Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 01:09 - 19/9/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Giusto, salviamo la Toscana dagli incompetenti. Una regione così bella in mano a un burattino manovrato dall'alto sarebbe una sciagura. Tutta la destra è convinta di vincere, ma questa non è una .....
CALCIO

A seguito delle votazioni dell'assemblea dei soci del gruppo Cuori Arancioni, tenutasi in data 17 settembre presso la sede nei locali del bar Aurora, pubblichiamo le nuove cariche sociali valide per la stagione sportiva 2020/2021.

BASKET

Prosegue la preparazione della Nico Basket Femminile, in vista dell’esordio di sabato 3 ottobre a Bolzano, e una delle più eccitate all’idea di ricominciare a fare sul serio è sicuramente Marta Tesi, guardia del 2003.

MOTOCROSS

Il team JK Racing di Pieve a Nievole è stato impegnato in una settimana intensa con ben 3 appuntamenti di gare sul circuito Monte Coralli di Faenza. 

RALLY

Dopo nove mesi di pausa torna in gara il montecatinese Leonardo Pucci, con la sua Renault Clio RS.

BASKET

Nel programma di preparazione, sabato 12 settembre, la squadra guidata da Luca Andreoli ha effettuato un altro allenamento congiunto con la Cestistica Spezzina.

BASKET

Sara De Luca è una delle ragazze dell’Under 18 aggregate alla prima squadra.

RALLY

E’ ancora all’insegna dei riflettori nazionali che Jolly Racing Team ha archiviato il fine settimana agonistico.

BOXE

Nella giornata di sabato 12 si è svolto il collegiale regione Toscana.

none_o

Riprendono, dopo la pausa forzata, i corsi di pittura e disegno presso lo studio dell'artista pistoiese Paolo Beneforti.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Beppe Severgnini.

Una terra con tanta storia,
se la percorri non ti annoia,
ogni .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Sono passati 40 anni dalla promozione delle Pistoiese in categoria A.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Ecco dove si trovavano i bocciodromi, allora chiamati “pallai”.

Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
cerco qualsiasi mansione x impegno mia giornata sono dinamico .....
none_o
"C'è il virus nell'acqua": anziani narcotizzati, ladri fuggono con 7mila euro e fedi nuziali

7/8/2020 - 10:36

MONTECATINI - Lo "spettro" del Covid usato come "arma" per svaligiare un'abitazione in via Torino (zona istituto suore Giuseppine). Due truffatori, italiani, si sono spacciati uno per un carabiniere e l'altro per un tecnico del gestore idrico e hanno derubato i genitori di Luca Parlanti, consigliere comunale del M5S a Lamporecchio. I malviventi hanno convinto la coppia di anziani che il Covid presente nell'acqua avrebbe danneggiato i loro oggetti di valore, facendoseli quindi consegnare (comprese le fedi nuziali e 7mila euro in contanti) anche con l'aiuto di una sostanza narcotizzante. Al risveglio i proprietari della casa si sono accorti della truffa e hanno avvertito la polizia.

E a seguito delle notizie riportate dagli organi di stampa in merito a un furto perpetrato da sedicenti addetti del gestore idrico di Montecatini, che si presentano a domicilio chiedendo di poter entrare in casa per effettuare controlli o segnalare presunti disagi nell’erogazione del servizio, Acque Toscane SpA precisa quanto segue:

“Anche in periodi come questo, che non è quello canonico per la lettura dei contatori – chiarisce il portavoce Luca Manna - i nostri addetti sono sempre al lavoro e non è perciò escluso che si rechino in qualche abitazione per conteggiare i consumi. Se però chiedono di entrare in casa, i residenti devono subito insospettirsi. Infatti i contatori, normalmente, si trovano all’esterno delle abitazioni. Questo anche nei condomini, dove il contatore interno agli appartamenti ha la funzione di rilevare il consumo del singolo utente ai fini dell’addebito da parte dell’amministratore ma il contatore pubblico è unico ed è esterno agli edifici. Nel caso in cui un utente riceva la visita di un addetto di Acque Toscane Spa ai fini della lettura del contatore, il dipendente non ha dunque bisogno di entrare in casa. I nostri addetti sono comunque provvisti di badge identificativo e l’utente può, in qualsiasi momento, pretendere di effettuare l’identificazione. E’ comunque disponibile il numero verde 800755246 per qualsiasi genere di chiarimento e conferma dell’avvenuta autorizzazione di eventuali interventi da parte del personale”.

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




10/8/2020 - 19:36

AUTORE:
Donatello

Aldo dei Bla Bla Bla . E allora ?
Si andava in moto senza casco e un tempo senza targa (anche le moto di media cilindrata) Poi ora giriamo col casco e forse tra poco la targa anche ai monopattini..
Le cinquecento non avevano gli attacchi per le cinture . Ora alcune macchine non partono o suona l'allarme se non si agganciano le cinture . Questo vuol dire che siamo andati indietro ?
Si lasciava la chiave nell'uscio ? Ma , dicono . Io ho anta anni e la chiave l'ho sempre girata . I mie genitori uguale per cui da un secolo almeno gli usci si chiudono .TITOLO

UN PROBLEMA DI ABBANDONO DEGLI ANZIANI

Girellando per i centri storici , le finestre dei piani bassi erano difese da inferriate e questo da secoli .
Un dispositivo di allarme collegato alla polizia o ad ad una ditta , costa una miseria . Far entrare perché il virus rovina il denaro e le gioie è un problema che non si risolve sparando , ma accudendo i vecchi . Tenere in casa cifre di denaro e raccontare dove sono , è triste , sopratutto per il grado di involuzione di chi è vittima e risulta abbandonato .
I ladri vengono processati e condannati secondo legge e la legge la fanno i parlamenti che sono l'espressione della volontà dei cittadini . Chi non è contento impari a votare . In Italia ci sono circa 500 mila agenti di PG , ma in episodi del genere possono solo intervenire a guaio fatto .

Le considerazioni sull'Italia , sono il frutto di quelli come te che bla bla bla e non riescono a mettere le cose in fila .

10/8/2020 - 14:30

AUTORE:
Aldo

Per i sinistri di oggi , quelli falsi di oggi, non si può essere liberi di tenere in casa oggetti di valore o contanti e se te li rubano te le sei andate a cercare.
In generale oggi devi avere allarmi, inferriate,videosorveglianza e a volte non serve nemmeno quello e ti entrano in casa nonostante tutto.
Poi se hai la sfortuna di trovarceli questi ladri guai a fare qualcosa o a pensare di difendere i tuoi averi la tua proprietà!
Poi se , se , se riescono ad acciuffarli è cosa nota le ORE o i giorni passati in gatta buia. Te li ritrovi a rubare il giorno stesso !
Questa è l'Italia di oggi grazie alla falsa sinistra quella mascherata .

10/8/2020 - 13:12

AUTORE:
Chapman

.Ci mancherebbe che si conculcasse un sacrosanto diritto di tenere nella propria abitazione il denaro ed i preziosi . Nella vita però esiste anche il "principio di prudenza"
Esistono le strisce per attraversare , ma per prudenza un'occhiata a chi sta arrivando , mi sembra necessaria .
Quando si è "maturi" , alle volte le nostre capacità critiche si rarefanno . Nell'articolo , mal fatto , si legge di narcotizzazione e di aver convinto che il virus avrebbe danneggiato i loro valori . Alla lunga si è trattato di circonvenzione di incapace , almeno nel momento della visita . C'è da domandarsi se questi anziani non possano contare su famigliari che , a fatica , avrebbero potuto seguirli ed aggiornarli .
Prima di commentare . leggere con attenzione gli articoli sarebbe doveroso .

10/8/2020 - 13:00

AUTORE:
Chapman

E' arrivato anche lui . Arma e sparare .... Come commentare sotto l'aspetto tecnico , giuridico una frase del genere ? A chi scrive certe frasi , occorrerebbe confiscare la tastiera .

10/8/2020 - 1:54

AUTORE:
Nicola

Sono del idea di avere un arma in casa e aprire il fuoco senza pensarci piu di tanto. La tutela legale serve a ben poco o a nulla.

9/8/2020 - 10:02

AUTORE:
Simo

In casa propria ognuno ha il diritto di tenere ciò che vuole sia esso denaro contante o cose di valore, le persone avanti con l'età conservano in casa cose che sono ricordi di una vita e preferiscono avere vicino così come il contante che come dicono vogliono avere lì "perché non si sa mai" o perché non è agevole per loro andare in banca o usare bancomat o carte di credito e
per farlo rivolgersi ai parenti per farsi aiutare.
È la loro indipendenza.
Questo è un sacrosanto diritto di tutti e non può essere una colpa!

8/8/2020 - 13:47

AUTORE:
donatello

Per Massimo .....
La colpa ? Certamente dei truffatori .
Una cosa è certa : leggendo l'articolo si ha l'impressione che chi truffa abbia avuto la vita semplificata .
Le truffe contro gli anziani sono veramente vergognose .
Non ultimo , oltre il danno economico , esiste una ferita profonda nell'orgoglio dell'anziano che riflettendo sul fattaccio ne esce impaurito e aK6distrutto .

8/8/2020 - 12:52

AUTORE:
Non importa

Colpa no. Imprudenza sì!

8/8/2020 - 11:21

AUTORE:
Massimo

Voi vedere che la colpa è di chi tiene i soldi in casa.....

8/8/2020 - 5:11

AUTORE:
io tu e le rose

Leggo i commenti . Un misto di buon senso e di corbellerie ben assortite .
Le truffe agli anziani ? Un classico probabilmente anche ai tempi dei romani .
Difficilissimo convincere un ottantenne che non riesca più a correre i 100 metri in 12 secondi .
La credulità , seguendo fb e simili non è comunque prerogativa dei vecchi .
Detto questo , cosa c'entrano le amministrazioni locali ? NIENTE , ma siccome sono quelli che non ho votato , allora... ( e poi indichiamo i vecchi come dei rinco ) .
Altro punto : l'accusa ai magistrati che non applicano la legge come vorremmo . Chi lo dice ? La stampa o sono fatti ? .
L'episodio è triste e certi episodi non dovrebbero accadere . Per fortuna non c'è stata violenza fisica e questa è l'unica consolazione . Ma abbaiare ai giudici , ai sindaci , ai troppi soldi presenti , non mi sembra il caso .

7/8/2020 - 17:26

AUTORE:
Noemi

Ancora si deve sentir dire che i truffati avevano in casa una somma di denaro così importante ?
Non è concepibile.
Noi figli e nipoti cerchiamo di parlare con queste persone che abitano da sole ,cerchiamo di far capire loro che non si deve aprire a sconosciuti, e non dare appuntamento a nessuno per contratti di utenza o quant'altro.
È colpa del sindaco, se succedono queste truffe?

7/8/2020 - 14:07

AUTORE:
Non importa

Premesso che non vedo come un sindaco (di qualsiasi colore) possa intervenire in una situazione simile, il problema è a monte. Innanzitutto non capisco perché si debbano tenere certe cifre in casa, passi le fedi, ma 7000€ in contanti deveno stare in banca o in una cassetta di sicurezza al limite.
Secondariamente semmai queste brave persone fossero acciuffate, si scoprirà come sempre che sono conosciute, denunciate, condannate, diffidate almeno una decina di volte... e quindi cosa si fa? La destra cattiva li vuole in galera chiusi bene, ma li lascia sempre liberi... la sinistra buonista dice che sono poveri derelitti da rieducare, ma non li rieduca... quindi si parla si parla per niente!

7/8/2020 - 11:51

AUTORE:
Simo

Finché a questi INFAMI,se individuati, verranno date pene irrisorie o gli arresti domiciliari, il "gioco varrà la candela".
Per chi subisce il furto, specie se anziani le conseguenze psicologiche sono pesanti.

7/8/2020 - 11:08

AUTORE:
Lando

Montecatini città sempre più insicura, è inutile che sindaco e assessore sceriffo facciano le solite passerelle elettorali, i problemi sono in tutta la città, non in piazza del Popolo.