Valdinievole OGGI La Voce di Pistoia
  • Cerca:
  • 12:05 - 26/5/2024
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Ieri sera si è svolto il confronto fra i candidati alla carica di Sindaco di Montecatini Terme. Come tutti gli incontri del genere non ci si poteva aspettare un autentico chiarimento programmatico delle .....
BASKET

Il Cda di A.S. Pistoia Basket 2000 Srl prende atto della lettera di dimissioni del vicepresidente Francesco Giuseppe Cioffi e lo ringrazia per il lavoro svolto in questi anni al fianco della società con passione e senso di appartenenza.

PODISMO

La Silvano Fedi prosegue nel proprio magic moment, confermandosi protagonista sulle strade del podismo toscano.

BASKET

Si è tenuta nella serata di lunedì 20 maggio, la festa di fine stagione per società, squadra e staff tecnico dell’A.S. Estra Pistoia Basket 2000 che, lo scorso venerdì, ha chiuso il proprio campionato dopo aver perso gara-3 dei quarti di finale playoff UnipolSai Lba contro la Germani Brescia.

BASKET

I giovani biancorossi guidati in panchina da coach Eduardo Perrotta, hanno ottenuto tre sconfitte in altrettante uscite ma combattendo alla pari.

JUDO

Sabato 11 maggio si è svolto a Incisa Valdarno il "18 ° Trofeo A. Macaluso" di  judo.

RALLY

Parla “straniero”, il 41° Rally degli Abeti e dell’Abetone, terza prova della Coppa Rally di zona 7, corso in questo week end abbracciato dal rigoglioso verde della Montagna Pistoiese.

CALCIO

Dopo sette lungi anni di interruzione torna per volontà dell’assessore allo sport Fulvio Rosellini, il Torneo dei Rioni a Ponte Buggianese.

BASKET

A.S. Estra Pistoia Basket comunica che, in occasione della gara-2 dei quarti di finale Playoff UnipolSai Lba, il play-guardia Lorenzo Saccaggi ha raggiunto un traguardo molto importante all’interno della storia del club. 

none_o

60 scatti fotografici dell’antropologo e fotografo Marco Aime.

none_o

Nei locali della galleria d'arte Casa Venio in piazza IV Martiri una originale mostra di pittura e scultura.

Ferragosto nella valle
quanto caldo che mi assale.

La grande .....
IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Il segno del mese.

ZODIACO
di Sissy Raffaelli

Oroscopo maggio 2024

L'agenzia formativa e per il lavoro Cescot Pistoia ricerca addetto/ .....
Skillman. eu Secretariat offre un contratto di lavoro dipendente .....
MONTECATINI
Campagna “100 Comuni contro le mafie”: il sindaco Bellandi a Milano all'incontro dell'Anci

19/3/2015 - 13:14

Si è svolto a Milano alla sede dell’Anci (associazione dei comuni italiani) Lombardia l’incontro del gruppo di lavoro “100 comuni contro le mafie”, una campagna di sostegno agli amministratori locali e di contrasto alle infiltrazioni delle mafie e della criminalità organizzata nel centro e nord Italia. Anche il sindaco Bellandi ha partecipato all’incontro di Milano, promosso dal sindaco di Napoli Luigi De Magistris, delegato Anci per la sicurezza e la legalità, a cui hanno preso parte anche l’assessore alla sicurezza del sindaco di Milano Marco Granelli e il giornalista Klaus Davi.
 
La criminalità organizzata di stampo mafioso ha da tempo individuato una strategia di espansione nel Centro e nel Nord del nostro Paese, in particolare privilegiando i piccoli centri, con dinamiche simili a quelle già utilizzate nelle regioni del Mezzogiorno d’Italia ma anche utilizzando la semplice corruzione come testa d’ariete nel tessuto politico ed istituzionale come testimoniato dalle recenti cronache giudiziarie e dai recenti avvenimenti.

 

E’ dal 2010, con la Carta di Lamezia, che l’Anci ha lanciato l’allarme sulla necessità di far fronte ad un fenomeno di legalità debole che ha contagiato l’intero territorio nazionale. Tra il 2013 e i primi quattro mesi del 2014 i numeri mostrano inoltre un costante aumento delle intimidazioni nei confronti degli amministratori locali: 1265 gli atti intimidatori contro sindaci, consiglieri e candidati per una media di 80 al mese, quasi tre al giorno. Il trend è in crescita, e lo è in tutte le regioni italiane.
 
“L’obiettivo è quello di fornire ai comuni una rete ed un supporto – spiega il sindaco Giuseppe Bellandi di ritorno dal convegno - e stiamo lavorando per la ricognizione dei punti deboli a livello cittadino dove si concentrano le attenzioni della criminalità organizzata; la sistematizzazione e lo scambio delle informazioni fra comuni in modo da consentire loro di operare in sinergia anche per comprendere come si evolvono e che strategia hanno oggi le organizzazioni criminali; elaborazione di alcune proposte chiare ed efficaci in tema di appalti; l’utilizzo di strumenti mediatici utili a partire da una apposita pagina sul portale Anci in cui raccogliere e mettere a disposizioni le informazioni e lo scambio di buone pratiche; realizzare percorsi di formazione mirata al personale degli enti locali; elaborareproposte in favore dei sindaci e degli amministratori che sono stati oggetto di attentati intimidatoririportando danni anche al patrimonio. L’allarme esiste anche nella nostra città, come la storia racconta nel caso dell’Hotel Paradiso, per cui la strada da seguire è quella di dettare alcune regole da seguire nella pubblica amministrazione. Anci in questo senso punterà a formare i dipendenti con corsi ad hoc in termini di trasparenza negli atti, semplificando ad esempio le procedure come il piano di capitolati e il gruppo di lavoro cercherà di presentare al governo un piano per aiutare le amministrazioni locali. Nei prossimi incontri ci saranno passi in avanti in questo senso. Senza dimenticare i molti beni confiscati o sequestrati che rischiano troppo spesso di andare in malora in tutta Italia mentre possono essere simulacri simbolici per la lotta alla mafia”.

Fonte: Comune Montecatini Terme
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




19/3/2015 - 17:43

AUTORE:
andrea f.

A malincuore , ma penso che per la mia città sia troppo tardi . Ormai sono troppi anni che le mafie hanno utilizzato il nostro territorio come " lavatrice " di denaro sporco , andandosi ad infiltrare in ogni attività economica . L'ultima crisi economica ha poi dato il colpo di grazia , permettendogli speculazioni in ogni campo . Se poi aggiungiamo che prostituzione e traffico di stupefacenti sono in mano ai racket dell'Est ... L'unica possibilità è quella di ricominciare dai giovani , dedicando tempo e denaro all'insegnamento della legalità . Non ci saranno risultati immediatamente ma con il tempo qualcosa cambierà