Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 04:06 - 06/6/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Il purista Roberto si scandalizza per l'uso sconsiderato della parola c. . . o.
Salvo dizionari datati in cui se ne lamenta un uso volgare sia nel definire l'organo riproduttore maschile , sia nell'uso .....
IPPICA

All’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme convegno di trotto del giovedì pomeriggio con sette corse in programma valide per la seconda uscita stagionale.

CALCIO

La società Larcianese comunica di aver raggiunto l’accordo con il l’allenatore che guiderà la squadra nella prossima stagione sportiva.

RALLY

Motori accesi al 1° Virtual Rally Valdinievole e Montalbano. Dal 1° giugno e per tutta la settimana, le strade della provincia di Pistoia saranno proiettate in un confronto che ha richiamato un plateau di partecipanti di assoluto livello. 

BASKET

La prima novità in casa Nico è la collaborazione con l’Associazione “Anna Maria Marino”, avvenuta già a fine della scorsa stagione grazie alla Dottoressa Jacqueline Magi che ne è Presidente Onorario. 

RALLY

Sull’onda dell’entusiasmo riscontrato dal primo approccio “virtuale” di molte delle realtà motoristiche più importanti a livello nazionale, le scuderie Jolly Racing Team e Art Motorsport 2.0 hanno deciso di organizzare il 1° Virtual Rally della Valdinievole e del Montalbano.

BASKET

Scegli il rossoblu di sempre. Quanto sei attaccato ai colori rossoblu? Chi è il giocatore che ti ha fatto sognare? È arrivato il momento di eleggere il giocatore rossoblu italiano di sempre.

CICLISMO

Dieci candeline, oltre 30 000 euro donati in beneficenza e tante soddisfazioni e emozioni. Parliamo dell’Avis Bike Pistoia, società ciclistica amatoriale e organizzatrice della Gran Fondo Edita Pucinskaite.

RALLY

Jolly Racing Team e Laserprom 015 annunciano che il 36° Rally della Valdinievole, anticipato al 2 e 3 maggio dalla data di origine di una settimana dopo nel calendario sportivo, viene rinviato a data da destinarsi.

none_o

La recensione della settimana da parte della libreria Mondadori è dedicata a un libro di Matteo Bussola.

none_o

Copit ha presentato, presso la sua sede di Pistoia, il volume “Archivio storico della Ferrovia Alto Pistoiese - Appendice”.

Oggi il popolo decide
col suffragio universale
quale sia la .....
FILATELIA
di Giancarlo Fioretti

Il valore filatelico sarà presentato il 24 maggio.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Tutto ebbe inizio il 10 aprile 1912 con la partenza del Titanic dal porto di Southampton.

Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
cerco qualsiasi mansione x impegno mia giornata sono dinamico .....
MONTECATINI
Tassa di soggiorno: Federalberghi minaccia di non accettare prenotazioni il 17 marzo

27/1/2011 - 20:08

Federalberghi–Confcommercio Pistoia recepisce le indicazioni provenienti dal Consiglio Nazionale di Federalberghi-Confturismo, che riunitosi  oggi a Roma in convocazione straordinaria, ha deciso alcune forme di protesta contro l'introduzione della tassa di soggiorno, dichiarando da subito lo stato di agitazione della categoria.
Se dovesse essere confermata nelle prossime ore questa ''sciagurata ipotesi vessatoria nei confronti dei consumatori italiani e stranieri che pernotteranno negli alberghi”, anche le strutture associate a Federalberghi – Confcommercio Pistoia verranno invitate a non accettare prenotazioni il 17 marzo, giorno della celebrazione dell'Unità d'Italia.
Quel giorno di fermo delle attività alberghiere, nel quale si prevedono numerose presenze negli alberghi della provincia, osserva Federalberghi Confcommercio Pistoia, contribuirebbe a rafforzare la protesta di livello nazionale per portare l'erario a perdere tra tassazioni dirette ed indirette importanti introiti.
Federalberghi Pistoia informa, inoltre, che la Federazione ha anche deciso ulteriori ed estreme forme di protesta ed iniziative di piazza se la Commissione Bicamerale sul Federalismo ''non batterà un colpo a favore di quelle imprese che quotidianamente sostengono l'economia e l'occupazione di questo Paese''.
"Quella che sembra prendere quota, è semplicemente una nuova tassa su chi viaggia e pernotta fuori casa non solo per vacanza, ma anche per lavoro o per motivi di salute" afferma Cristiano Fraulini, presidente di Federalberghi Confcommercio Pistoia. Che prosegue: "Una tassa del genere, richiesta dai Comuni e favorita dal Governo rischia di servire solo a ripianare le languenti casse municipali e potrebbe infierire  il colpo mortale a quelle migliaia di imprese ricettive che dopo due anni di crisi drammatica, senza alcun piano strategico di rilancio dell'immagine turistica dell'Italia nel mondo e senza alcun intervento di sostegno, dovrebbero subire supinamente un aggravio del tutto privo di logica finalizzata al settore".

Fonte: Federalberghi Confcommercio
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




21/5/2020 - 16:21

AUTORE:
mario pazzaglia

Il n/ governo per la sua conformazione pregiudizialmente antagonista non può essere capace di una qualche politica utile all'imprenditoria.
Tuttavia non ci dobbiamo stancare di chiedere con forza l’abolizione definitiva dell’IMU sugli immobili alberghieri e commerciali in genere (una soppressione solo per uno o due anni sarebbe inefficace).
Una tassa patrimoniale su dei beni strumentali come quelli è un abominio, specie di questi tempi.
(è come tassare il possesso di un martello a un fabbro o l’affettatrice a un salumiere)
Il provvedimento determinerebbe conseguentemente la riduzione di tutti gli affitti commerciali (quelli in essere dovrebbero essere prorogati per nove anni)
Il provvedimento, utilissimo e vitale specie per le aziende “marginali”, determinerebbe anche un aumento del valore di tali immobili (calcolabile dal 30 al 50%) e quindi un incremento di uguale importo di tutto il patrimonio nazionale.
Costituirebbe anche un freno alla prevedibile prossima svendita delle nostre storiche aziende a speculatori internazionali.
Una enorme immissione di liquidità nel mercato sarebbe facilitata vista l’aumentata forza contrattuale messa in campo per l’ottenimento di finanziamenti dalle banche.
La copertura finanziaria per il risarcimento verso i comuni la si potrebbe trovare, in parte, riducendo le varie prebende messe in atto ad hoc dal n/ attuale governo, verso il proprio elettorato costituito dalla metà della popolazione nazionale, attualmente privilegiata, in quanto percettrice di un reddito fisso e garantito (statali, parastatali e simili).
Provvedimenti ad hoc come i € 1.200,00 per le “Baby Sitter” , l’aumento del congedo parentale, incremento della legge 102,e poi il bonus bicicletta(?) il bonus vacanza drenano risorse che potrebbero essere più utilmente
dirette verso chi, meno privilegiato, adesso non usufruisce di alcun reddito.
Spero che le mie osservazioni trovino consenso e possano servire a qualche cosa.

p: Hotel APOGEO
Bettolle

3/3/2011 - 21:59

AUTORE:
Laura

Trovo assurdo che un paese che dovrebbe rilanciare il turismo introduca una tassa per i turisti. Di ben altro ha bisogno il turismo italiano. I turisti troveranno ancora meno conveniente venire in Italia.
Inoltre i comuni imporranno tasse ai non residenti e non ai residenti che potrebbero controllarne l'operato.
Anche questo non è ottimale a mio avviso.
Nelle grandi città come Roma, Venezia e Firenze può forse avere un senso.
Ma non certo nelle altre località.
Spero che i sindaci siano lungimiranti.

28/1/2011 - 19:25

AUTORE:
Massimo Morini

Soggiorno spesso in hotel in tutta Europa e spesso mi capita di pagare pochi € per questa tassa. Come tutte le "tasse" non è ben vista ma non mi ha mai fatto cambiare idea su una meta o su un hotel (anche perchè incide come un caffè sul conto finale del viaggio). In un momento come questo, nel quale le finanze di un Comune turistico come il nostro sono messe a dura prova a causa dei tagli del Governo centrale, riuscire a fare un bilancio che non tolga risorse alle voci essenziali per i cittadini è un vero rompicapo, come ben sa il nostro Ass. Fanucci. Ma se non vogliamo togliere qualcosa dalla voce "spese" alla scuola, alla mensa dei bambini, ai servizi alla persona, agli aiuti ai più bisognosi, ai servizi per tutti i cittadini, ecc. qualcosa dovremo per forza togliere da qualche altra parte (circa 800.000 € per il 2011 e molti di più per il 2012). La tassa di soggiorno (qualora fosse approvata, ricordiamolo) sarebbe invece forse l'unico modo per poter disporre di una entrata fresca con cui riuscire a coprire quelle mancanze derivanti appunto dai tagli impostici e fare veramente qualcosa in più. Pensiamo a tutti quei settori vicini al Turismo (come la promozione o l'accoglienza degli ospiti, visto la chiusura dell'APT, o allo Sport o alla Cultura, senza dimenticare l'Arredo Urbano e la manutenzione dei giardini e dei parchi pubblici).
La preclusione della categoria alberghiera, che fra l'altro non subirebbe nessun aggravio di spesa dall'istituzione di questa nuova tassa, mi pare perlomeno pretestuosa e poco lungimirante. Comunque prima di tutto aspettiamo che la tassa di soggiorno venga reintrodotta ufficialmente poi avremo modo di parlarne tutti insieme, Amministrazione, Minoranza, Categorie Economiche e Cittadini, senza dimenticarsi mai però del bene supremo della Città e senza chiusure corporativistiche da parte di chi è abituato a ricevere molto e dare indietro molto poco.

28/1/2011 - 11:49

AUTORE:
andrea f.

Invito Federalberghi Pistoia ad intervenire con la stessa solerzia in tema di rispetto delle tariffe e lavoro nero nelle strutture alberghiere, altrimenti la vostra levata di scudi potrebbe sembrare una misera difesa corporativa.
Se volete facciamo insieme un giro per gli alberghi di Montecatini T.