Valdinievole OGGI La Voce di Pistoia
  • Cerca:
  • 09:06 - 23/6/2024
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Ho l impressione che vi sia successo quello che avevo previsto da tempo
BASKET

Fabo Herons Montecatini ha il piacere di annunciare l'ingaggio dell’ala Nicola Mastrangelo.

BASKET

A.S. Estra Pistoia Basket 2000 comunica di aver raggiunto, nella giornata odierna, l’accordo per la rescissione consensuale del contratto con coach Nicola Brienza.

PICKLEBALL

Il 22 e 23 giugno, presso Sport Village Toscana, si terrà l'evento dal titolo 'Finale nazionale pickleball Msp Italia', alla sua prima edizione, presso gli impianti sportivi di via del Bruceto.

PODISMO

Ancora una Silvano Fedi protagonista nelle corse di questo fine settimana. 

BASKET

Il progetto, fortemente voluto da tutta la dirigenza Herons, e da tutte le società allo stesso partecipanti, parte con il massimo entusiasmo e con due obiettivi principali da realizzare.

PODISMO

Con la perfetta organizzazione del gruppo podistico Trekking e camminate Croce Oro in collaborazione con il gruppo donatori sangue Avis di Montale si è corsa nella località al confine con la provincia di Prato la gara podistica competitiva ‘’Sudatina Montalese 2024’’.

RALLY

Dimensione Corse è ancora protagonista. La scuderia pistoiese si è elevata nel confronto a squadre espresso dal Rally di Reggello, appuntamento valido per la Coppa Rally di Zona 7.

CALCIO

Prenderà il via sabato 22 giugno prossimo il Torneo dei Rioni del comune di Serravalle Pistoiese che, come ogni anno, gode del patrocinio del Comune.

none_o

Si inaugura sabato 22 giugno alle 18 la mostra “Giallo incanto – Tour 1960; Undici artisti per Gastone Nencini”.

none_o

Raccontami un libro, di Ilaria Cecchi.

Ferragosto nella valle
quanto caldo che mi assale.

La grande .....
IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Segno del mese.

IL MONDO IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

Teste di mazzancolle in pasta

Se avete Perdite occulte sulle vostre tubazioni, abbiamo sempre .....
L'agenzia formativa e per il lavoro Cescot Pistoia ricerca addetto/ .....
none_o
Comitato cittadini: "La Valle del Pescia e le sue fragilità idrogeologiche"

13/11/2023 - 8:53

PESCIA - Il Comitato per i cittadini della Valle del Pescia interviene sulle fragilità idrogeologiche del territorio.

 
"La Valle del Pescia si presenta come una delle tante vallate cosìddette alluvionali, formatesi nelle ere geologiche del passato. E’ percorsa da due torrenti principali e da alcuni fossi secondari che scorrono verso il Padule di Fucecchio e il fiume Arno.

 

A partire dal 1600, con le prime bonifiche, il percorso di tali torrenti che prima scorrevano liberi, è stato regimato e costretto in un alveo ben definito.


A partire dalla metà del 1900, oltre al consueto utilizzo agricolo, c’è stato un imponente utilizzo del territorio con insediamenti abitativi, nuove strade, attività artigianali e industriali. Tutto ciò è andato ad aggravare il già fragile assetto del territorio, senza tenere di conto delle opere idrauliche necessarie a compensare il peso maggiore che i fossi esistenti venivano a sopportare.


La riflessione che vogliamo fare con il presente articolo è rivolta alla Pescia di Collodi e alla Pescia di Pescia, entrambe con alcuni chilometri di letto di scorrimento al di sopra del circostante piano di campagna, fino a circa 3-4 metri di dislivello. Per la Pescia di Collodi, uno studio uscito nel 2018 stabilisce l’inconsistenza degli argini dall’altezza di via Squarciabocconi al Ponte di San Piero; nel successivo tratto, in direzione sud, il lato sinistro del fiume è corredato di un argine in muratura che, da tempo, presenta profonde lesioni per un tratto di circa un chilometro: la parte superiore del muro si presenta in visibile fase di scivolamento verso l’alveo.


La Pescia di Pescia, per lunghi tratti, a partire dal ponte degli Alberghi in direzione di Chiesina Uzzanese, presenta gli argini composti da terreno sabbioso e quindi soggetto a facili cedimenti durante le precipitazioni importanti. Inoltre si rilevano tratti con importanti accumuli di sedimento, che alzano il livello del letto ostacolando il normale deflusso delle acque e incrementando così il rischio di erosione degli argini e il loro conseguente collassamento.


Le situazioni sopra descritte sono state più volte portate all’attenzione dei vari organi preposti, con visite in loco da noi guidate: fino a oggi tutto quanto è rimasto lettera morta”.

Fonte: Comitato per i cittadini della Valle del Pescia
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




17/11/2023 - 19:19

AUTORE:
Bibi

Quindi caro Pesciatino , per l alluvione di Firenze abitavo in via Ghibellina e l Arno rivo' oltre quattro metri dalla strada Mi regalarono una stufetta a kerosene ed un bel pannolano colo carne e i soldi per un panino .
Detto questo , la manutenzione dei territorio non ho dubbi sia essenziale .
Per quanto riguarda la piana di Sesto , si tratta di zone bonificate e quindi naturalmente incapaci di assorbire se non lentamente l' acqua piovana .
La bonifica e la gestione dipendono dal consorzio.
Nel tempo,questo territorio è stato urbanizzato selvaggiamente , e il terreno libero per assorbire l acqua sempre meno .
Si sono create vasche di laminazione , ma si sono lasciati arginelli di terra che si sono sempre rotti .
Di fronte alle alluvioni , la pioggia alla fine è provocatoriamente la meno responsabile .
Ls costruzione di abitazioni , fabbriche centri commerciali in una ex palude ha dei responsabili storici .
Ora cercare di addossare la responsabilità a chi talvolta si è opposto a lavori di argini abitati dalle nutrie , non regge.
Chi è responsabile del territorio spesso non ha mezzi e forse capacità .
Ultima considerazione :
Opere pubbliche portano voti e spesso corruzione ma fanno lustro , mentre la manutenzione non porta consensi . Quando poi l,acqua fa il suo dovere cercando di andare al mare si accusano gli ambientalisti e le bombe d acqua.
Le variazioni di clima è altra cosa dalle pioggie che provocano i disastri di Campi .

17/11/2023 - 10:55

AUTORE:
pesciatino

Gran bell'articolo Bibi , non so quanti anni lei abbia, e non conosco il suo percorso intellettivo. Io ne ho circa (a Dicembre ) 83, e di acqua sotto i ponti ne ho vista passare tanta, e' vero, i verdi mi stanno antipatici , credono di sapere gestire la natura, ma poi succede quel che succede e si vanno a nascondere come sempre. I fiumi caro Bibi vanno puliti , abbassati , gli argini sono solo per una sicurezza in piu' e non per trattenere le grandi ondate di piena che mettono a repentaglio vite e industrie del territorio. Non sono ne anticomunista ne chicchessia, ma soltanto una persona che guarda alle cose con riguardo e rispetto. Cerco di dire la mia ( siamo in democrazia ) senza offendere nessuno al contrario di lei. Avere i fiumi piu' alti del territorio e' ridicolo e pericoloso, e lo abbiamo appurato il 2 Novembre. Forse lei abita lontano da torrenti o altro, sicuramente non avra' mai avuto danni o perso persone care in alluvioni . Vada a Campi Bisenzio a fare i suoi ragionamenti .

17/11/2023 - 10:21

AUTORE:
Eccolo

È arrivato come al solito dall' estero il fenomeno che vede i comunisti da tutte le parti e non si rende conto dei veri problemi che sono l adeguamento del deflusso delle acque ai tempi che viviamo e all ambiente che si è trasformato nei decenni. Ora o ci adeguiamo o affoghiamo , il resto non conta. Bravi avete fatto un lavoro eccezionale , ora tocca al Consorzio di Bonifica del Padule di Fucecchio , al Genio Civile e alla Regione , fare i lavori necessari per garantire il regolare deflusso delle bombe d'acqua ,non rimediare dopo che si sono creati e subiti i danni, lavandosi la coscienza con una telefonata in di allarme e allerta meteo.....

16/11/2023 - 10:46

AUTORE:
Bibi

Se il territorio risulta gestito in maniera criminale , attribuire responsabilità agli ambientalisti è vergognoso

Chi amministra e non riesce per esempio ad impedire la cementificazione o la costruzione in luoghi inadatti senza curare la manutenzione del territorio è il vero problema .
Poi il pesciatino , anticomunista , ce l ha con i Green .
E così identifica i nemici e l acqua continuerà a fare danno.
Poberetto

15/11/2023 - 23:39

AUTORE:
pesciatino

Come hanno sempre fatto, chiuderanno le stalle quando i buoi saranno scappati. Tipico e ripetitivo. Il buon senso ? Non esiste questa parola nel loro vocabolario, dragare e abbassare il livello del fiume ? Ma scherziamo ? I signori GREEN sarebbero scandalizzati, si rovinerebbe la fauna ittica !! Meglio far allagare tutto quanto ! L'articolo da voi scritto e' semplicemente vero e scritto in maniera che tutti possono rendersi conto di cio' che succede. Grazie.

14/11/2023 - 13:38

AUTORE:
Cittadino

Avete fatto un intervento meraviglioso , dovrebbero dirvi grazie ma tanto se ne fregano tutti e infatti ad oggi non ci sono risposte , forse aspettano che succeda qualcosa. Nel caso succedesse qualcosa , visto la vostra giustissima segnalazione , chi preposto gli farei pagare i danni di tasca propria .
Grazie per la dettagliata segnalazione.