Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 06:09 - 19/9/2021
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Certo tanto a sant Anna v era gente della tua risma.
Logico non aver voglia di parlarne.

C era gentaglia come te ad accompagnare i tedeschi.

Chi ha detto che i fascisti sono spariti?
Anche .....
SPORT

Le eccellenze sportive del nostro territorio protagoniste a "Non è la fiera" a Casalguidi.

PATTINAGGIO ARTISTICO

Ricca di ottimi risultati è stata la trasferta sulla riviera romagnola per le pattinatrici dello Skating Quarrata, che dal 25 agosto al 7 settembre hanno partecipato a Misano Adriatico, alla 45^ rassegna nazionale memorial Sandro Balestri 2021.

BASKET

Stavolta ha deciso che il basket giocato poteva aspettare. Scelta difficile per il capitano di mille battaglie, storica bandiera del Montecatiniterme Basketball dall'anno della sua fondazione, nel 2016.

RALLY

Art Motorsport 2.0 è pronta a riprendere l’attività dopo il periodo di ferie e lo farà in occasione del 39° Rally di Casciana Terme, in provincia di Pisa, questo fine settimana.

HOCKEY

In attesa della partenza dei vari campionati si è svolto a Roma il Trofeo delle Regioni nel quale si sono incontrate selezioni di giocatori Over 40 provenienti, appunto, da squadre della stessa regione.

BASKET

Montecatini Terme Valdinievole Basket è lieta di annunciare di aver stretto un rapporto di collaborazione con la palestra Active Fitness & Sport di Matteo Finizzola e Leonardo Iozzelli, con sede in piazza Italia a Montecatini Terme, davanti la stazione ferroviaria centrale.

BASKET

Il direttore generale Ennio Zazzaroni ha descritto così Ana Saric: “Ha un grande fisico, non è una saltatrice ma ha mani d'oro e un grande repertorio offensivo".

PODISMO

Con l’organizzazione della Polisportiva Hitachi di Pistoia e la collaborazione della Pro Loco locale, si e svolta una gara podistica denominata <<2^ Stracrespole>>.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori è dedicata a un libro di Alessandro Piperno.

none_o

C’è un albo che ha catturato la mia attenzione osservando la coloratissima immagine di copertina:” Le cose che passano”.

In un certo grande Stato
un governo fu formato
dove c’erano .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti

Viene considerato uno degli esponenti più significativi della Scuola Pistoiese.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti

La parabola umana e artistica di Leda Rafanelli abbraccia tutto il Novecento.

Selezioniamo infermieri laureati iscritti all'albo per nuovo .....
Sono un “maturo” chitarrista della Valdinievole e cerco un .....
 9
Sono disponibili 2880 articoli in archivio:
 [1]   [2]   [3]   [4]   [5]  ...  [116] 
AVVERTENZA: In caso di risposta a un articolo già presente nel forum, si invita i lettori ad usare il comando RISPONDI. Usando questo comando la risposta dell'utente ottiene una maggiore visibilità, perchè viene collocata automaticamente in due spazi diversi. Viene inserita infatti 1) nella prima pagina del forum in successione temporale, come tutti gli altri interventi; 2) viene inserita anche nel riquadro dei DIBATTITI IN CORSO, dove gli articoli rimangono un tempo maggiore.
Il primo lettore che risponde a un tema già presente nel forum e adopera il comando RISPONDI attiva automaticamente un dibattito. Il comando RISPONDI consente di sviluppare dibattiti su temi specifici.
In risposta a: del
Perché la fiamma tricolore????
AUTORE: napoleone terzo
email: -

29/6/2021 - 19:15

Spunto di riflessione

Quale è il significato della fiamma tricolore che compare nello scudo della pesciaiola ????

Questo segno e quello dei fascisti reduci della Repubblica sociale che si organizzavano dopo i loro delitti e collaborazioni nelle stragi cui avevano partecipato o collaborato.

Il manifesto della pena di morte per i renitenti alla chiamata esiste e e firmato Almirante.
Almirante e compari vanno a sedere .nel parlamento della Repubblica.

Almirante che scrive su la razza di interlsndi e i cui pensieri si trovano solo a volerlo.


Ora perché questo segno e ancora lì bello e presente ???
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Compleanno Montecatini
AUTORE: Baldo Vino
email: -

29/6/2021 - 14:20

Buon compleanno al buio, Montecatini, e grazie al sindaco Baroncini per averci regalato questo ennesimo squallore.

Si dirà: ma non è il momento. E allora perché i concertini dei Dik Dik in piazza o la festa della porchetta allo stadio sì?
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
accorato appello
AUTORE: max72
email: -

27/6/2021 - 22:10

Rivolgo un accorato appello alle Forze dell'Ordine affinché individuino e sanzionino severamente quel o quella automobilista evidentemente audioleso/a che sovente passa per via Empolese a Pieve provenienza Monsummano con un livello così alto dello stereo che penso venga udito anche sul Poggetto.
Se mi leggi, caro o cara incivile, ti voglio dire una cosina dato che il tuo QI ti impedisce di arrivarci autonomamente: Siamo in un Paese democratico ove la tua libertà termina quando inizia quella degli altri. Il tuo senso di libertà invece si chiama anarchia.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
CENTRO TRASFUSIONALE PESCIA
AUTORE: MENCONI FEDERICO
email: -

25/6/2021 - 13:49

Sono un donatore di sangue ormai da più di 30 anni e da più di 15 al Centro Trasfusionale dell'Ospedale di Pescia.
Questa mattina (25/06/21) ho effettuato la donazione e con mio grande rammarico ho riscontrato una situazione incresciosa.
Al centro erano presenti solo due operatrici che dovevano occuparsi di tutto: accoglienza, misurazione della temperatura, prelievo, gestione del refettorio e rispondere alle telefonate.
Ho trovato questa cosa vergognosa e degradante verso le lavoratrici perchè può essere che dopo la donazione ci siano momenti delicati e di necessità di assistenza verso i donatori. Nonostante questo il servizio è stato svolto con la solita competenza, simpatia e cordialità.
Vorrei sapere per quanto ancora le inefficienze della pubblica amministrazione debbano essere scaricate sulle spalle delle lavoratrici e dei lavoratori ai quali va tutto il mio sostegno e solidarietà.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Via Biscolla
AUTORE: Andrea F
email: -

21/6/2021 - 9:26

Via Biscolla , una strada molto trafficata che porta all' Ipercoop di Massa e Cozzile. Qualcuno potrebbe chiedersi come mai il marciapiede sul lato Ipercoop è nuovo e ben fatto , mentre quello sul lato opposto è vecchio , con erbacce e piuttosto disastrato. Semplice , la strada funziona da confine tra i Comuni di Montecatini Terme e Massa e Cozzile , ed il Comune di Massa e Cozzile ha provveduto al rifacimento del marciapiede. Ma per l'altro lato , quello brutto e da rifare ? Sappiamo già come finirà ... tutto tace fino alle prossime elezioni amministrative per Montecatini , poi in campagna elettorale fioccheranno le promesse , i progetti ...e ancora e ancora e ancora..
----------------  RISPONDI





AUTORE: REMO BENEDETTI
email: -

17/6/2021 - 21:45

Al SIGNOR SINDACO
AL CONS.DELEGATO ALLO SPORT
ALL'ASS. AI LAVORI PUBBLICI
PONTE BUGGIANESE

Mi riferisco all' approvazione del conto consuntivo dove con piacere noto un avanzo d'amministrazione comunale di quasi un milione di euro.
Proprio perchè codesta amministrazione comunale ha una disponibilità di EURO 685.914,75, faccio appello, ancora una volta, a prendere in considerazione per la disponibilità d' investimento la conversione della pista dello stadio Pertini da pista ciclabile in pista per l' atletica leggera, come varie volta, mi sono ripetuto nel segnalarvi questa necessità.
Le attività sportive a Ponte Buggianese devono essere completate ed integrate
ANCHE CON QUESTO SPORT.
In precedenza mi sono permesso di indicarvi come e quando poteva essere possibile reperire ( o quanto meno ) i finanziamenti per questa realizzazione.
Non so cosa è stato fatto e cosa è in corso presso i vari uffici al realizzo di questo impianto.
Comunque, già da quest' anno potete fare qualcosa con le vostre finanze.
Sono stato un atleta negli anni 50 e 60 con discreti risultati e sarebbe mio augurio che questo impianto potesse essere a disposizione della scuola ( da cui si parte ) per la formazione e l' indirizzo di questa disciplina, per la creazione di associazioni o club agonistici.
Fiducioso in questa prospettiva Vi invito ad una risposta anche su questo giornale.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Montecatini via Sardegna del 10/6/2021 - 10:06
Via Sardegna
AUTORE: Giuovanni Tutti
email: -

14/6/2021 - 9:47

Certo è un bel disagio, ma se abitassi in zona andrei ha manifestare davanti il Municipio per settimane, scandaloso.....pio la colpa morì fanciulla.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Montecatini via Sardegna
AUTORE: Andrea F
email: -

10/6/2021 - 10:06

Tempo fa mi sono trovato a pensare che se un giorno fosse deliberata la costruzione del ponte sullo stretto di Messina , sicuramente io non lo avrei visto realizzato ; poi sono passato , più modestamente , a pensieri analoghi sulla piscina delle terme Leopoldine , adesso sto pensando a Via Sardegna . Stamattina sono passato di lì e mi sono visto circondato da radici affioranti , fondo stradale completamente sconnesso , marciapiedi disastrosi. Eppure tempo fa la strada è stata chiusa per diverso tempo , si supponeva per la sistemazione , ma si supponeva male visto che qualche pino non c'è più ma la strada è nelle stesse condizioni , forse peggiori. Quello che doveva essere un fiore all'occhiello dell'amministrazione comunale ( abbattimento e sostituzione dei pini , rifacimento dei marciapiedi , rifacimento del manto stradale , eventuale chiusura al traffico ...) è , allo stato attuale , una delle istantanee più efficaci sullo stato in cui versa
la città ....la colpa di chi è? Non lo so , ma non sicuramente di chi deve necessariamente passare di lì , magari perché ci abita e se deve uscire per buttare la spazzatura rischia di rompersi le caviglie.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
La linea Sigfrido
AUTORE: Giancarlo Fioretti
email: -

7/6/2021 - 13:18

Correva l'anno 1916, la Germania imperiale era impegnata nel Primo Conflitto Mondiale e, per difendersi da eventuali attacchi francesi, costruì lungo tutta la sua frontiera occidentale, una linea di fortificazioni militari chiamata "Linea Sigfrido". La Germania del Kaiser perse comunque la Guerra, ma la linea Sigfrido rimase. Le Potenze vincitrici non la fecero smantellare ed Hitler, quando giunse al potere ( aimé, per vie legali..), si trovò il lato ovest del suo confine ben munito e difeso. Dalla Linea Sigfrido, per l'appunto...
Oggi, in Italia, in un contesto di pace per fortuna, sta tuttavia capitando un episodio analogo.
Una sciagurata politica di spartizione partitica continua a tenere la TV pubblica in stato d'assedio. I partiti si sono ritagliati il loro orto, arrivando a mettere bocca su qualsiasi aspetto che riguarda l'Azienda, dalla linea politica dei telegiornali fino allo stesso palinsesto televisivo delle reti. Niente di nuovo, comunque. È dai tempi di Bernabei che le cose a viale Mazzini funzionano così... inutile scandalizzarsi...
Quello che però fa veramente indignare, in un periodo politico così particolare, è il tentativo di alcune frange politiche di dettare la linea politica del Paese attraverso la TV pubblica che, per l'appunto, è di tutti. Non di alcuni.
Il mio indice accusatore non può essere che rivolto a quelle forze politiche che hanno dato il loro sostegno entusiasta al governo Conte Bis, e che ora, sentendosene orfane, hanno sposato in pieno la Linea Sigfrido.
Il riferimento al giornalista Sigfrido Ranucci, conduttore del programma Report in onda su Rai Tre, è chiaramente voluto. Ranucci appartiene a quell'area politica statalista che vede un eventuale replica della formula di governo PD-5Stelle-Leu, la migliore soluzione possibile per i problemi dell'Italia.
Ranucci vede il Riformismo e la Libera Iniziativa come il fumo negli occhi. Gode ( o almeno dà l'impressione ) nel vedere gli esercizi commerciali chiusi e le piazze vuote. Gongola ( o almeno dà l'impressione) nel saperci tutti schiavi dei sussidi e del Reddito di Cittadinanza.
Quando poi all'orizzonte si è profilata un'alternativa a questo stato di cose, costituita dal Governo Draghi fortemente voluto da Italia Viva e dal suo Segretario Matteo Renzi, ecco che Sigfrido ha mostrato la parte peggiore di sé.
Ha infatti gettato la maschera, dimostrandosi il paladino di una Sinistra retriva, ottusa ed autolesionista.
Il suo accanimento non solo contro Renzi, ma anche nei confronti di ogni sbocco riformista della politica italiana, sta veramente rasentando il ridicolo.
A sentire Sigfrido, Renzi è colpevole di tutto. Dal crollo della Torre di Babele in poi....
Aver indugiato puntate su puntate ( pagate da tutti, fra parentesi) sull' incontro avvenuto all' area di servizio autostradale di Fiano Romano fra Matteo Renzi ed il funzionario dei Servizi Marco Mancini, sa tanto, credetemi, di arrampicata sugli specchi. Matteo Renzi, in uno Stato di Diritto, può imbattersi casualmente in chiunque. Stessa cosa vale per Marco Mancini. Fra i due è comunque intercorsa una conversazione privata di cui né Sigfrido né i suoi sodali hanno il diritto di intercettarne il labiale ( si fa per dire..). Ma, quello che fa più infuriare, è la tendenza di certa stampa ad accostare sempre e comunque il nome di Matteo Renzi con complotti, raggiri e quant'altro.
Chi ama la Libertà, ha l'obbligo morale di prendere le distanze dalla linea Sigfrido. E deve farlo con cortese sollecitudine.
Giancarlo Fioretti
----------------  RISPONDI





In risposta a: Accesso agli atti del 4/6/2021 - 11:06
Mezzemaniche
AUTORE: Tazio
email: [protetta]

4/6/2021 - 18:16

Sembra proprio che il consigliere non conoscesse la normativa.

Bene per chi aspira alla carica di sindaco.

Lo articolo non specifica trattarsi di consigliere.

Comunque in prima battuta il consigliere e stato trattato male come ogni altro cittadino.

Broccoli unitevi....e procedura zoppicante.

Forse il consigliere avrebbe potuto fare uso di una interpellanza a risposta scritta con richiesta degli allegati senza farsi prendere permil naso da solerti mezze maniche
----------------  RISPONDI





In risposta a: Delirio del 1/6/2021 - 20:18
Accesso agli atti
AUTORE: Giovanni Michelotti
email: [protetta]

4/6/2021 - 11:06

L'accesso agli atti per i Consiglieri Comunali, nulla ha a che vedere con la legislazione così detta "Bassanini"; esso è regolato dal Dlgs 267 e da varia giurisprudenza in materia ad esempio:
Il Consiglio di Stato, con la sentenza n.4525 del 5 settembre 2014, ha affermato che, secondo un consolidato indirizzo giurisprudenziale (Cons. Stato, Sez.V, 17 settembre 2010, n.6963; 9 ottobre 2007, n.5264), i consiglieri comunali hanno un non condizionato diritto di accesso a tutti gli atti che possano essere d'utilità all'espletamento delle loro funzioni, ciò anche al fine di permettere di valutare - con piena cognizione - la correttezza e l'efficacia dell'operato dell'Amministrazione, nonché per esprimere un voto consapevole sulle questioni di competenza del Consiglio e per promuovere, anche nell'ambito del Consiglio stesso, le iniziative che spettano ai singoli rappresentanti del corpo elettorale locale.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Delirio del 1/6/2021 - 20:18
chiarimento
AUTORE: Alessandro Ricciarelli
email: [protetta]

3/6/2021 - 22:55

Hai ragione Tazio,non ho specificato,io e la collega Giaccai siamo consiglieri comunali e l'accesso alla pratica è utile per lo svolgimento del mandato.
Le Bassanini,ma soprattutto la Bis ha di fatto depotenziato la politica(apparentemente)ma ha creato la lobbie dei dirigenti "fidelezzati"i quali sono i veri amministratori a tutto campo,spesso una giunta inesperta subisce senza colpo ferire gli uffici.
Saluti
----------------  RISPONDI





In risposta a: questo è quanto del 1/6/2021 - 13:59
Delirio
AUTORE: Tazio
email: -

1/6/2021 - 20:18

Trovo che l'accesso agli atti sia previsto solo per chi abbia interesse diretto alla pratica.
Addirittura la legge prevede il silenzio dissenso.
Vorrei dunque conoscere a quale titolo si sia consentita la visione degli atti.
Per le foto, la visione e comunque altro rispetto a trarre copia.
La idea che le Bassanini garantiscano a chiunque di mettere il naso nei fatti delle amministrazioni e un grosso e diffuso errore.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Pet friendly
AUTORE: Marco Lucarelli (Futuro Montecatini)
email: -

1/6/2021 - 14:39

La giunta Baroncini da diversi giorni aveva preannunciato una conferenza stampa;
si parla di pet station & dog bar.
Nulla di nuovo visto che le ciotole erano già state posizionate dall’amministrazione Bellandi, ma probabilmente la città non si vive e non si sa le necessità reali.
Il Sindaco nel post scrive di pet friendly, per così poco!
Cita Gandhi “la civiltà di un popolo si misura dal modo in cui tratta gli animali” ciò non significa avere una città dove i cani possono essere incustoditi, liberi come accade continuamente in alcune zone, viste le vicissitudini, senza che vengono presi provvedimenti.
Pet friendly, sarebbe stato più opportuno avere una continua cura degli esistenti sgambatoi, o aumentarli.
Vedete l’area adibita in zona sud, dove sarebbe bello provvedere a una sua divisione per consentire l’accesso a tutti i cani.
Insomma come sempre ci si aspettava grandi cose a partire dalla sicurezza perché anche questa lo è...non si riesce a fare l’ordinario e si manifesta come un veglione!
Montecatini e i Montecatinesi hanno bisogno di fatti concreti per la vivibilità di tutti anche dei nostri amici a 4 zampe, ma iniziamo ad avere una città accogliente, decorosa dove anche loro possono vivere sereni.
----------------  RISPONDI





In risposta a: La discarica ricoperta da un silenzio assordante del 1/6/2021 - 0:06
questo è quanto
AUTORE: Alessandro Ricciarelli
email: -

1/6/2021 - 13:59

In data 3 maggio,insieme alla Collega Monica Giaccai mi sono recato all'ufficio tecnico del Comune di Uzzano per consultare il fascicolo inerente la Scuola Primo Levi,ci viene negato e suggerito di fare accesso agli atti formalmente a mezzo pec.
Come si evince dal protocollo del Comune di Uzzano n° 4258 del 05/05/21 è stata presentata domanda di accesso agli atti inerente i lavori di demolizione e rifacimento della scuola “Primo Levi”
Ricevendo verbalmente,dal resp dell'area tecnica, un diniego alla richiesta,in data 14 maggio ne informavo Il Sindaco Di Uzzano,Il Corpo Forestale dei Carabinieri e S.E Il Prefetto di Pistoia,facendo altresì richiesta dell'istituzione di apposita Commissione d'indagine,come si evince dal protocollo del comune di Uzzano n° 4662 del 15/05/21.
A tutto questo sono seguiti accordi telefonici con l'area tecnica nella figura del responsabile,a mezzo e-mail fedelmente riporto quanto:”Buongiorno,
come da intese telefoniche, sono a confermare l'accesso agli atti per venerdì 28 maggio a partire dalle ore 9.
Cordiali saluti.”
Mi presento in Comune,mi fanno firmare il documento di richiesta accesso agli atti(spero non sia il solo a farlo) ma ancora “fumata nera”dopo circa un'ora di consultazione del fascicolo in questione mi viene tolto in quanto lo potevo solo visionare e non farne copie(fotografiche),vengo però informato che avrò copia dell'intero fascicolo in formato digitale,in fotocopia dove non digitalizzato.
Sto attendendo tali documenti per qualsiasi decisione,solo dopo ne renderò edotta la cittadinanza o gli organi competenti qualora ne veda la necessità.
Fine della storia
----------------  RISPONDI





AUTORE: Giovanni Michelotti
email: -

1/6/2021 - 0:06

E così.....nel completo silenzio è passato un mese dalla scoperta di di rifiuti speciali, avvenuta a seguito dell'intervento di ristrutturazione delle scuole medie del nostro comune e tutto è passato sotto silenzio; una cortina di ferro che ha coperto la vicenda, più della terra che era stata depositata sopra i citati rifiuti.
Il fatto a mio modestissimo giudizio, non è di poco conto per il nostro piccolo Comune, un evento che sicuramente comporterà nuove spese per tutti noi e nonostante ciò……tutto tace…..
Nessuna presa di posizione tranne una, che appariva solo come un voler mettersi in evidenza piuttosto che fornire chiarimenti e, a mio modestissimo giudizio, al limite della diffamazione.
Nessuna dichiarazione dell'Amministrazione Comunale, nessuna da parte della Minoranza in Consiglio Comunale, nessun chiarimento ai cittadini, come se ciò che è accaduto e scoperto dai Carabinieri Forestali, fosse la "normalità"; come se il Comune fosse solo casa loro, dimenticandosi dell’etimologia del temine stesso, come se la tanto decantata " comunità" esistesse solo per imbonirla con messaggi rassicuranti, insomma come se esistesse un tacito accordo di non voler far sapere ai cittadini il come e il perché di tale accadimento.
Credo che un chiarimento sia dovuto e rivolgo questa mia, soprattutto ai Consiglieri di minoranza, eletti per rappresentare le istanze dei cittadini e soprattutto per "controllare" l'operato della maggioranza;
Mi chiedo e Vi chiedo:
Quale motivo mi impedisce di informare la cittadinanza su quanto avvenuto?
Vi siete interessati presso l’Amministrazione per cercare di comprendere le motivazioni e/o le giustificazioni di tale evento?
Avete richiesto una convocazione urgente della Commissione Consiliare competente?
Avete richiesto un Consiglio Comunale Urgente e Straordinario per discutere della vicenda?
Intimamente spero che tutto ciò sia stato svolto e che ancora non sia stato possibile ottenere le convocazioni di tali organismi di democrazia; viceversa se ad oggi nulla di questo è stato nemmeno pensato, ho dei dubbi sulle vostre capacita di svolgere il mandato che la legge vi assegna, e quindi vi chiedo di avere uno scatto di dignità e di dimettervi in blocco.
Ad maiora.
----------------  RISPONDI





AUTORE: Valentino Apruzzese
email: -

29/5/2021 - 12:31

Ho appreso dalla stampa locale che anche l’asta di maggio 2021 per l’aggiudicazione della grotta Parlanti al prezzo di una villa comune è andata deserta.
L’intera comunità è avvilita e disorientata per l’annoso protrarsi del problema . La questione non è di poco conto infatti basta pensare alla ricaduta economica , occupazionale e sanitaria che la riapertura della grotta porterebbe all’immagine di Monsummano e alla sua comunità. Infatti le acque della grotta Parlanti sono indicate per i disturbi dell’apparato respiratorio, osteoarticolare , nelle affezioni dell’apparato urinario e nelle malattie ginecologiche. Quale coordinatore di Forza Italia mi chiedo quali azioni siano state messe in atto dalle varie Amministrazioni che si sono succedute nel corso degli anni per governare e indirizzare nella giusta direzione la riqualificazione e quali iniziative intenda esperire l’attuale Amministrazione. I concittadini che vivono in quella zona (con disagi di varia natura) e l’intera comunità aspettano risposte chiare e definitive.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
I danni dei leoni da tastiera
AUTORE: Giancarlo Fioretti
email: -

28/5/2021 - 16:45

Le ultime elezioni amministrative svoltesi a Montecatini, sono state innegabilmente influenzate dalla debordante presenza sui social network dei simpatizzanti del centro destra.
Decine e decine di 'leoni da tastiera', con la bava alla bocca ed il dente avvelenato contro la Sinistra, inondarono Facebook ed Istagram in primo luogo, di ingiurie gratuite alla precedente amministrazione targata PD rea, a loro parere, di aver trascurato totalmente il tema della sicurezza. Montecatini veniva dipinta come una città a tinte fosche, dove era pericoloso mettere il naso fuori di casa nelle ore notturne, e dove il fondamentale diritto di proprietà veniva violato da orde di barbari provenienti dal Nordafrica o dall' Est Europa.
Gli ultras della Coalizione del Cambiamento, quella che avrebbe provveduto a portare Baroncini al ruolo di primo cittadino, caddero addirittura nell' equivoco di appoggiare e reclamizzare una denuncia di furto ed aggressione fatta da un giovanotto che, alla prova dei fatti, non risultò particolarmente sincero nella narrazione degli eventi...
Una simile gaffe, avrebbe fatto crollare il consenso a qualsiasi coalizione di centrodestra, visto che era più che evidente l'uso strumentale che gli ultras di Baroncini avevano fatto della vicenda.
Ma Montecatini è città dalla memoria corta. Anzi, inesistente. L' episodio della pseudo-aggressione ( che peraltro provocò un' invasione della Sala del Consiglio da parte di una folla sguaiata e vociante ), passò velocemente nel dimenticatoio ed il novello arcangelo Gabriele (.... Baroncini), con spada sguainata, fece il suo ingresso trionfale nella Casa Comunale. Come prima cosa, promise sicurezza, ordine, decoro, manco si trattasse della santissima Trinità....
Peccato che, a tutt'oggi, questa solenne promessa valga, più o meno, quanto la promessa di un marinaio ( con tutto il rispetto per questi ultimi..).
Il decoro urbano è tuttora un illustre sconosciuto. Sia in centro che in periferia. Di ordine, neanche a parlarne, viste le continue e pressanti presenze di spacciatori, prostitute e nullafacenti che neppure la pandemia è riuscita a sradicare. Quanto poi alla sicurezza, il recente raid che, in pieno giorno, ha visto oltre venti autovetture danneggiate ( fra cui quella del vicesindaco nonché assessore alla..... Sicurezza Corrieri) per rubarvi all'interno, ha in sé addirittura qualcosa di comico. Evoca infatti il film del grande Nino Manfredi 'Carabiniere a Cavallo', ove abili e sfrontati ladri si impossessano del quadrupede sotto il naso di un Manfredi attonito e stupefatto.
Se non ci fosse da piangere, quindi, ci sarebbe veramente da ridere...
Chi invece, ne sono certo, non piange ma di sicuro schiuma rabbia, è il titolare della Gioielleria Punzo, una vera eccellenza per Montecatini. La gioielleria, peraltro concessionaria Rolex, si affaccia su Piazza del Popolo, all'angolo con via della Torretta.
Centro che più centro non si può quindi...
Eppure pochi giorni fa ha subìto una rapina. Di giorno. Mentre di notte, settimane fa, fu ripulito il negozio di Gucci. Anche questo, in pieno centro.
Il Sindaco, ad onor del vero, è andato a porgere le scuse ai titolari della gioielleria, a nostro parere offesi e violentati da un gesto criminale che, ci auguriamo, venga chiarito e represso con celerità.
Le sue scuse, sanno tanto di un passaggio a Canossa, volendo rispolverare la storia del nostro Medioevo.
Di fronte a questo evidente fallimento, gli elettori di centrodestra dovrebbero porsi dei sacrosanti interrogativi; uno su tutti è quello se Baroncini e la sua litigiosa brigata siano o no idonei per un secondo mandato. Tuttavia, anche a Sinistra il naufragio del Golden boy della politica montecatinese dovrebbe far pensare.
Può un domani il PD ( che è il più grande partito di opposizione) trincerarsi dietro ad una candidatura di bandiera, esposta ai malumori che una città, annichilita dalle chiusure, nutre verso il governo nazionale ove il PD detta ( anzi...Letta) legge?
Se Montecatini non vorrà più sentire promesse da marinaio, occorre sin da subito chiudere allo zoo i leoni da tastiera, che hanno spianato la strada a questa amministrazione. Ed occorre che l' opposizione punti sin da adesso le sue fiches su un candidato che sia veramente inclusivo e trasversale.
Io un nome in mente ce l'ho.
Ma non lo dico...
----------------  RISPONDI





AUTORE: Maria
email: -

28/5/2021 - 9:55

Ma perché la consigliera regionale leghista Bartolini, sempre lesta a intervenire sui bachi da seta piuttosto che sulla curvatura delle banane, non dice niente sul degrado e l'insicurezza che contraddistinguono Montecatini?
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Acqua termale alle Panteraie?
AUTORE: Carlo Maltagliati
email: -

21/5/2021 - 12:35

Sarà ma ho l’impressione che anche questa volta la maggioranza che abbiamo votato ha preso un abbaglio. Dare l’acqua termale alle Panteraie ?
Ma si sono resi conto che per le stesse ragioni che potrebbero esser date ad un privato, perché non darle agli alberghi ?
Il contratto fatto con le Panteraie per le attività che facevano prima, ha un costo, se gli venisse data l’acqua termale sicuramente il suo valore aumenterebbe a dismisura. Chissà quanti imprenditori vi avrebbero partecipato per aggiudicarsi quel bene ? Purtroppo le Terme e il Comune nei tempi passati a queste metamorfosi immobiliari ci ha abituato. Non sarebbe meglio se finalmente si adoperasse un po’ di più al decoro urbano? Basterebbero due esempi: il primo è il negozio della ex Perugina, sito sul Viale Verdi accanto alla Pizzoteca, ha il vetro rotto rabberciato un malo modo con del nastro adesivo ormai da anni.
Il secondo è dietro la chiesa accanto a un noto ristorante; c’è un abitazione senza intonaco, sembra un rimasuglio dell’ ultima guerra. Se ne è fregata l’amministrazione Bellandi e questa non è da meno.
Mi risulta che nel “ regolamento comunale “, non conosco il termine tecnico, c’è un paragrafo che riguarda il Decoro Urbano, che da facoltà al Sindaco di intervenire presso la proprietà per ripristinare il dovuto. Qualora questa non intervenga può essere lo stesso Comune che provvede al da farsi, naturalmente poi si rivarrà sulla proprietà stessa.
Mi immagino quel turista che è venuto 5-6 anni or sono e vede quella vetrina nel centro della città in quelle condizioni cosa può pensare ?
Purtroppo questi non sono i soli casi che ci sono nel centro cittadino. Ma per l’amore che abbiamo tutti noi Montecatinesi per questa città e sicuramente è anche un sentimento della nostra amministrazione, abbiamone cura. Roma non fu fatta in un giorno, ma un passo per volta facciamo si che sia più accogliente.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Chi ha paura del riformismo? del 4/5/2021 - 11:28
Renzi...il rottamatore!
AUTORE: Velia
email: -

6/5/2021 - 14:32

...Il riformismo di Renzi: rottamare gli altri, per rimanere attaccato alla poltrona del Senato, quando aveva dichiarato di volerlo "rottamare" e di dare le dimissioni dalla politica quando ha perso il Referendum del 2016!

...Chiamiamolo riformista, si, è proprio la parola giusta!...La "coerenza" al potere!
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Chi ha paura del riformismo?
AUTORE: Giancarlo Fioretti
email: -

4/5/2021 - 11:28

Lunedì sera non ho guardato la trasmissione di Rai Tre Report, in cui sarebbe stato trasmesso l'ennesimo, sguaiato, attacco politico-mediatico al senatore Matteo Renzi. Non l'ho guardata di proposito e, ad onor del vero, non mi pento affatto di tale scelta.
Da sempre credo che, in fatto di televisione, il telecomando sia la massima espressione della Democrazia.
Quando cioè si avverte l'inequivocabile sensazione di un'affermazione pretenziosa ( o, per dirla alla toscana, di un discorso a bischero...), ecco che il telecomando può toglierci dall'impasse: un colpetto di pollice e via!
Uguale trattamento, se proprio devo essere sincero, l'avrei riservato al Concertone del Primo Maggio, quello in cui il marito dell' influencer Chiara Ferragni si è lanciato in un argomento ( l'approvazione del ddl Zan contro l'omofobia) che poco o nulla c'entrava con la Festa dei Lavoratori.
I Lavoratori si tutelano e si difendono con le Riforme, quelle che rendono il Lavoro moderno ed al passo coi tempi. Le altre tematiche, pur importanti che possano essere, devono trovare spazio nei luoghi confacenti.
Ma perché, direte voi, ho unito nello stesso ragionamento la puntata di Report di lunedì ed il Concerto organizzato dalla Triplice per il Primo Maggio e trasmesso, come tutti gli anni, dal Servizio Pubblico?
Perché, a parer mio, è proprio nel Servizio Pubblico Televisivo che, come sempre, si sta verificando l'ennesimo corto circuito della Democrazia.
La Rai pare impegnata come non mai nel tentativo screditare ogni sviluppo riformista della politica italiana. E lo fa dipingendo il senatore Renzi con le tinte più fosche possibili. D'altro canto, usa alcune battaglie identitarie per conferire a certa sinistra il primato della Democrazia. Della serie: "guardate come è malvagio Renzi e come invece è lodevole l'asse politico PD-5Stelle, che da sempre lotta per i diritti civili...".
Solo il Secondo Canale Rai, con il direttore del Tg 2 Gennaro Sangiuliano, si sottrae a questa aberrante logica aziendale. Alcuni giorni or sono il leader di Italia Viva fu intervistato in prima serata nella trasmissione Tg2 Post. Domande pertinenti, non provocatorie, utili soprattutto agli utenti del Servizio Pubblico per avere una corretta informazione sul pensiero di Matteo Renzi.
Il Riformismo, evidentemente, fa paura a molti. Non a tutti, grazie all' Eterno, ma a molti che militano a sinistra sì.
Del resto anche i fratelli Carlo e Nello Rosselli facevano paura, in quanto Riformisti, ad alcuni settori della allora Sinistra Ufficiale. Che, in base alle ultime indagini storiche ( si consiglia il libro Il Conformista indifferente ed il delitto Rosselli di Paolo Pillitteri), armò le mani dei loro sicari.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Pistoia non sorride più
AUTORE: Riccardo Michelozzi
email: -

26/4/2021 - 17:08

Ovvia ci risiamo e questa volta sarebbe davvero quella che chi rema fortemente contro il Pd sia il principale soggetto individuale e politico della disfatta del Pd nella nostra città. Ebbene se in un primo evento, l’artefice principale della non tanto inaspettata sconfitta fu proprio colui che abbagliato dal proprio ego si esaltò tanto da arrivare ad un livello di altitudine tale da staccarsi dalla realtà terrena fino al punto di autoeliminarsi, in questa occasione il PD dovrebbe aver imparato la lezione e per non ottenere un altro risultato da guinnes dei primati non dovrebbe ripercorre le scelte e i fatti del passato. Qui verrebbe in aiuto un vecchio proverbio popolare che dice : “ l’asino dove è caduto una volta non ci cade la seconda “. Quindi, innanzi tutto il PD dovrebbe tenere ben presente questo. In città si sta manifestando una nuova moda comportamentale, quella dei Globe-Trotter. Figure un po’ leggendarie ma che hanno realmente compiuto imprese a volte eccezionali. Nell’inconscio collettivo di solito sono vissuti come personaggi avventurosi che quindi stimolano empatia. Con il passare del tempo però sono diventati troppo eccentrici perché nel DNA delle loro motivazioni è possibile identificare alcuni fattori, una scommessa, la voglia di notorietà, il
desiderio di stabilire un primato su percorsi o fatti inediti etc etc. Potremmo stabilire che i Globe -Trotter
erano e sono delle persone perbene certamente ma motivate da una bramosia personale nel
raggiungere qualcosa o sorpassare qualcuno, quindi non sono altro che soggetti fine a se stessi.
Pertanto potremmo desumere che i globe-trotter della politica locale che girano i partiti come stazioni
ferroviarie sono delle persone perbene anche istruite ma che nella loro essenza e conformazione
personale, politica e sociale perseguono un obiettivo molto personalistico senza una motivazione polis-
centrica. In conclusione , la domanda è : “ la comunità cittadina , per farsi amministrare , può fidarsi dei
Globe-Trotter ? “. A mio modestissimo parere NO:!.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
superlega
AUTORE: albino roselli
email: -

22/4/2021 - 10:32

superlega si
tutti vogliono i migliori giocatori e di conseguenza i più pagati, allenatori compresi e poi dicono no alla superlega. facile fare il tifoso con i soldi di altri.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Non è una città per giovani
AUTORE: Giancarlo Fioretti
email: -

20/4/2021 - 19:12

Il recente approdo in Consiglio Comunale del giovane consigliere Luca Sbenaglia, in quota Fratelli d'Italia, è stato accolto, da alcuni lettori di questo giornale e non solo, con una punta di acredine del tutto ingiustificata.
Io non conosco personalmente Luca ( non me ne voglia se lo chiamo così ) ma apprezzo ed ammiro il suo amore per Montecatini e la sua voglia di mettersi in gioco. Il fatto che, attualmente, vesta una casacca politica nella quale non mi identifico, non diminuisce affatto la stima che ho per lui. Luca è giovane e con un buon percorso universitario e tante, tante "sane letture" saprà sempre distinguere ( me lo auguro ) chi, nella sua parte politica, è davvero dalla parte della gente e della Nazione da chi è solo un esaltato. Ma, senza timore di essere smentiti, non abbiamo difficoltà a riconoscere che gli esaltati sono equamente divisi in tutto il panorama politico. Sia di Destra che di Sinistra.
Come definire altrimenti coloro che, ogni 11 febbraio ( giorno del ricordo dei martiri delle foibe) ignorano la pulizia etnica cui furono sottoposti i nostri connazionali dell'Istria, della Dalmazia e della Venezia Giulia?
Oppure, come definire altrimenti coloro che, ogni 25 aprile, alla Sfilata della Liberazione di Milano, contestano la presenza dei rappresentanti della Brigata Ebraica in nome di un antisionismo che in realtà, è antisemitismo puro?
Io ho fiducia in Luca. Come ho fiducia nei confronti dei giovani in politica.
Ne ho molta meno verso chi evoca episodi di una Guerra Civile distante da noi 77 anni. I morti, caduti per un' Idea, meritano rispetto.
Tutti.
----------------  RISPONDI





Sono disponibili 2880 articoli in archivio:
 [1]   [2]   [3]   [4]   [5]  ...  [116]