Valdinievole OGGI La Voce di Pistoia
  • Cerca:
  • 02:03 - 04/3/2024
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Esiste per me una domanda che occorrerebbe fare per sapere chi hai davanti .

A seconda della risposta , puoi confrontarti , o tirar di lungo perché perdi il tuo tempo .

La domanda è :

Quanti .....
SCHERMA

La Scherma Pistoia – Chianti Banca torna sul tetto d’Europa grazie al proprio alfiere Fabio Mastromarino.

ATLETICA

L’Atletica Pistoia si conferma tra le grandi realtà master italiane. Ai Campionati italiani individuali indoor master, tenutisi al Pala Casali di Ancona, la società pistoiese ha conquistato 3 medaglie d’oro, 12 d’argento e 9 di bronzo; quinto posto tra le donne e tredicesimo fra gli uomini.

TIRO A SEGNO

La sezione di Tsn pisana, sprovvista momentaneamente dell’impianto di Bersaglio mobile, ha chiesto e ottenuto solo per questa disciplina la collaborazione del Tiro a segno nazionale di Pescia.

CALCIO

Importante riconoscimento consegnato dal presidente Alessandro Dami ad Andrea Guarisa.

BASKET

Non si ferma la corsa della Butera Clinic Nico Basket, che centra il tredicesimo successo consecutivo in trasferta contro Academy Spezia, con il risultato di 48-73.

RALLY

Era tra i più attesi, al circuito di Pomposa (Ferrara), dopo la performance dello scorso dicembre, per la prima prova del Campionato “Race in Circuit” 2024, disputata nel fine settimana passato ed una volta in gara ha confermato le aspettative.

BASKET

Due vittorie, nello scorso weekend, per le formazioni giovanili della Butera Clinic Nico Basket.

BASKET

Dodicesima vittoria consecutiva per la Butera Clinic Nico Basket, che riesce a espugnare un campo ostico come quello di Prato, con il risultato di 56-62.

none_o

Inaugura sabato 2 marzo, presso la galleria del Centro* Montecatini.

none_o

La mostra “Vecchi posti di provincia" è una raccolta di circa quaranta acquerelli.

Ferragosto nella valle
quanto caldo che mi assale.

La grande .....
ZODIACO
di Sissy Raffaelli

Oroscopo marzo 2024 

IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Il segno del mese.

L'agenzia formativa e per il lavoro Cescot Pistoia ricerca addetto/ .....
Skillman. eu Secretariat offre un contratto di lavoro dipendente .....
CALCIO SCOMMESSE SPORTIVE
Inter e Milan, sembra facile, ma forse non lo è.

14/1/2011 - 13:31

Scatta il girone di ritorno e il Fattore L può imprimere una svolta al campionato. Leonardo ha vinto tre partite su tre (Coppa Italia compresa), ha rigenerato l'Inter e sa perfettamente che questo è il momento di insistere per spaventare il Milan. Che ha sì 11 punti di vantaggio, ma anche, due partite in più. E se è vero che suonano ingenerose le parole di Materazzi su Benitez ("Era un vigile al volante di una Ferrari"), è altrettanto vero che l'arrivo dell'ex milanista si è rivelato una mossa giusta al momento giusto. E lo dice uno che a Moratti non ha risparmiato critiche per il modo in cui l'Inter ha mandato allo sbaraglio Rafa, negandogli i rinforzi chiesti in estate (e fra questi c'erano anche Cavani ed Hernanes), organizzandogli una folle tourneé precampionato in Nordamerica che ha fatto sballare la preparazione; lasciandolo solo sotto il tiro incrociato delle critiche, spesso alimentate dal fuoco amico.
GLI ANTICIPI - Il Napoli delle meraviglie misura l'autentico valore della Fiorentina che, domenica scorsa, ha incredibilmente capovolto la gara con il Brescia, andato sul 2-0 dopo 45 minuti. Mihajlovic ha salvato la panchina e l'abbraccio con i suoi giocatori a fine partita vale più di cento concioni sullo spirito di gruppo. I viola pagano la fragilità di una rosa depauperata in estate dal grave infortunio di Jovetic, per la prima volta malamente rafforzata in estate da Corvino, chiamato a riscattarsi sul mercato invernale. Mazzarri ha firmato il suo capolavoro contro la Juve, disintegrata da Cavani. Il Napoli non è secondo in classifica per caso o grazie a un miracolo divino: questo è il risultato di un lavoro serio, di una programmazione pluriennale, di una società forte e di un gruppo che esalta Cavani, Hamsik e Lavezzi senza trascurare i gregari: non è un caso che Pazienza, Aronica e Grava siano stati fra i protagonisti del girone d'andata. Partenopei favoriti su viola. Il 15 gennaio, la ventesima giornata valuta anche l'impatto del Fattore L con l'irriducibile Bologna, rotolato sull'orlo del precipizio a causa della dissennata gestione societaria che ha preceduto il salvataggio di Zanetti. Malesani è stato formidabile: ha cementato il gruppo sotto il segno di Di Vaio e, assieme ai tifosi che non hanno mai mollato la squadra, ha chiuso al decimo posto il girone d'andata, incurante della mazzata penalizzazione: mai, da 8 anni, i rossoblù erano arrivati così in alto. Hanno conquistato 11 punti nelle ultime 6 partite, non hanno paura dell'Inter. Che parte favorita, ma dovrà giocare al massimo per onorare il pronostico. Occhio a Eto'o, scatenato in Coppa Italia e presumibilmente sugli stessi livelli anche nel massimo torneo.
LE ALTRE - Lecce-Milan sarà l'ultima gara della domenica, ma la seconda da seguire con attenzione: sia perché il Lecce ha raddrizzato la situazione, andando a vincere addirittura in casa della Lazio, sia perché Allegri vuol capire se l'improvviso tracollo difensivo accusato contro l'udinese sia stato un fenomeno sporadico, dovuto all'indisponibilità di Nesta o ci sia di che preoccuparsi. Cassano (3 assist in 31 minuti giocati) sarà al cento per cento fra un mese, dicono a Milan Lab. Nel frattempo, si è già dimostrato un rinforzo azzeccato. La prima partita della domenica, però è fatalmente Juve-Bari. Presa a legnate dal Parma e dal Napoli, la squadra di Delneri non ha alternative: deve vincere. Il tecnico richiama precipitosamente Del Piero, inizialmente escluso al San Paolo. Agnelli ha riaffermato la sua fiducia nell'allenatore e in Marotta, ma è chiaro che i bianconeri non possano permettersi un altro stop. Il Bari, ultimo, sembra fatto apposta per il ruolo di vittima sacrificale. Attenti però a sottovalutare la rabbia dei pugliesi, penalizzati da arbitri e infortuni. La partita delle 12.30 è Cagliari-Palermo, Donadoni contro Rossi, una squadra in salute contro l'altra che sta pure meglio e l'ha appena confermato anche in Coppa Italia. Brescia-Parma è già l'ultima chiamata per Beretta (3 sconfitte in 4 gare): Iachini è addirittura pronto a tornare, ma il problema è un altro: o Corioni, cioè Nani, rinforza la squadra per davvero (Lanzafame è la punta n.7 in organico: a che cosa serve?) o la retrocessione diventa una certezza. La trasferta di Catania si annuncia durissima per il Chievo, in vistosa frenata; Cesena-Roma è la partita di Totti contro Ranieri, separati in casa; Genoa-Udinese e Lazio-Sampdoria chiudono il cerchio.


_______________________________________________________________________________________
 


Fonte: Agicoscommesse
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: