Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 20:02 - 28/2/2021
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Pistoia, 25 febbraio, ore 19 circa. Il sindaco Alessandro Tomasi comunica via post Facebook,
l’imminente passaggio della provincia Pistoiese in zona rossa, entrante in vigore due giorni
dopo, .....
CALCIO

La Serie C, campionato nel quale milita la Pistoiese e nel quale è possibile iniziare a respirare l'aria del professionismo, è da sempre un torneo di carattere regionale ma con una competitività elevata, e che in alcuni casi ha fatto registrare presenze di squadre storiche.

CALCIO

È inutile storcere il naso. Quello con l' AlbinoLeffe va considerato un punto guadagnato, e non un punto perso.

RALLY

E’ pronto al “grande salto” verso il palcoscenico più blasonato del rallismo nazionale, Thomas Paperini.

CALCIO

La Us Pistoiese 1921 ha il piacere di comunicare di essersi assicurata il diritto alle prestazioni sportive del calciatore Simone Lo Faso, che ha da poco compiuto 23 anni.

BASKET

La gara interna della Nico Basket contro Virtus Cagliari, che si sarebbe dovuta disputare sabato 27 febbraio è stata rinviata, su richiesta della squadra ospite, a data da destinarsi.

RALLY

Sarà un debutto in piena regola, quello di Riccardo Baroncelli sui fondi sterrati del Rally Terra Valle del Tevere, appuntamento in programma nel fine settimana sulle strade della provincia di Arezzo.

TIRO A SEGNO

Il Tiro a segno Pescia già pronto per 1° gara Federale regionale con tutte le disposizioni del Dpcm e il comitato regionale Uits ha presentato le nuove strategie di allenamento “on line” per i tiratori toscani.

SCI

Un notevole sforzo organizzativo, che sta portando a organizzare competizioni importanti e che sta contribuendo a sostenere in maniera concreta le attività e gli operatori della montagna.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Laura Imai Messina.

none_o

Esce il libro "Con tutto l’amore di cui siamo capaci, il  nostro modo  di essere preti".

C’è un luogo naturale
che allontana ogni male,
e trasmette .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giulio Cozzani

Storia e curiosità del comune di Buggiano.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti
SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA MARGINE COPERTA

asd " ENERGY .....
Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
 2
Sono disponibili 2765 articoli in archivio:
 [1]   [2]   [3]   [4]   [5]   [6]  ...  [111] 
AVVERTENZA: In caso di risposta a un articolo già presente nel forum, si invita i lettori ad usare il comando RISPONDI. Usando questo comando la risposta dell'utente ottiene una maggiore visibilità, perchè viene collocata automaticamente in due spazi diversi. Viene inserita infatti 1) nella prima pagina del forum in successione temporale, come tutti gli altri interventi; 2) viene inserita anche nel riquadro dei DIBATTITI IN CORSO, dove gli articoli rimangono un tempo maggiore.
Il primo lettore che risponde a un tema già presente nel forum e adopera il comando RISPONDI attiva automaticamente un dibattito. Il comando RISPONDI consente di sviluppare dibattiti su temi specifici.
In risposta a: del
Sol per Gonzi ?
AUTORE: Vincenzo
email: [protetta]

13/12/2020 - 17:25

Siamo in un momento in cui sembra che per molti sia andato fallito il senso comune.

Polemiche sul veglione di fine anno mentre il nonno in rsa ha molte probabilità di lasciarci eredi.

In questo momento poi , il Governo si è inventato un concorso a premi per gonzi .

Abbiamo consegnato i nostri dati pronti per una verifica fiscale , per un piatto di lenticchie .

Si un piatto di lenticchie per 15 mila fortunati su 8 milioni di concorrenti .

Il meccanismo poi richiede un attimo per capire dove è il "baco"

150 euro massimo per 10 scontrini da ora a fine mese .

Quindi al 10% a scontrino e massimo 15 euro , occorrono dieci scontrini da almeno 150 euro ed oltre ciascuno .

Ma se di importo minore ,calcolando il 10% la cifra si riduce in maniera notevole .

Si potrebbe stimare che i quindicimila primi arrivati potranno ricevere circa 50 euro . Non ' male .... Ma rincorrendo offerte speciali e sconti del venditore per articoli particolari , io penso che si potrebbe guadagnare di più pronta cassa.

In fondo mi sembra una buona manovra per controllare le possibilità del contribuente , ed una solenne presa di cubo .

La privacy per IMMUNI ? No ! ma per una manciata di spiccioli si ?
----------------  RISPONDI





AUTORE: Giancarlo Fioretti
email: -

13/12/2020 - 16:33

Forse sono in pochi ad essersi resi conto che Montecatini sta per subire la più grande speculazione edilizia della sua breve ma tormentata storia.
Una speculazione di gran lunga più invasiva rispetto a quella subìta negli anni Sessanta del Novecento.
All'epoca palazzi, ville e giardini in stile liberty furono annientati per far posto a degli orrendi condomini che, tutt'ora, fanno....brutta mostra di sé in ogni angolo della città.
All' epoca, giunte comunali a dir poco...compiacenti dettero il loro 'placet'
a palazzinari nostrani e forestieri che, dopo aver deturpato la città, ebbero almeno il...buon gusto di sparire dalla circolazione.
Oggi, invece, la Società britannica Guild Living lancia un'offerta perentoria sulle Terme, una sorta di 'prendere o lasciare' che mette il Comune in un angolo: o accettate la nostra cementificazione selvaggia oppure noi ci tiriamo indietro. Ma la cosa più grave, è che l' ipotetica società creata ad hoc per amministrare le Terme avrebbe una durata ( teorica ) di 200 anni (sì, avete letto bene). Cento effettivi, più altri cento di proroga grazie ad una concessione del valore di
...un euro.
Se ben vi ricordate, lo scorso 1 dicembre tutti quanti abbiamo celebrato ( questa è la parola giusta) i 50 anni dell'istituzione della Legge Baslini-Fortuna, la legge che rese legale il divorzio in Italia. Ora, per la gestione termale, un ipotetico scioglimento dal vincolo contrattuale potrebbe avvenire dopo appena...200 anni! Cioè, mentre oggi col divorzio breve i legami fra le persone si possono estinguere in pochi mesi, l'unico matrimonio praticamente indissolubile rimarrebbe quello fra Comune di Montecatini e la holding del... benessere Guild Living.
Accettare un simile ultimatum ( perché di ultimatum si tratta) da parte della Società inglese, significherebbe consentire la cementificazione di tutta l'area Tennis-Torretta-Panteraie con l'edificazione di 350.000 mq di nuove costruzioni destinate a vari scopi ( prevalentemente abitativo).
Come 'contentino', gli inglesi si rendono tuttavia 'disponibili' a restaurare 19.000 mq di immobili esistenti e bisognosi di recupero...
Ora, qualsiasi persona di buonsenso e che abbia una minima conoscenza della Storia ( con la S maiuscola..) dovrebbe ricordare ai sudditi di Sua Maestà britannica che l'epoca delle colonie è finita da un pezzo. E dovrebbe ricordare alla Giunta Baroncini, che scodinzola di fronte ai manager inglesi come un barboncino di fronte ad un biscotto, che senza un'adeguata concertazione fra tutte le realtà interessate alle Terme, non si può e non si deve procedere.
Accettare supinamente la proposta di Guild Living significherebbe consegnare la nostra città alla speculazione edilizia, che non attende altro che vomitare tonnellate di cemento sulla nostra collina prima, e sulla nostra Pineta poi.
Sì, perché ( e mettetevelo bene in testa ) il prossimo ...step ( come si usa dire oggi) sarà l'assalto alla Pineta. Una volta circondata bene bene da tante graziose palazzine, qualche generoso ritocco ai futuri piani regolatori potrebbe alla fin fine consegnare ai carpentieri ed agli idraulici anche l'ultimo polmone verde della città. Dico 'potrebbe', beninteso, non 'potrà', visto che è nostra speranza che ciò non avvenga. Nostra speranza è che la Pineta venga tutelata e salvaguardata, con normative ed interventi 'ad hoc', come fu quello di destinarci 500000 euro per la manutenzione ordinaria e straordinaria, voluto ed ottenuto da Edoardo Fanucci durante la sua esperienza amministrativa.
Montecatini adesso è sotto assedio. E lo è in modo subdolo, visto che l' emergenza Covid e la paludata Giunta Baroncini limitano il dibattito pubblico ai minimi termini.
Nessuno pare rendersi conto della gravità della situazione. Neppure le varie associazioni ambientaliste. Neppure i Verdi che a suo tempo fecero carte false per sostenere le battaglie della giovane attivista svedese Greta Thunberg paiono accorgersi che Montecatini rischia un'ulteriore invasione barbarica, che potrebbe lasciare segni indelebili.
Se volete un esempio pratico di quanto affermo, alzate gli occhi verso Montecatini Alto.
L' ex hotel Paradiso, abbandonato da decenni e costruito in barba ad ogni normativa ambientale, rappresenta un ecomostro che marchia a fuoco la nostra città.
Non facciamo lo stesso errore, ed orrore, con le Terme.
Giancarlo Fioretti
----------------  RISPONDI





AUTORE: Giancarlo Fioretti
email: -

13/12/2020 - 14:19

Forse sono in pochi ad essersi resi conto che Montecatini sta per subire la più grande speculazione edilizia della sua breve ma tormentata storia.
Una speculazione di gran lunga più invasiva rispetto a quella subìta negli anni Sessanta del Novecento.
All'epoca palazzi, ville e giardini in stile liberty furono annientati per far posto a degli orrendi condomini che, tutt'ora, fanno....brutta mostra di sé in ogni angolo della città.
All' epoca, giunte comunali a dir poco...compiacenti dettero il loro 'placet'
a palazzinari nostrani e forestieri che, dopo aver deturpato la città, ebbero almeno il...buon gusto di sparire dalla circolazione.
Oggi, invece, la Società britannica Guild Living lancia un'offerta perentoria sulle Terme, una sorta di 'prendere o lasciare' che mette il Comune in un angolo: o accettate la nostra cementificazione selvaggia oppure noi ci tiriamo indietro. Ma la cosa più grave, è che l' ipotetica società creata ad hoc per amministrare le Terme avrebbe una durata ( teorica ) di 200 anni (sì, avete letto bene). Cento effettivi, più altri cento di proroga grazie ad una concessione del valore di
...un euro.
Se ben vi ricordate, lo scorso 1 dicembre tutti quanti abbiamo celebrato ( questa è la parola giusta) i 50 anni dell'istituzione della Legge Baslini-Fortuna, la legge che rese legale il divorzio in Italia. Ora, per la gestione termale, un ipotetico scioglimento dal vincolo contrattuale potrebbe avvenire dopo appena...200 anni! Cioè, mentre oggi col divorzio breve i legami fra le persone si possono estinguere in pochi mesi, l'unico matrimonio praticamente indissolubile rimarrebbe quello fra Comune di Montecatini e la holding del... benessere Guild Living.
Accettare un simile ultimatum ( perché di ultimatum si tratta) da parte della Società inglese, significherebbe consentire la cementificazione di tutta l'area Tennis-Torretta-Panteraie con l'edificazione di 350.000 mq di nuove costruzioni destinate a vari scopi ( prevalentemente abitativo).
Come 'contentino', gli inglesi si rendono tuttavia 'disponibili' a restaurare 19.000 mq di immobili esistenti e bisognosi di recupero...
Ora, qualsiasi persona di buonsenso e che abbia una minima conoscenza della Storia ( con la S maiuscola..) dovrebbe ricordare ai sudditi di Sua Maestà britannica che l'epoca delle colonie è finita da un pezzo. E dovrebbe ricordare alla Giunta Baroncini, che scodinzola di fronte ai manager inglesi come un barboncino di fronte ad un biscotto, che senza un'adeguata concertazione fra tutte le realtà interessate alle Terme, non si può e non si deve procedere.
Accettare supinamente la proposta di Guild Living significherebbe consegnare la nostra città alla speculazione edilizia, che non attende altro che vomitare tonnellate di cemento sulla nostra collina prima, e sulla nostra Pineta poi.
Sì, perché ( e mettetevelo bene in testa ) il prossimo ...step ( come si usa dire oggi) sarà l'assalto alla Pineta. Una volta circondata bene bene da tante graziose palazzine, qualche generoso ritocco ai futuri piani regolatori potrebbe alla fin fine consegnare ai carpentieri ed agli idraulici anche l'ultimo polmone verde della città. Dico 'potrebbe', beninteso, non 'potrà', visto che è nostra speranza che ciò non avvenga. Nostra speranza è che la Pineta venga tutelata e salvaguardata, con normative ed interventi 'ad hoc', come fu quello di destinarci 500000 euro per la manutenzione ordinaria e straordinaria, voluto ed ottenuto da Edoardo Fanucci durante la sua esperienza amministrativa.
Montecatini adesso è sotto assedio. E lo è in modo subdolo, visto che l' emergenza Covid e la paludata Giunta Baroncini limitano il dibattito pubblico ai minimi termini.
Nessuno pare rendersi conto della gravità della situazione. Neppure le varie associazioni ambientaliste. Neppure i Verdi che a suo tempo fecero carte false per sostenere le battaglie della giovane attivista svedese Greta Thunberg paiono accorgersi che Montecatini rischia un'ulteriore invasione barbarica, che potrebbe lasciare segni indelebili.
Se volete un esempio pratico di quanto affermo, alzate gli occhi verso Montecatini Alto.
L' ex hotel Paradiso, abbandonato da decenni e costruito in barba ad ogni normativa ambientale, rappresenta un ecomostro che marchia a fuoco la nostra città.
Non facciamo lo stesso errore, ed orrore, con le Terme.
Giancarlo Fioretti
----------------  RISPONDI





AUTORE: Alessandro Pennino
email: -

13/12/2020 - 9:33

Sono un Vs. assiduo lettore, mi rifaccio all’articolo dal titolo “Messa in sicurezza idraulica Veneri e Alberghi,
Comune conclude studio con una convenzione con consorzio Basso Valdarno” pubblicato sul Vs. quotidiano
web in data 11 dicembre 2020 a fonte della macchina di propaganda comunale.
I contenuti dell’articolo non rappresentano la realtà dei fatti rispetto a quanto indicato nel titolo per il
rischio idraulico. Solita aria fritta di politicanti della prima repubblica.
Non entro nel merito delle gravi problematiche della frazione di Alberghi, ben note comunque a chi scrive.
Per quanto concerne Veneri, dove abito da oltre 50 anni, credo di conoscere meglio i problemi correlati al
rischio idraulico, dei fenomeni che sono alla guida del Titanic, Comune di Pescia.
Rimando in primo luogo alla lettura integrale del mio intervento su Valdinievole Oggi riportato a commento
dell’articolo dal titolo “Maltempo, la Regione estende anche a Pescia lo stato d'emergenza” pubblicato il 18
giugno 2020.
I 30.000 euro di denari pubblici indicati nell’articolo in oggetto (20.000 euro dal Comune di Pescia e 10.000
euro da parte del Consorzio di Bonifica), forse potevano essere spesi meglio.
Fermo restando l’intervento sui corsi d’acqua, a Veneri manca la manutenzione ordinaria del territorio e del
sistema delle affossature pertinenti al reticolo stradale pubblico.
Se i fenomeni nella sala macchine del Titanic comunale di Pescia alzassero il posteriore e girassero il
territorio della frazione parlando ed ascoltando con umiltà (e qui casca l’asino) le persone, forse avrebbero
molti elementi di riflessione e di sollecitazione per intervenire.
La manutenzione si fa con non molti denari (forse troppo pochi ed è questo il problema).
Le strade della frazione venerese sono in alcuni casi / tratti prive di affossature (vedi Via della Chiesa, Via
del Fontanaccio, Via Francioni, Via delle Molina, Via della Pari, ecc.), in altri queste sono con volumi
insufficienti e/o occluse da detriti / vegetazione infestante (vedi ancora Via del Fontanaccio, Via
Squarciabocconi, ecc.), in altri la pendenza delle strade è in senso opposto a dove è presente la fossa (vedi
sempre Via della Chiesa, Via del Fontanaccio, Via delle Molina, ecc.).
In caso di strade a forte pendenza le stesse sono prive di griglie per il deflusso verticale delle acque
meteoriche dalle vie (vedi Via della Chiesa, Via Francioni e Via della Pari) oppure, ove queste presenti, le
stesse sono sotto dimensionate alle necessità (Via Fontanaccio, a monte) o a maglie troppo strette dove, in
caso di pioggia, si imprigionano i residui vegetali, occludendole.
Tutte le suddette criticità sono alla base dell’alluvione a Veneri del 17 giugno 2020, di cui parlo nell’articolo
predetto, a seguito di piogge particolarmente intense, ma non eccezionali in questa epoca.
Interventi basilari per risolvere le problematiche sopra menzionate non sono enormemente costosi e di
pronta realizzazione.
Invece qualche fenomeno comunale si inalbera su Veneri in “studi” filosofici, passando da Milano per
andare a Roma.
Il Comune di Pescia che a parole dice di provvedere, peggiorerà invece la condizione di rischio idraulico a
Veneri, prevedendo ulteriore cementificazione con insediamenti abitativi nella frazione (in zona Borgo
Claudio Cassola, Via della Chiesa/ Angolo Via delle Molina, zona lago di Veneri, salvo se altri), in barba
all’invenduto delle precedenti realizzazioni edilizie ed ai vari stupri già effettuati sul territorio venerese.
Tutto ciò avviene peraltro in maniera subdola, sia per la questione edilizia che per altro; vengono
pubblicizzate in maniera carbonara riunioni con il paese fatte con poco preavviso e pubblicità, per avere
minore partecipazione possibile e negli incontri si parla soltanto di interventi in apparenza positivi, poi
quando si rientra nella sala macchine del Titanic, si progetto la fregatura per gli abitanti della frazione.
Ma d’altronde sono politicanti della prima repubblica, quindi senza speranza.
Ritornando all’articolo in oggetto, lo stesso non riporta alcun intervento operativo e parla di civile
coinvolgimento delle popolazioni (a Veneri il CIVISMO non è pervenuto), tant’è che dal mese di aprile 2010
risulta depositato, da parte delle associazioni locali, un documento di proposte per la frazione, ad oggi
lettera morta.
Sempre in termini di CIVISMO, non ultima manifestazione indiretta di ciò è la riunione farsa del 20 agosto
2020 con la popolazione sull’antenna nella zona ex carcere e problematiche della frazione, con preavviso
dell’ultimo minuto, fatta in piena estate, senza adeguata pubblicizzazione per garantirsi la minore
partecipazione possibile e a cose fatte (quando cioè erano spirati i termini per il ricorso al TAR per
l’antenna).
Nell’incontro fu detto che a Veneri veniva ampliato il depuratore (altra M....A per la frazione), che l’antenna
veniva realizzata, non fu detto degli scempi urbanistici previsti, non fu fatta una sola proposta utile per la
frazione.
A termine del vacuo monologo del Sindaco, quando poteva esserci un dibattito, lo stesso disse, con
maniere da cialtrone, che andava a bere un sorso d’acqua salvo poi dileguarsi. Questo è il rispetto per le
popolazioni?
Lo stesso soggetto aveva promesso 80.000 euro / annui nel 2015 alla frazione per la presenza impattante
del depuratore; 400.000 euro del quale ad oggi siamo in attesa.
E ciò nonostante il sottoscritto vanamente cercava di far capire ai fenomeni comunali che l’ente ha il
governo del territorio e per le antenne poteva far valere i propri poteri peraltro stabiliti in materia anche
dalla L.R. 6 ottobre 2011. n. 49 (vedasi art. 9), redigendo di fatto il programma comunale degli impianti (la
norma è appunto del lontano 2011); il comune quindi non poteva non farle fare ma poteva decidere dove
realizzarle e dove no.
Ed invece cosa ha fatto l’ente comunale?
Prima sconfessava tale ricostruzione, poi approvava in fretta e furia il piano delle antenne senza alcuna
concertazione con le popolazioni (dopo aver dormito con il solito soggetto per 5 anni e mezzo su due
diverse consiliature), stabilendo limiti di 200 metri dalle edificazioni.
In pratica con le norme attuali (se fatte non nel 2020, dopo 9 anni dall’entrata in vigore della legge
regionale del 2011, ma prima), a Veneri, non si sarebbe potuta realizzare l’antenna nella zona dell’ex
carcere, condannando detta struttura all’inutilizzabilità eterna. Chi paga per queste inefficienze? Risposta
chiara, i cittadini.
Il Sindaco inoltre si è consultato con la cittadinanza, prima di prendere delle decisioni, per il problema del
depuratore e quote CO.A.D. ad esso connesse? Non risulta.
Ed allora di quale CIVISMO stiamo parlando?
Ricordiamo, per l’ennesima volta, che stiamo parlando di un sindaco di minoranza, eletto al 25% cioè con
4.000 voti su 16.000 pesciatini aventi diritto (e forse in gran parte non presentatisi alle urne perché
disgustati).
Alcune delle facce che si vedono nella fotografia unita all’articolo in oggetto, ce le sorbiamo da 20 o, in
alcuni casi, 30 anni, ma i problemi sono sempre gli stessi ........

Alessandro Pennino
----------------  RISPONDI





AUTORE: Baldo
email: -

11/12/2020 - 10:44

Piove dentro il Palaterme, la piscina chiude perché il Comune non vuole sostenerla economicamente, al bocciodromo si promettono lavori pubblici che non partono mai, lo stadio è sempre quasi del tutto inagibile. Ma un assessore agli impianti sportivi a Montecatini esiste?
----------------  RISPONDI





AUTORE: Giancarlo
email: [protetta]

29/11/2020 - 12:17

Il Consiglio comunale che si è svolto venerdì scorso, è stato di gran lunga il più significativo degli ultimi tempi.
Innanzitutto, ha mostrato il sindaco Baroncini sulla difensiva. Tanto sulla difensiva che, in alcuni frangenti, è parso battere in ritirata.
Il futuro nebuloso delle Terme, evidentemente, toglie la parola al giovane sindaco. Tanto 'rampante' sui social network in campagna elettorale, quanto evanescente sullo scranno da primo cittadino nell' affrontare quelle stesse problematiche su cui edificò il suo castello di promesse.
Ed, a proposito di edificare, l' ultima tegola che va a colpire la Giunta pare essere proprio la ferrea volontà della Società britannica Guild Living di....cementificare un'area vincolata ad interesse paesaggistico come la collina delle Panteraie.
La riqualificazione del patrimonio termale cittadino è senz'altro una priorità per questa Amministrazione. Ma, al pari della tanto sbandierata 'sicurezza', anche questa tematica viene affrontata con una dose di pressappochismo a dir poco disarmante.
Esempio ne è l'atteggiamento messianico verso la società inglese, che peraltro ha evitato con cura di partecipare al primo bando per alcuni immobili delle Terme, astenendosi così dal versare perfino il 5 per cento di acconto anticipato sull'offerta.
Un modo di procedere quanto meno... sospetto, come ha fatto notare nel suo intervento in Consiglio Comunale Edoardo Fanucci, capogruppo di Italia Viva e sempre più leader indiscusso dell'opposizione alla Giunta di centrodestra. Fanucci si sta conquistando i gradi da generale sul campo, braccando la Giunta in ogni anfratto politico per mostrarne le contraddizioni e le debolezze.
Aver steso i tappeti rossi davanti ai maggiorenti di una società di cui poco o nulla si sa, che vincola il suo intervento nelle Terme alla costruzione di MILLE appartamenti di lusso in zona panoramica, appare quanto meno una mossa azzardata. E Fanucci, novello Solone, lo ha fatto notare con un intervento che fa tornare alla memoria la trama del celebre film di Francesco Rosi 'Le mani sulla città'.
Nel film, gli speculatori edilizi non si curavano di stravolgere il contesto di una città ( nella fattispecie Napoli) pur di accumulare ingenti guadagni.
Ed a Montecatini potrebbe accadere la stessa cosa. Con le Terme usate come Cavallo di Troia per fare entrare in città tonnellate di cemento che andrebbero ad arricchire....non si sa bene chi...
Mille appartamenti di lusso sarebbero peraltro immessi sul mercato mentre interi quartieri attendono un adeguato piano di riqualificazione. Altro che bolla immobiliare!
Lo sviluppo di cui Montecatini ha bisogno non passa da queste speculazioni, come Fanucci ha giustamente ravvisato. Lo sviluppo di Montecatini deve assolutamente passare da una concertazione fra Regione e Comune, che insieme devono risolvere il rebus-terme.
Se la Regione farà la sua parte, come ha solennemente assicurato, acquisendo il Tettuccio ed immettendo nelle casse comunali i tanto sospirati milioni di euro necessari per l'operazione, allora Montecatini potrà gridare allo 'scampato pericolo'.
In caso contrario, sarà sempre soggetta agli appetiti di chicchessia. Come avvenne anni addietro con gli 'Ascolani', visti allora come i salvatori della patria e poi rivelatisi del tutto inconsistenti.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Gli errori di Forza Italia sulla pelle dei moderat del 21/11/2020 - 23:47
Un verminaio in nome dell'autonomia
AUTORE: vincenzo
email: -

22/11/2020 - 8:27

Io a queste considerazioni metafisiche sulla condotta umana degli eletti , ci ho sempre creduto poco .

Se la Costituzione prevede che il rappresentante eletto rappresenti l'elettore pur non essendone condizionato in alcun modo , questo non significa che il proprio rappresentante sia il rappresentante di se stesso e non altro .

Attenzione a questo trabocchetto concettuale,

L'interpretazione "legale" dell'articolo 67 è interpretato dai rappresentanti in maniera che i padri della Costituzione , probabilmente non avrebbero voluto .

La frasi che se non esistesse la possibilità del rappresentante di far come vuole nell'interesse comune sarebbe un vulnus , diviene spesso , troppo spesso , fare il proprio interesse .

Questo poi significa che talvolta si assista o si sospetti il mercato delle vacche .

Il nodo è anche che le candidature sono appannaggio esclusivo delle segreterie di partiti che hanno aspetto completamente differente dal concetto Costituzionale. Di fatto infine l'elettore e l'elettorato non sono più di fatto collegati .

Purtroppo vediamo di fatto una rincorsa a mantenere la propria sedia per il futuro . Ora che le sedie sono diminuite e i numeri delle precedenti elezioni sono dimezzati , per due partiti più votati alle ultime elezioni , si assiste a un si salvi chi può , altro che vincoli etc .

Per Berlusconi ?

Fa il gioco di sempre e che sempre gli è riuscito . E' troppo bravo a pensare al Nazareno e fino a Scilipoti .

Ha già ottenuto l'emendamento Mediaset (vedi) ed ora torna in sella annunciando che tornerà il primo partito italiano .

Mala tempora currunt .
----------------  RISPONDI





AUTORE: Giancarlo Fioretti
email: -

21/11/2020 - 23:47

Il recente 'riposizionamento' parlamentare dell' onorevole Maurizio Carrara, passato dal gruppo di Forza Italia a quello della Lega, non deve assolutamente far gridare allo scandalo.
La nostra Costituzione ( che Benigni definisce giustamente la più bella del mondo) NON prevede il vincolo di mandato.
E meno male, aggiungiamo noi! Il vincolo di mandato renderebbe i parlamentari delle marionette nelle mani dei partiti, che ne muoverebbero le fila né più né meno come fa il puparo con i Pupi siciliani.
In definitiva, voler abolire la libertà di cambiare idea politica sarebbe come voler abolire la libertà di divorziare, in nome di un 'castrante' principio di coerenza.
In un Paese civile, le Libertà si tutelano. Non si limitano, come vorrebbe oggi il populismo più becero.
Per cui, tanto di cappello all'onorevole Carrara che, obbedendo alla sua coscienza politica, ha ritenuto opportuno compiere il sempre attuale 'salto della quaglia'. Un dubbio, tuttavia, ci sorge.
Non tanto per Carrara che, usando un linguaggio da sala corse, "ha fatto il suo gioco". Un dubbio assai grande ci assale riguardo all' operato del suo ex partito: Forza Italia.
Nello scontro elettorale che, nel nostro collegio, vide contrapposti Fanucci per il centrosinistra e Carrara per il centrodestra, Forza Italia batté i pugni sul tavolo chiedendo di poter esprimere il candidato del proprio schieramento.
E lo fece in nome di una pretesa 'moderazione' politico-sociale del suo rappresentante, giudicato meglio digeribile rispetto ad una eventuale candidatura emersa dalla Lega o da Fratelli d'Italia.
Alla faccia! In un lasso di tempo piuttosto breve ( pochi anni...) Carrara ha garbatamente archiviato il liberalismo e l'adesione al sin troppo decantato Partito Popolare Europeo per gettarsi, 'anema e core', fra le braccia pelose di un Salvini che è tutto meno la quintessenza della moderazione.
Forza Italia sbandiero' il proprio candidato come un imprenditore di successo ( su questo niente da ridire), che si sarebbe mosso, in chiave locale, come il Sublime Silvio Berlusconi si era destreggiato sul piano nazionale.
Sempre con la barra ben posizionata al centro e con la moderazione usata come 'metro per tutte le cose'.
Alla faccia!
Diciamocela tutta: Carrara moderato non lo è mai stato nella sua avventura parlamentare. A testimoniarlo vi è anche e soprattutto il commento al vetriolo con cui il senatore Mallegni (responsabile di Forza Italia per la Toscana), lo ha congedato giorni or sono quando è stato reso pubblico il suo passaggio alla Lega.
Mallegni, senza tanti giri di parole, ha accusato Carrara di essere sempre stato un corpo estraneo al partito, non partecipandone alla vita ed alle dinamiche interne. Non ha detto 'serpe in seno'. Non lo ha detto ma .....lasciamo stare...
Ma, se Carrara tanto moderato non era, perché il gruppo dirigente di Forza Italia lo volle fortissimamente contro Fanucci spacciandolo appunto per 'moderato'?
Le vie della politica sono più tortuose del cammino di un ubriaco, ma la memoria del Corpo Elettorale è, talvolta, più estesa di quella di un elefante.
Mallegni, Lapenna, Boni e compagnia cantante hanno, in definitiva, reclamizzato un prodotto ( senza offesa per l' onorevole Carrara, ci mancherebbe..) ben sapendo di propinarne un altro.
Mike Bongiorno ( peraltro berlusconiano di ferro..) avrebbe proposto una bella 'tiratina di orecchie' per la sopracitata Triade forzista che, speriamo in buona fede, a suo tempo si fido' di un candidato sì in doppiopetto, ma con a pelle la verde canotta della Lega.
Ma Forza Italia, nella sua filiale pistoiese, a suo tempo, era troppo impegnata a sparare bordate contro Edoardo Fanucci che, dati di fatto alla mano, è stato l'unico parlamentare che, negli ultimi anni, ha avuto la Valdinievole nel cuore. Forza Italia voleva, in ogni modo, evitare l'elezione di un deputato progressista e Riformista con la Erre maiuscola, che avrebbe potuto 'pescare' nel suo bacino elettorale fatto, a onor del vero, in massima parte da elettori moderati e riformisti.
Adesso il suo parlamentare eletto come moderato, siede gomito a gomito con i Salvini-boys.
Dante parlerebbe di legge del Contrappasso...
----------------  RISPONDI





In risposta a: Mascherine a litro del 19/11/2020 - 22:03
Mascherine
AUTORE: carlo dadone
email: -

20/11/2020 - 10:41

Allora prendiamo il concetto complessivo , lasciando da parte i dettagli (sui quali potremmo anche discutere)

In Primavera ci fu un annuncio circa la distribuzione di mascherine da parte della Misericordia di Pistoia nelle sede davanti al Tiro a Segno .

Bici da parte mia (inquinamento organico eventuale) e due (DUE) mascherine a componente famigliare .

Totale 4 mascherine che a 29 cent cadauna comportarono una operazione da 1,20 euro

Si noti poi che come cittadino , le mascherine le avevo già pagate .

Non ultimo , leggendo l'articolo si parla di MASSIMO 5 per ogni tessera sanitaria.

Se poi dovessimo attenerci a quanto viene detto e cioè di non toccare le mascherine , di non riusarle e mantenerle in maniera acconcia etc etc , le mascherine fornite , servono solo ad alcuni per farne una scorta che sono convinto è presente in casa di tutti .

Si cominci col fornire i medici di famiglia del vaccino influenzale.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Comune Pistoia e mascherine del 19/11/2020 - 10:45
Mascherine a litro
AUTORE: Devis
email: -

19/11/2020 - 22:03

Hai fatto una considerazione che credo sia stata "di getto" senza pensare a fondo quello che scrivevi:
1. Se vai in periferia a Pistoia, partendo dal punto più lontano che in teoria è il centro, fai al massimo 5-6km andata e ritorno. Se consumi un litro di benzina significa che vai col Ferrari. O con il bilico vuoto.
2. Le mascherine da prendere sono 5 a persona per nucleo familiare. Una volta che vai le prendi per tutti i conviventi.
3. Se uno abita da solo (ma anche gli altri) non dovrebbe partire apposta per le mascherine: quando esci per la spesa, la farmacia o il giornalaio allora le vai a prendere.
4. Se mi dici dove trovi 10 mascherine a €1,40 (il prezzo di un litro di benzina) te ne sarei grato. Ne farei una discreta scorta visto che a cose normali si trovano a €0,50 l'una ovvero €5/10pz.
----------------  RISPONDI





AUTORE: Giancarlo Fioretti
email: -

19/11/2020 - 21:53

Doveva essere la giunta della svolta, la giunta del decoro, la giunta della legalità.
Doveva esserlo ma non lo è stata. Almeno finora.
Doveva rilanciare le Terme, che da valore aggiunto si sono trasformate in un' autentica zavorra per la nostra città.
Ed invece la Giunta Baroncini alle Terme pare non pensarci proprio. Almeno in maniera funzionale alle esigenze di Montecatini.
La vendita a 'spezzatino' dei principali edifici di rilevanza storica, senza un progetto organico di rilancio, corre il rischio di consegnare ampi spicchi della nostra città nelle mani di speculatori edili senza scrupoli che, c'è da giurarci, già si stanno sfregando le mani dalla gioia. In attesa ( magari..) di fregarsi tutto quanto possibile...
In questo clima da smobilitazione, in questo '8 settembre' della coalizione di centrodestra sempre più in affanno, la presa di posizione di Edoardo Fanucci appare quanto meno eroica.
Il capogruppo di Italia Viva ha affermato di preferire l' arrivo di un Commissario Prefettizio ad una gestione cittadina priva di mordente come l' attuale.
Un simile auspicio è chiaramente una provocazione; ma si tratta di una provocazione intelligente. Una sorta di schiaffo col guanto di velluto...
Per dare consistenza istituzionale al suo 'grido di dolore' per la città, Fanucci ha presentato, di raccordo con l' altra consigliera di Italia Viva Gianna Rastelli, un' interrogazione urgente sull'esito del Bando delle Terme.
Ed è a questo punto che potremo, e dovremo, vederci chiaro.
Sì, perché Montecatini è di tutti. E l' altolà di Edoardo Fanucci ce lo ha ricordato, semmai ce ne fossimo dimenticati.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Comune Pistoia e mascherine
AUTORE: carlo cardone
email: -

19/11/2020 - 10:45

Il comune di Pistoia ha delegato i vari volontari alla distribuzione delle mascherine .

I luoghi di distribuzione sono egualmente distribuiti in una periferia abbastanza lontana e priva di abitazioni ,

La distribuzione ad orari limitati giorni pieni e vuoti .

Il massimo è di 5 mascherine.

Ora , calcolato che mettendo in moto la macchina , almeno un litro di benzina si consuma fra andare e tornare , e calcolando che l'auto nel primo momento di uso è particolarmente inquinante, e che il MASSIMO di mascherinè pari a 5 e che sul mercato dieci mascherine costano quanto un litro di benzina , ma che c--------
IL PENSIERO è OSTAGGIO DEL VIRUS PURE LUI ?
----------------  RISPONDI





In risposta a: Medagliere del 16/11/2020 - 18:09
Una volta per tutte
AUTORE: vincenzo
email: -

18/11/2020 - 10:31

Vedo in giro uccellaci che ce l'hanno con la sanità , con l'inadeguatezza del sistema a sostenere la pandemia ,dediti al negazionismo e urlando contro la dittatura sanitaria.

In un paese in cui nel meridione la sanità è in mano alla mafia e compagnia bella ed un buon numero dei malati arrivano al centro / Nord di chi la colpa ?

In un paese in cui la sanità ha subito tagli enormi perché dal centro non venivano i soldi , che colpa ne hanno le regioni .

I soldi erano destinati (rubati e persi per strada , anche ) ad altri scopi e sottratti alla salute .

Certo ci sono regioni che hanno speso meglio o peggio il denaro oppure che non sono riuscite a spenderlo .

Poi ci sono regioni come la Lombardia , che hanno spostato il servizio sul privato (con qualcuno in galera) .

Ma un denominatore comune è che gli Italiani imboscano da 120 a 200 miliardi di tasse .

Chissà anche con una parte di questi soldi , quanto avremmo avuto di personale sanitario meglio pagato , di posti letto , di medicina sul territorio etc.di ospedali funzionanti e non rimasti a mezzo e mai partiti ?

Ma chi evade ? TUTTI sia direttamente sia indirettamente .

Direttamente come si può e indirettamente comprando cose false o non chiedendo la fattura o lo scontrino

Tutti noi che abbiamo distrutto i piccoli negozi a favore della grande distribuzione , del web che non paga tasse , dell'olio di oliva a 2,60 al litro etc ,

E poi i nostri vecchi , confinati o abbandonati nelle rsa (un mondo sconosciuto ai più) muoiono

E allora neghiamo la realtà , accusiamo chi ? Il governo , come se fosse quello delle tavole dei 10 comandamenti .

Poi dei poveretti mi accusano di non accettare l'altrui punto di vista ?

Certo ma cosa hanno da opporre a queste considerazioni ?

Mascherine , distanze , igiene e non rompere
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Stalli blu gratuiti
AUTORE: Alberto Lucarelli
email: -

18/11/2020 - 10:18

In questo momento così difficile il sottoscritto con il consenso positivo di molte persone che lavorano ed hanno i parcheggi gratuiti lontani , per limitarne gli spostamenti , quindi evitare di percorrere molta strada per andare e tornare da parcheggi gratuiti , chiedono cortesemente la possibilità di sospendere gli stalli blu a pagamento almeno fino alla fine dell'anno , come già fatto con molto buonsenso in precedenza , auspicando che la situazione in merito possa migliorare al più presto , sicuro che la richiesta verrà visionata con molta accuratezza da parte della giunta ed il sindaco , avanzo i ringraziamenti in anticipo per la gentile visione della questione .
----------------  RISPONDI





In risposta a: Medagliere del 16/11/2020 - 18:09
Per il Federale Gabriele
AUTORE: Zorro dei poveri
email: -

17/11/2020 - 16:41

Speriamo in una medaglia e magari in un monumento .
----------------  RISPONDI





In risposta a: I sensi del profondo disprezzo del 16/11/2020 - 10:09
Medagliere
AUTORE: Gabriele
email: -

16/11/2020 - 18:09

Me lo terrò sicuramente caro, come una medaglia.

Al contrario di te e tanti altri, se non condivido una cosa non la devo approvare per forza.
Sono abituato a decidere con la mia testa, magari sbagliando, mi è sempre piaciuto di più.

Ti lascio ai tuoi profondi studi sulla peste, magari prima dei novanta c’avrai capito qualcosa.

E scusami se poi non ti rispondo subito, in questi giorni ho di meglio da fare.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Levando i poliziotti in borghese ... del 15/11/2020 - 9:40
I sensi del profondo disprezzo
AUTORE: vincenzo
email: -

16/11/2020 - 10:09

Caro Gabriele & C., come tutti i leoni da tastiera (altri epiteti conosco) , non hai nemmeno avuto il coraggio di manifestare o convenire nel merito .

Mi sembri il Salvini che in questo momento propone una collaborazione col governo a condizione di chiudere i porti .

Siete una bandaccia di , non ho abbastanza epiteti e quindi non ne adopererò nemmeno uno .

Abbiate per caro i miei sensi di profondo disprezzo .
----------------  RISPONDI





In risposta a: Flop la manifestazione anti-migranti del 14/11/2020 - 11:00
Levando i poliziotti in borghese ...
AUTORE: vincenzo
email: -

15/11/2020 - 9:40

Vorrei aggiungere che per mia esperienza , un buon numero di quelli che "sembrano" manifestanti , sono riconoscibili per il borsetto proprio di poliziotti in borghese .


Quindi anche i numeri reali andrebbero rivisti .

Chissà se fra i manifestanti , c'erano i leoni da tastiera e cioè i Gabrieli , Roberti e simili che frequentemente sproloquiano su questo blog .
----------------  RISPONDI





In risposta a: Flop la manifestazione anti-migranti del 14/11/2020 - 11:00
In effetti...
AUTORE: Gabriele
email: -

14/11/2020 - 14:38

Premetto che neanche lo sapevo si tenesse tale manifestazione, comunque non sarei ugualmente andato: ritengo siano un puro spreco di tempo.

Chi se ne deve andare se ne andrà, a tempo debito, l'importante è che, fintanto che rimane, segua le regole.

Le manifestazioni lasciamole a chi non ha altro da fare, pensiamo invece a come rilanciare la città e allontanare chi delinque. Ma davvero, però!
----------------  RISPONDI





AUTORE: Andrea
email: -

14/11/2020 - 11:00

La manifestazione anti-migranti organizzata da Sandro Schiavelli (ex Forza Italia, ex Montecatinesi con il centrosinistra, ex assessore giunta Severi ed ex chissà quanto altro) e Alberto Lucarelli (ex 5 Stelle, ora leghista duro e puro, gente di cui avere fiducia, insomma) si è rivelata un autentico flop. In piazza a Montecatini c'erano sì e no 30 persone, delle quali 6-7 giornalisti, gli organizzatori, il sindaco e qualche curioso capitato lì per caso. Avevano promesso barricate, si sono ritrovati con la coda tra le zampe coprendosi di ridicolo. E alla fine hanno avuto anche il coraggio di dire che "la città è stata finalmente unita". Sì, unita ma per spernacchiarvi!
----------------  RISPONDI





In risposta a: Bene! del 10/11/2020 - 14:27
gabriele FAMMI FELICE
AUTORE: vincenzo
email: -

10/11/2020 - 18:28

Possibile che se c'è da difendere chi non ha nessun bisogno di essere difeso (la Polizia di Stato) in quanto fa il suo lavoro con lodevole impegno e con ottimi risultati , tu sia tanto becero da pensare a locali gratuiti e bollette pagate , da chi non ti ha chiesto niente e non ha bisogno dei dei tuoi slinguacciamenti .
Forse ti viene in mente la polizia dei reparti Celere che rimpiangi come tuttI I NOSTALGICI -
----------------  RISPONDI





In risposta a: Augguroni a Gabriele del 10/11/2020 - 3:42
Bene!
AUTORE: Gabriele
email: -

10/11/2020 - 14:27

Serviti del tuo cappello però.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Fuori dal vaso. Ancora. del 9/11/2020 - 15:02
Augguroni a Gabriele
AUTORE: vincenzo
email: -

10/11/2020 - 3:42

Ho provato a leggere i primi righi ed il titolo del File e come quando leggo i tuoi interventi , ho avuto un conato di vomito .
----------------  RISPONDI





In risposta a: DEMENZIALE del 9/11/2020 - 9:24
Fuori dal vaso. Ancora.
AUTORE: Gabriele
email: -

9/11/2020 - 15:02

L'unica cosa corretta che hai scritto è il titolo, palesemente autoreferenziale.

Quello che dice Gabriele è scritto in italiano, chiaro e comprensibile ai più, anche se non a tutti... non cimentarti con le analogie, sono troppo scivolose per te.

In quanto al pensiero demenziale di pagare affitto e bollette ad una Associazione privata, leggiti questo:

https://www.ilgiornale.it/news/politica/partigiani-i-soldi-pubblici-ecco-incassi-anpico-1639948.html

così magari capisci quando tacere.

Per il resto, ritengo superfluo risponderti, tanto non capiresti...

Penso che mi prenderò un altro riposo sabbatico, così puoi ricominciare a sputare sentenze a vanvera con tranquillità, per il nostro sollazzo.

Dacci dentro Alias! Facce ride!
----------------  RISPONDI





In risposta a: ANPS od i soliti noti? del 7/11/2020 - 14:52
DEMENZIALE
AUTORE: Fra diavolo
email: -

9/11/2020 - 9:24

Per contrastare lo spaccio , oltre che il servizio delle polizie preposte , occorrerebbe che i bravi cittadini smettessero di farsi invece di osannare la possibile sede di associazione della PS .

In quanto al pensiero demenziale di pagare affitto e bollette ad una Associazione privata , nessun commento (sarebbe troppo)

Se per "buon cuore " compriamo merce contraffatta da un "poveretto" (che oltretutto viene sfruttato da altri) , siamo il motore della situazione.

Ogni corpo di polizia ha una associazione . Proponiamo a tutte le associazioni dei bei fondi nei luoghi "caldi" della città e vediamo come , accanto al comando del corpo VVUU i delinquenti scappano cosi' scapperanno accanto alle quattro o cinque sedi di tal tipo .

Ma gabriele , dove vivi ? (a Montecatini alto ?).
----------------  RISPONDI





Sono disponibili 2765 articoli in archivio:
 [1]   [2]   [3]   [4]   [5]   [6]  ...  [111]