Valdinievole OGGI La Voce di Pistoia
  • Cerca:
  • 21:06 - 22/6/2024
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Ho l impressione che vi sia successo quello che avevo previsto da tempo
BASKET

Fabo Herons Montecatini ha il piacere di annunciare l'ingaggio dell’ala Nicola Mastrangelo.

BASKET

A.S. Estra Pistoia Basket 2000 comunica di aver raggiunto, nella giornata odierna, l’accordo per la rescissione consensuale del contratto con coach Nicola Brienza.

PICKLEBALL

Il 22 e 23 giugno, presso Sport Village Toscana, si terrà l'evento dal titolo 'Finale nazionale pickleball Msp Italia', alla sua prima edizione, presso gli impianti sportivi di via del Bruceto.

PODISMO

Ancora una Silvano Fedi protagonista nelle corse di questo fine settimana. 

BASKET

Il progetto, fortemente voluto da tutta la dirigenza Herons, e da tutte le società allo stesso partecipanti, parte con il massimo entusiasmo e con due obiettivi principali da realizzare.

PODISMO

Con la perfetta organizzazione del gruppo podistico Trekking e camminate Croce Oro in collaborazione con il gruppo donatori sangue Avis di Montale si è corsa nella località al confine con la provincia di Prato la gara podistica competitiva ‘’Sudatina Montalese 2024’’.

RALLY

Dimensione Corse è ancora protagonista. La scuderia pistoiese si è elevata nel confronto a squadre espresso dal Rally di Reggello, appuntamento valido per la Coppa Rally di Zona 7.

CALCIO

Prenderà il via sabato 22 giugno prossimo il Torneo dei Rioni del comune di Serravalle Pistoiese che, come ogni anno, gode del patrocinio del Comune.

none_o

Si inaugura sabato 22 giugno alle 18 la mostra “Giallo incanto – Tour 1960; Undici artisti per Gastone Nencini”.

none_o

Raccontami un libro, di Ilaria Cecchi.

Ferragosto nella valle
quanto caldo che mi assale.

La grande .....
IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Segno del mese.

IL MONDO IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

Teste di mazzancolle in pasta

Se avete Perdite occulte sulle vostre tubazioni, abbiamo sempre .....
L'agenzia formativa e per il lavoro Cescot Pistoia ricerca addetto/ .....
MONTECATINI
Comitato Montecatini sud: pannelli fonoassorbenti? Ma non per noi

5/2/2011 - 8:58

Pannelli fonoassorbenti: per molti, ma non per noi.

di  ALESSANDRA DE PAOLA

Intervista a Pierangelo Trinci, presidente del comitato Montecatini Sud-Sud

Cosa vuol dire vivere ai bordi dell’autostrada, senza pannelli fonoassorbenti?

Vuol dire rumore continuo, rumore penetrante del traffico pesante che di continuo affolla il tratto di autostrada di Montecatini, sia in direzione Firenze che in direzione Mare. Non ci sono più momenti in cui il rumore è pochissimo, ormai i flussi sono quasi uniformati, ma ci sono dei momenti in cui è veramente difficile vivere normalmente. La sveglia innaturale dei motori e dei rumori già dalle 6 del mattino mette alla prova il sistema nervoso.

Come nasce il Comitato Montecatini Sud- Sud?

Nel 2005 nella zona di Via Marruota, Via de’ Colombi e tutte le vie limitrofe di quell’area antistante l’autostrada la frustrazione fu tale da permettermi di raccogliere 250 firme per la creazione di questo comitato spontaneo, con l’unico obiettivo di lottare per l’installazione di pannelli fonoassorbenti nel tratto di autostrada prospiciente la città, e troppo a ridosso della stessa. Guardavamo con favore all’esperienza di quei mesi nel comune di Capannori, dove un avvocato specializzato in queste cause fece adire vie legali al comune nei confronti della società autostrade ,vinse, e Capannori vide i pannelli installati proprio in quegli anni.

Quali sono state le vostre mosse, da allora?

Grazie all’aiuto del compianto Angelo Selmi, consigliere comunale di Montecatini e inserito nel panorama di Federconsumatori, provammo a richiedere l’ausilio dello stesso avvocato che aveva risolto il problema al Comune di Capannori. Sembrava tutto facile, l’avvocato ci presentò il suo piano, ma… aveva un costo, quasi € 10.000,00, e noi non li avevamo. Chiedemmo sostegno alla Federconsumatori, ma ci spiegarono che non avevano fondi per aiutarci. Chiedemmo alla amministrazione comunale di allora, ma sembrò difficile sostenere economicamente la causa di un comitato spontaneo. E così, sfumo’ questa occasione, e poi le carte in tavole sono cambiate ancora.

In che senso "le cose sono cambiate ancora" ?

Nel senso che abbiamo per alcuni anni percorso la strada di una richiesta di collaborazione con l’amministrazione Severi, per proporre alla Società Autostrade un piano di installazione dei pannelli fonoassorbenti in cui comparisse un cofinanziamento da parte del comune del 10% sull’importo totale dei lavori; il comune di Pieve a Nievole si propose così allora, ed è riuscito a realizzare i pannelli. Ma per noi, per il nostro comune, ancora una volta questa non sembrò una soluzione percorribile: ci fu detto che il Comune di Montecatini non avrebbe potuto finanziare o cofinanziare un soggetto privato come Autostrade, legalmente impossibile. Ancora oggi non riusciamo a capire come ha fatto allora il comune di Pieve a Nievole ad inviare il cofinanziamento , o come ha fatto il comune di Monsummano. E mentre Pieve a Nievole ha i suoi pannelli ben installati, adesso questa strada non si può più percorrere.

Per quale motivo?

Perché la società autostrade si è "inventata" la terza corsia in questo tratto di autostrada: in tutti gli ultimi incontri e comunicazioni ufficiali hanno detto che non avrebbero potuto più prendere in considerazione proposte anche di cofinanziamento, né del 10% né di percentuali superiori. In sostanza non avrebbero più installato pannelli in questa area fino alla realizzazione della terza corsia. Senza dire quando l’avrebbero iniziata o, peggio ancora, terminata. Infatti hanno restituito i soldi già versati dal comune di Monsummano proprio per questo motivo: Monsummano aveva già versato per intero i fondi per il proprio 10% di cofinanziamento sulla installazione nel proprio tratto di autostrada. E’ di questi giorni la notifica della restituzione.

Quale futuro, allora?

Prima del futuro, pensiamo al presente: l’attenzione suscitata dalla nostra disperata protesta di luglio, l’incontro con il Prefetto e il sostegno dell’amministrazione hanno consentito di consegnare una lettera al Presidente Fratoni, che ha fatto arrivare la stessa all’On. Altero Matteoli, che si è impegnato a tal punto da farne scaturire una interrogazione parlamentare. Questo per noi è importante, ci sentiamo almeno ascoltati, e non eravamo mai arrivati così in alto con la nostra protesta. E per il futuro avremmo qualcosa da dire…

Lo dica, allora

L’unione fa la forza: perché le due amministrazioni di Montecatini e Monsummano non portano avanti la battaglia assieme? Quale beneficio puo’ scaturire dalla lotta separata? Fino ad ora, nessuno. Monsummano vuole andare per vie legali, per una rescissione del contratto con Autostrade che loro ritengono ingiusta: in questo modo saremmo nuovamente divisi nella lotta, perché noi non possiamo unirci a questa causa. Ho letto sul giornale che vogliono andare a fare un sit in di protesta a Roma, ma la protesta che abbiamo fatto qui, rischiando sulla nostra pelle e nel nostro territorio, non l’hanno neppure considerata. Questo rende tutto più difficile.

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




5/2/2011 - 9:53

AUTORE:
Cinzia Silvestri

La lotta al rumore e all'inquinamento coinvolge molte altre zone della Valdinievole. Fanno bene i promotori del comitato a chiedere unità di intenti alle amministrazioni, ma lo stesso comitato dovrebbe aprirsi a quei cittadini residenti in altri quartieri o addirittura in altre città che hanno bisogno di un sostegno per la medesima battaglia.

5/2/2011 - 9:31

AUTORE:
Sudista Montecatinese

Lei sig.Trici è persona preparata e per bene e c'è solo da ringraziarla per quello che stà facendo,ma ,purtroppo l'interlocutore è un gigante ed ho l'impressione che si tratti di una lotta impari.Quello che si richiede nasce da lontano(1930),io stesso ho abitato per 20 anni ai bordi di codesta Fi-Mare ,Pastificio di Montecatini,ora Bingo e,mi creda,da quando le Autostrade crearono una seconda corsia (1962)dala parte di Montecatini,direzione Lucca,si complicarono le cose e si viveva male come del resto succede ora anche in Via del Gallo,circonvallazione di Montecatini dove il traffico è simile alla Fi-Mare con il beneplacido di non controllare solo saltuariamente,le infrazioni dei camion che non dovrebbero passare di lì ma dalla Camporcioni.L'interlocutore,come dice lei,si inventa sempre qualcoda di nuovo,terza corsia,uscita casello Vasone,rotonda zona uscita casello,tutto per non fare niente.Sudista Montecatinese