Valdinievole OGGI La Voce di Pistoia
  • Cerca:
  • 21:06 - 12/6/2024
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

E non è finita ancora manca via Del Gallo e rotonda vigili ed anche via dei Colombi soldi Esselunga speriamo bene. . . . ormai dopo le elezioni?
Spetterà alla nuova amministrazione. . . .
PODISMO

I biancorossi della Silvano Fedi, con le gare di questa settimana, sono arrivati alla ragguardevole cifra di 60 successi stagionali.

BASKET

Nella giornata di lunedì 10 giugno, il presidente di Estra Pistoia Basket Ron Rowan, ha fatto visita al governatore della Regione Toscana, Eugenio Giani.

BASKET

Resoconto della stagione del settore giovanile della Nico Basket.

BASKET

A.S. Estra Pistoia Basket 2000 comunica che non è stata esercitata l’opzione, prevista dal contratto, per la permanenza in biancorosso di Angelo Del Chiaro.

PODISMO

Organizzata dalla Doganaccia 2000 con la collaborazione tecnica della Asdc Silvano Fedi di Pistoia e della lega Uisp di Pistoia si è disputata l’edizione 2024 della ‘’Doganaccia Trail’.

TIRO A SEGNO

Ha avuto luogo presso il poligono del Tiro a segno nazionale, sezione di Pietrasanta, la quarta prova regionale toscana con le armi ad aria compressa e la seconda prova regionale con le armi a fuoco, entrambe valevoli per il campionato italiano.

IPPICA

All’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme è partita la stagione numero 109 con una riunione di trotto serale che ha accolto oltre 1000 spettatori.

RALLY

Un ritorno alle gare che da una parte ha fatto notizia e che dall’altra, per la prima parte di stagione ha guardato soprattutto a riprendere gradualmente motivazione, ritmo e organizzazione generale.

none_o

Sarà inaugurata venerdì 14 giugno alle 17 nella biblioteca San Giorgio.

none_o

Raccontami un libro – Consigli di lettura di Valentina.

Ferragosto nella valle
quanto caldo che mi assale.

La grande .....
ZODIACO
di Sissy Raffaelli

Oroscopo giugno 2024

IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Il segno del mese.

Se avete Perdite occulte sulle vostre tubazioni, abbiamo sempre .....
L'agenzia formativa e per il lavoro Cescot Pistoia ricerca addetto/ .....
none_o
Montagna, si va verso lo stato d'emergenza: impianti di risalita rimangono chiusi, temperature ancora molto alte

8/1/2023 - 8:57

Si va verso lo stato d'emergenza per l'Appennino settentrionale, alle prese con una preoccupante crisi climatica fatta di temperature molto oltre la media e assenza di neve sulle piste da sci (da cui l'impossibilità di aprire gli impianti di risalita).
Per questo si è tenuto ad Abetone un consiglio comunale straordinario alla presenza di tutta l'amministrazione comunale, le opposizioni, il senatore La Pietra e del governatore della Toscana Eugenio Giani. «La problematica coinvolge tutto l'Appennino – ha detto Giani – e abbiamo già chiesto al ministro Santanché di lavorare insieme alle altre regioni. Mercoledì presenteremo un piano di intervento interregionale, simile a quello per la siccità in cui ci auspichiamo di arrivare alla dichiarazione dello stato d’emergenza. Da qui si potranno attirare ristori per tutta l’economia, con l'obiettivo di coinvolgere più ministeri».
Intanto dal cielo non sembrano voler arrivare manne, anzi.
Il tempo continuerà anche nei prossimi giorni a mantenersi più autunnale che invernale, con piogge e temporali ma con temperature oltre la media. Solo martedì la neve potrebbe fare la sua comparsa, momentanea, intorno ai 1500 metri in Appennino. Secondo le previsioni, però, sarà nient'altro che una fugace apparizione, visto che l'eventuale spolverata sembra precedere un nuovo aumento termico con conseguente fusione del manto nevoso.
Il non inverno, insomma, pare voler continuare fino a data da destinarsi.

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




8/1/2023 - 20:39

AUTORE:
Bibi

Ho memoria di sci di legno Selletta con partenza ad arco e slittone .
La neve era solo quella del buon Dio e della pala per coprire le mancanze sulle piste piene di sassi .
Spesso la pioggia faceva scempio del lavoro durante la settimana fatto per poter accogliere i domenicali .
In Appennino , ricordo che la neve vera era fine gennaio e febbraio ,
Poi i Cannoni hanno cambiato tutto e la neve non c'entra più niente .
Allora si parla di riscaldamento globale .
Forse si , ma abbiamo barato raccontando che era neve un pulviscolo di ghiaccio creato ad hoc .
Ho il sospetto che senza cannoni , le giornate sciabili sarebbero le stesse o quasi .
Ho solo ricordi lontani di autobus a noleggio stracarichi e del giro col cappello dell' autista a fine giornata per compensarlo del servizio e di non aver visto in che condizioni di sicurezza viaggiava il mezzo .
Ricordo la falsa neve di Pianosinatico , dove ti montavano le catene che scoprivi inutili solo all uscita del paese .
Poi gli scempi delle Zeno ed io che in poche ore andavo a sciare in Dolomiti dove nessuno prendeva per il cubo .