Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 10:09 - 28/9/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Caro Sig. Profili, spero che nelle sue meningi non regni la solita confusione con cui ha descritto la scena socio/ politica contemporanea, locale e nazionale.
Converrà con me, la proteiforme sinistra .....
TIRO A SEGNO

Sia Pier Luigi Cantini, presidente dell’AiCS Toscana,  che Massimo  Porciani presidente del C.I.P. Regionale  hanno dedicato, la decima edizione del campus estivo e la consueta giornata paralimpica  annuale.

BASKET

Mentre la Nico Basket continua nel suo percorso di avvicinamento al debutto in campionato, scopriamo un’altra tra le nuove giocatrici ingaggiate dal presidente Nerini per rendere il team sempre più competitivo.

BASKET

Altri due allenamenti congiunti per la Nico Basket in vista dell’esordio in campionato.

RALLY

E’ tempo di tornare ad indossare tuta e casco per Simone Baroncelli. Il pilota montalese, portacolori della scuderia Jolly Racing Team, sarà chiamato ad affrontare i chilometri del Rally Adriatico Marche.

BASKET

ChiantiBanca ancora a fianco del Pistoia Basket 2000. Il rinnovo dell’accordo che legherà anche per la prossima stagione il nome della più importante banca di credito cooperativo della Toscana alla società biancorossa è stato annunciato nel corso di una partecipata conferenza stampa.

HOCKEY

Il movimento hockeistico fa le prove di normalità destreggiandosi tra le varie situazioni Covid delle regioni, ma cercando in ogni modo di tornare a disputare gare.

RALLY

Gara sfortunata, per Pavel Group,  lo scorso fine settimana, il 38° Rally di Casciana Terme, in provincia di Pisa. Alla gara, valida per il Trofeo Rally Toscano, entrambi gli equipaggi “griffati” dalla compagine pistoiese, non hanno potuto accarezzare la bandiera a scacchi, quindi ritirandosi.

IPPICA

All’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme di scena l’ultimo convegno della stagione 2020 con la graditissima presenza di Denis Coku, il giovane campione di paradressage al quale è stato intitolato il Trofeo riservato ai gentlemen.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montercatini è dedicata a un libro di Peter Cameron.

none_o

Sarà possibile, quindi, continuare ad ammirare le opere della collezione “Il Renatico”.

Una terra con tanta storia,
se la percorri non ti annoia,
ogni .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Nato a Vienna nel 1747 è stato Granduca di Toscana dal 1765 al 1790.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Sono passati 40 anni dalla promozione delle Pistoiese in categoria A.

SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA MARGINE COPERTA

asd " ENERGY .....
Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre
La Valdinievole ai tempi del Granducato di Toscana

27/6/2020 - 19:01

Nel 1847 il granducato di Toscana divenne l’unico padrone della Toscana incorporando il Ducato di Lucca e mettendo fine all’autonomia lucchese durata 685 anni,record a livello Italia dopo Roma.

Le allora province erano denominate compartimenti tra cui Pistoia che durò dal 1848 al 1851 a causa della volontà indipendentista dei pistoiesi ma anche per l’entrata in scena di Lucca,come detto,nel 1847.

In altre parole nel 1849 il compartimento di Pescia e della Valdinievole passò ai lucchesi dall’unità d’Italia nel 1861al 1928 anno di passaggio da Lucca alla neonata Pistoia.

Per la verità Pistoia, nata nel 1927,era molto carente sia nell’estensione del territorio e del numero degli abitanti con la sola  piana e la montagna pistoiese e chiese di allargarsi nella  Valdinievole lucchese e fiorentina con  Lamporecchio e Larciano.

Lucca certamente si oppose ed anche Pescia gradiva non cambiare niente ma gli fu offerto il comune di Vellano (3.761) abitanti, si disse, in dissesto finanziario.

Comunque  Lucca fu zittita avendo acquistato nel 1923 la Garfagnana tolta a Massa Carrara, territorio con meno di 10.000 abitanti contro l’allora Valdinievole di circa 90.000 bell’affare per i lucchesi!   

 

In questo dare e avere Firenze fu la provincia maggiormente ridimenzionata con il  Basso Valdarno a Pisa per ricompensa dei territori passati a Livorno,Larciano e Lamporecchio a Pistoia oltre la piana (Pistoia-Serravalle-Quarrata -Montale ) e la montagna Pistoiese.


Oggi la provincia conta 292.000 abitanti di cui oltre 120.000 valdinievolini pari al 41%.

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




29/6/2020 - 13:46

AUTORE:
Giovanni Torre

La svolta abitabile della Valdinievole si deve alla lungimiranza dei granduchi Asburgo-Lorena che credettero nelle acque termali cosa che i Medici non presero mai in considerazione.
Per secoli tennero questa valle allagata in quanto ,per loro contava l'interesse economico dato da un'allevamento dei pesci e decisero
di chiudere le Calle di Ponte a Cappiano così che i vari fiumi Salsero-Nievole-Borra-Cessana e le due Pescie non defluivano più verso il mare ma ritornavano al mittente.
I Medici venivano a caccia stando nell'alto della residenza di Montevettolini o nella postazione di caccia a Pieve a Nievole dove ora ha sede il comune.
La piana era inabitabile,si viveva in collina ed abbiamo un quadro del giovane Leonardo dal Montalbano(1473)che ci mostra un barchino unico mezzo di trasporto dell'epoca.

27/6/2020 - 21:51

AUTORE:
vincenzo

Sembra che a distanza di tanto tempo , la Valdinievole e quella dell'Ombrone non si siano avvicinate più di tanto . Pistoia è rimasta sonnacchiosa e chiusa , mentre Montecatini ha dilapidato tutto il suo capitale di immagine. Il dramma è che la Valdinievole non è mai stata in sintonia con lo spirito di Lucca.
Le spese ingenti del Granduca sia a Pistoia (palazzo Pretorio) e a Lucca per risanare le finanze dilapidate dal Borbone (perfino i quadri dovette portare a Palazzo Mansi per coprire i buchi nel muro di quelli venduti ), ma in Valdinievole il Granduca non spese niente . Poi venne l'Unità e fini' tutto . .