Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 23:09 - 18/9/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Giusto, salviamo la Toscana dagli incompetenti. Una regione così bella in mano a un burattino manovrato dall'alto sarebbe una sciagura. Tutta la destra è convinta di vincere, ma questa non è una .....
CALCIO

A seguito delle votazioni dell'assemblea dei soci del gruppo Cuori Arancioni, tenutasi in data 17 settembre presso la sede nei locali del bar Aurora, pubblichiamo le nuove cariche sociali valide per la stagione sportiva 2020/2021.

BASKET

Prosegue la preparazione della Nico Basket Femminile, in vista dell’esordio di sabato 3 ottobre a Bolzano, e una delle più eccitate all’idea di ricominciare a fare sul serio è sicuramente Marta Tesi, guardia del 2003.

MOTOCROSS

Il team JK Racing di Pieve a Nievole è stato impegnato in una settimana intensa con ben 3 appuntamenti di gare sul circuito Monte Coralli di Faenza. 

RALLY

Dopo nove mesi di pausa torna in gara il montecatinese Leonardo Pucci, con la sua Renault Clio RS.

BASKET

Nel programma di preparazione, sabato 12 settembre, la squadra guidata da Luca Andreoli ha effettuato un altro allenamento congiunto con la Cestistica Spezzina.

BASKET

Sara De Luca è una delle ragazze dell’Under 18 aggregate alla prima squadra.

RALLY

E’ ancora all’insegna dei riflettori nazionali che Jolly Racing Team ha archiviato il fine settimana agonistico.

BOXE

Nella giornata di sabato 12 si è svolto il collegiale regione Toscana.

none_o

Riprendono, dopo la pausa forzata, i corsi di pittura e disegno presso lo studio dell'artista pistoiese Paolo Beneforti.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Beppe Severgnini.

Una terra con tanta storia,
se la percorri non ti annoia,
ogni .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Sono passati 40 anni dalla promozione delle Pistoiese in categoria A.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Ecco dove si trovavano i bocciodromi, allora chiamati “pallai”.

Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
cerco qualsiasi mansione x impegno mia giornata sono dinamico .....
PIEVE A NIEVOLE
In consiglio comunale si revoca la cittadinanza onoraria a Benito Mussolini. Il sindaco: "Atto necessario"

8/8/2020 - 10:59

Al termine dell’ultimo consiglio comunale la maggioranza ha votato compatta e decisa la revoca della cittadinanza onoraria a Benito Mussolini, che era stata concessa dal comune di Pieve a Nievole il 22 maggio 1924. Ha votato a favore anche il capogruppo dei 5Stelle Pomponio.

La questione è stata discussa e i consiglieri comunali di centrodestra  Cialdi e Lupori non hanno partecipato alla votazione, abbandonando l’aula.

La motivazione del provvedimento è stata l’elenco dei misfatti di Benito Mussolini e del regime totalitario da lui guidato, insieme alle violenze e prevaricazioni che hanno caratterizzato l’epoca fascista, di cui qualcuno è ancora nostalgico.

Proprio per ribadire che il comune di Pieve a Nievole si poggia su valori e principi che sono l’esatto opposto di quelli professati e praticati dal regime fascista e dallo stato guidato da Mussolini, c’è stata la revoca.

Insieme a queste motivazioni ideali, un esplicito riferimento alla storia, quando proprio  Pieve a Nievole fu teatro, il 20 luglio 1925, dell’aggressione a Panzana di Giovanni Amendola, che morì poco dopo, in conseguenza del pestaggio di cui fu vittima.

“Come hanno ben descritto Erminio Maraia e Lida Bettarini, per noi essere antifascisti è un elemento centrale e determinante della nostra azione amministrativa. Un elemento vero, concreto, che ci porta a essere contro ogni forma di violenza e di dittatura- dice il sindaco Gilda Diolaiuti-. I consiglieri di opposizione di centrodestra Cialdi e Lupori hanno perso un’occasione, quella di essere coerenti con le proprie idee. Non si può abbandonare il consiglio comunale e quindi non partecipare alla votazione per evitare di schierarsi. Qui si tratta di essere antifascisti o non esserlo, quindi apprezzare il fascismo. Non ci sono alternative. Noi una scelta l’abbiamo fatta. Oltretutto la Lupori ha cercato di fare passare questo provvedimento come il lancio della mia candidatura in regione. Non è nemmeno fortunata, qualche ora prima l’avevo ufficialmente ritirata, se così vogliamo dire”.

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




13/8/2020 - 11:31

AUTORE:
Dalla Pieve

I fantocci che dicono di essere di sinistra e votano pd , renziani , e europeisti , loro sono i veri fascisti.
A loro si deve il declino della società italiana. E loro mi auguro prima o poi ne subiranno le conseguenze.
Mi raccomando zorrino continua a pensare a mussolini che intanto i tuoi referenti politici ti tolgono anche le mutande !!

12/8/2020 - 21:56

AUTORE:
Donatello

Forse scrivi per partito preso e questo ti salverebbe . In caso contrario fai parte di quelli che mi hanno accusato di rivangare episodi lontani e superati . Forse se vai a Bronte e chiedi se si ricordano di Nino Bixio , qualcuno ti racconterà che uno dei dei macellati era un suo lontano parente che era stato sacrificato alla politica accusandolo di messe nere . Ti racconterà anche della fucilazione dello scemo del paese ed altro ancora. Poi si scopre che Garbaldi era in debito coll'ammiraglio Nelson (proprietario di terre in quei luoghi) e colla Massoneria inglese xhe aveva appoggiato l'impresa meridionale di Garibaldi .
Forse andare a Marzabotto o a Sant'Anna o nei tanti luoghi di stragi di civili , gli abitanti in forma diretta o indiretta non sono fekici di dimenticare .
L'odio e male , ma l'oblio è peggio .
Le colonie al mare per i piccoli italiani , ci sono costate un paese distrutto e centinaia di migliaia di morti .
Solo 100 mila nella gloriosa conquista della Russia .
Forse con i tuoi interventi meriteresti solo contumelie e non ragionamenti

12/8/2020 - 12:03

AUTORE:
Balduccio

Caro Roberto, te la spiego alla Benigni. E' come se un elettricista viene in casa mia, mi squarta il gatto, uccide la nonna, violenta la figlia, tortura il bimbo. Però guarda che bell'impianto elettrico mi ha fatto...

12/8/2020 - 11:55

AUTORE:
Roberto

Il problema non è Mussolini, Pinco o Pallino, il problema è il settarismo che per sua definizione é cieco ed idiota. Ora, il XXennio era una dittatrura, cosa di per se negativa, ha fatto opere pubbliche e sociali di alto contenuto positivo. Ci sono stati, in quell'epoca, altri dittatori che a mio parere non hanno realizzato lo stesso quantitativo, anche in proporzione, di opere per il bene pubblico mentre sul lato negativo hanno, per così dire, surclassato. Dire che una cosa é solo buona o cattiva dimostra che chi la pensa e/o la scrive non ha il senso della misura, della giustizia, forse semplicemente non ha i sensi a posto, dimostrando non valutazione etica, sociale, politica, storica, che possono divergere da persona a persona, ma solo bieco, e stupido, settarismo.

12/8/2020 - 8:35

AUTORE:
Piripicchio

Eh, si, perché la chiusura degli uffici pubblici, del relativo afflusso di pubblico, oltre ad aver dato ai Lavoratori delle Istituzioni un po' di respiro deve anche aver permesso loro di guardarsi intorno, spulciare vecchi - in questo caso direi vecchissimi, forse quasi secolari - registri ed accorgersi delle onorificienze a suo tempo elargite, più per piaggeria che per vera convinzione. Esulteranno di certo i figli e nipoti di quelli che, il 25 luglio 1943 si affrettarono ad assaltare la sedel fascio, proprio davanti al Comune, distruggendo registri e quanto altro, fosse mai che tannti nuovi anti venissero conosciuti come detentori, e non per imposizione, della tessera del partito o essere, fino al giorno prima, ritenuti sostenitori di quel regime. Una mia amica dice che solo gli stupidi non cambiano idea, ma nei modi di farlo ci può essere anche un abisso.

12/8/2020 - 8:16

AUTORE:
carlo dadone

Arrivi dopo la musica .
Berlusconi defini' Mussolini il più grande statista del ventesimo secolo.
Quasi tutti gli Italiani erano Fascisti durante il ventennio ed il 26 luglio 1943 , alla notizia delle dimissioni (forzate) di Mussolini nessuno ando' in piazza a manifestare.
I giudizi sul Fascismo che poi non fu del tutto negativo ?
Certo ! Anche Hitler fu il campione dell'Europa contro il comunismo . Le sue teorie portarono a diversi milioni di morti , ma questo che conta ? Fece anche del bene .
Mussolini aboli' la democrazia , creo' leggi fascistissime (che qualcuno prima di aprir bocca potrebbe leggersi ) invento' le leggi razziali e con la entrata in guerra (senza consultare nemmeno il Gran Consiglio che era organo costituzionale) provoco' 600mila morti militari , oltre sofferenze e morte fra i civili ed una italia distrutta .
Possiamo mettere sul piatto della bilancia le colonie elioterapiche o lo OMNI ? Certo fare tutto male non è possibile . Ma il bene fatto perde ogni significato solo si pensi che in ogni nucleo famigliare o giro di conoscenti , c'erano tanti morti per il volere di uno .
Degli esuli e dei reclusi , della banda Coch , Villa triste etc ne parliamo un'altra volta

12/8/2020 - 8:10

AUTORE:
Aldo

Coloro che si definiscono antifascisti sono i nuovi fascisti.
Verità sacrosanta.
Piddini & compagnia cantante.

11/8/2020 - 21:34

AUTORE:
Non importa

Riguardo al commento di Gabriele, che mi ha fatto ricordare i cartelli "comune denuclearizzato" (me n'ero veramente dimenticato!) Io mi ricordavo, ma forse mi sbaglio, che erano contro le testate nucleari e non contro le centrali atomiche, era il periodo della guerra fredda ed era tutto un pullulare di missili conto l'unione sovietica. Spesso le amministrazioni locali li utilizzavano per far capire da che parte stavano...

8/8/2020 - 14:48

AUTORE:
Gabriele

Personalmente non sono un nostalgico del fascismo e non credo nelle cittadinanze onorarie.

Mi sorge però un dubbio: quanti Pievarini sapevano che Mussolini avesse la cittadinanza onoraria in quel di Pieve a Nievole?

Mi sembra di essere tornato alla mia gioventù, quando in tutti i comuni, anche i più insignificanti, si ergevano orgogliosi cartelli di "comune denuclearizzato"!

Come se qualcuno di quei comuni fosse mai stato albergo di qualche impianto nucleare... Ma tant'è, faceva tanto "figo"!

Adesso possiamo altrettanto orgogliosamente annunciare di essere un "COMUNE DEFASCISTIZZATO".

Meno male che non ci sono problemi più gravi, evidentemente.

8/8/2020 - 14:17

AUTORE:
Fra diavolo

Mi viene l'orticaria a leggere questi slalom amministrativi .
Mi domando se il fatto della cittadinanza onoraria al Cavalier Benito , sia stata scoperta recente .
Altrimenti ho difficoltà a capire come sia stato possibile avere ancora come illustre concittadino il Duce del Fascismo .
Di poi , come la revoca ad opera del consiglio comunale non sia stata alla unanimità e senza sotterfugi di abbandono dell'aula .
D'altra parte rischiamo un governo con i nipotini del MIS (fratelli etc) che era il partito dei reduci di Salo' che avevano partecipato , fra l'altro alla "scampagnata" di Sant'Anna di Stazzema etc.
A Pistoia abbiamo il Signor Sindaco di quella parte e speriamo che non ci si attrezzi per riconoscere la cittadinanza onoraria al Duce .
Per il riconoscimento a Fedi ce l'hanno fatta anche se ancora FEDI/GELLI è un bel problema per gli storici .

8/8/2020 - 14:11

AUTORE:
Michelonza

Non capisco perché di Mussolini si nominino solo gli scempi che ha compiuto. La storia ci ricorda che le autostrade, le ferrovie, la lotta all'analfabetismo, le bonifiche, le biblioteche, l'agricoltura, le miniere,
l'industria, lo sport, la religione tutto è stato portato ai massimi livelli sotto la sua egemonia. Siamo stati il primo stato autarchico del mondo. Pensiamoci su.