Valdinievole OGGI La Voce di Pistoia
  • Cerca:
  • 00:03 - 01/3/2024
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Esiste per me una domanda che occorrerebbe fare per sapere chi hai davanti .

A seconda della risposta , puoi confrontarti , o tirar di lungo perché perdi il tuo tempo .

La domanda è :

Quanti .....
SCHERMA

La Scherma Pistoia – Chianti Banca torna sul tetto d’Europa grazie al proprio alfiere Fabio Mastromarino.

ATLETICA

L’Atletica Pistoia si conferma tra le grandi realtà master italiane. Ai Campionati italiani individuali indoor master, tenutisi al Pala Casali di Ancona, la società pistoiese ha conquistato 3 medaglie d’oro, 12 d’argento e 9 di bronzo; quinto posto tra le donne e tredicesimo fra gli uomini.

TIRO A SEGNO

La sezione di Tsn pisana, sprovvista momentaneamente dell’impianto di Bersaglio mobile, ha chiesto e ottenuto solo per questa disciplina la collaborazione del Tiro a segno nazionale di Pescia.

CALCIO

Importante riconoscimento consegnato dal presidente Alessandro Dami ad Andrea Guarisa.

BASKET

Non si ferma la corsa della Butera Clinic Nico Basket, che centra il tredicesimo successo consecutivo in trasferta contro Academy Spezia, con il risultato di 48-73.

RALLY

Era tra i più attesi, al circuito di Pomposa (Ferrara), dopo la performance dello scorso dicembre, per la prima prova del Campionato “Race in Circuit” 2024, disputata nel fine settimana passato ed una volta in gara ha confermato le aspettative.

BASKET

Due vittorie, nello scorso weekend, per le formazioni giovanili della Butera Clinic Nico Basket.

BASKET

Dodicesima vittoria consecutiva per la Butera Clinic Nico Basket, che riesce a espugnare un campo ostico come quello di Prato, con il risultato di 56-62.

none_o

Inaugura sabato 2 marzo, presso la galleria del Centro* Montecatini.

none_o

La mostra “Vecchi posti di provincia" è una raccolta di circa quaranta acquerelli.

Ferragosto nella valle
quanto caldo che mi assale.

La grande .....
ZODIACO
di Sissy Raffaelli

Oroscopo marzo 2024 

IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Il segno del mese.

L'agenzia formativa e per il lavoro Cescot Pistoia ricerca addetto/ .....
Skillman. eu Secretariat offre un contratto di lavoro dipendente .....
Castella della Valdinievole
di Giovanni Torre
La storia, attraverso i secoli, del borgo di Montecarlo

2/4/2017 - 11:44

La storia del castello di Montecarlo si perde nei secoli. Iniziamo con quello di Vivinaia che era un maniero precedente, residenza della Contessa Matilde di Canossa, situato dove attualmente esiste il cimitero del paese, subì la distruzione (1332/33) da parte dell’esercito fiorentino in fuga  per l’arrivo delle truppe di Giovanni e Carlo di Boemia filo lucchesi.

La fortezza che domina l’abitato medievale di Montecarlo, detta Rocca del Cerruglio, è una costruzione nata nei secoli che vanno dal XII al XIV quando non esisteva ancora il borgo fortificato eretto nel 1333 per  volere di Lucca e di Giovanni e Carlo di Boemia, che darà anche  il suo nome alla località  di Montecarlo.

Il borgo e la sua rocca acquistarono un ruolo determinante nelle continue guerre tra Lucca, Pisa e Firenze, dalla posizione del paese si domina la Valdinievole, l’intera Piana di Lucca fino al Basso Valdarno. Infatti, il 23 settembre 1325 nella battaglia di Altopascio, il console lucchese Castruccio Castracani si servì di questo strategico punto d’osservazione per attaccare e sconfiggere l’esercito fiorentino in fase di trasferimento all’accampamento di Badia Pozzeveri, scelta sbagliata del comandante Cardona in quanto Badia era un  luogo insalubre per la vicinanza con il padule di Sesto (o di Bientina per i pisani).

Il castello di Montecarlo aveva un cinta muraria imprendibile. Ci riuscì il duca di Milano Francesco Sforza (1437 al soldo di Firenze) e il condottiero  Piero Strozzi (1554 al soldo di Siena) aiutato dai residenti per liberarsi dal dominio dei fiorentini che lo riconquistarono e, per volontà di Cosimo I dei Medici, rinforzarono la rocca  in caso di attacco dei senesi in guerra permanente contro di loro, la fortezza venne smantellata nel 1775 su ordine del Granduca Pietro Leopoldo di Lorena e venduta all’asta a privati, conclusione discutibile per la storia plurisecolare di questo castello.                                                          

di Giovanni Torre    

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: