Valdinievole OGGI La Voce di Pistoia
  • Cerca:
  • 03:03 - 04/3/2024
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Esiste per me una domanda che occorrerebbe fare per sapere chi hai davanti .

A seconda della risposta , puoi confrontarti , o tirar di lungo perché perdi il tuo tempo .

La domanda è :

Quanti .....
SCHERMA

La Scherma Pistoia – Chianti Banca torna sul tetto d’Europa grazie al proprio alfiere Fabio Mastromarino.

ATLETICA

L’Atletica Pistoia si conferma tra le grandi realtà master italiane. Ai Campionati italiani individuali indoor master, tenutisi al Pala Casali di Ancona, la società pistoiese ha conquistato 3 medaglie d’oro, 12 d’argento e 9 di bronzo; quinto posto tra le donne e tredicesimo fra gli uomini.

TIRO A SEGNO

La sezione di Tsn pisana, sprovvista momentaneamente dell’impianto di Bersaglio mobile, ha chiesto e ottenuto solo per questa disciplina la collaborazione del Tiro a segno nazionale di Pescia.

CALCIO

Importante riconoscimento consegnato dal presidente Alessandro Dami ad Andrea Guarisa.

BASKET

Non si ferma la corsa della Butera Clinic Nico Basket, che centra il tredicesimo successo consecutivo in trasferta contro Academy Spezia, con il risultato di 48-73.

RALLY

Era tra i più attesi, al circuito di Pomposa (Ferrara), dopo la performance dello scorso dicembre, per la prima prova del Campionato “Race in Circuit” 2024, disputata nel fine settimana passato ed una volta in gara ha confermato le aspettative.

BASKET

Due vittorie, nello scorso weekend, per le formazioni giovanili della Butera Clinic Nico Basket.

BASKET

Dodicesima vittoria consecutiva per la Butera Clinic Nico Basket, che riesce a espugnare un campo ostico come quello di Prato, con il risultato di 56-62.

none_o

Inaugura sabato 2 marzo, presso la galleria del Centro* Montecatini.

none_o

La mostra “Vecchi posti di provincia" è una raccolta di circa quaranta acquerelli.

Ferragosto nella valle
quanto caldo che mi assale.

La grande .....
ZODIACO
di Sissy Raffaelli

Oroscopo marzo 2024 

IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Il segno del mese.

L'agenzia formativa e per il lavoro Cescot Pistoia ricerca addetto/ .....
Skillman. eu Secretariat offre un contratto di lavoro dipendente .....
none_o
In esclusiva per Valdinievole Oggi la crociera del ciclismo di Edita Pucinskaite

22/10/2011 - 9:26

Abbiamo intervistato Edita Pucinskaite,  ciclista professionista dal 1993 al 2010, vincitrice del Tour de France Femminile, nel 1998, del campionato del mondo, nel 1999, e del Giro d’Italia per ben due anni consecutivi,  nel 2006-2007 , con oltre 90 vittorie nel suo palmares. La forte atleta lituana, ormai toscana di adozione,  reduce dalla Crociera del ciclismo, organizzata dalla Gazzetta dello sport, ha ripercorso con noi la sua esperienza.
 
Allora Edita, raccontaci la tua avventura a bordo della gigantesca e graziosa nave MCS Orchestra 
“Siamo partiti il 7 ottobre dal porto di Genova per poter toccare i  più bei porti della Spagna,  del Portogallo e  di Gibilterra . La  Crociera del ciclismo, nata l’anno scorso, ha accolto quest’anno ben 160 biciclette, un terzo in più rispetto all’edizione precedente. Il viaggio all’insegna delle due ruote  in questo “gommone” di 300 metri di lunghezza con 3000 passeggeri a bordo è volato via in 9 giorni e 8 notti con 4 uscite in bici. Tutto ciò è stato reso possibile grazie sia alla collaborazione tra l’agenzia Viaggi e Cultura e la Gazzetta dello Sport, sia all’apporto fondamentale di Davide Cassani e della sua squadra.  Infatti a guidare e coordinare lo staff di esperti, oltre che tutta la carovana rosa composta da uomini e donne (circa 10%), è stato proprio lui, il competente commentatore Rai, la voce più conosciuta per chi segue  i grandi eventi del ciclismo professionistico.”


In che modo sei stata coinvolta in questa esperienza?
“Ho avuto l’onore di essere stata invitata a far parte dello staff Cassani, composto  da 9 guide (più 3 meccanici), tra quali ex professionisti di varie generazioni tra i quali Max Lelli, Roberto Poggiali,  Claudio Santini e altri. Il compito di noi guide consisteva nel gestire il proprio gruppo, portando cioè a termine l’uscita programmata, con tanto di dati inseriti nei navigatori Garmin.  Ho accolto con entusiasmo questa proposta per due motivi: la bici, dopo l’attività agonistica che ho svolto per un paio di decenni, è oggi per me strumento di passione, in tutte le sue forme. Ammirare il mondo dall’altezza di un sellino, senza fretta e senza ossessioni del risultato, conoscere persone provenienti da ogni parte d’Italia che come me, amano questo stile di vita, è stato un vero e proprio arricchimento culturale. In secondo luogo, mi è stata offerta una grande opportunità, anche in prospettiva di una collaborazione futura. Per questo ringrazio gli organizzatori.”
 

I gruppi di ciclisti come sono stati formati?

“In base al livello della preparazione, sono stati selezionati 5 gruppi, ognuno composto da 30-40 ciclisti. Questi ultimi potevano contare sull’esperienza di due guide collegate con le radioline, una in cima ed un’ altra in fondo al proprio plotone. I chilometri percorsi, sempre a scalare in base ai vari gruppi sono stati dai 120km ai 40 km. Ogni unità aveva anche la propria scorta tecnica al seguito con un meccanico, ruote di ricambio, bibite. A me, in coppia con Claudio Santini, è stato affidato il secondo gruppo, ovvero il secondo miglior gruppo di cicloamatori. “

 

Quali mete avete toccato?

“Genova-Malaga-Cadice-Lisbona-Gibilterra-Alicante-Barcellona-Genova, sono state le tappe toccate durante la navigazione, mentre 4 sono state invece le pedalate organizzate a Malaga, Cadice, Lisbona e Alicante. Ogni partecipante ha ricevuto in omaggio la maglia rosa della Gazzetta dello Sport . Dello stesso rosa, colore della maglia leader del Giro d’Italia, si coloravano le vie e le salite dei luoghi toccati dalla carovana. Il tempo ci ha davvero graziati con  le sue temperature estive ed il sole pieno. La fatica in salita, le fermate al bar, le macchinette fotografiche, le foto ricordi, i sorrisi stampati, i  tuffi in piscina e nella vasca idromassaggi, un drink o una birra in una nuova compagnia di amici conosciuti durante le uscite: ecco alcuni flash delle nostre vacanze.
Inoltre ogni sera si svolgevano meeting e discussioni riguardanti temi  cari ai ciclisti come l’alimentazione, la preparazione e l’allenamento del ciclista. Le serate  erano condotte da Angelo Zomegnan, vicedirettore della Gazzetta dello Sport e organizzatore storico del Giro d’Italia, dal team manager del Team Colnago,  Bruno Reverberi e da Davide Cassani."

 

I lati positivi  di questa crociera?
“Le porte aperte a tutti, ma veramente a tutti. Nessun appassionato deve avere il timore o la preoccupazione di non essere all’altezza. Nel gruppo c’erano ragazzi giovani e signori (e signore) in pensione, cicloamatori evoluti che gareggiano e cicloturisti che non conoscono la fretta. C’è stato inoltre il tempo per le escursioni in terra e per lo shopping, proprio perché le uscite in bici non erano l’unica meta del viaggio, ma un’intelligente inserto in una vacanza “movimentata”. La vita da crociera ormai si sa, è un navigare nel lusso, tra vari ristoranti e centri benessere, palestre, piscine all’aperto, con una vita notturna fatta di musica di ogni genere, ballo, animazione, giochi, concorsi e tanto divertimento. I famigliari che non hanno pedalato non sembravano per niente annoiati. E’ stata l’occasione ideale per conoscere ancor più alcuni noti personaggi, ma non solo. Le nuove amicizie arricchiscono sempre. Non aggiungo altro.”

 

Ed il prossimo anno?

“La Crociera del Ciclismo, dovrebbe essere ripetuta due volte, cambieranno gli itinerari, ma non muterà certamente lo stile e la filosofia. Per concludere, credo che questa iniziativa, per chi ama pedalare, viaggiare, conoscere sia un’esperienza tutta da vivere. Provare per credere.”

 

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




9/11/2011 - 16:55

AUTORE:
daniele

Ciao e alla prossima.
daniele da Viareggio

22/10/2011 - 18:25

AUTORE:
mauro

Quoto in toto l'articolo di Edita. L'opportunità di averla conosciuta è valsa da sola il prezzo del biglietto. Grandi tutti comunque, nessuno escluso.
Al prossimo anno. Ciao.