Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 21:05 - 30/5/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Semplicemente, esistono cose come la grammatica, l'ortografia e la sintassi.

Certo, son solo convenzioni, create però per favorire la comprensione utilizzando regole comuni.

Sicuramente a .....
BASKET

La prima novità in casa Nico è la collaborazione con l’Associazione “Anna Maria Marino”, avvenuta già a fine della scorsa stagione grazie alla Dottoressa Jacqueline Magi che ne è Presidente Onorario. 

RALLY

Sull’onda dell’entusiasmo riscontrato dal primo approccio “virtuale” di molte delle realtà motoristiche più importanti a livello nazionale, le scuderie Jolly Racing Team e Art Motorsport 2.0 hanno deciso di organizzare il 1° Virtual Rally della Valdinievole e del Montalbano.

BASKET

Scegli il rossoblu di sempre. Quanto sei attaccato ai colori rossoblu? Chi è il giocatore che ti ha fatto sognare? È arrivato il momento di eleggere il giocatore rossoblu italiano di sempre.

CICLISMO

Dieci candeline, oltre 30 000 euro donati in beneficenza e tante soddisfazioni e emozioni. Parliamo dell’Avis Bike Pistoia, società ciclistica amatoriale e organizzatrice della Gran Fondo Edita Pucinskaite.

RALLY

Jolly Racing Team e Laserprom 015 annunciano che il 36° Rally della Valdinievole, anticipato al 2 e 3 maggio dalla data di origine di una settimana dopo nel calendario sportivo, viene rinviato a data da destinarsi.

BASKET

Pur essendo nell’aria ormai da settimane, la notizia della chiusura anticipata dei campionati è stata una bella botta su un duplice piano: sanitario, poiché ha denotato che la situazione sanitaria anziché migliorare stava peggiorando.

BASKET

È arrivata ieri pomeriggio la notizia che la Lega Basket Femminile ha deciso, come aveva già fatto per i campionati regionali, di procedere con lo stop definitivo dei campionati. È una notizia che ci fa rimanere con l’amaro in bocca, nonostante si comprenda benissimo la gravità della situazioni sanitaria che sta affliggendo l’Italia.

PODISMO

Annullata la camminata ludico-motoria "Corri e cammina insieme" prevista per il 5 aprile.

none_o

La recensione della settimana da parte della libreria Mondadori è dedicata a un libro di Matteo Bussola.

none_o

Copit ha presentato, presso la sua sede di Pistoia, il volume “Archivio storico della Ferrovia Alto Pistoiese - Appendice”.

Grazie di cuore a tutto il personale sanitario, in prima linea .....
FILATELIA
di Giancarlo Fioretti

Il valore filatelico sarà presentato il 24 maggio.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Tutto ebbe inizio il 10 aprile 1912 con la partenza del Titanic dal porto di Southampton.

cerco qualsiasi mansione x impegno mia giornata sono dinamico .....
Sono un giovane fotografo , mi chiamo Jacopo, e sono andato .....
PESCIA
Natali (I Montagnardi): "Quale il destino del rifugio Uso di Sotto? Da un mese nessuna risposta dal Comune"

6/11/2013 - 18:43

Francesca Natali, presidente pro-tempore dell'associazione "I Montagnardi", interviene sul futuro del rifugio "Uso di Sotto".

"L’associazione "I Montagnardi" desidera comunicare di aver inviato, circa un mese fa, una lettera scritta al sindaco e all’assessore alla montagna, per avere notizie e chiarimenti in merito alla prolungata chiusura del rifugio "Uso di Sotto" e all’assegnazione dello stesso alla Protezione Civile di Pescia, e che tale lettera, a oggi, non ha ricevuto nessuna risposta.


La nostra associazione vuole mettere a conoscenza tutti i cittadini del fatto che è passato circa un anno e mezzo dalla chiusura del bando con cui si sarebbe dovuto assegnare il rifugio e, nonostante ripetute sollecitazioni, deve rilevare, suo malgrado, che il rifugio "Uso di Sotto" risulta essere tuttora chiuso.


Per molti anni l’associazione “I Montagnardi” ha garantito la massima disponibilità e accessibilità della struttura, con l’apertura nei fine settimana da aprile a fine ottobre e la possibilità di prenderla in affitto, da parte di coloro che ne facevano richiesta, nei mesi invernali. E attraverso l’organizzazione di camminate ed escursioni, attività musicali, feste, campi estivi per minori, pranzi sociali e a tema, ecc, l’associazione ha cercato di promuovere il posto e, di conseguenza, l’intera montagna pesciatina, presso numerosi gruppi e cittadini.


Ci preme sottolineare che una chiusura prolungata provoca una grave disaffezione che può compromettere tutto il lavoro fatto nelle precedenti gestioni. Chiediamo pertanto che l’amministrazione comunale, se non è in grado di assegnare il rifugio, prenda i provvedimenti necessari a permetterne al più presto la riapertura".

Fonte: I Montagnardi
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




7/11/2013 - 10:50

AUTORE:
Alessio

E' stato molto triste vedere quanta gente è passato di lì senza la possibilità di prendere un caffè, una fetta di dolce o un panino, e mi è mancata la bella festa della castagna. Io sono tra quei Pesciatini che vivono la montagna, che dovrebbero essere di più per capire di cosa stiamo parlando, a volte mi sono schierato dalla parte dell'amministrazione comunale perchè cerco di capire anche i loro problemi... Ma la decisione di togliere l'affidamento ai Montagnardi che per anni, e con sacrificio, avevano tenuto aperta e operativa la struttura veramente non l'ho mai capita. SAREBBE UTILE RITORNARE SULLE SCELTE FATTE E RIVEDERE IL TUTTO?
Alessio Giusti

7/11/2013 - 7:00

AUTORE:
Nico

Assolutamente d'accordo con Agata. E nello specifico, vedere una struttura come il Rifugio dell'Uso inutilizzata, quando fino a poco tempo fa aveva anche una sua utilità sociale è davvero un peccato.

6/11/2013 - 21:00

AUTORE:
Agata

È la solita storia....il Comune (parte della maggioranza) ha deciso che la svizzera pesciatna diventi esclusivamente una riserva di caccia a disposizione di una cinquantina di persone che per divertimento spara ogni tanto a qualche animale. tutto il resto deve essere messo in secondo piano. Si è giá visto con la proposta dell'ecomuseo, con la rete Valleriana. Il rifugio attira gente che percorre il territorio e rompe le scatole.