Valdinievole OGGI La Voce di Pistoia
  • Cerca:
  • 02:04 - 16/4/2024
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Sono diversi giorni che mi capita di passare da Corso Matteotti verso le ore 18 e trovarmi fermo in fila . Succede che ogni sera due grandi bus, del prestigioso turismo internazionale che ci onora della .....
RALLY

Il 48° Trofeo Maremma ha regalato grandi soddisfazioni alla divisione sportiva dell’azienda La T Tecnica.

BASKET

Mercoledì 17 aprile, ore 12, all'Auditorium dell’Antico Palazzo dei Vescovi (piazza Duomo), si terrà la presentazione della Special Edition Jersey dell’Estra Pistoia Basket in occasione del World Earth Day.

SCHERMA

Le qualificazioni regionali ai campionati italiani gold di spada hanno regalato una splendida vittoria per Sabrina Becucci (a destra nella foto) che conquista il suo primo successo nella sua nuova arma.

MOUNTAIN BIKE

Domenica 14 aprile si svolgerà una competizione di mountain bike denominata “Toscano Enduro Series 2024 Pistoia” organizzata dalla Asd Young Riderz Pistoia Mtb School.

BASKET

Appuntamento consueto di inizio mese nella sala principale del Caffè Valiani Bellagio di via Enrico Fermi a Sant’Agostino per la consegna del “Florence One Mvp”.

BASKET

Green Le Mura Spring Lucca – Butera Clinic Nico Basket  43-62

ATLETICA

Ha avuto un notevole riscontro di presenze e consensi l’organizzazione dei Campionati italiani invernali master di pentathlon lanci da parte dell’Atletica Pistoia, targata ChiantiBanca.

SCHERMA

Grande soddisfazione per i colori della Scherma Pistoia 1894 – Chianti Banca per la convocazione di Fabio Mastromarino ai Campionati mondiali under 20 che prendono il via in questi giorni a Riyad, in Arabia Saudita. 

none_o

Dal 13 al 27 aprile alla galleria ArtistikaMente di via Porta al Borgo 18.

none_o

La mostra si terrà dal 14 aprile al 5 maggio.

Ferragosto nella valle
quanto caldo che mi assale.

La grande .....
IL MONDO IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

Ricetta per un risotto goloso

ZODIACO
di Sissy Raffaelli

Oroscopo di aprile.

Con l’evento tenutosi oggi 22 marzo presso la filiale di Cascina .....
L'agenzia formativa e per il lavoro Cescot Pistoia ricerca addetto/ .....
VALDINIEVOLE
Florovivaismo, Baldi e Niccolai (Pd): "Tre punti per la tutela della qualità"

11/11/2015 - 15:03

Sono passati tre anni dall’approvazione della legge sul florovivaismo (l.r. n. 41 del 2012)  in Toscana e i consiglieri regionali del Pd eletti in provincia di Pistoia, Massimo Baldi e Marco Niccolai, hanno deciso di farle il tagliando in aula. Per questo hanno presentato una mozione sulle prospettive del settore, prevedendo alcuni impegni di lavoro da affidare alla giunta regionale.

 

In particolare, Niccolai e Baldi, pongono il problema di dare attuazione all’articolo 13 della legge, che prevede “la trasmissione annuale al Consiglio regionale da parte della Giunta di una relazione per informarlo circa: le azioni messe in atto dai Comuni e volte alla qualificazione funzionale ed ambientale delle aree destinate alle attività vivaistiche; le semplificazioni delle attività amministrative relative all’esercizio della attività vivaistiche; le misure integrative per incentivare il rimodernamento degli spazi verdi delle città”. Insomma, un monitoraggio sugli effetti della normativa che sarebbe utile per capire cosa ha funzionato e cosa c’è invece da migliorare.


«L'inoltro della relazione all'attenzione del consiglio – spiegano i consiglieri Pd -  ha uno scopo principale: quello di verificare la coerenza degli strumenti urbanistici di tutti gli enti locali con le finalità della legge. Se un comune adottasse regolamenti che, direttamente o indirettamente, inibissero l'espansione dell'imprenditoria florovivaistica la relazione lo evidenzierebbe e questo ci permetterebbe di intervenire per ripristinare la congruità. Tutti gli enti locali della Toscana, dopo l'approvazione della legge, devono lavorare perché il vivaismo si espanda.  Nessuna misura può direttamente o indirettamente ostacolarne l'espansione».


Se la mozione di Baldi e Niccolai sarà approvata, inoltre, la giunta toscana sarà impegnata a: “incrementare, nei limiti delle disponibilità di bilancio, le azioni poste in essere al fine di tutelare e valorizzare la produzione toscana di qualità espressa dal settore del florovivaismo, nell’ ottica  di dare la più possibile completa attuazione a quanto disposto dalla legge regionale 41/2012;  continuare l’azione, già in essere, verso il ministero delle Politiche Agricole e Forestali affinché esso, in sede comunitaria, faccia valere con forza la qualità, anche sotto i profili fitosanitari, delle produzioni vivaistiche toscane, come più volte certificato dagli organismi a ciò preposti;  intervenire al fine di mantenere, anche a fronte del processo di riduzione del personale, la dotazione organica e gli alti livelli del Servizio fitosanitario regionale in modo da garantire i controlli funzionali alla qualità della produzione toscana”.

 

Secondo i due consiglieri regionali, infatti, il Servizio fitosanitario “costituisce la massima garanzia di “fitosanità” per tutto il commercio, con particolare riferimento alla qualità del nostro all’export e come forma di prevenzione dall’introduzione e dalla diffusione di nuove malattie, causa di costi sia economici che ambientali per l’intero settore florovivaistico,  ad oggi esente da gravi problematiche fitosanitarie proprio in virtù dell’impegno profuso dall’intero apparato del Servizio”. Queste tre linee di impegno sono decisive per la tutela della qualità delle produzioni pistoiesi nei mercati internazionali.


«Stiamo parlando di uno dei settori trainanti dell’agricoltura regionale – aggiungono Baldi e Niccolai – Questo sia in termini di produzione ed export, sia dal punto di vista occupazionale, con gli oltre 10mila addetti tra diretti ed indotto. Insomma, il più grande distretto vivaistico europeo, che negli ultimi anni ha valicato i confini della provincia di Pistoia, ponendosi come un modello di sviluppo e di ricchezza anche in altre parti della Toscana. La legge regionale – concludono Niccolai e Baldi – è stato un fatto positivo ed originale, il settore rimane al centro anche delle politiche del nuovo Piano di sviluppo regionale (PSR), ma occorre fare il punto su una serie di questioni importanti per il futuro del settore».

Fonte: Pd
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: