Valdinievole OGGI La Voce di Pistoia
  • Cerca:
  • 20:06 - 16/6/2024
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

E non è finita ancora manca via Del Gallo e rotonda vigili ed anche via dei Colombi soldi Esselunga speriamo bene. . . . ormai dopo le elezioni?
Spetterà alla nuova amministrazione. . . .
GOLF

Sabato 15 e domenica 16 giugno, presso il circolo La Pievaccia del Montecatini Golf, Bonvicini Fashion Gallery & Stores organizza grazie al main sponsor Peuterey la gara di golf più attesa di tutta la stagione.

CICLISMO

Domenica 16 giugno si svolgerà la manifestazione ciclistica “14° edizione Gran Fondo Edita Pucinskaite”. Per permettere l’iniziativa sono previste alcune modifiche alla viabilità.

CALCIO

Si è conclusa con la vittoria ai tempi supplementari il torneo dei Rioni di Ponte Buggianese che ha visto trionfare il rione Anchione Ponte di Mingo e Vione sul Centro Nord per 2-0.

TAEKWONDO

Primo campionato internazionale di combattimento per la categoria Kids cinture rosso/nere al Kim e Liu’ 2024 di Roma con l’Europeo Italy Open e straordinario podio per Sofia Palomba, pluricampionessa Italiana di taekwondo.

PODISMO

I biancorossi della Silvano Fedi, con le gare di questa settimana, sono arrivati alla ragguardevole cifra di 60 successi stagionali.

BASKET

Nella giornata di lunedì 10 giugno, il presidente di Estra Pistoia Basket Ron Rowan, ha fatto visita al governatore della Regione Toscana, Eugenio Giani.

BASKET

Resoconto della stagione del settore giovanile della Nico Basket.

none_o

Mostra collettiva Foreigners in Venice. Inaugurazione sabato 15 alle 17,30.

none_o

Sarà inaugurata venerdì 14 giugno alle 17 nella biblioteca San Giorgio.

Ferragosto nella valle
quanto caldo che mi assale.

La grande .....
IL MONDO IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

Teste di mazzancolle in pasta

ZODIACO
di Sissy Raffaelli

Oroscopo giugno 2024

Se avete Perdite occulte sulle vostre tubazioni, abbiamo sempre .....
L'agenzia formativa e per il lavoro Cescot Pistoia ricerca addetto/ .....
none_o
Come riconoscere i segni di abusi e violenze: i numeri del nostro territorio

24/11/2023 - 15:37

PROVINCIA - Come riconoscere i segni degli abusi e delle violenze e i percorsi attivi sul territorio: dalla presa in carico in pronto soccorso fino agli interventi dell’autorità giudiziaria. Lo hanno spiegato i referenti del “Codice Rosa”, in una tavola rotonda, che si è svolta all’ospedale San Jacopo e preceduta dai video, pubblicati sul canale aziendale "https://www.youtube.com/c/usltoscanacentro"https://www.youtube.com/c/usltoscanacentrocon i contributi di: Eleonora Dini, medico pediatra, Cristina Cascini, infermiere coordinatore pronto soccorso, Claudia Cantini, geriatra, Cristina Banchi, infermiera dottorato di ricerca Active Ageing Forlilpsi-Unifi, Sabrina Sergio Gori, medico di famiglia Casa della Salute di Quarrata, Manuela Petrucci, insegnante psicoterapeuta del Liceo Statale Forteguerri di Pistoia.

L’iniziativa, promossa dalle direzioni sanitaria e infermieristica in collaborazione con Onda  (Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere) è stata introdotta dal direttore sanitario e direttore della rete ospedaliera aziendale Lucilla Di Renzo che ha ringraziato gli operatori per quello che fanno ogni giorno per aiutare le vittime: "dal momento in cui in pronto soccorso viene assegnato l’identificativo per l’attivazione del ‘Codice Rosa’ agli atti sanitari successivi che prevedono l’avvio del percorso di assistenza e protezione sul territorio. Tale percorso - ha aggiunto Di Renzo - è presente in tutti i pronto soccorsi della nostra Azienda Sanitaria".

Anche Silvia Mantero, direttore della zona/distretto pistoiese e Fabio Pronti, direttore della struttura gestione infermieristica Pistoia, insieme a David Nucci, presidente Opi, hanno valorizzato l’impegno degli operatori in questo importante percorso e nel saper cogliere anche i segnali più nascosti (per esempio durante gli accessi domiciliari degli infermieri: vere e proprie “sentinelle”) di un fenomeno che, purtroppo, non riguarda solo le donne.


Mantero, anche in rappresentanza del presidente della Sds pistoiese, ha ricordato la rete dei professionisti, gli interventi del servizio sociale e delle associazioni di volontariato molto attive e di supporto negli interventi di protezione, oltre all’instancabile opera di sensibilizzazione e prevenzione. 

I dati. Dall’inizio dell’anno allo scorso 15 ottobre sono stati 61 i casi presi in carico nel pronto soccorso (PS) del San Jacopo: l’85% donne, il 15% uomini, con un’età media di 41 anni. Il 67% delle vittime era di nazionalità italiana. Violenze sessuali, sospetti abusi sessuali, aggressioni fisiche, violenze in gravidanza ma anche episodi di violenza assistita da minori rappresentano la triste casistica. In genere tra vittima e aggressore c’è un rapporto di parentela: nel 94% dei casi l’aggressore maschile è comunque una persona conosciuta. Dei 61 casi, 47 hanno esitato con la denuncia in Procura. 
 
I numeri, purtroppo, non raccontano ciò che vedono i sanitari: la brutalità delle aggressioni. 

 
Questo grave quadro è trasversale nella popolazione: sono coinvolti anche bambini, anziani e disabili. Dall’inizio dell’anno ad oggi sono stati ben 11 i bambini e gli adolescenti ricoverati in nella pediatria di Pistoia per violenza sessuale (1 caso), incuria (4), azioni suicidarie (2), e maltrattamento (4).


Frequenti accessi in pronto soccorso per la riacutizzazione di patologie croniche negli anziani costituiscono un altro campanello d’allarme per l’ambito geriatrico: sono sempre più frequenti gli episodi che emergono di anziani che subiscono violenza fisica, piscologica, incuria assistenziale ma anche abusi finanziari. In questo caso le vittime provengono sia dal territorio che da strutture. Solo il 15% degli anziani riesce però a chiedere aiuto e sono gli operatori sanitari (principalmente geriatri e personale infermieristico) e i Medici di Famiglia che si recano al loro domicilio che riescono ad intercettare i fattori di rischio  ed attivano i conseguenti interventi di tutela. 

L’iniziativa si è conclusa con l’intervento di Severina Romano, vicecommissario polizia di Stato, che ha elogiato il lavoro dei sanitari: “tramite le vostre segnalazioni i casi sono aumentati  in quanto riuscite ad individuare immediatamente le situazioni gravi: i referti che ci trasmettete sono attenti e puntuali– ha detto- grazie al vostro lavoro come autorità giudiziaria  attiviamo subito il ‘Codice Rosso’ che ci permette di applicare misure cautelari che vanno dall’allontanamento fino a quelle coercitive per impedire la reiterazione del comportamento. Grandi passi avanti sono stati compiuti in questi anni nella prevenzione e nella repressione del fenomeno, anche grazie alle numerose iniziative di sensibilizzazione come questa di oggi al San Jacopo”. 
 
Di seguito gli argomenti e gli interventi:  
 
“L’accoglienza della vittima in pronto soccorso”
Luca Piacenti Infermiere pronto soccorso, Irene Giacomelli medico pronto soccorso, Claudia Cantini medico geriatra,  infermiera coordinatrice pediatria Stefania Magnanensi

“La rete territoriale del Codice rosa”
Valentina Raimondo assistente sociale referente Codice Rosa, Sos servizio sociale territoriale zona Pistoia

“Effetti psicologici della violenza” 
Sabrina Melosi psicologa referente Codice Rosa, Uf consultoriale Valdinievole

Fonte: Asl
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: