Valdinievole OGGI La Voce di Pistoia
  • Cerca:
  • 23:04 - 19/4/2024
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Sono diversi giorni che mi capita di passare da Corso Matteotti verso le ore 18 e trovarmi fermo in fila . Succede che ogni sera due grandi bus, del prestigioso turismo internazionale che ci onora della .....
BASKET

La Fip, Federazione italiana pallacanestro, ha ufficializzato il programma completo delle finali nazionali under19 Eccellenza.

BASKET

Il Pistoia Basket ha compiuto un passo significativo nel suo percorso mirato a potenziare e rafforzare i livelli di trasparenza, legalità, correttezza e eticità che da tempo caratterizzano l’organizzazione e il funzionamento della società.

RALLY

Dal 18 aprile iscrizioni aperte all’edizione numero 41 del Rally degli Abeti e Abetone, in programma per il 18 e 19 maggio.

BASKET

Lunedì 22 aprile si celebra il “World Earth Day”, ovvero la Giornata Mondiale di sensibilizzazione sui temi legati alla salvaguardia del pianeta.

PODISMO

Domenica 14 aprile alla Prato Half Marathon la Montecatini Marathon Asd ha ottenuto il titolo di quarta squadra con più iscritti alla gara e 3 campioni toscani nelle varie categorie.

RALLY

Il 48° Trofeo Maremma ha regalato grandi soddisfazioni alla divisione sportiva dell’azienda La T Tecnica. Doppio impegno, al 48. Trofeo Maremma, anche per AutoSole 2.0.

BASKET

Mercoledì 17 aprile, ore 12, all'Auditorium dell’Antico Palazzo dei Vescovi (piazza Duomo), si terrà la presentazione della Special Edition Jersey dell’Estra Pistoia Basket in occasione del World Earth Day.

SCHERMA

Le qualificazioni regionali ai campionati italiani gold di spada hanno regalato una splendida vittoria per Sabrina Becucci (a destra nella foto) che conquista il suo primo successo nella sua nuova arma.

none_o

Fino al 18 maggio, presso la sede dell’associazione La Fenice (via Matteotti, Ponte Buggianese).

none_o

Una mostra bibliografica ricca di curiosità occupa da qualche giorno lo spazio delle teche espositive del primo piano.

Ferragosto nella valle
quanto caldo che mi assale.

La grande .....
IL MONDO IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

Ricetta per un risotto goloso

ZODIACO
di Sissy Raffaelli

Oroscopo di aprile.

Con l’evento tenutosi oggi 22 marzo presso la filiale di Cascina .....
L'agenzia formativa e per il lavoro Cescot Pistoia ricerca addetto/ .....
PESCIA
Marco Guerri (Pd) al Governatore Rossi: "Potenziamento dell'ospedale e rilancio del mercato dei fiori"

21/11/2013 - 13:39

Il segretario comunale del Pd, Marco Guerri, scrive una lettera aperta al presidente della Regione Enrico Rossi.

"Egregio sig. presidente, apprendiamo della sua visita in Valdinievole del prossimo venerdì. Ne siamo lieti, poiché la Valdinievole, più di altri territori della Toscana, soffre per la crisi economica in atto e ha bisogno di forti risposte di governo: investimenti infrastrutturali e una rinnovata progettualità, per rinvigorire le proprie peculiarità economiche.

Siamo sicuri che i sindaci ben sapranno rappresentarle le emergenze della nostra zona e chiederle quindi conto di progetti da troppo tempo arenati, come il raddoppio del tratto ferroviario e il potenziamento dell’A11. Noi, visto che nel suo giro farà tappa anche a Pescia, vorremmo sottoporle invece due questioni prioritarie per la nostra città.

La prima riguarda il presidio ospedaliero della Valdinievole; ma potremmo dire anche tutta la sanità pistoiese. I dati del 2012 sulle fughe dell’Asl 3 dicono che, su un totale di 41.837 ricoveri di cittadini residenti nella provincia di Pistoia, 13.820 sono avvenuti al di fuori della nostra azienda sanitaria: una percentuale elevatissima - pari al 33% - con un saldo negativo di fine dell’anno di circa 26 milioni di euro, da pagare a compensazione alle altre Asl che hanno curato i cittadini pistoiesi.


Questi numeri devono farci riflettere sulla gestione manageriale dell’azienda e sull’opportunità di invertite la tendenza, potenziando ospedali come quello di Pescia, che noi giudichiamo strategico per l'erogazioni di servizi che offre a presidio di una completa offerta sanitaria della provincia.


Invece si è deciso in modo miope di chiudere il reparto di pediatria, con relativo indebolimento di tutta l’area materno-infantile (considerata a livello regionale un’assoluta eccellenza); c'è poi un angiografo non funzionante da settimane e che aspetta di essere riparato (con una spesa anche abbastanza elevata), quando forse sarebbe stato più utile portare a Pescia quello nuovo del Ceppo e impiegare i soldi per adattare i locali di Pescia a ospitarlo (non per riparare il vecchio), potenziando così tutto il servizio di emodinamica (anch'esso considerato storicamente eccellente); infine, per rimanere all’attualità, c’è un reparto nuovo e moderno di Pronto Soccorso, aperto dopo anni di stenti, che non riesce a funzionare come dovrebbe per carenza di personale.

Diciamo queste cose - e sono poche e contingenti rispetto a tutti i problemi che ci sono - per affermare ancora una volta che a nostro avviso l’ospedale della Valdinievole andrebbe potenziato al fine di offrire servizi integrati da parte di tutta l’azienda sanitaria, perché così facendo probabilmente miglioreremmo la qualità delle prestazioni diagnostiche e terapeutiche, infondendo nei cittadini maggiore fiducia nella bontà della sanità pistoiese e riuscendo a diminuire il fenomeno delle fughe, che ci costano ogni anno troppo denaro pubblico. Con i soldi risparmiati dal pagamento delle compensazioni, forse non ci sarebbe bisogno di continuare a chiudere reparti e tagliare servizi all’ospedale di Pescia e a quello di San Marcello.

Il secondo problema è la crisi della floricoltura, tuttora la prima economia della città, e il futuro del Comicent, ovvero il mercato dei fiori. Il settore attraversa una crisi decennale, senza uno sbocco di prospettiva. Ricordiamo che la Regione è titolare della programmazione floricola, ma in questi anni non sono arrivati indirizzi su come affrontare e risolvere la crisi; né il distretto interprovinciale floricolo di Pistoia e Lucca, insediatosi con apposita legge regionale, ha mai partorito soluzioni percorribili.


Il primo problema da risolvere è quello di un mercato dei fiori che rivitalizzi la commercializzazione dei nostri prodotti, che attraverso un’azione di marketing e indirizzamento della produzione sostenga i floricoltori e li aiuti a migliorare varietà e qualità dei loro prodotti, magari studiando un apposito marchio Dop per i fiori della Toscana. Di questo non si discute in alcuna sede; anzi, abbiamo una struttura impegnativa come il Comicent abbandonata al degrado, senza capire quale sia il suo destino (unitamente al destino del mercato dei fiori di Viareggio).

 

La Regione, che tra l’altro è anche proprietaria del Comicent stesso, non può pensare di sollevarsi dalle proprie responsabilità favorendo il passaggio di proprietà del mercato al Comune di Pescia, disinteressandosi poi del futuro del settore. A nostro avviso dovrebbe prendere decisamente in mano il tema della floricoltura sul piano degli indirizzi di governo e, insieme agli enti locali e alle associazioni di categoria, istituire un tavolo urgente di crisi per delineare le prospettive operative urgenti dei mercati di Pescia e Viareggio; e, nello stesso contesto, programmare un piano per rilanciare quello che resta di buono nella produzione locale.

Approfittando di questa visita e del suo interessamento per il nostro territorio, ci siamo permessi di porre alla sua attenzione questi due temi centrali di governo locale; che, a ben vedere, non riguardano nemmeno solo Pescia, ma un’area ben più vasta e significativa".

Fonte: Pd
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




24/11/2013 - 19:24

AUTORE:
ROBERTO

Accolgo con viva soddisfazione quanto detto dal segretario del pd dell'unita' territoriale di pescia. Per quAnto riguarda il nostro nosocomio, alcuni anni orsono furono fatte considerazioni e proposte, pero' non portate avanti, forse per carenza di ideee da parte di chi gestiva il pd a quel tempo. Sono sicuro che adesso si seguira' un nuovo percorso, percorso che sara'molto difficile, poiche' oramai fatte scelte, che potranno essere modificate con l'appoggio di tutte le forze esistenti sul territorio. Per quanto la proplematica dei floricoltori, credo che vada trovata all'interno delle produzion i florovivaistriche. I tereni sono stanchi, e i prodotti non sono piu' competitivi, poiche' di qualita' scadenti e non competitivi con quelli provenienti dal mondo europeo e non. QUINDI COSA FARE? Credo che si debbano investire risorse finanziarie per portare i prodotti competitivi a quelli portati sul mercato italiano dagli altri paesi. solo cosi' si puo', PARLARE DI FARE CONCORRENZA A PRODOTTI ESTERI. ROBERTO EX FERROVIERE

21/11/2013 - 19:07

AUTORE:
Ivana

Il PD dovrebbe mettersi d'accordo con se stesso. Dovrebbe fare una seria autocritica sulle scelte fatte in Valdinievole in materia di Ospedale, i Sindaci di centro-sinistra per primi!

Ecco cosa scriveva Niccolai nel 2011.

http://www.valdinievoleoggi.com/a12657-niccolai-pd-le-cartoline-a-rossi-sono-solo-un-operazione-strumentale.html