Valdinievole OGGI La Voce di Pistoia
  • Cerca:
  • 07:02 - 27/2/2024
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Gabriele, continui a non arrivarci. Il preavviso deve essere certo fatto, ma le autorità non devono autorizzare un bel niente, al massimo possono vietare per ragioni di ordine pubblico. L'autorizzazione .....
BASKET

Non si ferma la corsa della Butera Clinic Nico Basket, che centra il tredicesimo successo consecutivo in trasferta contro Academy Spezia, con il risultato di 48-73.

RALLY

Era tra i più attesi, al circuito di Pomposa (Ferrara), dopo la performance dello scorso dicembre, per la prima prova del Campionato “Race in Circuit” 2024, disputata nel fine settimana passato ed una volta in gara ha confermato le aspettative.

BASKET

Due vittorie, nello scorso weekend, per le formazioni giovanili della Butera Clinic Nico Basket.

BASKET

Dodicesima vittoria consecutiva per la Butera Clinic Nico Basket, che riesce a espugnare un campo ostico come quello di Prato, con il risultato di 56-62.

BASKET

Undicesima vittoria consecutiva per la Butera Clinic Nico Basket che supera, non senza pochi problemi, il Costone Siena.

RALLY

E’ stata decisamente di spessore, la prima uscita stagionale di Pavel Group, nel fine settimana passato, alla prima edizione del “Tuscany Rally”, in provincia di Siena.

PADEL

Oltre quattro ore di competizione ininterrotta con il numero massimo di coppie pronte ad affrontare i due tabelloni e portarsi a casa importanti premi in palio per la 1° “Coppa Carnevale”.

BOXE

Si avvicina la data in vista dei campionati regionali schoolboy e junior, il 24/25 febbraio a Lucca, dove parteciperà Emanuele Ammazzini junior 70 kg in forza alla boxe Giuliano allenato dal maestro Massimo Bosio di Ponte Buggianese.

none_o

Sarà inaugurata sabato 24 febbraio, alle 17 nell’atrio della biblioteca San Giorgio la personale di Raffaello Becucci.

none_o

Inaugurazione sabato 24 febbraio alle ore 17 al Museo della città e del territorio.

Ferragosto nella valle
quanto caldo che mi assale.

La grande .....
IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Il segno del mese.

IL MONDO IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

Il primo gustoso di febbraio.

L'agenzia formativa e per il lavoro Cescot Pistoia ricerca addetto/ .....
Skillman. eu Secretariat offre un contratto di lavoro dipendente .....
PISTOIA
Tumore al rene: già effettuati 15 interventi in laparoscopia al San Jacopo dopo la fine dell’emergenza Covid

27/4/2023 - 10:10

Nell’ambito della struttura complessa di urologia del San Jacopo, diretta da Michele Marzocco è stata ripresa l’attività della chirurgia del rene e della via urinaria in laparoscopia. Tali interventi sono stati eseguiti dal termine dell’emergenza Covid in quindici pazienti, con un’età media di 66 anni, in una fascia compresa tra i 28 e gli 81. 

“Il tumore al rene e dell’alta via escretrice – spiega Marzocco - si presenta maggiormente intorno ai 60 anni di età, ma è sempre più frequente osservarlo anche nei giovani. L’intervento chirurgico rappresenta il trattamento di elezione quando è presente una patologia oncologica e poterlo effettuare in laparoscopia, offre numerosi vantaggi per i pazienti stessi. Si tratta di una procedura chirurgica altamente complessa che richiede da parte dei chirurghi un’elevata professionalità nell’uso delle apparecchiature mini-invasive di cui le sale operatorie dell’ospedale di Pistoia sono dotate. Il mio team, insieme a Massimo Fedi, direttore della struttura semplice di chirurgia epatobiliare e afferente alla struttura operativa complessa di chirurgia generale diretta da Sandro Giannessi, ha maturato in questo ambito la necessaria e comprovata esperienza”.

Tali trattamenti vengono applicati, per esempio, anche in presenza di patologie benigne, sempre al rene, come ad esempio malformazioni congenite, o quadri di rene escluso con infezioni recidivanti non trattabili in maniera conservativa.


"La stretta collaborazione - prosegue Marzocco- è nata con dei casi che presentavano patologie sincrone come tumore del colon e della via urinaria e calcolosi della colecisti con concomitante tumore del rene. Sicuramente, ciò, ha creato le basi per proseguire questi trattamenti anche negli altri malati; infine la gestione mininvasiva di tumori sincroni è un arma in più da poter sfrutturare con le giuste indicazioni". 

Per il direttore del Dipartimento delle specialistiche chirurgiche Stefano Michelagnoli “l’introduzione al San Jacopo della chirurgia laparoscopica per il tumore al rene conferma la struttura come all’avanguardia e in linea con gli ospedali europei dal punto di vista oncologico. Inoltre, vorrei sottolineare, come la la stretta collaborazione tra diverse unità operative sia possibile e porti a un ottimale risultato per il paziente atestimonianza della continua crescita professionale che avviene nel nostro dipartimento”. 
 
“Aver reintrodotto nel nostro ospedale questa ulteriore opzione terapeutica è motivo di soddisfazione per i nostri pazienti. Anche questi interventi chirurgici si sono sviluppati in modalità sinergica che è ormai una caratteristica che accompagna la realizzazione delle nuove attività al San Jacopo; nel caso specifico abbiamo la cooperazione tra le strutture di chirurgia generale e urologia con il fondamentale supporto degli anestesisti e degli infermieri”- ha dichiarato Lucilla Di Renzo, direttore sanitario del presidio e della rete ospedaliera aziendale.

Un ruolo di rilievo in questa chirurgia è svolto dal personale infermieristico. “La collaborazione degli infermieri nell’effettuare ad esempio il posizionamento è fondamentale per la riuscita dell’intervento stesso perchè deve permettere all’èquipe di agire agevolmente sul campo operatorio. Gli infermieri  oltre al supporto in sala operatoria seguono poi il paziente nel recupero post operatorio in reparto e nelle fasi di mobilizzazione precoce”, aggiunge Paolo Cellini, direttore della struttura complessa gestione infermierista di Pistoia.

Quali sono i vantaggi nell’eseguire l’intervento in laparoscopia lo spiegano Sforza (urologo) e Fedi (chirurgo), in foto: “Mentre l’intervento tradizionale prevede incisioni ampie, necessarie in quanto il rene è un organo retroperitoneale, situato profondamente nella cavità addominale con la tecnica laparoscopica si accede all’interno mediante dei piccoli fori attraverso i quali, con strumenti particolari tra cui una telecamera, si esegue l’intervento. Questa metodica presenta indubbi vantaggi per il paziente: minor dolore e quindi una più rapida ripresa nel decorso post operatorio e ridotta ospedalizzazione (una degenza media di 4 giorni) con una guarigione più rapida mantenendo tutti i canoni della radicalità oncologica come già dimostrato in letteratura”.  

Fonte: Asl
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: