Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 09:01 - 16/1/2021
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Quello che in apparenza è un problema di oggi , e cioè di questi sacchi rossi che identificano l"APPESTATO" non è cosa nuova . Nei Promessi Sposi , la vedova con figli si raccomando' a Renzo perché .....
CALCIO

La Cf Pistoiese 2016 ha ricevuto il rifiuto da parte della Torres di rinviare la partita di recupero prevista per domenica prossima a Sassari, nonostante avesse offerto agli isolani libertà di scegliere una data anche infrasettimanale.

BASKET

Gli zero punti in classifica di Virtus Cagliari non devono assolutamente trarre in inganno.

CALCIO

La Us Pistoiese 1921 ha il piacere di comunicare che stamattina è stato suggellato l’accordo di sponsorizzazione tra la Pistoiese e la Fabo Spa, leader internazionale della produzione di nastri adesivi, che diventa uno dei principali sponsor del club.

RALLY

Si prospetta un 2021 di grandi manovre e certamente in grado di produrre soddisfazioni per Pavel Group.

BASKET

L’indisponibilità di Botteghi, contrattura per lei, a poche ore dal match, aveva messo in allarme la Nico, anche perché le spezzine sono avversarie di assoluto valore, ma la squadra ha saputo reagire all’ennesima difficoltà e conquistare altri due punti.

CALCIO

Lo stop ai campionati dilettantistici non ha spento l'ardore agonistico degli atleti costretti all'inattività. Ne è la prova Giulio Cipriani, esterno di belle speranze approdato al Montecatini la scorsa estate grazie anche al fiuto del direttore generale Fabrizio Giovannini.

BASKET

Terza vittoria consecutiva per la Giorgio Tesi Group Pistoia, che si rende protagonista di un altro colpo in trasferta battendo la Stella Azzurra Roma con il punteggio di 72-80.

BASKET

Nemmeno il tempo di gioire per la Giorgio Tesi Group Nico Basket, che mercoledì affronterà, di nuovo tra le mura amiche, una squadra esperta e titolata come la Cestistica Spezzina. 

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Anna Wiener.

none_o

Con la mostra L’arte c’è, si riaccendono le luci delle vetrine della biblioteca San Giorgio.

Una cosa è successa,
come esser fuor di testa,
in un paese .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti
FILATELIA
di Giancarlo Fioretti

Il Sovrano Militare Ordine di Malta rende omaggio all'arte moderna.

SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA MARGINE COPERTA

asd " ENERGY .....
Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
 3
Sono disponibili 2 articoli in archivio:
 [1] 
AVVERTENZA: In caso di risposta a un articolo già presente nel forum, si invita i lettori ad usare il comando RISPONDI. Usando questo comando la risposta dell'utente ottiene una maggiore visibilità, perchè viene collocata automaticamente in due spazi diversi. Viene inserita infatti 1) nella prima pagina del forum in successione temporale, come tutti gli altri interventi; 2) viene inserita anche nel riquadro dei DIBATTITI IN CORSO, dove gli articoli rimangono un tempo maggiore.
Il primo lettore che risponde a un tema già presente nel forum e adopera il comando RISPONDI attiva automaticamente un dibattito. Il comando RISPONDI consente di sviluppare dibattiti su temi specifici.
Qui si discute su: Gli errori di Forza Italia sulla pelle dei moderat

AUTORE: Giancarlo Fioretti
email: -

21/11/2020 - 23:47

Il recente 'riposizionamento' parlamentare dell' onorevole Maurizio Carrara, passato dal gruppo di Forza Italia a quello della Lega, non deve assolutamente far gridare allo scandalo.
La nostra Costituzione ( che Benigni definisce giustamente la più bella del mondo) NON prevede il vincolo di mandato.
E meno male, aggiungiamo noi! Il vincolo di mandato renderebbe i parlamentari delle marionette nelle mani dei partiti, che ne muoverebbero le fila né più né meno come fa il puparo con i Pupi siciliani.
In definitiva, voler abolire la libertà di cambiare idea politica sarebbe come voler abolire la libertà di divorziare, in nome di un 'castrante' principio di coerenza.
In un Paese civile, le Libertà si tutelano. Non si limitano, come vorrebbe oggi il populismo più becero.
Per cui, tanto di cappello all'onorevole Carrara che, obbedendo alla sua coscienza politica, ha ritenuto opportuno compiere il sempre attuale 'salto della quaglia'. Un dubbio, tuttavia, ci sorge.
Non tanto per Carrara che, usando un linguaggio da sala corse, "ha fatto il suo gioco". Un dubbio assai grande ci assale riguardo all' operato del suo ex partito: Forza Italia.
Nello scontro elettorale che, nel nostro collegio, vide contrapposti Fanucci per il centrosinistra e Carrara per il centrodestra, Forza Italia batté i pugni sul tavolo chiedendo di poter esprimere il candidato del proprio schieramento.
E lo fece in nome di una pretesa 'moderazione' politico-sociale del suo rappresentante, giudicato meglio digeribile rispetto ad una eventuale candidatura emersa dalla Lega o da Fratelli d'Italia.
Alla faccia! In un lasso di tempo piuttosto breve ( pochi anni...) Carrara ha garbatamente archiviato il liberalismo e l'adesione al sin troppo decantato Partito Popolare Europeo per gettarsi, 'anema e core', fra le braccia pelose di un Salvini che è tutto meno la quintessenza della moderazione.
Forza Italia sbandiero' il proprio candidato come un imprenditore di successo ( su questo niente da ridire), che si sarebbe mosso, in chiave locale, come il Sublime Silvio Berlusconi si era destreggiato sul piano nazionale.
Sempre con la barra ben posizionata al centro e con la moderazione usata come 'metro per tutte le cose'.
Alla faccia!
Diciamocela tutta: Carrara moderato non lo è mai stato nella sua avventura parlamentare. A testimoniarlo vi è anche e soprattutto il commento al vetriolo con cui il senatore Mallegni (responsabile di Forza Italia per la Toscana), lo ha congedato giorni or sono quando è stato reso pubblico il suo passaggio alla Lega.
Mallegni, senza tanti giri di parole, ha accusato Carrara di essere sempre stato un corpo estraneo al partito, non partecipandone alla vita ed alle dinamiche interne. Non ha detto 'serpe in seno'. Non lo ha detto ma .....lasciamo stare...
Ma, se Carrara tanto moderato non era, perché il gruppo dirigente di Forza Italia lo volle fortissimamente contro Fanucci spacciandolo appunto per 'moderato'?
Le vie della politica sono più tortuose del cammino di un ubriaco, ma la memoria del Corpo Elettorale è, talvolta, più estesa di quella di un elefante.
Mallegni, Lapenna, Boni e compagnia cantante hanno, in definitiva, reclamizzato un prodotto ( senza offesa per l' onorevole Carrara, ci mancherebbe..) ben sapendo di propinarne un altro.
Mike Bongiorno ( peraltro berlusconiano di ferro..) avrebbe proposto una bella 'tiratina di orecchie' per la sopracitata Triade forzista che, speriamo in buona fede, a suo tempo si fido' di un candidato sì in doppiopetto, ma con a pelle la verde canotta della Lega.
Ma Forza Italia, nella sua filiale pistoiese, a suo tempo, era troppo impegnata a sparare bordate contro Edoardo Fanucci che, dati di fatto alla mano, è stato l'unico parlamentare che, negli ultimi anni, ha avuto la Valdinievole nel cuore. Forza Italia voleva, in ogni modo, evitare l'elezione di un deputato progressista e Riformista con la Erre maiuscola, che avrebbe potuto 'pescare' nel suo bacino elettorale fatto, a onor del vero, in massima parte da elettori moderati e riformisti.
Adesso il suo parlamentare eletto come moderato, siede gomito a gomito con i Salvini-boys.
Dante parlerebbe di legge del Contrappasso...
----------------  RISPONDI





In risposta a: Gli errori di Forza Italia sulla pelle dei moderat del 21/11/2020 - 23:47
Un verminaio in nome dell'autonomia
AUTORE: vincenzo
email: -

22/11/2020 - 8:27

Io a queste considerazioni metafisiche sulla condotta umana degli eletti , ci ho sempre creduto poco .

Se la Costituzione prevede che il rappresentante eletto rappresenti l'elettore pur non essendone condizionato in alcun modo , questo non significa che il proprio rappresentante sia il rappresentante di se stesso e non altro .

Attenzione a questo trabocchetto concettuale,

L'interpretazione "legale" dell'articolo 67 è interpretato dai rappresentanti in maniera che i padri della Costituzione , probabilmente non avrebbero voluto .

La frasi che se non esistesse la possibilità del rappresentante di far come vuole nell'interesse comune sarebbe un vulnus , diviene spesso , troppo spesso , fare il proprio interesse .

Questo poi significa che talvolta si assista o si sospetti il mercato delle vacche .

Il nodo è anche che le candidature sono appannaggio esclusivo delle segreterie di partiti che hanno aspetto completamente differente dal concetto Costituzionale. Di fatto infine l'elettore e l'elettorato non sono più di fatto collegati .

Purtroppo vediamo di fatto una rincorsa a mantenere la propria sedia per il futuro . Ora che le sedie sono diminuite e i numeri delle precedenti elezioni sono dimezzati , per due partiti più votati alle ultime elezioni , si assiste a un si salvi chi può , altro che vincoli etc .

Per Berlusconi ?

Fa il gioco di sempre e che sempre gli è riuscito . E' troppo bravo a pensare al Nazareno e fino a Scilipoti .

Ha già ottenuto l'emendamento Mediaset (vedi) ed ora torna in sella annunciando che tornerà il primo partito italiano .

Mala tempora currunt .
----------------  RISPONDI





Sono disponibili 2 articoli in archivio:
 [1]