Valdinievole OGGI La Voce di Pistoia
  • Cerca:
  • 19:05 - 26/5/2024
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Ieri sera si è svolto il confronto fra i candidati alla carica di Sindaco di Montecatini Terme. Come tutti gli incontri del genere non ci si poteva aspettare un autentico chiarimento programmatico delle .....
BASKET

Il Cda di A.S. Pistoia Basket 2000 Srl prende atto della lettera di dimissioni del vicepresidente Francesco Giuseppe Cioffi e lo ringrazia per il lavoro svolto in questi anni al fianco della società con passione e senso di appartenenza.

PODISMO

La Silvano Fedi prosegue nel proprio magic moment, confermandosi protagonista sulle strade del podismo toscano.

BASKET

Si è tenuta nella serata di lunedì 20 maggio, la festa di fine stagione per società, squadra e staff tecnico dell’A.S. Estra Pistoia Basket 2000 che, lo scorso venerdì, ha chiuso il proprio campionato dopo aver perso gara-3 dei quarti di finale playoff UnipolSai Lba contro la Germani Brescia.

BASKET

I giovani biancorossi guidati in panchina da coach Eduardo Perrotta, hanno ottenuto tre sconfitte in altrettante uscite ma combattendo alla pari.

JUDO

Sabato 11 maggio si è svolto a Incisa Valdarno il "18 ° Trofeo A. Macaluso" di  judo.

RALLY

Parla “straniero”, il 41° Rally degli Abeti e dell’Abetone, terza prova della Coppa Rally di zona 7, corso in questo week end abbracciato dal rigoglioso verde della Montagna Pistoiese.

CALCIO

Dopo sette lungi anni di interruzione torna per volontà dell’assessore allo sport Fulvio Rosellini, il Torneo dei Rioni a Ponte Buggianese.

BASKET

A.S. Estra Pistoia Basket comunica che, in occasione della gara-2 dei quarti di finale Playoff UnipolSai Lba, il play-guardia Lorenzo Saccaggi ha raggiunto un traguardo molto importante all’interno della storia del club. 

none_o

60 scatti fotografici dell’antropologo e fotografo Marco Aime.

none_o

Nei locali della galleria d'arte Casa Venio in piazza IV Martiri una originale mostra di pittura e scultura.

Ferragosto nella valle
quanto caldo che mi assale.

La grande .....
IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Il segno del mese.

ZODIACO
di Sissy Raffaelli

Oroscopo maggio 2024

L'agenzia formativa e per il lavoro Cescot Pistoia ricerca addetto/ .....
Skillman. eu Secretariat offre un contratto di lavoro dipendente .....
RALLY
Ciocco, tutti i risultati delle scuderie del territorio

12/3/2023 - 21:44

C'è di che sorridere in casa Top Gear Team, che archivia l'impegno del 46° Rally Il Ciocco e Valle del Serchio, primo appuntamento del Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco e della Coppa Rally di Zona 6, con ampie soddisfazioni, frutto dei risultati ottenuti dai due equipaggi del team pistoiese al via, entrambi nel confronto regionale.
Prestazione convincente per i fratelli Giordano, con Davide al volante e Andrea alle note, ai nastri di partenza della gara con la Skoda Fabia Rally2, preparata da Pavel Group, e noni assoluti allo sventolare della bandiera a scacchi. I due fratelli hanno iniziato subito bene la gara, prendendo rapidamente confidenza con la vettura (già utilizzata nella passata stagione) e con i pneumatici Michelin, che impiegavano per la prima volta. Pur avendo piegato il cerchio anteriore sinistro sulla prima ripetizione di “Careggine”, l'equipaggio portacolori della struttura di Serravalle Pistoiese si è ben espresso per tutta la giornata, recuperando la top ten assoluta sull'ultima prova. Ciliegina sulla torta è stato il primato tra gli Over 55 di Davide Giordano, ottimo viatico, per l'ex poliziotto pistoiese, sulla strada alla conferma del titolo regionale in questa categoria.
Bella prestazione anche per l'altro equipaggio al via, quello formato da Davide Rosini e Michele Marcucci. Alla prima esperienza nello stesso abitacolo, l'equipaggio aretino, a bordo della Peugeot 208 VTI Rally4-R2, ha saputo reagire all'errore che l'ha attardato su “Renaio”, e vincendo le ultime due prove è riuscito a strappare il bronzo di classe.
"Un rally molto difficile, ma che ha soddisfatto le nostre aspettative - le parole di Davide Giordano, presidente di Top Gear Team – L'obiettivo che avevamo io e mio fratello era di entrare nella top ten, e con il nono posto ci siamo riusciti. Il percorso era molto impegnativo, le prove sporche ed umide per la pioggia dei giorni scorsi e quindi era facile sbagliare e gettare tutto alle ortiche. Fortunatamente la “pizzicata” che ha piegato il cerchio non ci ha fatto perdere tanto tempo, e con una gara in crescendo siamo risaliti e sono riuscito a portarmi a casa anche la classifica riservata agli Over 55. Sono contento anche per Davide Rosini, un ragazzo giovane che sta facendo esperienza e penso si potrà togliere qualche soddisfazione: il podio che ha conquistato è stato frutto della sua tenacia, e siamo contenti di supportarlo a livello tecnico".

 

Partita con un doppio successo, la stagione in Toscana di Pavel Group, dalle strade del 46° Rally Il Ciocco e Valle del Serchio, nel fine settimana passato, gara d'apertura del Campionato Italiano Assoluto Rally e della Coppa di Zona 6.

Vittoria di forza da parte di Luca Panzani, in coppia per la prima volta con Daniele Spina, conferma dell’alto valore del pilota di Lucca, tornato sulla Skoda Fabia R5 dopo l’ultima sua apparizione con la vettura del “Città di Lucca” dell’anno scorso. Panzani aveva voglia di riscatto dal ritiro del Ciocco lo scorso anno, e l’ha operato alla perfezione, incamerando l’alloro davanti al reggiano Tosi, pilota di grande valore, un fattore che dà ancora più lustro al risultato. Partito al comando con la prova del venerdì sera, Panzani aveva poi sofferto l’iniziativa dello stesso Tosi nelle prime due prove del sabato mattina, ma dal terzo “chrono” ha ripreso in mano le redini della classifica andando poi ad accarezzare per primo la bandiera a scacchi.

Panzani ha dunque avviato l’annata in maniera cristallina ed adesso guarda al futuro prossimo, annunciando che prenderà il via del Campionato Italiano Rally Terra. Affiancato da Francesco Pinelli, sempre con la Fabia R5 firmata Pavel Group, il primo impegno sarà questo fine settimana al Rally della Val d’Orcia, Radicofani, provincia di Siena. Dunque, Panzani torna nel rallismo di vertice dopo alcune stagioni con una partecipazione importante e su un fondo, la terra, da cui manca dal 2018, ma che saprà di certo dargli sensazioni importanti. 

Soddisfazione al Ciocco anche con la seconda Skoda Fabia R5, affidata ai fratelli pistoiesi Davide e Andrea Giordano, Campioni in carica “Over 55”. Erano pronti a riprendere in mano l’argomento per cercare di bissare ed hanno avviato con il piede giusto andando a vincere la categoria e firmando anche il 9° posto assoluto. 

Pavel Group in evidenza anche con Leonardo Pucci, affiancato da Samuela Leporatti, sulla loro Renault Clio RS Gruppo N. Hanno conquistato il successo di classe N3 pur partendo con l’handicap di problemi di alimentazione iniziali, poi risolti con la prima assistenza del sabato mattina. 

 

Sfortunati, invece, Lorenzo Bonuccelli e Mirko Luisotti, con la Renault Clio R3. Reduci da un 2022 fatto di tre gare e due podii e un avvio gara promettente, non hanno potuto dare continuità dovendosi ritirare dopo una “toccata” posteriore ed  un problema dell’impianto frenante.

 

E' iniziata con il segno positivo la stagione di Fabio Pinelli, protagonista sulle strade del 46° Rally Il Ciocco e Valle del Serchio, tappa inaugurale sia del Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco sia della Coppa Rally di Zona 6.

Proprio la gara relativa al confronto regionale ha visto al via il pilota di punta della scuderia Motor Zone Asd, affiancato da Michelangelo Mancini sulla Hyundai i20 N Rally2, esemplare preparato da GB Motors, “calzata” dai pneumatici Hankook, marchio tornato ad essere, in forma diretta e con ancor più sinergia ed entusiasmo, partner del pilota di Buggiano.

La prestazione di Pinelli si è chiusa ai piedi del podio assoluto, in quarta posizione, al culmine di una due giorni di gara nella quale, per il due volte campione regionale assoluto, l'obiettivo primario era ritrovare le sensazioni e gli automatismi propri dell'essere al volante di un'auto da corsa, dopo uno stop di cinque mesi e reduce dall'incidente in cui incappò al Rally del Lazio-Cassino Pico. L'avvio del driver valdinievolino è stato, quindi, molto guardingo, impostando poi la condotta di gara sulla ricerca del ritmo e del setup della vettura. Condizione fondamentale era anche capire e mettere alla prova le nuove coperture fornite da Hankook Motorsport, affinando il materiale a disposizione ed iniziando ad indicare lo sviluppo da seguire: il pacchetto tecnico ha quindi permesso a Pinelli di risalire la china ed avvicinarsi a pochi secondi dal podio.

“Sicuramente non è stata una gara facile, ma è un ottimo punto di partenza per il campionato – le prime parole di Fabio Pinelli – Il meteo degli scorsi giorni ha reso le strade estremamente viscide e sporche, quindi difficile interpretarle ed operare le migliori scelte di assetto. In avvio sono stato molto abbottonato, visto l'incidente dal quale venivo, ma con il passare dei chilometri sono riuscito a capire di più la vettura e le gomme. Proprio sull'aspetto dei pneumatici, lavorerò a stretto contatto con Hankook Motorsport per capire al meglio le caratteristiche dei nuovissimi pneumatici, e sviluppare un set-up adeguato alle mie caratteristiche di guida. C'è ancora tanto lavoro da fare in tutti gli ambiti, io stesso non sono ancora al mio massimo, ed il risultato colto in Garfagnana è stato raggiunto anche grazie a Michelangelo Mancini al mio fianco, che mi ha spronato e coadiuvato, pian piano, nell'alzare il ritmo, ed a GB Motors che mi ha messo a disposizione la vettura, tutta da scoprire, vista la rarità di queste vetture nel panorama nazionale Il prossimo appuntamento sarà il Trofeo Maremma: ci presenteremo con qualche dato in più nel bagaglio, quindi più performanti e desiderosi di fare bene".

 

L’hanno fatta da protagonista, AutoSole 2.0 e FC Competition alla prima uscita della Coppa Rally di 6^ zona, con un grande impegno gratificato dai risultati.

 

Ha chiuso in seconda posizione di “Over 55” il massese Giorgio Sgadò, in coppia con Cristian Panzani, su una Skoda Fabia in versione non evoluta, avvio esaltante della stagione con una prestazione in progressione, utile per ritrovare il feeling con la vettura e per il morale, andando ad affrontare una stagione di spessore. 

 

Sotto la bandiera a scacchi il miglior risultato a livello assoluto è stato centrato da Luca Artino, in coppia con Alessandro Massaro, chiamato "last minute" a sostituire l'indisposto Andrea Gabelloni. Al volante della Skoda Fabia Evo, il pilota di Lamporecchio ha cercato di trovare il feeling con il nuovo compagno di sedile e con prove speciali caratterizzate da fango ed umido, ha firmato alla fine la 10^ piazza assoluta.

 

Sfortunati Andrea Volpi e Gabriele Gentini i quali dopo aver caratterizzato la sfida di vertice si sono dovuti fermare per uscita di strada durante la prova finale quando occupavano la terza posizione assoluta.

 

È con una prestazione cristallina, priva di sbavature, che Gianandrea Pisani si è regalato il vertice del Campionato Italiano Rally Due Ruote Motrici. Il pilota portacolori della scuderia Jolly Racing Team – al volante della Peugeot 208 Rally4 messa a disposizione dal team Laserprom 015 – si è congedato dal Rally Il Ciocco conquistando la vittoria tra le vetture a trazione anteriore e sfiorando la “top ten” da undicesima forza assoluta del primo confronto tricolore. Sulle strade di Mediavalle e Garfagnana, il driver – affiancato da Massimo Moriconi – ha confermato la bontà di un progetto già avviato lo scorso anno sulle strade della massima espressione nazionale ma consolidato grazie ad una comunione d’intenti che ha elevato Laserprom 015 e Michelin, fornitore degli pneumatici.

 

“Il Rally Il Ciocco è sempre difficile ma quest’anno lo è stato particolarmente, con poco grip – il commento di Gianandrea Pisani – abbiamo attaccato nei primi due giri di speciali cercando, poi, di amministrare il vantaggio. Sono felice sia per Laserprom 015 che per Michelin, per Jolly Racing Team e tutti i partner che hanno creduto in questo progetto. Un ringraziamento particolare a Massimo Moriconi, copilota che è salito in macchina con me con scarso preavviso ma che ha portato avanti un lavoro egregio. Adesso, testa al Rally di Alba”.

 

Sfortunata, la gara di Gianandrea Gherardi. Il driver, che aveva concluso il primo giorno di gara in seconda posizione tra gli iscritti alla Suzuki Rally Cup, è stato limitato da un problema all’impianto frenante accusato sulla Suzuki Swift Sport Hybrid fin dalla prima prova del sabato, particolare che ha – successivamente – compromesso la rincorsa alla quarta posizione, mancata nella fase finale. Con Sandro Sanesi a dettare le note, l’alfiere di Jolly Racing Team ha concluso in ottava piazza, rimandando al prossimo appuntamento di campionato le legittime prospettive maturate sui primi chilometri di gara. Seconda posizione di classe Rally4/R2 per Giuseppe Carli, affiancato da Sabrina Cintolesi sulla Peugeot 208 R2, vettura che ha caratterizzato la sua attività sportiva 2022.

 

Dal Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco alla Coppa Rally di Zona con Luca Panzani vincitore assoluto del confronto. Un risultato conquistato al volante della Skoda Fabia Rally2, condivisa per la prima volta con Daniele Spina. Il pilota ha, così, avviato nel modo migliore il proprio percorso stagionale, incentrato nella partecipazione al Campionato Italiano Rally Terra. Quindicesima posizione assoluta per Marco Ramacciotti. Il pilota, all’esordio sulla Skoda Fabia Rally2 messa a disposizione dal team MM Motorsport, ha conquistato la quindicesima posizione assoluta condividendo con Filippo Caturegli una performance crescente, con l’acquisizione degli automatismi della vettura cresciuta sensibilmente nella fase centrale di gara. Vittoria di classe S1600 per Stefano Leporatti e Maurizio Maccioni, su Renault Clio mentre, in terza posizione di classe Rally4, si sono classificati Giacomo Vargiu e Luca Macrini, su Peugeot 208. Quarta piazza di R2 per Giacomo Franceschini e Dario Giacomelli, con il giovane pilota sempre più a suo agio sulla Peugeot 208. In classe A7, chilometri importanti per Fabio Spinelli e Simone Gabbricci, all’arrivo come unici interpreti della classe A7 su Renault Clio Williams. Un obiettivo, quello legato al traguardo, ambito da molti, vista l’elevata selettività delle condizioni di fondo. Seconda posizione di classe Rally5 per Giacomo Martinelli e Carlotta Dallai, su Renault Clio, protagonisti di una performance concreta alla loro seconda collaborazione in abitacolo. Sul secondo gradino del podio di classe N2 si sono elevati Roberto Vannini e Alessandro Forni, su Peugeot 106. Soddisfazioni anche dai copiloti in gara: Chiara Lombardi ha concluso in seconda piazza tra le vetture a due ruote motrici, su Peugeot 208 Rally4, Roberto Micalizzi quinto di classe A5 su Rover MG, Nicolò Micheletti quarto di A0, su Fiat Seicento. Sfortunata gara di Simone Brachi nella GR Yaris Rally Cup, chiamato alla prima collaborazione in abitacolo ma attardato da una “toccata”. Vittoria nell’ERC4 per Luca Guglielmetti, copilota che ha condiviso con Roberto Daprà il Rally di Fafe, in Portogallo, valido per il Campionato Europeo Rally.

 

È stato un weekend dai buoni spunti per Motor Zone ASD, che sulle strade del 46° Rally Il Ciocco e Valle del Serchio, gara d'apertura del Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco e della Coppa Rally di Zona 6, ha chiuso in quarta posizione nella classifica scuderie, relativamente al rally regionale, dove erano schierati tutti i suoi portacolori.

La miglior performance assoluta l'ha colta Fabio Pinelli, navigato da Michelangelo Mancini, che al culmine di una gara in crescendo, con l'obiettivo di acquisire feeling con la Hyundai i20 N Rally2 di GB Motors e le nuove coperture fornite da Hankook Motorsport, ha firmato la quarta posizione.

Primato di classe A6, invece, per Pierpaolo Brozzi e Giada Fiorenza, alla loro prima esperienza nella nuova classe ed impegnati nel rodaggio delle evoluzioni eseguite sulla Peugeot 106 di PalOne Team, struttura gestita dalla stessa navigatrice di Massa e Cozzile assieme al padre. Qualche noia di gioventù alla vettura li ha attardati nella classifica assoluta, non precludendogli comunque la soddisfazione di festeggiare sotto la pedana d'arrivo, dopo una gara difficile.

Coppa anche per Riccardo Vespesiani e Rocco Pempori, saliti sul gradino più basso del podio in A0, con la Fiat 600 Kit dei Fratelli Selmi. L'equipaggio della montagna pistoiese si è ben difeso per tutta la gara, mantenendo la posizione nonostante le noie all'alternatore negli ultimi chilometri.

Debutto, nel mondo dei rally, positivo per Michael Ricci e Gianluca Cuturi, che hanno saputo mantenere calma e sangue freddo quando sono rimasti senza interfono per due prove speciali, gestendo poi le insidie del fondo reso viscido dalla pioggia dei giorni precedenti e portando a casa la 4° piazza di classe N2, con la Peugeot 106 dei Fratelli Selmi. 
Traguardo finale raggiunto anche dal navigatore Sandro Sbrizzi, che ha dettato le note, dal sedile destro della MG ZR 105 dei Fratelli Selmi, al debuttante Giacomo Mori, accompagnandolo in 4° piazza di A5, a pochi secondi dal podio.

Unica nota amara il ritiro di Alessio e Martina Lucchesi: saldamente in quarta posizione di N3, con laRenault Clio RS della Dueemme Motorsport, il pilota lucchese, con la figlia alle note, è stato tradito dal fango nel corso dell'ultima prova, finendo contro un muro e dovendo alzare bandiera bianca.

"Gara positiva per il nostro sodalizio - le parole di Stefano Baldecchi, presidente di Motor Zone ASD -Pinelli e Mancini hanno incamerato punti pesanti per il campionato, in una gara per niente semplice e dove era facile sbagliare. Ottimi risultati anche la vittoria di classe di Brozzi-Fiorenza ed il bronzo colto da Vespesiani-Pempori, e molto bravi i nostri debuttanti assoluti Michael Ricci e Gianluca Cuturi, che hanno superato brillantemente le difficoltà incontrate e non si sono fatti tradire dall'emozione. C'è soddisfazione per il lavoro svolto da Sandro Sbrizzi, visto che ha saputo gestire il suo giovane pilota, anche lui al primo rally, mentre resta il dispiacere per l'incidente che ha coinvolto Alessio e Martina: papà e figlia sono un equipaggio tosto, e certamente sapranno rialzare in fretta la testa."

 

È iniziata all’insegna dei brindisi, la stagione sportiva di Effepi Sport. La scuderia di Casalguidi, rappresentata dal copilota Simone Fruini, ha vinto sull’asfalto del Rally Il Ciocco e Valle del Serchio, appuntamento di apertura del Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco e della GR Yaris Rally Cup 2023, “monomarca” promosso da Toyota Italia che vede come campione in carica proprio l’equipaggio pistoiese.

 

Sulla GR Yaris Evo messa a disposizione e curata in campo gara dal team Lion Motor Events, Thomas Paperini e Simone Fruini hanno consolidato il vertice della classifica del campionato nelle prime fasi di gara, con la vittoria delle prime quattro prove speciali in programma, gestendo il margine sugli inseguitori fino alla pedana d’arrivo e prevalendo con un margine di diciassette secondi sul secondo classificato. Una performance valsa anche la tredicesima posizione della classifica generale, risultato che ha confermato la vettura in termini prestazionali su un fondo particolarmente selettivo, articolato su prove speciali che si sono susseguite tra Mediavalle e Garfagnana.

 

Obiettivo centrato a pieno per la squadra di Casalguidi, realtà che si sta gradualmente consolidando in ambito nazionale e che punterà ad un prestigioso “bis” nella GR Yaris Rally Cup a difesa del titolo conquistato lo scorso anno. Una stagione importante, articolata sulle strade di sei appuntamenti che, dopo il Rally Il Ciocco, chiamerà l’equipaggio sulle strade del Rally di Alba Regione Piemonte, del Rally San Martino di Castrozza, del Rally 1000 Miglia, del Rallye Sanremo e del Rally ACI Monza.

 

Luca Artino, pilota portacolori della scuderia Art-Motorsport, si è congedato dalle strade del Rally Il Ciocco e Valle del Serchio in decima posizione assoluta. Un risultato che non ha assecondato le aspettative nutrite dal pilota di Lamporecchio, chiamato al volante della Skoda Fabia Rally2 Evo messa a disposizione e curata in campo gara dal team Autosole 2.0. Una performance che ha risentito del rimodulamento last-minute dell’equipaggio, legato all’indisposizione fisica dell’abituale copilota Andrea Gabelloni, verificatasi ad un giorno dalla partenza della gara. Una criticità superata grazie alla disponibilità di Alessandro Massaro, codriver che si è seduto al fianco del pilota pistoiese per la prima volta in carriera e che si è reso parte integrante di una collaborazione, quella in abitacolo, costruita sui chilometri dell’appuntamento valido per la Coppa Rally di Zona 6 non avendo avuto possibilità di prepararlo insieme.

 

“Ringrazio Alessandro Massaro, il mio copilota, per aver accettato all’ultim’ora di salire in macchina con me per sostituire Andrea Gabelloni – il commento di Luca Artino – purtroppo abbiamo pagato lo scotto di non aver preparato la gara insieme. Ringrazio anche il team Autosole 2.0 per avermi messo a disposizione una vettura perfetta, confermando tutto il buono riscontrato lo scorso fine settimana sulle strade del Motors Rally Show di Pavia. Siamo riusciti ad esprimerci solo in parte, alternando buone prestazioni ad altre sotto tono, credo che questo rappresenti però un buon punto di partenza in vista dei prossimi appuntamenti”.

 

Per Luca Artino, adesso, si prospetta la preparazione al Rally della Valdinievole, appuntamento casalingo che – nell’ultimo weekend di aprile - lo vedrà ancora al volante della Skoda Fabia Rally2 Evo equipaggiata con pneumatici Pirelli.

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: