Valdinievole OGGI La Voce di Pistoia
  • Cerca:
  • 10:02 - 28/2/2024
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

GABRIELE IL COSTITUZIONALISTA.

Gabriele carissimo , hai fatto la pipi' fuori dal vaso e come tutti , fra i quali me , hai serie difficoltà ad ammetterlo .

Rileggiti gli interventi di chi molto .....
TIRO A SEGNO

La sezione di Tsn pisana, sprovvista momentaneamente dell’impianto di Bersaglio mobile, ha chiesto e ottenuto solo per questa disciplina la collaborazione del Tiro a segno nazionale di Pescia.

CALCIO

Importante riconoscimento consegnato dal presidente Alessandro Dami ad Andrea Guarisa.

BASKET

Non si ferma la corsa della Butera Clinic Nico Basket, che centra il tredicesimo successo consecutivo in trasferta contro Academy Spezia, con il risultato di 48-73.

RALLY

Era tra i più attesi, al circuito di Pomposa (Ferrara), dopo la performance dello scorso dicembre, per la prima prova del Campionato “Race in Circuit” 2024, disputata nel fine settimana passato ed una volta in gara ha confermato le aspettative.

BASKET

Due vittorie, nello scorso weekend, per le formazioni giovanili della Butera Clinic Nico Basket.

BASKET

Dodicesima vittoria consecutiva per la Butera Clinic Nico Basket, che riesce a espugnare un campo ostico come quello di Prato, con il risultato di 56-62.

BASKET

Undicesima vittoria consecutiva per la Butera Clinic Nico Basket che supera, non senza pochi problemi, il Costone Siena.

RALLY

E’ stata decisamente di spessore, la prima uscita stagionale di Pavel Group, nel fine settimana passato, alla prima edizione del “Tuscany Rally”, in provincia di Siena.

none_o

E’ da poco uscito il nuovo libro “Nel nome delle donne”.

none_o

Raccontami un libro, di Ilaria Cecchi

Ferragosto nella valle
quanto caldo che mi assale.

La grande .....
IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Il segno del mese.

IL MONDO IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

Il primo gustoso di febbraio.

L'agenzia formativa e per il lavoro Cescot Pistoia ricerca addetto/ .....
Skillman. eu Secretariat offre un contratto di lavoro dipendente .....
VALDINIEVOLE
Asl: "Entro fine anno trasferimento di Anatomia patologica in Ospedale Pescia ed istituzione Casa della Salute"

4/11/2013 - 21:26

Resoconto del primo anno di mandato per la nuova terna dirigenziale dell’azienda sanitaria Usl 3, Roberto Abati direttore generale, Lucia Turco direttore sanitario e Luca Cei direttore amministrativo, tra il nuovo ospedale San Jacopo di Pistoia, i rilevanti cambiamenti negli altri nosocomi e la riorganizzazione dei servizi territoriali, esposto in occasione di una conferenza stampa tenutasi presso la sala “Cinzia Lupi” del San Jacopo. Hanno preso parte all’appuntamento anche Gabriella Bellagambi direttore zona distretto pistoiese e Carlo Bartolini direttore Società della Salute della Valdinievole, oltre al dottor Roberto Biagini.

«La riorganizzazione aziendale è avvenuta nell’ottica di una programmazione 2013-2015 degli interventi sanitari e socio sanitari e dell’integrazione secondo le tre parole chiave ospedale, territorio, prevenzione -dichiara Abati- riguardo il vecchio nosocomio Ceppo stiamo lavorando per l’accorpamento in esso dei servizi Usl attualmente sparsi sul territorio comunale pistoiese, la valorizzazione della sua parte storica quale polo museale e la creazione di una Casa della Salute con servizi del territorio, unitamente ad un obiettivo di alienazione di altre sue parti con destinazioni d’uso direzionale, ricettiva ed altro, che consentirà una razionalizzazione dei costi visto che attualmente l’azienda paga l’affitto per l’utilizzo di alcuni immobili».

Taluni servizi verranno trasferiti al Ceppo direttamente, per altri invece sarà necessario predisporre una gara per l’affidamento dei lavori. Il numero uno di Usl 3 tranquillizza sul pericolo di eventuali intrusioni di estranei e malintenzionati nelle parti chiuse al pubblico del vecchio nosocomio: «L’area è sorvegliata da apposita vigilanza, è vero, si sono verificati alcuni episodi soprattutto nelle aree esterne, siamo consapevoli del pericolo e pertanto abbiamo richiesto la collaborazione delle forze dell’ordine che controllano la zona».

Sul territorio rimangono i servizi decentrati a Bottegone e nel quartiere Fornaci di Pistoia, mentre permangono per adesso al Ceppo servizi come la psichiatria infantile e la radioterapia. Riguardo alle “fughe” nei ricoveri dal San Jacopo, stimate nel 33%, Usl 3 le ritiene un dato relativamente contenuto, affermando di stare comunque lavorando per ridurle ed anzi dispone di recenti dati, non ancora pubblicati, che provano un’inversione di tendenza. Per la nuova dirigenza la mancanza di personale è un problema oggi per la Pubblica amministrazione in generale, «al nostro arrivo abbiamo trovato un numero di dipendenti superiore alle possibilità finanziarie in bilancio –afferma Cei- siamo comunque una delle realtà pubbliche che oggi assume di più. Rinunciando ad amministrativi e tecnici, abbiamo assunto 60 operatori, medici o infermieri, ovvero quelle figure che più direttamente si occupano dell’assistenza alla persona. Il rigore mantenuto fino adesso nelle assunzioni ci permette nel 2014 margini di manovra superiori rispetto al naturale turn over».

Ripercorsa la realizzazione del nuovo pronto soccorso e della sala di osservazione all’ospedale di Pescia, dove rimane l’area di osservazione pediatrica diurna breve, seppur trasferita dal prossimo mese di dicembre in un reparto nuovo dotato di maggiore riservatezza per i posti letto.

Entro il 30 novembre al nosocomio pesciatino vi verrà trasferito il reparto di Anatomia patologica, entro il 31 dicembre verrà istituita la Casa della Salute di Pescia, mentre l’assistenza domiciliare infermieristica verrà compresa nella zona ospedaliera come già il servizio Cup, nell’ottica di una maggiore integrazione tra ospedale e territorio. Il nosocomio di San Marcello Pistoiese diviene un Presidio Integrato Ospedale-Territorio, inserendo in esso una Casa della Salute con la soddisfazione dei medici di medicina generale.

Si prevede la conclusione dei lavori nell’ex sala operatoria entro la fine dell’anno, che ospiterà l’endoscopia. Cup e punto prelievi si trasferiranno nell’ospedale Pacini dal distretto di via Roma, immobile che l’azienda vedrà come valorizzare.

Lo sviluppo dell’assistenza domiciliare, conseguente alla trasformazione del nosocomio sanmarcellino, a fronte dell’invecchiamento della popolazione locale, permette di mantenere sul territorio 10 dei 14 infermieri e oss dell’ex reparto di chirurgia, mentre gli altri 4 vengono trasferiti a Pistoia su loro richiesta di continuare l’attività chirurgica. Sempre a San Marcello viene incrementata la presenza dell’ortopedico, che passa adesso a 3 volte alla settimana e non solo per il periodo della stagione turistica, mentre arrivano l’ambulatorio di Pleunomologia e quello per le malattie infettive.

 

I servizi a supporto delle attività sono stati trasferiti contemporaneamente all’ospedale di Pistoia, salvo quelli commerciali, come l’edicola o il bar «per i quali il soggetto concessionario ha avuto qualche difficoltà ad individuare un gestore –spiega il direttore amministrativo, Cei- per i costi alti ma anche per il momento economico. Il bar è stato adesso rilevato da un operatore di Livorno, che ha assunto il personale della precedente gestione del Cral Usl, perlomeno quello a tempo indeterminato. L’edicola rientra invece nell’accordo stipulato con la libreria che aprirà dentro al San Jacopo». L’azienda pensa di inserire nel nuovo nosocomio anche una palestra ed una lavanderia a gettone, tramite sempre il soggetto concessionario. In corso un confronto tra Comune di Pistoia e Usl 3 sull’introduzione dell’ingresso a pagamento nell’area di parcheggio auto.

«Una struttura unitaria tra servizi ospedalieri e territoriali, come pensata dal documento di programmazione –sostiene Carlo Bartolini- permette di fornire un servizio adeguato al cittadino e di valorizzare allo stesso tempo il patrimonio dell’azienda, liberando risorse utili per mantenere, in questo momento di crisi, o potenziare i servizi».

Abati ha parlato anche del complesso delle Ville Sbertoli di Pistoia, «un patrimonio storico importante anche per la memoria cittadina, da preservare con interventi di recupero consoni ad utilizzi adeguati, per il quale le scelte spettano innanzitutto agli strumenti urbanistici predisposti dal Comune».

«Non abbiamo mai nascosto le difficoltà che non potevano non sorgere al momento dello storico trasferimento dell’ospedale di Pistoia –afferma in conclusione della conferenza stampa la terna dirigenziale di Asl 3- ma abbiamo mantenuto sempre il rapporto con gli operatori e con le organizzazioni sindacali per le conseguenti scelte di riorganizzazione dei servizi. Il nuovo nosocomio, adesso pienamente operativo, è dotato di un livello di comfort e di tecnologia non paragonabili con il vecchio Ceppo, la questione è adesso di abituarsi tutti al San Jacopo».

Leonardo Soldati                             

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: