Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 12:10 - 20/10/2021
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Partiamo dalla rivista La difesa della razza nata a seguito delle leggi sulla difesa della razza del 1938.
Il fondatore e direttore era l ideologo Telesio Interlandi.

Giorgio Almirante , delfino .....
JU JITSU

Lo scorso  16 ottobre al Palatorrino di Roma si sono svolti i campionati italiani di Brazilian Ju Jitsu della Federazione Italiana Grappling Mixed Martial Arts, dove  ha partecipato l'iscritto al Sap Manuel Loiacono, 24enne.

HOCKEY

Fine settimana vincente per la società pistoiese.

BASKET

Ha dovuto rimontare almeno due volte la Gema, ma lo ha fatto nel momento clou della partita vinta a Pontassieve 68-75 con un allungo nell’ultima frazione da 26 punti segnati e appena 16 subiti.  

BASKET

Torna il Campionato a Monsummano ed è debutto casalingo per la Gioielleria Mancini che affronta il Basket Calcinaia per l’incontro valevole per la seconda giornata di campionato.

BASKET

Dopo la sconfitta patita nel derby contro San Giovanni Valdarno nel primo turno di campionato, la Nico Basket, targata Giorgio Tesi Group, porta a casa due punti importanti contro un’altra formazione solida e quotata come Umbertide.

PUGILATO

Il borghiggiano miguel bachi nella serata di ieri sera a Firenze a disputato un match molto duro dopo sette mesi di inattività.Si trova affrontare il pugile della sempre avanti Firenze drillon thaci con molta più esperienza, match parte subito acceso da entrambi gli angoli con ritmo elevato!

RALLY

L’ufficialità è arrivata dopo il Rally Città di Pistoia, ultima manche a calendario.

CALCIO A 5

Due serate all’insegna del divertimento e della passione calcistica. Sono questi gli ingredienti che hanno caratterizzato le due serate della 2° edizione del “Trofeo delle associazioni”.

none_o

Consigli di lettura di Maria Valentina Luccioli.

none_o

Le opere della giovane pittrice pesciatina Bartò prendono la volta della Spagna.

Erano pochi, erano violenti,
gridavano “boia chi molla”, .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti

Viene considerato uno degli esponenti più significativi della Scuola Pistoiese.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti

La parabola umana e artistica di Leda Rafanelli abbraccia tutto il Novecento.

cerco bilocale affitto 300 o 350 euro zona Pescia, grazie arredato. .....
cerco casa in affitto euro 300 350 al mese
Castella della Valdinievole
di Giovanni Torre
La storia, attraverso i secoli, del borgo di Montecarlo

2/4/2017 - 11:44

La storia del castello di Montecarlo si perde nei secoli. Iniziamo con quello di Vivinaia che era un maniero precedente, residenza della Contessa Matilde di Canossa, situato dove attualmente esiste il cimitero del paese, subì la distruzione (1332/33) da parte dell’esercito fiorentino in fuga  per l’arrivo delle truppe di Giovanni e Carlo di Boemia filo lucchesi.

La fortezza che domina l’abitato medievale di Montecarlo, detta Rocca del Cerruglio, è una costruzione nata nei secoli che vanno dal XII al XIV quando non esisteva ancora il borgo fortificato eretto nel 1333 per  volere di Lucca e di Giovanni e Carlo di Boemia, che darà anche  il suo nome alla località  di Montecarlo.

Il borgo e la sua rocca acquistarono un ruolo determinante nelle continue guerre tra Lucca, Pisa e Firenze, dalla posizione del paese si domina la Valdinievole, l’intera Piana di Lucca fino al Basso Valdarno. Infatti, il 23 settembre 1325 nella battaglia di Altopascio, il console lucchese Castruccio Castracani si servì di questo strategico punto d’osservazione per attaccare e sconfiggere l’esercito fiorentino in fase di trasferimento all’accampamento di Badia Pozzeveri, scelta sbagliata del comandante Cardona in quanto Badia era un  luogo insalubre per la vicinanza con il padule di Sesto (o di Bientina per i pisani).

Il castello di Montecarlo aveva un cinta muraria imprendibile. Ci riuscì il duca di Milano Francesco Sforza (1437 al soldo di Firenze) e il condottiero  Piero Strozzi (1554 al soldo di Siena) aiutato dai residenti per liberarsi dal dominio dei fiorentini che lo riconquistarono e, per volontà di Cosimo I dei Medici, rinforzarono la rocca  in caso di attacco dei senesi in guerra permanente contro di loro, la fortezza venne smantellata nel 1775 su ordine del Granduca Pietro Leopoldo di Lorena e venduta all’asta a privati, conclusione discutibile per la storia plurisecolare di questo castello.                                                          

di Giovanni Torre    

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: