Valdinievole OGGI La Voce di Pistoia
  • Cerca:
  • 23:06 - 12/6/2024
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

E non è finita ancora manca via Del Gallo e rotonda vigili ed anche via dei Colombi soldi Esselunga speriamo bene. . . . ormai dopo le elezioni?
Spetterà alla nuova amministrazione. . . .
PODISMO

I biancorossi della Silvano Fedi, con le gare di questa settimana, sono arrivati alla ragguardevole cifra di 60 successi stagionali.

BASKET

Nella giornata di lunedì 10 giugno, il presidente di Estra Pistoia Basket Ron Rowan, ha fatto visita al governatore della Regione Toscana, Eugenio Giani.

BASKET

Resoconto della stagione del settore giovanile della Nico Basket.

BASKET

A.S. Estra Pistoia Basket 2000 comunica che non è stata esercitata l’opzione, prevista dal contratto, per la permanenza in biancorosso di Angelo Del Chiaro.

PODISMO

Organizzata dalla Doganaccia 2000 con la collaborazione tecnica della Asdc Silvano Fedi di Pistoia e della lega Uisp di Pistoia si è disputata l’edizione 2024 della ‘’Doganaccia Trail’.

TIRO A SEGNO

Ha avuto luogo presso il poligono del Tiro a segno nazionale, sezione di Pietrasanta, la quarta prova regionale toscana con le armi ad aria compressa e la seconda prova regionale con le armi a fuoco, entrambe valevoli per il campionato italiano.

IPPICA

All’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme è partita la stagione numero 109 con una riunione di trotto serale che ha accolto oltre 1000 spettatori.

RALLY

Un ritorno alle gare che da una parte ha fatto notizia e che dall’altra, per la prima parte di stagione ha guardato soprattutto a riprendere gradualmente motivazione, ritmo e organizzazione generale.

none_o

Sarà inaugurata venerdì 14 giugno alle 17 nella biblioteca San Giorgio.

none_o

Raccontami un libro – Consigli di lettura di Valentina.

Ferragosto nella valle
quanto caldo che mi assale.

La grande .....
ZODIACO
di Sissy Raffaelli

Oroscopo giugno 2024

IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Il segno del mese.

Se avete Perdite occulte sulle vostre tubazioni, abbiamo sempre .....
L'agenzia formativa e per il lavoro Cescot Pistoia ricerca addetto/ .....
PESCIA
Pranzo di solidarietà per il popolo palestinese a Stiappa

30/9/2012 - 16:54

Domenica 7 ottobre, Legambiente, in collaborazione con il Circolo Arci di Stiappa e il Comitato  Pistoiese per la Palestina, organizza un pranzo di solidarietà per il popolo palestinese,al Circolo Arci. I posti disponibili non sono molti. Prenotare quanto prima teleonando a Barbarina Tel. 3391046769.

 

In allegato il volantino con tutte le informazioni

Fonte: Comunicato stampa
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




5/10/2012 - 9:32

AUTORE:
Marco Conti

Sig. disoccupato,

io non sono iscritto all'ARCI. Questo non significa non appoggiare un'azione giusta che comporta sviluppo del senso civico e umano (il vero dramma di sempre).
Siamo in guerra? E' vero. Ma chi la combatte per noi? La gente che si lamenta quando le cose pubbliche le toccano direttamente ma quando non hanno problemi se ne fregano del resto del mondo hanno fatto e fanno tuttora milioni di italiani (anche disoccupati)?
Non è lo statalismo che ci ha portato a questo disastro, ma il menefreghismo e il credere alle favole dell'economia che si regola da sola (lei se non è utile a tale sistema è ritenuto semplicemente un oggetto da buttare via).
Forse non tutti hanno ben presente la situazione. Il nostro comune o provincia o regione, non vivono in un universo proprio. Se ci sono guerre e disperazione in altri luoghi è matematico che questi vengono a influire anche a casa nostra (questa è una cosa oggettiva e non morale). Molti pretendono come se gli fosse tutto dovuto.
Dia battaglia a chi pensa solo a se stesso e non a chi cerca di migliorare il mondo con l'educazione civica e la solidarietà.

4/10/2012 - 18:47

AUTORE:
Disoccupato

Sig. Conti io non faccio confusione. Una organozzazione come l'ARCI in questo momento qui dovrebbe pensare al proprio territorio e ai suoi problemi. Lungi da me il non capire i problemi di altri popoli, importanti, ma in questo momento qui noi siamo in GUERRA. Guerra allo statalismo che ci ha ridotto cosi, in guerra contro i politici che vivono oggi in un altro mondo, in guerra per cercare di mangiare tutti i giorni, pagare le bollette (le più alte d'europa) ecc. ecc. siamo al livello del dopo guerra.
La sua organizzazione (ormai non credo più di appartenerci) dovrebbe fare le cene per aiutare persone come me, alla DISPERAZIONE e non riempieri si la bocca con il popolo Palestinese o altri.
Mi sembrate il Rotary o i Lions.....
Forse fra 10 anni anch'io mi potro permettere la cena per i palestinesi ma oggi nessun palestinesi o associazione araba fa le cene per aiutarei milioni di persone come me.
Grazie Arci per l'aiuto.
Uno dei 2.000.000 di disoccupati (più palestinesi).

3/10/2012 - 17:59

AUTORE:
Marco Conti

sig. disoccupato,

lei fa solo una gran confusione. Cosa c'entra il costo delle armi che ha citato con un popolo a cui è stata tolta la terra in cui vivevano e che viene massacrato sistematicamente?
Succede che se ti ammazzano la famiglia in un raid aereo, in un'operazione di annientamento (piombo fuso), ti tolgono l'acqua per spingerti ad emigrare o t'impediscono di pescare, si diventi alquanto nervosi e si passi alle vie di fatto. Ma perché l'Italia non è dotata di armi e non spende quattrini in armamenti quando invece i disoccupati aumentano sempre più?
Se condo lei il problema palestinese si riduce alla loro povertà? E perché un altro Paese gli dovrebbe dare valanghe di denaro quando un altro (Israele) gli ha tolto terra e diritti? Non vedo la connessione fra Saddam, che lanciò i missili su Israele per spingerlo in guerra e conseguentemente essere aiutato dagli altri Paesi arabi e non pensando ai palestinesi (studi sui libri invece che ai tg), e il problema palestinese.
Quindi i suoi problemi personali devono essere risolti da chi s'impegna anche su questo fronte (ma non solo!!!)?
Deve volgere la sua rabbia verso di loro? Tiri fuori le unghie verso questo sistema che regala soldi alle banche e a "imprenditori illuminati" e non se la rifaccia con chi cerca di aiutare il prossimo.

2/10/2012 - 15:06

AUTORE:
Un disoccupato

Caro Marco Conti, io sono un disoccupato che arrivo a mala pena a fine mese,,,,ed ho problemi a MANGIARE. I fratelli arabi tutti vogliono aiutare i palestinesi...con le guerre!!!!. Io non so se tu sai quello che costa un F16 o un Mirage (li aveva Saddam...che lanciava i missili su isdraele per aiutare i palestinesi.....ndr)i fratelli arabi se si armassero di meno e li aiutassero ...forse....Poi non so se sai quanto costa un AK47 dotato di munizione e caricatori....i se ne avessi uno lo venderei per dar da mangiare ai miei figli...loro no!!! Come mai li li hanno tutti?? Nel primo giorno di guerra della prima guerra del Golfo a Saddam hanno distrutto valore di armamenti che se li avesse dati ai palestinesi ....tale popolo sarebbe il triplo più ricco degli svizzeri...e problema risolto palestinese (sono circa un milione e spiccioli i palestinesi).
Quindi mi sembra una presa di culo per gli italiani in questo momento organizzare un pranzo per i palestinesi,,,,,,,,,,,,,,visto i problemi che abbiamo in casa.

2/10/2012 - 11:56

AUTORE:
Marco Conti

Sig. GIULIO,

i problemi sono molteplici nel mondo e ognuno è libero e ha il dovere di lavorare per risolvere quello che più sente vicino. Lasciare un gravissimo problema in disparte porta solo il problema stesso a travolgerci. Con 60 milioni di abitanti ci sono abbastanza persone per occuparci di molti problemi contemporaneamente.
Piuttosto gli italiani si diano da fare in prima persona invece di lamentarsi e basta, visto che è sempre una minoranza a muoversi,
mentre la maggioranza pigra e ignorante pensa che i problemi devono sempre risolverglieli gli altri.

1/10/2012 - 21:44

AUTORE:
giulio

Con tutti i problemi dell'Italia, una bella iniziativa sulla Palestina, ci sta proprio bene! Ma al popolo italiano chi ci PENSA???