Valdinievole OGGI La Voce di Pistoia
  • Cerca:
  • 23:05 - 27/5/2024
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Ieri sera si è svolto il confronto fra i candidati alla carica di Sindaco di Montecatini Terme. Come tutti gli incontri del genere non ci si poteva aspettare un autentico chiarimento programmatico delle .....
TAEKWONDO

Si sono svolti domenica 19 maggio a Prato nel plesso sportivo di Maliseti i Campionati toscani taekwondo 2024 di combattimento.

BASKET

Il Cda di A.S. Pistoia Basket 2000 Srl prende atto della lettera di dimissioni del vicepresidente Francesco Giuseppe Cioffi e lo ringrazia per il lavoro svolto in questi anni al fianco della società con passione e senso di appartenenza.

PODISMO

La Silvano Fedi prosegue nel proprio magic moment, confermandosi protagonista sulle strade del podismo toscano.

BASKET

Si è tenuta nella serata di lunedì 20 maggio, la festa di fine stagione per società, squadra e staff tecnico dell’A.S. Estra Pistoia Basket 2000 che, lo scorso venerdì, ha chiuso il proprio campionato dopo aver perso gara-3 dei quarti di finale playoff UnipolSai Lba contro la Germani Brescia.

BASKET

I giovani biancorossi guidati in panchina da coach Eduardo Perrotta, hanno ottenuto tre sconfitte in altrettante uscite ma combattendo alla pari.

JUDO

Sabato 11 maggio si è svolto a Incisa Valdarno il "18 ° Trofeo A. Macaluso" di  judo.

RALLY

Parla “straniero”, il 41° Rally degli Abeti e dell’Abetone, terza prova della Coppa Rally di zona 7, corso in questo week end abbracciato dal rigoglioso verde della Montagna Pistoiese.

CALCIO

Dopo sette lungi anni di interruzione torna per volontà dell’assessore allo sport Fulvio Rosellini, il Torneo dei Rioni a Ponte Buggianese.

none_o

Il libro è stato presentato dall’autore giovedì 16 maggio alle 17 a Palazzo Strozzi Sacrati in piazza Duomo a Firenze.

none_o

60 scatti fotografici dell’antropologo e fotografo Marco Aime.

Ferragosto nella valle
quanto caldo che mi assale.

La grande .....
IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Il segno del mese.

ZODIACO
di Sissy Raffaelli

Oroscopo maggio 2024

L'agenzia formativa e per il lavoro Cescot Pistoia ricerca addetto/ .....
Skillman. eu Secretariat offre un contratto di lavoro dipendente .....
PROVINCIA
Operazione antidroga nel nostro territorio: 11 arresti in collaborazione con la polizia albanese

4/6/2020 - 11:19

Nella mattina odierna, la polizia di Stato di Pistoia, in collaborazione con il servizio per la cooperazione internazionale di polizia-Interpol Roma (3 divisione e ufficio dell’esperto per la sicurezza a Tirana) e la polizia criminale albanese-Interpol Tirana, nell’ambito di un’operazione di contrasto allo spaccio di cocaina nella provincia di Pistoia, ha dato esecuzione a 11 misure cautelari (6 custodie cautelari in carcere e 5 arresti domiciliari) emesse dal gip di Pistoia Patrizia Martucci, su richiesta dei pubblici ministeri Claudio Curreli e Leonardo De Gaudio, a carico di altrettanti soggetti italiani, tunisini e albanesi.


Due misure cautelari in carcere, a carico di soggetti ritenuti fornitori della sostanza stupefacente che veniva spacciata a Pistoia, sono state eseguite in Albania, previa internazionalizzazione del mandato di arresto e localizzazione da parte della polizia albanese con la collaborazione del servizio per la cooperazione internazionale di Polizia.


L’attività investigativa che ha consentito l’emissione delle misure restrittive, effettuata anche con l’ausilio di intercettazioni telefoniche ed ambientali, è stata portata a termine dalla squadra mobile di Pistoia ed è durata circa 6 mesi a partire dalla primavera dello scorso anno.


Nel corso delle indagini, sono stati effettuati 4 arresti in flagranza di reato, individuati e segnalati al prefetto 70 assuntori e sequestrati un centinaio di grammi di cocaina e circa mezzo chilo di marjuana. Inoltre, sono state documentate circa 1300 cessioni di vari quantitativi di cocaina per valore stimato di oltre 200.000 euro.


L’esecuzione delle misure è stata coordinata dal servizio centrale operativo della polizia di Stato e si è avvalsa del supporto di pattuglie del reparto prevenzione crimine Toscana e unità cinofile antidroga della questura di Firenze.

Fonte: Questura di Pistoia
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




8/6/2020 - 15:47

AUTORE:
bastian contrario

Un giorno qualcuno riunirà gli interventi. Si parla di albanesi e di droga ed ecco l'intervento del solito genio di turno . Dovremmo ridere ?

8/6/2020 - 12:12

AUTORE:
Dalla Pieve

Si. Si c'ero anche io bibi.
Ti reggevo in piedi io è tu mi davi la manina .. non ricordi?
Non mi dire che oggi la badante non ti ha dato la pasticchina ?

7/6/2020 - 23:50

AUTORE:
vincenzo

Gabriele che dimentica. Guardati vicino e troverai quel che dico .
Mi dicono che eri a Firenze a manifestare contro il razzismo , magari con Roberto , AAldo , della pieve , daniele e simili?

7/6/2020 - 23:47

AUTORE:
vincenzo

Caro Roberto , vergognati. Pugno duro , disintossicazione obbligatoria ,,,,,,
Ma perché non carcere duro ? Tratti di corda ? Fustigazione = Ma veramente dobbiamo ascoltare un vecchio che indica le soluzioni miracolistiche di un problema che interssa tutti i paesi del mondo ? Tu ed i tuoi compari di tastiera , siete dei poveri che probabilmente hanno risolto le problematiche dei loro figli a forza di ceffoni , facendone una copia di voi stessi .

6/6/2020 - 20:31

AUTORE:
Gabriele

Certo che dove vivi tu dev’essere proprio un bel posticino... al posto tuo avrei cambiato casa!
A meno che tu non sia ai domiciliari...

Mai negato ci siano i drogati, solo io non li frequento, non serve andare in paradiso basta scegliersi le compagnie.

Divertiti comunque con i tuoi amici.

6/6/2020 - 8:51

AUTORE:
Roberto

Parole sante, senza consumatori non ci sarebbe vendita di droga, auto pesche o qualsiasi altro prodotto. Però bisogna guardare in faccia la realtà, quella dove una parte politica cerca, motivata da auto definiti motivi sociali, o democratici, o di giustizia, comunque solo violente stupidate che chiedono vendetta, e fa dei consumatori dei poveri derelitti degni solo di metadone, stanze del buco e piacevolezze simili mentre gli spacciatori possono tranquillamente celarsi dietro "modiche quantità" e continuare a vendere una dose alla volta. Ora, fregandomene dei minorati psichici che certamente mi accuseranno di varie nefandezze quali fascismo, asocialità, pazzia ed altro, sostengo che il medico pietoso ha sempre fatto imputridire la piaga. Quello che ci vuole è un pugno duro, durissimo, in primis verso i consumatori che, accertatone il consumo e la dipendenza devono essere sottoposti a disintossicazione obbligatoria mentre gli spacciatori, piccoli e grandi utilizzati per lavori sociali, ad esempio pulire i boschi (con palla al piede) o altro simile. Certo si obbietterà che il problema non è solo clinico e legale ma anche, forse soprattutto, sociale. Ebbene, alla socialità, quella vera non al panem et circenses tanto caro ai despoti, chi ci deve pensare e come. Ma i governi, cribbio. E non con cure palliative, con manfrine tipo salvaguardia della riservatezza (privacy per gli italiani colti) se poi ti vengono a guardare, a totale insaputa, fino dentro il .... non con la spicciola comprensione ma con il più vasto concetto del bene comune. Favole ? Illusioni ? Forse ma Roma non fu fatta in un giorno e stando con le mani in mano facendo solo dello stupido e deleterio assistenzialismo il problema invece che sparire si espande e noi saremo sempre qui a parlare e scrivere ... sul sesso degli angeli.

6/6/2020 - 8:26

AUTORE:
Aldo

Lorenzo non ti scordare che questi individui vanno anche sotto le scuole . Una presenza capillare in città , nei parchi .
Li vanno pure a prendere in africa per fargli fare questo lavoro .Incredibile ma vero.

6/6/2020 - 6:47

AUTORE:
vincenzo

Il commento di Simo , sboccia in una platea di incolti come un raro fiore . Gli spacciatori sono intimamente connessi ai consumatori . Senza consumo niente spaccio . Ci vuole poi tanto a capirlo ?

5/6/2020 - 20:21

AUTORE:
Simo

Di spacciatori ne potranno arrestare quanti ne vogliono e di qualsiasi nazionalità, saranno comunque sostituiti da altri e la ragione della loro presenza è che c è richiesta e mercato.
Il problema sono si gli spacciatori ma anche i consumatori. Gli uni sono legati a gli altri

5/6/2020 - 18:44

AUTORE:
Daniele

Hai ragione da vendere bibbi!!
Grande risposta ai tanti ignoranti (tutti a parte noi).
Vai di manganello e di virus ai dissidenti.
Siamo sempre più amici vero?

5/6/2020 - 15:53

AUTORE:
GIOVANNI GORINI

Lorenzo che farfuglia qualcosa ? Miracolo !
Certo che la delinquenza nostrale dirige o accompagna la grossa delinquenza internazionale . Ogni giorno si legge di questi fenomeni in cui si parla di retate di Mandamenti se Non di corone unite e n'drangheta.
Ma i commentatori vedono solo pagliuzze e mai riflettono sulle travi . Frasi da analfabeta tipo la polizia albanese ....sgrammaticate ed senza costrutto , sono il massimo per Lorenzo . Ecco perché parla sempre per slogan . Semplice, "non gli riesce"
L'accenno al rientro in Tunisia dei delinquenti è talmente macchinoso , costoso , pericoloso ed inutile , che la battaglia è perduta .
Per il rientro di profughi colorati senza documenti , la soluzione NON ESISTE se non attraverso l'integrazione ed il lavoro .
Lorenzo che giustamente fa lega con Roberto è un connubio di poveretti . La lega degli ignoranti si ha sempre fra pari ,ci mancherebbe .

5/6/2020 - 15:40

AUTORE:
donatello

E quindi , si spaccia perché ?
Fino a prima della seconda guerra mondiale ed in parte anche dopo e a ben riguardare ancora oggi , l'occidente si faceva di oppiacei regolarmente prescritti dai medici di famiglia . Lo "sballo" era prerogativa , nel mondo occidentale , di una borghesia medio alta ed oltre .
Per i poveracci c'era la droga dei poveri : VINACCIO .
Poi anche da noi le mafie trovarono terreno fertile e importarono in gran volume il materiale ricreativo . L'uso di queste sostanze si allargo' anche alle classi inferiori . I prezzi sempre più abbordabili e la facilità di rifornimento , hanno portato a consumi impensabili .
Allora gli imbecilli ce l'hanno con i piccoli spacciatori , con i neri , gli albanesi , verdi , i bianchi , rossi e turchini .
Mai una parola sul motore costituito da i consumatori .
La colpa è sempre degli altri .
Ma possibile che nessuno possa riflettere su questo aspetto del problema ? Forse per la scomodità dello stesso .

5/6/2020 - 10:55

AUTORE:
Lorenzo

L'Italia è diventata terra di conquista , da depredare e "violentare". Certa "gente" nel loro paese non avrebbe modo di reiterare una sola volta il reato!
Il problema a mio parere non è tanto negli albanesi che rubano,nei tunisini o nei nigeriani spacciatori di morte travestiti da profughi, ma in quella cerchia di italiani che in questi anni e tutt'ora alimentano si nutrono di questa criminalità.
La politica neo liberista portata avanti dalla falsa sinistra italiana ne è la causa!

5/6/2020 - 9:04

AUTORE:
vogliamoci bene

gabriele , siamo alle solite , Già dandoti del bugiardo altra volta , tu nnon hai riprodotto il commento delle bastonature , ora dobbiamo proprio andare a ritrovare quest'altro commento che tu neghi spudoratamente .
Il mendacio sembrerebbe essere lo sport della Valdinievole dove si drogano solo gli spacciatori . Vero Gabriele . Nel tuo giro , nessuno sfumacchia , si fa le piste e magari nessuno si masturba. Ma in quale paradiso vivi ?

5/6/2020 - 8:43

AUTORE:
Roberto

I poliziotti albanesi tornano in Patria loro, sono pregati portarsi dietro anche i connazionali arrestati e/o denunciati. Per i tunisini ci sono sempre i traghetti, i gommoni, gli aerei, i barconi. Che si li tengano loro, qui da noi di delinquenti e loro sostenitori ne abbiamo anche troppi.

4/6/2020 - 17:47

AUTORE:
Gabriele

Io ho detto che quelli che frequento IO non si drogano, quelli che frequenti TU?

Come disse Cicerone, Similes cum similibus congregantur.

Quando li incontri... NON me li salutare.

4/6/2020 - 11:49

AUTORE:
vincenzo

Per i commentatori della Valdinievole , gli albanesi spacciavano , ma nessuno si faceva le piste , vero Gabriele ?

4/6/2020 - 11:33

AUTORE:
Uno qualunque

Polizia albanese, ..., non sarà mica che ...., nooooh, non mi dire !!

Vai bibi, ...., stupiscici ...