanno aderendo ancora in queste ore.

Fonte: Toscana Notizie
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




17/3/2023 - 13:14

AUTORE:
Apoto

Maurizio , lo stesso pensiero l ho espresso in un commento recente sulla vicenda .
Ho aggiunto anche un pizzico di veleno , indicando che chi perde il lavoro , rischia di non aver soldi per pagare il mutuo ed a quel punto le banche ...
Mia figlia che si è laureata costando tanti soldi a noi ed allo stato , lavora in UK.
Le sue compagne di corso alle superiori che si sono laureata , lavorano sparse per il mondo .
Noi in Italia mandiamo laureat senegalesi a vendere collanine sulle spiagge .
E quindi ....salviamo le famiglie di chi rischia di perdere il lavoro , e togliamo magari il reddito di cittadinanza a chi il lavoro non c'è l ha e non lo ha mai avuto ..?.
Un !ondo folle .

16/3/2023 - 22:33

AUTORE:
Maurizio

Mi dispiace per quei tanti giovani che cercano lavoro e non ne trovano anche perché come in questo caso gli viene soffiato da gente che il lavoro ce l'aveva. Questo grazie anche ai sindacati che proteggono i loro associati e se ne fregano della massa di giovani che faticano ad entrare nel mondo del lavoro. Amen

16/3/2023 - 21:38

AUTORE:
IL PONTIGIANO

Voglio essere ottimista fino in fondo.
Non vorrei pensare, come di solito accade, che tutti questi protocolli d' intesa, e pure questo, siano forme di compromessi di carattere politico che poi per niente trovano concrete soluzioni.
Non sto a fare esempi pratici ma, per esempio, tanto per rammentarne una la vicenda della Kartos di Montecatini Terme. Tanti discorsi, protocolli d' intesa ad alto livello e poi... e poi, tutta una bleffata.
Tutti concordi e contenti di una conquista per i lavoratori licenziati quando, anche a livello d' impegno regionale, non tutto trovasse una concreta soluzione compresa la conversione dell'ex azienda Alival. Che peccato sarebbe!