Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 12:10 - 20/10/2021
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Partiamo dalla rivista La difesa della razza nata a seguito delle leggi sulla difesa della razza del 1938.
Il fondatore e direttore era l ideologo Telesio Interlandi.

Giorgio Almirante , delfino .....
JU JITSU

Lo scorso  16 ottobre al Palatorrino di Roma si sono svolti i campionati italiani di Brazilian Ju Jitsu della Federazione Italiana Grappling Mixed Martial Arts, dove  ha partecipato l'iscritto al Sap Manuel Loiacono, 24enne.

HOCKEY

Fine settimana vincente per la società pistoiese.

BASKET

Ha dovuto rimontare almeno due volte la Gema, ma lo ha fatto nel momento clou della partita vinta a Pontassieve 68-75 con un allungo nell’ultima frazione da 26 punti segnati e appena 16 subiti.  

BASKET

Torna il Campionato a Monsummano ed è debutto casalingo per la Gioielleria Mancini che affronta il Basket Calcinaia per l’incontro valevole per la seconda giornata di campionato.

BASKET

Dopo la sconfitta patita nel derby contro San Giovanni Valdarno nel primo turno di campionato, la Nico Basket, targata Giorgio Tesi Group, porta a casa due punti importanti contro un’altra formazione solida e quotata come Umbertide.

PUGILATO

Il borghiggiano miguel bachi nella serata di ieri sera a Firenze a disputato un match molto duro dopo sette mesi di inattività.Si trova affrontare il pugile della sempre avanti Firenze drillon thaci con molta più esperienza, match parte subito acceso da entrambi gli angoli con ritmo elevato!

RALLY

L’ufficialità è arrivata dopo il Rally Città di Pistoia, ultima manche a calendario.

CALCIO A 5

Due serate all’insegna del divertimento e della passione calcistica. Sono questi gli ingredienti che hanno caratterizzato le due serate della 2° edizione del “Trofeo delle associazioni”.

none_o

Consigli di lettura di Maria Valentina Luccioli.

none_o

Le opere della giovane pittrice pesciatina Bartò prendono la volta della Spagna.

Erano pochi, erano violenti,
gridavano “boia chi molla”, .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti

Viene considerato uno degli esponenti più significativi della Scuola Pistoiese.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti

La parabola umana e artistica di Leda Rafanelli abbraccia tutto il Novecento.

cerco bilocale affitto 300 o 350 euro zona Pescia, grazie arredato. .....
cerco casa in affitto euro 300 350 al mese
CASTELLI DELLA VALDINIEVOLE
di Giovanni Torre
La storia e le origini di Massa, Cozzile e Verruca

15/1/2017 - 14:46

Le origini di Massa sono da collegare con un insediamento agricolo risalente al III-IV secolo d.c. situato sulle prime pendici delle alture. Il borgo presenta l’aspetto di un centro medievale fortificato con mura che, a quei tempi, avevano ben sette torri oggi andate distrutte come il resto della fortificazione, escluso due porte di cui quella “ai Campi” dove si accede al borgo e l’altra denominata porta “Fontana”.


Tra la fine del X ed il XII secolo, il territorio massese fu sottoposto al controllo dei signori di Buggiano. Tuttavia con la nascita del comune rurale e della nascita dell’autogoverno (primi anni del XIII secolo), questo sostituì i signori feudali nella gestione del potere locale restando comunque sotto la giurisdizione di Lucca. Questo durò fino al 1328 anno della morte del console a vita Castruccio Castracani, lasciando a Firenze sia Massa che gran parte della Valdinievole. Con Firenze i rapporti furono ottimi riuscendo ad ottenere benefici come la Podesteria autonoma da Buggiano fino alla fine del XVIII secolo poi unita a Buggiano.


Il castello di Cozzile fu edificato nel XII secolo, probabilmente era una costruzione con compiti di vedetta sul territorio, in età medievale fiorente castello grazie all’agricoltura, oggi appare come un piccolo borgo perfettamente conservato che mantiene il fascino dei castelli fortificati di quell’epoca, stradine strette, piccole case una accanto all’altra, una piazzetta centrale con il classico pozzo, il Palazzo ottocentesco De Gubernatis con il suo profilo merlato che imita i veri manieri medievali.


Il castello di Verruca sorse alla fine del Duecento ed era l’avamposto pistoiese verso i castelli lucchesi della Valdinievole. I massesi lo conquistarono e fu abitato fino al 1631, i suoi abitanti emigrarono a Massa, oggi la vegetazione ricopre totalmente il luogo, visibili solo la porta d’ingresso del castello, e la cisterna che conteneva l’acqua piovana utilissima per vivere in quel luogo oltre ad alcuni resti delle mura.


di Giovanni Torre

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: