Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 23:12 - 14/12/2017
  • 581 utenti online
  • 29772 visite ieri
  • [protetta]

Domenica sera 10 dicembre, si sparge la voce di avverse condizioni meteo in arrivo. La Protezione Civile locale, tranite l'Ufficio di Polizia Municipale, avverte che ci potrtebbero essere delle sospensioniu .....
TAEKWONDO

Si conclude con una medaglia d’argento e un secondo posto la Junior cup 2017 per  Rudy Semola capitano del gruppo sportivo Kin Sori Taekwondo asd, società guidata dal maestro Simone Niccolai, nella categoria cinture nere senior – 58 kg.

CALCIO

La società lo aveva detto già da tempo e adesso, nonostante un budget non certo dei più importanti, ecco che arrivano i rinforzi attesi. Il Valdinievole Montecatini dà fondo a tutte le proprie risorse ed energie per risalire la china e per cercare di salvarsi nel girone E della serie D.

VOLLEY

Solo vittorie nell´ultimo turno di gare per le formazioni giovanili del Centro tecnico territoriale Monsummano.

CALCIO

Pubblichiamo i risultati delle squadre giovanili del Montecatini Murialdo.

CALCIO

È diventato l'appuntamento sportivo che da tradizione chiude le festività natalizie in Valdinievole, organizzato per il quarto anno consecutivo dai Giovani Granata Monsummano.

PODISMO

Dominio degli atleti marocchini nella edizione 2017 della “Corsa di Babbo Natale”, gara podistica di 10 chilometri organizzata dalla società Montecatini Marathon.

BASKET

Continua il periodo no della Gioielleria Mancini Shoemakers che incappa nel 4° stop consecutivo nella tana dei Castelfranco Frogs.

VOLLEY

Secondo posto solitario nel girone B (a -2 dalla capolista Euroripoli), quarta vittoria consecutiva, settimo match chiuso 3-0 dall'inizio del campionato. 

none_o

Opere contemporanee dedicate a Luigi Tenco nel 50° anniversario della sua morte.

none_o

La recensione di questa settimana a cura della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata all'ultimo libro di Donato Carrisi.

Comunque

Chissà se saprò
trovare le note
poste nell'ombra .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Pietro Leopoldo I fu il vero artefice della nascita termale di Montecatini.

PERSONAGGI DELLA VALDINIEVOLE
di Giovanni Torre

Pietro Baragiola fu un grande industriale brianzolo venuto da noi nel lontano 1883.

SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA asd
" ENERGY LATIN DANCE .....
Marcella Bertocci Masso fisioterapista, Insegnante Master Yoga, .....
none_o
Commissario Montagna: "Faremo interventi su strade, basta attacchi da campagna elettorale"

30/11/2017 - 9:55

PESCIA - Il commissario prefettizio Silvia Montagna interviene sulla petizione inviata al Comune e inerente le manutenzioni del fondo stradale delle vie comunali della Montagna pesciatina.
 
"Si prende atto della petizione, recentemente inviata, con la quale viene segnalata la carenza della manutenzione del fondo stradale delle vie comunali ricadenti nella nostra montagna pesciatina. La situazione del patrimonio viario, non solo montano, é purtroppo ben nota all’ente. Le carenze di bilancio impongono ogni anno scelte oculate e sofferte, mirate a destinare le poche risorse disponibili evitando di penalizzare servizi  basilari.

Le amministrazioni che si sono succedute, hanno concentrato gli interventi nella manutenzione dei plessi scolastici esistenti e nella costruzione di nuovi, nel rispetto della vigente normativa sulla sicurezza:obiettivo prioritario  per la salute di alunni e bambini.

 

E’ stata quindi omessa dal bilancio dell’ente da oltre quindici anni, la previsione della spesa di investimento e  manutenzione straordinaria, con conseguente, forte, degrado dello stato manutentivo delle viabilità e dei servizi ad essa connessi (illuminazione, segnaletica ecc).

 

Dal punto di vista della manutenzione ordinaria (cioè spesa corrente), le cose non sono andate meglio con il pensionamento, in pochi anni, di oltre il 70% dei cantonieri in servizio e uno stanziamento minimo (circa 50.000 euro/anno), per far fronte a tutte le necessità manutentive, di oltre 500 chilometri di viabilità comunale.

Solo recentemente l’amministrazione comunale ha inserito nel piano annuale delle opere pubbliche 2017, un primo intervento di straordinaria manutenzione, per l’importo lordo di €. 300.000 di cui circa 50.000 stralciati e destinati a interventi di diversa manutenzione, peraltro già realizzati.

La cifra rimanente, pari a netti €. 193.306,29 oltre Iva di legge 22%, è stata interamente destinata alla manutenzione delle viabilità montane. E’ bene sottolineare, sin da subito, che detta somma appare esigua e totalmente insufficiente a colmare le esigenze manutentive di un patrimonio viario abbandonato da troppo tempo, ma costituisce pur sempre un valido punto di partenza, per l’attuazione di un programma di interventi da portare avanti, in più annualità, finalizzato alla totale sistemazione e messa in sicurezza delle nostre strade.


Nell'ambito di detto programma, con delibera di giunta n°217/16,  è stato approvato il progetto esecutivo per gli “Interventi di ristrutturazione e messa in sicurezza di tratti di viabilita': asfalti, dissesti e sistemazioni varie”. Con detto progetto vengono individuate una serie di opere ritenute prioritarie, relative ai tratti viari considerati più significativi e dissestati, quindi più bisognosi di interventi primari.

 

Trattasi di interventi mirati a ripristinare sedi stradali dissestate, che assumono una forte importanza sul territorio, in quanto tendenti a ristabilire condizioni minime di sicurezza per il transito veicolare, ciclistico e pedonale.

 

A seguito di ripetuti sopralluoghi, rilievi e verifiche, l’amministrazione comunale ha deciso di concentrare le risorse disponibili,  sulle seguenti viabilità:


A) Via Val di Torbola (vari interventi saltuari in tutto il tratto compreso tra la frazione di Pietrabuona fino a oltre la frazione di Pontito);
B) Via del Traspo (vari e diffusi interventi in tutto il suo sviluppo compreso tra la intersezione con Sp Val di Forfora e la frazione di Vellano).

 

Si rileva che, rispetto alle necessità riscontrate, si è reso necessario, per rimanere nei limiti finanziari assegnati,  prevedere l'esecuzione di interventi puntuali solo  per alcuni tratti delle viabilità suddette, (maggiormente dissestati),  in quanto l’esigenza complessiva avrebbe necessitato di un budget di spesa ben superiore.


In progetto sono state comunque riportate tutte le necessità manutentive delle  due tratte viarie,  sebbene la loro realizzazione non sia al momento economicamente ricompresa nell’ambito dell’appalto, di modo che risulti possibile, per l'amministrazione comunale,  farle eseguire con le eventuali economie conseguite in fase di gara e/o con altre risorse finanziarie, eventualmente recuperate in seguito.


La tipologia delle opere previste in appalto, si può suddividere in tre principali categorie di intervento, che variano sostanzialmente tra loro, oltre che per la metodologia di approccio, per lo spessore e profondità di intervento di bonifica.


Per taluni tratti,  più ammalorati,  è stata prevista una scarifica profonda che va ad incidere anche sulla sottostante massicciata stradale, con successiva ricostituzione della pavimentazione bituminosa nel suo strato di base (binder) e soprastante tappeto di usura. Considerate le caratteristiche montane della viabilità oggetto di intervento, il tappeto di usura verrà realizzato con conglomerato bituminoso 0/10 a granulometria media, in grado di assicurare maggiore aderenza agli autoveicoli.


Nei tratti meno dissestati verranno realizzati interventi caratterizzati da scarifiche più o meno profonde a seconda della necessità o da ricariche, con conglomerato bituminoso, nei tratti fortemente avvallati, in modo da consolidare la piattaforma stradale. 

Come evidenziato, i lavori previsti dal progetto riguardano interventi più o meno sostanziali sulle pavimentazioni stradali bitumate, graduati a seconda dell’attuale stato di deterioramento delle stesse. Esulano invece dal progetto, per ovvi limiti economici,  eventuali interventi di carattere strutturale o di difesa del suolo, (opere di contenimento e/o sostegno),  tesi a garantire la stabilità dei versanti ove si sviluppano le predette viabilità. Tali interventi, se necessari,  saranno oggetto di specifico progetto.
 
Nonostante le ben note vicende che hanno interessato questo Comune negli ultimi mesi, gli uffici preposti hanno regolarmente portato avanti il programma e indetto la procedura di gara per l’affidamento dei lavori. Tale procedura, avviata nello scorso mese maggio, risulta oggi in fase di conclusione.


Attualmente sono in corso i riscontri,  previsti dall’art 80 e 83 del D.Lgs 50/2016,  circa la sussistenza dei requisiti “morali” e tecnico professionali dell’impresa vincitrice nonché, contestualmente, le valutazioni della documentazione giustificativa dell’offerta pervenuta  dall’impresa, così da poter concludere la procedura di gara ed aggiudicare definitivamente l’appalto, entro al fine di questo mese di novembre, salvo, ovviamente, riscontri negativi. Successivamente si potrà addivenire alla sottoscrizione del contratto di appalto e al conseguente inizio dei lavori.


La stagione invernale non favorisce, purtroppo, la realizzazione dei lavori di asfaltatura, per la cui esecuzione ottimale si renderà necessario attendere il prossimo periodo primaverile, caratterizzato da temperature più miti. Tuttavia al fine di eliminare almeno i pericoli più incombenti, sarebbe intenzione dell’ente realizzare, non appena sottoscritto il contratto di appalto, un primo intervento di risanamento delle buche e dei margini laterali dissestati. Tale intervento si prevede che possa essere realizzato, condizioni meteo permettendo,  nei prossimi mesi di dicembre/gennaio.
 
Al riguardo preme evidenziare, come sempre più spesso alcuni personaggi siano soliti “attaccare” il comune, sui “social network”, circa la mancata manutenzione di tratti di viabilità di proprietà di altri enti (Regione/Provincia), ricadenti all’interno di questo territorio comunale. Appare pertanto tendenzioso imputare al Comune competenze non proprie. In proposito si richiama il combinato disposto di cui agli art 2 comma 7 e dell’art 14 comma 1,  del D.lgs 285/1992 “Nuovo Codice della Strada, che attribuisce le competenze manutentive agli enti proprietari delle strade, ancorché queste attraversino centri abitati (nb non comuni!) con popolazione inferiore ai 10.000/ab.


Il Comune non può provvedere alla manutenzione dei tratti di strada di proprietà altrui,  non avendo nè le competenze né l’autorità, né tantomeno la garanzia assicurativa per gli eventuali operatori. Si capisce l’imminenza della campagna elettorale e la volontà di taluni personaggi di cavalcare il malcontento per acquisire maggiore consenso e visibilità, ma le notizie e soprattutto le norme di legge, vanno e devono essere riportate correttamente al fine di non fuorviare l’opinione pubblica.
 
In ultimo preme ribadire che l’intervento manutentivo di cui si tratta, avrà senso solo se entrerà a far parte di un programma articolato su più esercizi finanziari, teso al recupero del  patrimonio viario comunale, al fine di non vanificare le attività. Si anticipa che un ulteriore intervento manutentivo del patrimonio viario,  verrà inserito anche nel bilancio preventivo 2018, così da dare seguito alla azione avviata".

Fonte: Comune Pescia
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




2/12/2017 - 19:07

AUTORE:
ROBERTO

gentilissimo Commissario, non posso altro che dire la
mia. Nel nostro comune, attualmente da lei ammonistrato, da ben diverse amministrazioniormai passate, non si è mai preso in considerazione, altro che all'acqua di rose, cosa significhi le manutenzioni delle strade, altro che rattoppi che poco giovano nel tempo. Certamwnte la colpa di tutto questo sfacelo non è la sua, ma dei sindaci che l'anno preceduto, solo, l'ultimo avrebbe avuto buone intenzioni, ma aime' sappiamo tutti, cosa è accaduto si è pensato sempre a tutto all'infuori del bene comune, come strade, illuminazione scuole trasporti e viabilita'. Il debito quarda caso nelle passate amministrazioni passate, ma non troppo, il debito è sempre cresciuto, non è che si debba rivedere anche le gare di appalto.
Il comune, non dewve essere la solita mucca carolina, dove gli impresari mungono da anni. Credo che lei commissario debba attualmente far ben poco, se non portare il sua mandato alle prossime elezioni, mandato che mi sembra, nessuno lo puo' negare, ha portato avanti e lo sta portando con notevole interesse per il bene comune.Sono spiacente ma lei sta lavorando in un vespaio, pensando che chi sara' eletto sindaco, possa riportalo con alveari vuoti, cosa molto dubbia, le vespe ci saranno sempre di piu', perche' lo punzichieranno in cambio di qualche cosa. Buon lavoro roberto michelotti

1/12/2017 - 13:48

AUTORE:
Vito Masi

Salve , pur essendo d'accordo con il rifacimento delle strade collinari e montane del comune di Pescia , rimango a dir poco incredulo che si trascuri di menzionare strade importanti in condizioni miserrime .
Parlo di via Leopoldo Galeotti dove abito , via di collegamento che partendo da P.zza Mazzini conduce all'Esselunga , passando attraverso il vecchio mercato dei fiori in abbandono , la caserma dei Vigili del Fuoco , il Palazzetto dello Sport ed infine il Commissariato di Polizia per poi arrivare alla "rotatoria Esselunga" . Tale via è in uno stato pietoso , i suoi "marciapiedi" sono da cross o stile percorso tattico/militare , mia moglie è anche caduta (altezza ferramenta Atum lato opposto) e non abbiamo denunciato nessuno perchè un Comune così disastrato ci fa Pietà.
Ma leggere queste cose è il colmo , sentirsi anche prendere in giro no .
Per questo ho scritto di getto , a mò di sfogo , anche se come sempre chi di dovere se ne fregherà altamente , ma abbia almeno il pudore di tacere .
Vito Masi