Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 23:06 - 05/6/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Il purista Roberto si scandalizza per l'uso sconsiderato della parola c. . . o.
Salvo dizionari datati in cui se ne lamenta un uso volgare sia nel definire l'organo riproduttore maschile , sia nell'uso .....
IPPICA

All’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme convegno di trotto del giovedì pomeriggio con sette corse in programma valide per la seconda uscita stagionale.

CALCIO

La società Larcianese comunica di aver raggiunto l’accordo con il l’allenatore che guiderà la squadra nella prossima stagione sportiva.

RALLY

Motori accesi al 1° Virtual Rally Valdinievole e Montalbano. Dal 1° giugno e per tutta la settimana, le strade della provincia di Pistoia saranno proiettate in un confronto che ha richiamato un plateau di partecipanti di assoluto livello. 

BASKET

La prima novità in casa Nico è la collaborazione con l’Associazione “Anna Maria Marino”, avvenuta già a fine della scorsa stagione grazie alla Dottoressa Jacqueline Magi che ne è Presidente Onorario. 

RALLY

Sull’onda dell’entusiasmo riscontrato dal primo approccio “virtuale” di molte delle realtà motoristiche più importanti a livello nazionale, le scuderie Jolly Racing Team e Art Motorsport 2.0 hanno deciso di organizzare il 1° Virtual Rally della Valdinievole e del Montalbano.

BASKET

Scegli il rossoblu di sempre. Quanto sei attaccato ai colori rossoblu? Chi è il giocatore che ti ha fatto sognare? È arrivato il momento di eleggere il giocatore rossoblu italiano di sempre.

CICLISMO

Dieci candeline, oltre 30 000 euro donati in beneficenza e tante soddisfazioni e emozioni. Parliamo dell’Avis Bike Pistoia, società ciclistica amatoriale e organizzatrice della Gran Fondo Edita Pucinskaite.

RALLY

Jolly Racing Team e Laserprom 015 annunciano che il 36° Rally della Valdinievole, anticipato al 2 e 3 maggio dalla data di origine di una settimana dopo nel calendario sportivo, viene rinviato a data da destinarsi.

none_o

La recensione della settimana da parte della libreria Mondadori è dedicata a un libro di Matteo Bussola.

none_o

Copit ha presentato, presso la sua sede di Pistoia, il volume “Archivio storico della Ferrovia Alto Pistoiese - Appendice”.

Oggi il popolo decide
col suffragio universale
quale sia la .....
FILATELIA
di Giancarlo Fioretti

Il valore filatelico sarà presentato il 24 maggio.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Tutto ebbe inizio il 10 aprile 1912 con la partenza del Titanic dal porto di Southampton.

Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
cerco qualsiasi mansione x impegno mia giornata sono dinamico .....
PISTOIA
Vittorio Sgarbi in visita alle mostre di Fondazione Pistoia Musei

16/10/2019 - 18:08

Un ospite speciale ha visitato ieri nel primo pomeriggio le mostre di Fondazione Pistoia Musei, Pistoia Novecento 1900-1945 a Palazzo de’ Rossi e Italia Moderna a Palazzo Buontalenti: il critico d’arte, opinionista e personaggio televisivo Vittorio Sgarbi ha infatti deciso di trascorrere a Pistoia un paio d’ore, intrattenendo i visitatori presenti in mostra con osservazioni, battute e ironiche digressioni.


Su entrambi gli allestimenti Sgarbi si espresso in termini positivi, elogiando il progetto di rilancio culturale di Fondazione Pistoia Musei e i progetti scientifici che sono alla base delle due mostre.
 
“Utilissima la mostra del primo Novecento pistoiese – ha dichiarato Sgarbi – che ha consentito a me di conoscere meglio gli autori che già conoscevo e conoscere quelli a me sconosciuti e di grande interesse, scoprendo tra l’altro una personalità che sarà mia cura trasferire in ambito veneto, avendo la presidenza di alcune istituzioni come la Fondazione Canova e il Museo Mart a Rovereto, e cioè Corrado Zanzotto (fratello del più grande poeta del secondo Novecento, Andrea Zanzotto), di cui c’è una bellissima scultura e una parte di opere della sua collezione”.


Sulla mostra Italia Moderna 1945-1975 – a cura di Marco Meneguzzo, che espone una selezione delle opere di Intesa Sanpaolo fino al 6 gennaio 2020 – il critico d’arte si è espresso così: “È una mostra che indica l’importanza di alcune istituzioni bancarie e fondazioni che hanno collezioni straordinarie, come quella di Intesa Sanpaolo, che ne ha fatto un museo in Piazza della Scala a Milano e di cui qui vediamo un segmento, un segmento importante che va dal Dopoguerra al 1975. La mostra racconta quello che è accaduto in Italia e il tentativo di muoversi in un linguaggio che sostanzialmente è quello astratto e poverista”.
 
E ancora: “Si tratta di una mostra molto precisa, molto puntuale, molto utile, e indica – come il curatore ha rappresentato – un percorso di idee tese su cui si può avere anche qualche delusione, perché quel momento lì, in cui la pittura è totalmente denegata, è un momento in cui l’arte riflette su se stessa, sul suo significato, e arriva ai minimi termini, fino a chiamarsi Arte povera”.


Rassegne di tutto rispetto – ha concluso quindi Vittorio Sgarbi – mostre importanti e belle, che consentono ai pistoiesi e ai turisti che le visitano di arricchire la loro conoscenza di artisti spesso invisibili perché di proprietà privata o altri sparsi in varie località”.
 
Il benessere e la crisi è il titolo della seconda tappa della mostra Italia Moderna 1945-1975 – allestita a Palazzo Buontalenti in via de’ Rossi 7, a cura di Marco Meneguzzo e visitabile fino al 6 gennaio 2020 – che rende omaggio all’Italia degli anni Sessanta e Settanta, mettendo in relazione il contesto storico, politico e sociale con quello artistico. In mostra, tra le altre, opere di Castellani, Staccioli, Rotella, Schifano, Pascali, Kounellis, Boetti, Penone, Merz, Fabro, Pistoletto.
 
A Palazzo de’ Rossi, invece, Pistoia Novecento 1900-1945 a cura di Annamaria Iacuzzi e Philip Rylands, che consente di leggere le vicende artistiche cittadine del primo Novecento attraverso le opere dello scultore simbolista Andrea Lippi e del pittore futurista Mario Nannini; di Francesco Chiappelli, Alberto Caligiani, Giulio Innocenti fino alla Scuola pittorica pistoiese attiva tra le due guerre, di cui fece parte anche il giovane Marino Marini: Renzo Agostini, Pietro Bugiani, Alfiero Cappellini, Corrado Zanzotto, Umberto Mariotti, Egle Marini. È anche l’occasione per ammirare opere di artisti non pistoiesi ma, per vari motivi, legati alla città come Galileo Chini, Giovanni Costetti e Achille Lega.

Fonte: Fondazione Pistoia Musei
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: