Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 14:01 - 20/1/2022
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Presidente in quota Forza Italia.

Per capire il personaggio ed il suo rapporto col caimano , si trova abbondante materiale e penso anche dagli atti parlamentari , l appoggio alla tesi della nipote .....
BASKET

Mtvb Herons Basket comunica che sono state rinviate a data da destinarsi, causa Covid, le seguenti gare di campionato.

BASKET

A distanza di un mese dalla partita contro Vigarano, la Giorgio Tesi Group è tornata finalmente in campo.

HOCKEY

Finalmente arancione anche in campo femminile assoluto, dopo oltre un decennio una formazione di Pistoia torna alle competizioni e con buone prospettive future.

SCHERMA

Davide Cutillo ha staccato il biglietto per la finale dei campionati italiani under 17 di fioretto che si disputeranno nel prossimo mese di maggio a Catania.

BASKET

Tredicesima vittoria consecutiva per la Gema Montecatini, che dopo un mese di stop in campionato (causa pausa natalizia e poi le prime due giornate rimandate dal covid) ha dimostrato di non avere affatto ruggine o scorie addosso.

SCHERMA

Prima grande soddisfazione nel circuito europeo under 17 per Fabio Mastromarino. 

SCHERMA

Un azzurro per due.

BASKET

Ventinove giorni dopo l'ultima volta, Gema Montecatini è pronta a tornare in campo per una partita ufficiale. Il 17 dicembre, giorno della dodicesima vittoria consecutiva a Prato, sembra però ormai lontanissimo.

none_o

Consigli di lettura di Maria Valentina Luccioli.

none_o

Inaugurazione il 19 gennaio alle 18,30, nei locali della Federazione provinciale di Rifondazione Comunista di Pistoia.

La signora in blu
Viaggio nel profumo delle .....
IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Segno di Terra, Cardinale, domiciliato in Saturno ed esaltato in Marte.

ZODIACO
di Sissy Raffaelli

L'oroscopo di gennaio

E'stato scritto e pubblicato un libro sulla presenza del grande .....
cerco bilocale affitto 300 o 350 euro zona Pescia, grazie arredato. .....
CALCIO
Pareggio amaro per la Pistoiese

17/1/2021 - 10:47

PISTOIESE: Perucchini, Salvi, Valiani, Spinozzi, Cesarini, Pierozzi, Romagnoli, Camilleri, Chinellato, Simonti, Simonetti.
All.. Giancarlo Riolfo
GIANA ERMINIO: Acerbis, Perico, Finardi, Marchetti, Palazolo, Rossini, Perna, Zugaro De Matteis, Bonalumi, Corti, Montesano.
All. Oscar Brevi


Un pareggio per 1-1 amaro come il fiele, quello rimediato dalla Pistoiese nel confronto casalingo con la Giana Erminio. Ed un'involuzione di gioco che, alla fin fine, appare il dato più sconfortante di un match che rappresenta il punto più basso fra le prestazioni degli arancioni in questo campionato. Anche volendo, il taccuino del cronista non riesce a segnalare niente di interessante per quasi tutto l'arco della gara, trascorsa fra inutili tatticismi e paura di incassare un goal che poteva rivelarsi decisivo. 
Scesa in campo con Stoppa al posto di Cesarini, infortunatosi durante il riscaldamento, la Pistoiese ha tentato nei primi minuti di imbastire qualche trama di gioco. La ragnatela dei bergamaschi ha però avvolto l'intera manovra arancione in una tela soporifera che ha paludato il gioco rendendolo a metà strada fra l'accademico ed il pretenzioso, con il risultato di provocare più di uno sbadiglio fra i pochi ed infreddoliti spettatori presenti al Melani.
Il primo tempo è infatti fluito via scivolando nel niente più assoluto, con i due portieri intenti solo a richiamare gli uomini della difesa ad un'attenzione crescente, senza che peraltro gli avanti né dell'una né dell'altra squadra sognassero mai di rendersi pericolosi.
Roba da Deserto dei Tartari, volendo scomodare il grande Dino Buzzati.
L' uscita anzitempo del già citato Stoppa ha forse privato l'undici di Riolfo di un elemento che pareva particolarmente in forma, senz'altro ancora galvanizzato dalla splendida punizione con cui, nel precedente incontro di campionato, aveva piegato la resistenza del Grosseto.
Un po' poco però come giustificazione, per un primo tempo da torneo amatoriale ed una ripresa appena più pimpante.
La Giana Erminio, dal canto suo, ha potuto sfoggiare solo tanta fisicità, soprattutto del suo reparto mediano ( Rossini, Palazolo e Perna su tutti) .
Per il resto, gli uomini di Oscar Brevi sono apparsi nettamente meritevoli della classifica mediocre che occupano.
Il match inizia un pochino a scaldarsi intorno al 60', quando l'esperto ed autoritario Acerbis ( classe 1981..) anticipa in extremis Pierozzi lanciato a rete e poi, sul prosieguo dell'azione, riesce a bloccare un tiro telefonato di Valiani. Già, Valiani...
Quando è in palla, si vede ma quando è giù di batteria ( come con la Giana) anche. Il capitano coraggioso ricorda un po' il celebre cavaliere del rione del Drago Culatore, capace di trascinare i suoi colori alla vittoria con la sua sola presenza. E per poco questo non avveniva anche in questo incontro, che negli ultimi minuti ha regalato tutte quelle emozioni che, fino ad allora, aveva negato. Valiani si ricorda che è tuttora uno dei migliori giocatori di questo girone, seguendo, come un rapace affamato, una bella azione centrale del positivo Romagnoli. La palla, respinta ma non allontanata alla 'viva il parroco' dalla difesa lombarda, giunge sui suoi piedi, ed un fendente sul primo palo gela Acerbis nella sua unica disattenzione.
Siamo all'84' ed i giochi paiono fatti. Peraltro Riolfo aveva provveduto anche ad alzare il baricentro della squadra, facendo entrare Renzi proprio con lo scopo di tenere costantemente sotto pressione la retroguardia biancoceleste.
Il trainer arancione, tuttavia, si rende conto che le energie dei suoi sono allo stremo.
Per sopperire al prevedibile assalto finale degli ospiti, fa quindi uscire Camilleri e Romagnoli per il neo acquisto Atila Varga e Mazzarani. 
Questo estremo tentativo di rafforzare la difesa non dà però i frutti sperati.
Un' incursione tambureggiante  sulla sinistra trova Simonti sin troppo morbido.
Il cross che ne scaturisce è un invito a nozze per Ruocco, che con un tocco di testa batte Perucchini.
Il minuto che resta da giocare non cambia il risultato. 
E, ad onor del vero, è giusto così.
Giancarlo Fioretti

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: