Valdinievole OGGI La Voce di Pistoia
  • Cerca:
  • 20:06 - 23/6/2024
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Ho l impressione che vi sia successo quello che avevo previsto da tempo
IPPICA

È stato un altro bel sabato sera all’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme con in programma la terza giornata stagionale di trotto.

BASKET

Fabo Herons Montecatini ha il piacere di annunciare l'ingaggio dell’ala Nicola Mastrangelo.

BASKET

A.S. Estra Pistoia Basket 2000 comunica di aver raggiunto, nella giornata odierna, l’accordo per la rescissione consensuale del contratto con coach Nicola Brienza.

PICKLEBALL

Il 22 e 23 giugno, presso Sport Village Toscana, si terrà l'evento dal titolo 'Finale nazionale pickleball Msp Italia', alla sua prima edizione, presso gli impianti sportivi di via del Bruceto.

PODISMO

Ancora una Silvano Fedi protagonista nelle corse di questo fine settimana. 

BASKET

Il progetto, fortemente voluto da tutta la dirigenza Herons, e da tutte le società allo stesso partecipanti, parte con il massimo entusiasmo e con due obiettivi principali da realizzare.

PODISMO

Con la perfetta organizzazione del gruppo podistico Trekking e camminate Croce Oro in collaborazione con il gruppo donatori sangue Avis di Montale si è corsa nella località al confine con la provincia di Prato la gara podistica competitiva ‘’Sudatina Montalese 2024’’.

RALLY

Dimensione Corse è ancora protagonista. La scuderia pistoiese si è elevata nel confronto a squadre espresso dal Rally di Reggello, appuntamento valido per la Coppa Rally di Zona 7.

none_o

Si inaugura sabato 22 giugno alle 18 la mostra “Giallo incanto – Tour 1960; Undici artisti per Gastone Nencini”.

none_o

Raccontami un libro, di Ilaria Cecchi.

Ferragosto nella valle
quanto caldo che mi assale.

La grande .....
IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Segno del mese.

IL MONDO IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

Teste di mazzancolle in pasta

Se avete Perdite occulte sulle vostre tubazioni, abbiamo sempre .....
L'agenzia formativa e per il lavoro Cescot Pistoia ricerca addetto/ .....
VALDINIEVOLE - PISTOIA
Il Pdl: la diffida di Rossi a Scarafuggi paralizza la sanità pistoiese

14/3/2011 - 16:43

Tra tagli e disservizi, la sanità pistoiese presenta da tempo molte criticità. Ma la diffida mossa dal governatore toscano Enrico Rossi al direttore generale della Asl 3 Alessandro Scarafuggi per via della gestione della Asl di Massa, dove Scarafuggi esercitava prima di giungere a Pistoia, oggi non fa che acuire le problematiche esistenti.

 

A farlo presente è il Pdl pistoiese che questa mattina, nella sede del partito in via Baglioni, ha tenuto una conferenza stampa proprio a questo proposito.

Il timore espresso dal Vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana Roberto Benedetti, dalla Responsabile regionale della Consulta Sanità e Politiche sociali del Pdl Annamaria Celesti e dal Coordinatore provinciale Vicario Alessandro Capecchi è che la sanità pistoiese rimanga del tutto paralizzata dinanzi alla nuova situazione.

 

 «Come opposizione – ha spiegato Capecchi introducendo l’incontro – siamo in un disagio fortissimo, dovuto all’aver sempre denunciato la situazione affatto rosea della sanità pistoiese.

Di certo il clima di incertezza alimentato oggi dalla diffida presentata da Rossi a Scarafuggi, con la paralisi decisionale che forzatamente ne consegue, non aiuta quel recupero di efficienza del settore che da tempo riteniamo necessario». Del resto, ha sottolineato Benedetti, i problemi della sanità non sono cosa dell’ultim’ora: «La crisi della sanità toscana – ha spiegato – è sancita non tanto e non solo da noi, ma da ben due sentenze della Corte costituzionale che bocciano da un lato la configurazione giuridica delle Società della Salute, emblema stesso del decantato modello toscano, dall’altro i meccanismi e le procedure concorsuali della Fondazione Gabriele Monasterio.

 

E’ la prova che le nostre posizioni non sono mai state pregiudiziali, bensì basate su osservazioni concrete. Se a tutto questo si aggiunge la voragine nei bilanci della Asl 1 di Massa Carrara su cui indaga la procura e che potrebbe essere solo la punta di un iceberg, ecco completarsi il quadro di un fallimento. Che, temiamo, non verrà gestito da una giunta regionale immobilizzata dagli scontri in maggioranza di cui sono prova le posizioni dell’assessore all’urbanistica Anna Marson, arrivata a rimettere in discussione persino la realizzazione dei quattro nuovi ospedali tra cui quello di Pistoia.

 

Di queste contraddizioni parleremo mercoledì mattina in una seduta speciale del Consiglio regionale. Intanto però, d’accordo con il Vicepresidente della Commissione Sanità Stefano Mugnai, chiediamo a Rossi di riferire davanti alla Commissione d’inchiesta sulla Asl 1». Insomma, secondo il Pdl siamo spettatori della fine di una leggenda: «Sono crollati – attacca Celesti – il mito e la credibilità stessa di quel modello sanitario toscano a cui avevano dato credito anche ministri del centrodestra e sul quale l’allora assessore alla sanità Enrico Rossi ha costruito la sua ascesa a presidente della Regione Toscana.

 

Dietro quell’immagine si nascondeva una gestione inefficace e clientelare della sanità, di cui il caso-Massa è la prova e a cui si aggiunge un sistema regionale dei controlli che evidentemente non ha funzionato. Le responsabilità politiche di questo è tutta di Rossi, dato che i bilanci delle Asl anno dopo anno sono stati certificati, approvati e ripianati dalla Regione. Fino al disastro.

Per questo adesso attendiamo

che Rossi si assuma le sue responsabilità. Venendo a Pistoia – conclude Celesti – siamo davanti a una sanità sottofinanziata ormai da anni rispetto alle province limitrofe di Prato e Lucca, e ciò malgrado l’alta percentuale di popolazione anziana. Le disfunzioni sono evidenti nelle liste di attesa per la diagnostica e per gli interventi ordinari, ma anche nei tagli già annunciati ai servizi ospedalieri di San Marcello Pistoiese (chirurgia) e Pescia (pediatria).

In questo panorama abbiamo una SdS della Valdinievole che in nove anni non è riuscita a incidere sulla qualità delle prestazioni e un direttore generale sotto diffida da parte di chi lo ha nominato e, dunque, in oggettivo stato di debolezza. Non possiamo che confidare nella Conferenza plenaria dei sindaci affinché, al di là delle appartenenze politiche, si sappia trovare unità di intenti per garantire ai pistoiesi la tutela della salute».

Fonte: Comunicato del Pdl
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




14/3/2011 - 19:57

AUTORE:
garantista

Se così stanno le cose c'è un'unica soluzione , o si deve trovare un nuovo lavoro il Direttore Generale oppure il governatore della Toscana,questo in tempi brevi per il bene di coloro che usufruiscono il servizio ospedaliero.