Valdinievole OGGI La Voce di Pistoia
  • Cerca:
  • 19:06 - 23/6/2024
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Ho l impressione che vi sia successo quello che avevo previsto da tempo
IPPICA

È stato un altro bel sabato sera all’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme con in programma la terza giornata stagionale di trotto.

BASKET

Fabo Herons Montecatini ha il piacere di annunciare l'ingaggio dell’ala Nicola Mastrangelo.

BASKET

A.S. Estra Pistoia Basket 2000 comunica di aver raggiunto, nella giornata odierna, l’accordo per la rescissione consensuale del contratto con coach Nicola Brienza.

PICKLEBALL

Il 22 e 23 giugno, presso Sport Village Toscana, si terrà l'evento dal titolo 'Finale nazionale pickleball Msp Italia', alla sua prima edizione, presso gli impianti sportivi di via del Bruceto.

PODISMO

Ancora una Silvano Fedi protagonista nelle corse di questo fine settimana. 

BASKET

Il progetto, fortemente voluto da tutta la dirigenza Herons, e da tutte le società allo stesso partecipanti, parte con il massimo entusiasmo e con due obiettivi principali da realizzare.

PODISMO

Con la perfetta organizzazione del gruppo podistico Trekking e camminate Croce Oro in collaborazione con il gruppo donatori sangue Avis di Montale si è corsa nella località al confine con la provincia di Prato la gara podistica competitiva ‘’Sudatina Montalese 2024’’.

RALLY

Dimensione Corse è ancora protagonista. La scuderia pistoiese si è elevata nel confronto a squadre espresso dal Rally di Reggello, appuntamento valido per la Coppa Rally di Zona 7.

none_o

Si inaugura sabato 22 giugno alle 18 la mostra “Giallo incanto – Tour 1960; Undici artisti per Gastone Nencini”.

none_o

Raccontami un libro, di Ilaria Cecchi.

Ferragosto nella valle
quanto caldo che mi assale.

La grande .....
IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Segno del mese.

IL MONDO IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

Teste di mazzancolle in pasta

Se avete Perdite occulte sulle vostre tubazioni, abbiamo sempre .....
L'agenzia formativa e per il lavoro Cescot Pistoia ricerca addetto/ .....
LARCIANO
Il vicesindaco Lisa Amidei sul Centro Ricerche: "Giunta fuori dalla gestione non per motivi economici"

31/1/2016 - 17:43

In merito alla questione ampiamente discussa  sul Centro di Ricerca, Documentazione e Promozione del Padule di Fucecchio, il Vicesindaco di Larciano Lisa Amidei fa sapere che con delibera n. 61 del 29/11/2014 il Comune di Larciano stabilì di uscire dall'Associazione  non per motivi economici legati al pagamento della quota annuale di 1500 euro, come ha recentemente sostenuto il consigliere d'opposizione Adriana Niccolini. Le ragioni reali, riportate nella delibera, furono il nuovo assetto delle Province (l'abolizione di quella di Pistoia e di Firenze interessate entrambe al Padule) e l'esigenza di nuove forme organizzative che consentissero il consolidamento ed il rilancio dei risultati raggiunti dall'associazione, nell'interesse e salvaguardia del patrimonio palustre del nostro territorio.

 
I problemi che il Padule di Fucecchio sta affrontando sono principalmente  l'inquinamento, sentire che andando a largo col barchino si possono incontrare vere e proprie discariche di rifiuti non fa certo piacere, così come il problema dell'interramento o della presenza di specie animale infestanti che deturpano il territorio. Oggi, continua il Vice Sindaco c'è urgente bisogno di un organismo che pensi a 360 gradi al padule: dobbiamo  gestire tutta la tutela ambientale, la promozione turistica oltre alla ricerca scientifica. L'associazione così come strutturata  non può bastare. L'interesse dei Comuni e soprattutto di quelli rivieraschi deve essere quella di tutelare questa riserva traendo al tempo stesso da essa un'attività turistica  che faccia da motore trainante per tutto il Montalbano. Per far questo occorre che tutti i componenti interessati: enti pubblici, associazioni, cacciatori e proprietari collaborino insieme. Il Padule è il luogo dove è nata quella che è diventata poi il fiore all'occhiello dell'attività artigiana ed industriale di Larciano: la scopa. Non solo; siamo tutti molto legati a queste terre dove nel 1945 morirono centinaia di persone per mano dei tedeschi. “Io” continua Amidei, “sono molto fiduciosa di questo accordo di collaborazione sul Padule, voluto fortemente dall'assessore regionale Fratoni, dove sono presenti oltre ai Comuni, anche la Città metropolitana di Firenze, la Regione , la Provincia di Pistoia ed il Consorzio; tutti insieme uniti per trovare soluzioni di salvaguardia del Padule e dove sicuramente verrà affrontata e spero risolta la questione sull'associazione  Centro di Ricerca. Il consigliere di Larciano Sandro Magrini è stato incaricato dai Sindaci di Larciano e Lamporecchio di partecipare al tavolo regionale avendo seguito la questione già nella scorsa amministrazione. Quando Antonio Pappalardo decise con la maggioranza di uscire dal Centro  (da non confondere col Centro Visite, che è l'immobile), lo fece per dare un segno, sensibilizzare la cittadinanza e le istituzioni sull'esigenza di un cambiamento, che così com'era strutturata l'associazione non andava più bene, non rispondeva a quelle che erano le vere esigenze della riserva e c'erano troppi contrasti negativi fra i componenti”.

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




23/2/2016 - 11:14

AUTORE:
Larcianese

Quello che ricordo io è un consiglio comunale larcianese che ha rischiato di cadere su una questione riguardante proprio il padule. Una delibera approvata con solo i voti dei membri della giunta (composta allora da 4 persone, alla faccia della democrazia) nonostante i voti contrari di tutti gli altri consiglieri di maggioranza. Quindi, in occasione delle nuove elezioni: epurazione di tutti i consiglieri "dissidenti" con la proposta di nuovi ( e spesso ignari) candidati, tranne i pochissimi fedeli. A Larciano si tende ad avere la memoria corta. Sui fatti recenti e anche quelli meno recenti.

2/2/2016 - 16:45

AUTORE:
Lisa Amidei

La data dell'eccidio e' 1944 e non 1945.

1/2/2016 - 7:47

AUTORE:
Sandro Bonaccorsi

In quel periodo ero consigliere e ricordo di aver fatto mettere a verbale che il documento non era chiaro e che non offriva nessun tipo di alternativa utile al conseguimento della tutela o del rafforzamento. Si ravvedeva nel documento una urgenza tutt'altro che meditata.

Sentire oggi che c'è urgenza di collaborare insieme per un rilancio dell'Associazione mi fa riflettere e constatare che lo stesso consiglio che al tempo ha votato per l'uscita dal centro, oggi abbraccia il programma della minoranza e lo sostiene con ovvietà.

Invito i cittadini interessati a documentarsi seriamente sulla questione.