Valdinievole OGGI La Voce di Pistoia
  • Cerca:
  • 01:06 - 20/6/2024
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

E non è finita ancora manca via Del Gallo e rotonda vigili ed anche via dei Colombi soldi Esselunga speriamo bene. . . . ormai dopo le elezioni?
Spetterà alla nuova amministrazione. . . .
RALLY

Dimensione Corse è ancora protagonista. La scuderia pistoiese si è elevata nel confronto a squadre espresso dal Rally di Reggello, appuntamento valido per la Coppa Rally di Zona 7.

CALCIO

Prenderà il via sabato 22 giugno prossimo il Torneo dei Rioni del comune di Serravalle Pistoiese che, come ogni anno, gode del patrocinio del Comune.

RALLY

Un impegno importante e faticoso, in Sicilia  con tre vetture al Rally dei Nebrodi, ma anche un bilancio d’effetto, con la seconda posizione assoluta. E due vetture nella top ten assoluta.

BASKET

A.S. Estra Pistoia Basket 2000 è lieta di annunciare di aver raggiunto l’accordo per la riconferma nello staff tecnico dell’assistant coach Tommaso Della Rosa

BOCCE

Al bocciodromo comunale di Sesto Fiorentino sabato 15 giugno sono stati assegnati i titoli regionali di bocce femminili.  

PODISMO

"Trofeo Raoul Bellandi", gara podistica competitiva giunta alla quattordicesima edizione è stato un trionfo per i colori ‘’orange’’ della Montecatini Marathon che a visto al primo posto in quattro categorie su sei.

IPPICA

All’ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme seconda stagionale con sette prove tra cui è emerso il Premio Asso Hotel Confesercenti, una prova sui 2040 metri per cavalli di 3 anni che vedeva il forfait della favorita Fisic du Rol.

CALCIO

Rivoluzionario genio del calcio Luciano Spalletti è ormai un’icona, condottiero del Napoli scudettato e attuale ct della Nazionale italiana. 

none_o

Raccontami un libro, di Ilaria Cecchi.

none_o

Mostra collettiva Foreigners in Venice. Inaugurazione sabato 15 alle 17,30.

Ferragosto nella valle
quanto caldo che mi assale.

La grande .....
IL MONDO IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

Teste di mazzancolle in pasta

ZODIACO
di Sissy Raffaelli

Oroscopo giugno 2024

Se avete Perdite occulte sulle vostre tubazioni, abbiamo sempre .....
L'agenzia formativa e per il lavoro Cescot Pistoia ricerca addetto/ .....
VALDINIEVOLE
Abati, Turco e Cei: ecco la nuova direzione aziendale Asl

5/11/2012 - 17:36

Stamattina presso il centro direzionale della Ausl3 di Pistoia è stata ufficialmente presentata la nuova direzione aziendale composta dal direttore generale Roberto Abati, dal direttore sanitario Lucia Turco e dal direttore amministrativo Luca Cei.
Il dottor Abati, era finora direttore amministrativo dell’azienda ospedaliero universitaria pisana, la dottoressa Turco direttore del presidio fiorentino S.M. Annunziata e il dottor Cei ha svolto l’incarico di direttore amministrativo nella Ausl6 di Livorno.  
 
La nuova direzione aziendale, già operativa, si è formalmente insediata lo scorso 29 ottobre.
In questi primi giorni si sta principalmente dedicando ad una conoscenza, il più possibile diretta, dell’Azienda sanitaria pistoiese in tutti suoi aspetti: organizzativo, patrimoniale, strutturale e gestionale. C’è già un cronoprogramma delle visite da effettuare. La prima si è svolta sabato scorso al cantiere del Nuovo Ospedale. “La sua imminente apertura costituisce una delle nostre priorità –ha fatto sapere Abati, parlando anche a nome dei direttori sanitario ed amministrativo-  e presto dovremmo pianificare il trasferimento del vecchio ospedale. Sarà un momento epocale, -ha detto- rappresenterà un grande cambiamento per la città, la provincia tutta e per i professionisti che vi lavorano”. Abati auspica che il Nuovo Ospedale costituisca una grande opportunità sia di qualificazione dell’assistenza ospedaliera sia di organizzazione dell’intera offerta sanitaria provinciale.
 
Nei prossimi giorni la direzione aziendale si recherà a visitare anche il presidio ospedaliero di Pescia e l’Ospedale di San Marcello, il dipartimento di prevenzione e le varie sedi territoriali, per fare conoscenza con i diversi contesti operativi e i professionisti che vi lavorano, compresi i Medici di medicina generale, i pediatri e i farmacisti.  
Il direttore non nasconde che il momento in cui la nuova direzione si insedia è caratterizzato da una fase critica che si farà ancora più acuta nel 2013. L’impegno sarà quello di preservare inalterato il livello dei servizi socio sanitari agendo con cambiamenti al modello organizzativo, individuando razionalizzazioni ed ottimizzazioni delle modalità operative in modo da liberare risorse che compensino i mancati finanziamenti anche statali “Per esempio – ha spiegato il direttor e- il nuovo ospedale rappresenterà un’opportunità per ripensare l’utilizzo delle sedi aziendali, in un’ottica di integrazione in rete sia con il territorio che con le strutture tecnico-amministrative, e –ha aggiunto- anche l’occasione per intervenire sulla gestione del patrimonio privilegiando l’utilizzo di quello di proprietà”.    
Chi sono i componenti del nuovo vertice aziendale.
 
Il nuovo direttore generale il dottor Roberto Abati ha 57 anni ed è nato a Prato dove vive. E’ sposato con Lucia Stefanelli ed ha tre figli: Anna Maria, 25 anni neo laureata in giurisprudenza, Alessandro di 21 anni al secondo anno di ingegneria e Martina di anni 14 che frequenta il liceo. Abati proviene dalla Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana dove  è stato direttore amministrativo e si è occupato delle fasi
attuative dell’accordo di programma per la realizzazione d il trasferimento del Nuovo Ospedale di Cisanello  ( ospedale di rilievo nazionale e di alta specializzazione con circa 5000 dipendenti, 1400 posti letto) Con la Direzione Aziendale ha curato il completamento dei lavori e delle dotazioni strumentali e tecnologiche del dipartimento emergenza urgenza ( 35.000 mq)  ed il suo trasferimento nel nuovo ospedale  e l’approvazione del progetto preliminare definitivo dell’intero intervento di realizzazione del nuovo presidio (valore complessivo circa 300 M€).
Nel precedente periodo di direzione amministrativa nella AUSL4 di Prato ( 2002 – maggio 2009)  ha seguito tutte le fasi relative al progetto dei quattro nuovi ospedali collaborando assieme ai colleghi delle altre aziende all’interno del SIOR (sistema integrato ospedali regionali) con la direzione  prima del  dottor  Mauro Pallini poi con il dottor Vairo Contini e il dottor Bruno Cravedi, dall’indizione delle procedure di gara  fino alla firma della convenzione e consegna dell’area.
Assumendo l’incarico di direttore generale a Pistoia  torna quindi dopo un triennio a seguire e, grazie al grande lavoro nel frattempo fatto,  a portare a compimento uno dei più importanti progetti  regionali di integrazione tra ospedali.  
 
La dottoressa Lucia Turco, fiorentina di anni 55 prima, sposata con un figlio, prima di arrivare alla guida della direzione sanitaria pistoiese era da un anno e mezzo direttore sanitario del Presidio Ospedaliero S.M. Annunziata di Firenze. Ha inoltre diretto i Presidi Ospedalieri del Mugello e dell’Azienda ospedaliero universitaria Meyer. Medico anestesista vanta un curriculum di notevole spessore che le ha fatto percorrere tutte le tappe più significative di formazione e responsabilità in ambito sanitario pubblico. La dottoressa Turco, giovane medico, inizia il suo percorso professionale sul territorio dirigendo i distretti appena istituiti negli anni ’90 e da lì passa prima all’Azienda ospedaliero universitaria di Careggi, diventano referente della direzione sanitaria, e poi nei diversi presidi ospedalieri fiorentini dove ha maturato esperienza e competenze in vari ambiti. Ha coordinato, promosso e implementato diversi progetti regionali nell'ambito del miglioramento della qualità dell'assistenza  (ospedale senza dolore, ospedale a misura di bambino, percorsi assistenziali ospedale-territorio, salute di genere , ecc…). E’ stata responsabile delle seguenti unità operative: valutazione delle tecnologiche sanitarie, verifica e revisione della qualità, accreditamento strutture sanitarie e responsabile del coordinamento delle maxi emergenze negli ospedali fiorentini. E’ stata coordinatrice e referente di numerosi progetti a valenza regionale: formazione, implementazione della cultura del rischio clinico e della prevenzione dell’errore in medicina, realizzazione di un sistema aziendale di indicatori clinici e organizzativi per monitorare l’attività assistenziale. Negli ultimi anni ha promosso e sviluppato all'interno degli ospedali che ha coordinato i progetti di riorganizzazione per  intensità di cura .
 
Il direttore amministrativo Luca Cei ha quarantasei anni ed è originario di Livorno.
Si è laureato con lode in Giurisprudenza a Pisa ed è Avvocato interno della ASL 6 di Livorno.
Ha iniziato la propria carriera lavorando in staff a strutture sanitarie, prima presso la Direzione Sanitaria del Presidio Ospedaliero di Livorno (1994), poi presso la Direzione Sanitaria e Generale aziendale (1995-1998). In tale periodo ha partecipato alle attività di programmazione (Piani attuativi Locali) e alla  costituzione delle Società della Salute di Cecina e Piombino.
Infine ha assunto la responsabilità dell'Ufficio Legale dell'Ente, svolgendo attività difensiva diretta, continuando tuttavia a svolgere incarichi in staff alla Direzione aziendale in particolare in materia di relazioni sindacali e organizzazione.
In tale veste, ha in particolare collaborato al passaggio in Toscana ad un sistema di gestione diretta dei sinistri sanitari sperimentando presso la ASL 6 le nuove forme di conciliazione ai fini risarcitori. Ha inoltre introdotto nell'Azienda sanitaria di appartenenza la normativa di responsabilizzazione della Dirigenza.
Più di recente, ha seguito come Direttore Amministrativo l'intero percorso di programmazione e messa a gara del nuovo Ospedale di Livorno.
L'avvio dell'incarico di direzione amministrativa presso la ASL 3 di Pistoia si pone pertanto in continuazione ideale con questa precedente esperienza direzionale trattandosi, nel nuovo incarico, di procedere nel prossimo luglio all'avvio delle attività del nuovo ospedale e, soprattutto, del rapporto gestionale con la società di progetto nell'ambito del project financing che, analogamente, costituisce il percorso previsto anche per la costruzione del nuovo ospedale della Città di provenienza.
Ha seguito dal 1995 ad oggi, anche come docente universitario, il percorso di evoluzione dell'autonomia delle professioni sanitarie non mediche elaborando percorsi organizzativi interni volti all'introduzione di nuove modalità di rapporto tra le professioni stesse, alla valutazione delle reciproche responsabilità in forma propedeutica all'introduzione di un sistema di assistenza per intensità di cure.
E' sposato con Simona, laureata in economia, impiegata in mansioni direttive, ed ha due figli, Gianmarco e Giacomo, di quattordici e tredici anni.

Fonte: Asl
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: