Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 20:01 - 24/1/2021
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Quello che in apparenza è un problema di oggi , e cioè di questi sacchi rossi che identificano l"APPESTATO" non è cosa nuova . Nei Promessi Sposi , la vedova con figli si raccomando' a Renzo perché .....
BASKET

Col risultato finale di 82-61, tra l’altro la Nico Basket ha ribaltato la differenza canestri (all’andata era stata sconfitta di tredici lunghezze), che potrebbe essere utile per un posto migliore nei playoff in caso di arrivo alla pari in classifica.  

CALCIO

Dopo mesi e mesi trascorsi nella vana speranza che qualcosa si muova all'orizzonte, le Società iscritte ai campionati regionali di Eccellenza hanno deciso di passare all' azione. Per questo abbiamo sentito uno dei più apprezzati e stimati dirigenti sportivi della Toscana, il Direttore Generale del Montecatini Fabrizio Giovannini.

CALCIO FEMMINILE

Colpo della Pistoiese! Ecco il centrale ErriquezEleonora Erriquez, nata il 31/01/2001 arriva in arancione in prestito dall'AudaxRufina.

BASKET

Prestazione da incorniciare per la Giorgio Tesi Group Pistoia, che infligge la prima sconfitta stagionale alla capolista Forlì dopo un secondo tempo da urlo.

BASKET

Un’altra puntata del derby tra la Giorgio Tesi Group Nico Basket e la Bruschi Basket Galli San Giovanni Valdarno è previsto per sabato 23 gennaio, al Pala Pertini di Ponte Buggianese. Palla a due alle ore 21.

BASKET

L’ala-pivot di origini lituane Laura Zelnyte è stata una delle sorprese più piacevoli di questa prima parte di stagione della Gtg Nico Basket.

SPORT

Si è svolta lunedi 18 gennaio nel salone del circolo Acli di Masiano l’assemblea ordinaria elettiva valida per il rinnovo delle cariche del consiglio provinciale Csi di Pistoia.

BASKET

La Giorgio Tesi Group Pistoia cala il poker mandando al tappeto la capolista Ferrara al termine di una prestazione di grande intensità e furore agonistico, decisa solo dopo un tempo supplementare.

none_o

La galleria Me Vannucci è lieta di partecipare ad Artefiera Playlist.

none_o

Esce a gennaio Anima liquida, terzo capitolo del progetto Breaking Book.

Valle squisita,
Valle incantata,
Valle laterale al bacino .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti
FILATELIA
di Giancarlo Fioretti

Il Sovrano Militare Ordine di Malta rende omaggio all'arte moderna.

SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA MARGINE COPERTA

asd " ENERGY .....
Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
PESCIA
Una mozione di Angeli e Melosi per chiedere strade a misura di bambino

23/11/2020 - 8:52

Una mozione per sostenere il gioco libero dei bambini a firma del consigliere comunale Giacomo Melosi, scritta a quattro mani assieme alla coordinatrice comunale di Forza Italia Manuela Angeli, è stata depositata il 20 novembre in occasione della 'Giornata dell'infanzia e dell'adolescenza'.


“Sia in centro che nelle frazioni sono per fortuna ancora molti i bambini che giocano in strada con pallone e biciclette e che quotidianamente corrono il rischio di venire investiti dalle auto che non rispettano il limite di velocità imposto dal Codice della strada - afferma Manuela Angeli - L’invito a rallentare rivolto agli automobilisti vuol proteggere i piccoli che ravvivano ogni giorno il nostro centro storico”.


“L’idea dei cartelli con la scritta 'In questo paese i bambini giocano ancora per strada' è nata dopo che alcuni residenti ci hanno riportato le proprie preoccupazioni nel lasciare i loro figli giocare in strada - spiega  Giacomo Melosi - In molti comuni italiani già si sono state intraprese simili iniziative e per questo abbiamo pensato di proporlo anche all’amministrazione pesciatina, in modo da sensibilizzare la cittadinanza affinché aumenti l’attenzione nei confronti della presenza dei bambini”.


“Ci teniamo a precisare - concludono Melosi e Angeli - che non si tratta di cartelli conformi al Codice della strada, ma servono per richiamare gli automobilisti alla prudenza e, soprattutto, per lanciare un messaggio positivo improntato alla genuinità ed alla semplicità”.

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




1/12/2020 - 7:17

AUTORE:
vincenzo

Quando un articolo suscita solo ilarità , sulle prime ci si sforza di fare le persone "serie" e discutere nel contesto .

Continuando poi , o la si butta in ridere o si lascia perdere .

I punti di vista non sono tutti uguali e tutti giusti .

Ci sono di quelli accettabili , condivisibili o meno e quelli provocatori o demenziali .

A questo punto o si va giù duro o si fa il chiasso .

Sul nome e cognome ? Vecchia storia .

Contesti seriamente quello che viene considerato circa le sue idee bislacche sull'uso di una strada e lasci perdere i nomi .

Una risata ci salverà la vita ....

30/11/2020 - 17:00

AUTORE:
GIACOMO MELOSI

Signor Vincenzo, essere in disaccordo è cosa naturale. e normale, attaccare sul mio ruolo istituzionale, giocando bimbescamente col mio cognome, senza avere nemmeno la creanza di farlo firmandosi con nome e cognome, la dice lunga sulla bontà delle sue idee, visto che nemmeno ha il coraggio di metterci la faccia.
Ossequi

27/11/2020 - 11:56

AUTORE:
vincenzo

Vorrei concludere che abbiamo dato troppo risalto ad un articolo pieno di cavolate da parte di chi cerca visibilità.

Direi che la funzione di consigliere comunale , nella fattispecie,non vale i gettoni di presenza.

Sic transit gloria mundis

26/11/2020 - 20:55

AUTORE:
Simo

Signori Melosi ed Angeli, Bimbi x strada è una canzone, carina, di Fedez.Ma niente altro.
I bimbi potevano giocare per strada in alcune zone quando nelle strade o nelle piazze passava una macchina ogni mezz'ora, così come potevano andare in bicicletta senza troppe paure. Ora ditemi voi, quante macchine passano in mezz'ora in una strada anche quelle meno transitate??
Quante di queste vanno piano?
Quanti guidatori mentre stanno guidando non sono impegnati ad usare o guardare il cellulare??
Credo proprio che i bimbi sia meglio che giochino nei parchi o in zone più sicure.

26/11/2020 - 20:31

AUTORE:
Giacomo Melosi

Innanzitutto non sono assessore, bensì consigliere comunale, che sono cose ben diverse.
Poi la situazione delle Capanne la conosco molto bene e so anche quindi che spesso i bambini giocano fuori.
Non si tratta di creare zone riservate al gioco, bensì solamente di mettere cartelli che invitino gli automobilisti, che per sua stessa ammissione in quelle vie sfrecciano, a prestare maggiore attenzione. Tutto qui, nulla di cosi assurdo, ma che anzi punta a tutelare l'incolumità dei nostri figli.
Sono a conoscenza anche di tutti gli altri problemi, infatti ho piu volte sollecitato interventi in merito. Purtroppo non vi è la volontà politica di procedere.

Quanto ai giardini e agli spazi pubblici, se legge, sono già intervenuto anche su quello.

26/11/2020 - 16:51

AUTORE:
Laila

Si evince da questa risposta che l'assessore Melosi non conosce la viabilità e le problematiche di via Oberdan, visto che è una via stretta, e le auto passano sfrecciando come sulla provinciale, e le problematiche rilevate dai residenti.
Vi rendete conto che creare una zona a misura di bambino lì è un mandare i bambini è mandarli al macello. Sistemare e rendere civili i giardini pubblici è troppo semplice per voi?
Mandi lei signor Melosi i suoi figli nelle capanne, magari imparano anche a spacciare. 😘

26/11/2020 - 14:38

AUTORE:
vincenzo

Per la mia salute ed il mio equilibrio fisico e psichico , credo siano fatti miei .

Credo che la sua concezione del diritto e dello stare insieme secondo le regole , faccia onore alla sua sensibilità , ma non alla sua razionalità.

In quanto poi alle strade ed alla segnaletica , non credo sia possibile differenziare le strade .

A Pistoia c'è una scuola guida che , causa le difficoltà di sosta , inizia le lezioni di guida dall'auto con le ruote sul marciapiede . Al ritorno l'allievo sale sul marciapiede e scende .

Non è che Ella gentile signor Melosi , abbia fatto suoi i sani principi di quella scuola ?

26/11/2020 - 14:30

AUTORE:
vincenzo

Forse parliamo di cose diverse .

Credo che creare luoghi sicuri e ben attrezzati per consentire gioco e socialità , sia un preciso dovere di ogni amministrazione .

Altrettanto garantire il rispetto delle regole precipuamente per la sicurezza , sia un altro dovere di ogni amministrazione.

Il gioco dei pargoli su marciapiedi o in corrispondenza della sede stradale
è concetto poetico , ma privo di senso .

Tutto va fatto , in aree pubbliche , in ossequio alle leggi e regolamenti e non altro .

26/11/2020 - 14:21

AUTORE:
vincenzo

Ordunque , mi riferisco a chi sostiene che non sia il caso di far giocare i propri figli per strada , come recitano leggi e regolamenti , sia una posizione di sinistra , dico che di sinistrato c'è solo il suo cervello .

La strada è un servizio il cui uso è regolamentato , cosi' come il marciapiede , cosi' come qualsiasi area pubblica e aperta al pubblico . Giocare per strada o sul marciapiede , non è previsto .

Mettere cartelli di pericolo per la presenza di bambini (il famoso cartello col bimbo vestito alla marinara che gioca spingendo il cerchio ) , avverte l'automobilista di una possibile situazione .

Ma questo non solleva i genitori dalle eventuali responsabilità.

Ritirate le patenti prese a fiaschi d'olio .

26/11/2020 - 14:13

AUTORE:
vincenzo

Mi pare che si hanno diversi approcci alla realtà .

I bambini quando ero piccolo , nelle zone degradate giocavano per strada .

I cani avevano l'uscio di casa aperto , cosi' come i gatti .

Le guardie municipali intervenivano sopratutto neei confronti di chi faceva pipi al muro .

Le poche topolino , balilla e 1100 passavano ogni tanto .

Poi fra la 600 ed il miracolo economico , il mondo cambiò .

All giorno d'oggi i bambini vanno in piscina e le bimbe a danza .

I cani stanno a guinzaglio ed i gatti di famiglia non escono .

Gioire per i bimbi che giocano per strada è una immagine affabulante di rimpianto del tempo che fu .

26/11/2020 - 0:49

AUTORE:
Giacomo Melosi

Signor Vincenzo, non comprendo il suo livore anche perché è ovvio e logico che i cartelli non verranno messi sulla provinciale, sulla val di Forfora o sul viale Garibaldi, ma in zone meno trafficate come le capanne dove ancora, lo sottolineo, fortunatamente, lo risottolineo, i bambini ancora giocano sotto casa e dove purtroppo la gente guida senza prestare attenzione.
Quindi, prima di adirarsi, che le può anche far male, sarebbe il caso di chiedere maggiori spiegazioni.

25/11/2020 - 21:50

AUTORE:
x vincenzo

Povero compagno derelitto, ridotto a fare polemica anche sui bambini che giocano in strada per dare contro al centrodestra e CasaPound.
Rassegnati, a Pescia (così come anche in buona parte della provincia) non contate nulla.

25/11/2020 - 15:20

AUTORE:
vincenzo

Non capisco la ragione per cui sia stato cassato il mio commento . Riconoscere il buon diritto dei bambini a giocare per strada


"“Sia in centro che nelle frazioni sono per fortuna ancora molti i bambini che giocano in strada con pallone e biciclette "

PER FORTUNA GIOCANO PER STRADA ?????

Ma siamo veramente alla frutta !!!!

Quindi gli automobilisti , cui è richiesta comunque prudenza e rispetto del codice , devono accettare il fatto che per fortuna i bambini giocano per strada ?

Ma i genitori ?

Ma veramente di cosa stiamo parlando ????

24/11/2020 - 23:24

AUTORE:
Giacomo Melosi

Enrico sono perfettamente d'accordo con quanto hai scritto, infatri proprio sulla situazione dei giardini feci interrogazione nel 2018 in seguito alla quale sono stati fatti i progetti per il recupero e successivamente stanziati anche i fondi. I lavori dovevano partire ad inizio anno ma a causa della pandemia quei soldi sono stati spostati sul sociale per gli aiuti a chi si è trovato in difficoltà. L'impegno dell'amministrazione è quello di stanziarli nuovamente e quindi partire con i lavori ad emergenza finita. Speriamo mantengano quanto promesso.

24/11/2020 - 11:49

AUTORE:
Enrico

Vorrei solo far notare che a Pescia i parchi gioco per i bambini (Simonetti e Nerja)versano in uno stato di completo abbandono, di degrado e di sporcizia.
E' incredibile che i bambini a Pescia non possono divertirsi neanche con una funzionante altalena !
Se si miglioraresso questi spazi e si dedicasse maggiore attenzione alle famiglie ed alle persone anziane, credo si dimostrerebbe una maggiore civiltà ed un maggiore senso di comunità.
Ovviamente anche la mozione presentata è importante ma mi premeva sottolineare quanto sopra descritto che è ben presente agli occhi di tutti, ma, nessuno fa nulla per migliorarlo.
Invito Valdinievole Oggi a fare una servizio fotografico e un reportage tra i cittadini di Pescia per dare più forza e più visibilità a questa
richiesta di maggior cura del bene pubblico, a favore delle persone più deboli, bambini e anziani Grazie.

23/11/2020 - 10:14

AUTORE:
Virginia

Bello il progetto "strade a misura di bambino " ,dovrebbe essere anche parallela una sorta di educazione civica ed educazione stradale. I bambini hanno il diritto sacrosanto di giocare e sfogarsi dopo le ore di scuola, ma mi sono ritrovata la scorsa settimana un bambino contromano in mezzo a via Borgo della Vittoria che andava a velocità sostenuta, una tirata di orecchi secondo me ci vuoi questi casi.