Valdinievole OGGI La Voce di Pistoia
  • Cerca:
  • 05:02 - 26/2/2024
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Premessa necessaria è che lo stato di Israele non corre alcun pericolo di scomparire .
L attacco terroristico dell ottobre scorso , è stato condannato da tutto il mondo "atlantista" come un orrendo .....
BASKET

Due vittorie, nello scorso weekend, per le formazioni giovanili della Butera Clinic Nico Basket.

BASKET

Dodicesima vittoria consecutiva per la Butera Clinic Nico Basket, che riesce a espugnare un campo ostico come quello di Prato, con il risultato di 56-62.

BASKET

Undicesima vittoria consecutiva per la Butera Clinic Nico Basket che supera, non senza pochi problemi, il Costone Siena.

RALLY

E’ stata decisamente di spessore, la prima uscita stagionale di Pavel Group, nel fine settimana passato, alla prima edizione del “Tuscany Rally”, in provincia di Siena.

PADEL

Oltre quattro ore di competizione ininterrotta con il numero massimo di coppie pronte ad affrontare i due tabelloni e portarsi a casa importanti premi in palio per la 1° “Coppa Carnevale”.

BOXE

Si avvicina la data in vista dei campionati regionali schoolboy e junior, il 24/25 febbraio a Lucca, dove parteciperà Emanuele Ammazzini junior 70 kg in forza alla boxe Giuliano allenato dal maestro Massimo Bosio di Ponte Buggianese.

JUDO

Domenica 18 febbraio si è svolto a  Camaiore il “21° Memoraial Marino Lorenzoni“, gara interregionale di judo riservata alle categorie bambini, ragazzi e fanciulli.

RALLY

È già partita a ritmi serrati la stagione 2024 di Motorzone Asd, protagonista in campo gara e nell'organizzazione del pranzo sociale, svoltosi domenica 11 febbraio.

none_o

Sarà inaugurata sabato 24 febbraio, alle 17 nell’atrio della biblioteca San Giorgio la personale di Raffaello Becucci.

none_o

Inaugurazione sabato 24 febbraio alle ore 17 al Museo della città e del territorio.

Ferragosto nella valle
quanto caldo che mi assale.

La grande .....
IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Il segno del mese.

IL MONDO IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

Il primo gustoso di febbraio.

L'agenzia formativa e per il lavoro Cescot Pistoia ricerca addetto/ .....
Skillman. eu Secretariat offre un contratto di lavoro dipendente .....
VALDINIEVOLE
Partito Comunista Lavoratori: "Anpi parla di antifascismo ma non ci invita"

11/2/2013 - 15:43

La sezione provinciale del Partito Comunista dei Lavoratori interviene per denunciare una dimenticanza da parte dell'Anpi.

 

"Come si rileva dal loro profilo su facebook https://www.facebook.com/anpi.pistoia?fref=ts , e come riportato anche da alcuni siti di informazione locale, il comitato provinciale dell’Anpi di Pistoia ha organizzato un incontro fra i candidati pistoiesi delle diverse formazioni politiche che parteciperanno alle prossime elezioni del 24-25 febbraio.

 

Fra i destinatari di una lettera-invito a questo incontro abbiamo notato che c’erano, oltre a quelli menzionati in quel comunicato, anche i rappresentanti del M5S di Grillo, del Pdl e della lista “Fare-Fermare il declino” di Giannino (che, a quanto pare, hanno rifiutato). http://www.pdpistoia.it/wp-content/uploads/2013/02/anpi_%C3%B9Lettera-invito-ai-Candidati-alle-Elezioni-Politiche-2013.pdf

 

Ma non c’erano i candidati pistoiesi del Partito Comunista dei Lavoratori, Mezzani Marzio per il Senato, Briganti Andrea e Capecchi Mario per la Camera. Non possiamo sapere se i motivi di questa esclusione siano dovuti ad una “dimenticanza” o se hanno origine da cause diverse. Siamo più propensi per la seconda ipotesi. E in questo senso non contestiamo l’insindacabilità della scelta del comitato provinciale dell’Anpi di Pistoia in quanto ognuno ha diritto di invitare chi vuole alle proprie iniziative.

 

Certamente i candidati del PCL, che orgogliosamente si dichiarano comunisti e non rinunciano alla loro “falce e martello”, non sarebbero stati interlocutori facili, in modo particolare sui temi dell’antifascismo e della democrazia, oggetto di quell’incontro. Sarà per questo che il Partito Comunista dei Lavoratori e i suoi candidati pistoiesi non sono stati classificati da quel comitato fra le “forze politiche democratiche”.

 

Valutazioni che riguardano la loro coscienza politica ma che non intaccano minimamente la nostra dignità. Una cosa è comunque certa. E cioè che, per quanto riguarda l’antifascismo, i nostri candidati avrebbero anche rilevato e chiesto come sia possibile che in una città storicamente antifascista, ma anche stabilmente amministrata dal centrosinistra, ci siano nell’anno 2013 le sedi di due organizzazioni fasciste. E che i cittadini pistoiesi troveranno sulla scheda elettorale anche i loro simboli. Avremmo ricordato che, Casa Pound Pistoia ("i fascisti del terzo millennio"), nell’ottobre del 2009, mise in piedi una schifosa sceneggiata organizzando e simulando un’aggressione alla sua sede di via Porta San Marco. Una sceneggiata che fu messa in piedi anche grazie ad interessate compiacenze e complicità.

 

Che fu una montatura lo prova il fatto che le indagini condotte dalla Digos e le successive relative accuse – che portarono, oltre a diversi abusi sugli arrestati nelle immediate circostanze di quel fatto, anche all’ingiusta carcerazione di 5 giovani antifascisti – siano state tutte smontate in sede processuale dai difensori degli imputati.

 

Avremmo ricordato che l’Anpi di Pistoia, a differenza del Partito Comunista dei Lavoratori che si mobilitò immediatamente e continuò a farlo successivamente, non prese posizione di fronte a tali abusi e, in sintonia con le Istituzioni locali, non partecipò al corteo di protesta e di solidarietà che si svolse alcuni giorni dopo lungo le vie cittadine con la presenza di un migliaio di antifascisti.

 

Avremmo ricordato come l’antifascismo non può ridursi al solito rituale celebrativo, ma va praticato in ogni occasione e in qualunque circostanza. E anche per quanto riguarda il tema della “democrazia” avremmo avuto modo di rilevare come in un regime sostanzialmente dittatoriale quale quello imposto dal capitalismo, sia paradossale e mistificatorio parlare di vera, autentica democrazia. E come anche le istituzioni borghesi siano parte attiva in questa ipocrita rappresentazione della libertà democratica. E come anche l’esercizio del voto, massima celebrazione della democrazia borghese, debba essere finalizzato a produrre le condizioni per una pratica ed effettiva democrazia; che può essere tale soltanto se viene esercitata e praticata dal basso, in funzione dei veri interessi sociali della grande maggioranza della popolazione. E non se viene pilotata e manipolata dall’alto da una minoranza di privilegiati.

 

Pensiamo che i motivi del nostro mancato invito trovino una ragione nella nostra totale autonomia e indipendenza da ogni condizionamento della politica borghese di qualunque orientamento. E questo sicuramente non fa piacere al Partito Democratico, vero e palese ispiratore politico di tutto l’universo di associazioni che in ogni ambito gravitano nel panorama della sinistra. E l’accettazione di tutto questo non fa onore a tutte le altre forze politiche della sinistra, soprattutto a quelle cosiddette radicali che si dichiarano, a parole, alternative al Pd ma che, nei fatti, continuano a stargli insieme in migliaia di amministrazione locali".

Fonte: Partito Comuniosta dei Lavoratori - sezione di Pistoia
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




11/2/2013 - 22:39

AUTORE:
Giacomo

Capisco che il raccontare fandonie sia usanza tramandata di generazione in generazione tra i comunisti, ma arrivare ad asserire che quello che è successo nel 2009 sia stato tutto inventato, è qualcosa di veramente meschino.
Vi ricordo che una ventina di esponenti dei centri sociali sono piombati nella sede di porta San Marco armati di tutto punto ( oggetti poi rinvenuti nel loro ritrovo poco lontano). In sede si trovano un militante di Cpi e un consigliere comunale che per fortuna hanno riportato solo lievi lesioni..

È sconcertante come si manipoli la verità..

11/2/2013 - 21:54

AUTORE:
G.P.

Certamente i candidati del PCL, che orgogliosamente si dichiarano comunisti e non rinunciano alla loro “falce e martello”, non sarebbero stati interlocutori facili, in modo particolare sui temi dell’antifascismo e della democrazia, oggetto di quell’incontro. Sarà per questo che il Partito Comunista dei Lavoratori e i suoi candidati pistoiesi non sono stati classificati da quel comitato fra le “forze politiche democratiche”.
Ma cosa avete scritto. Ma ve ne rendete conto?. Il comunismo, come il fascismo, Deve ESSERE BANDITO dalla politica italiana. Dovrebbe essere bandito dalla Costituzione della Repubblica italiana, come lo é il fascismo!!!!!

11/2/2013 - 19:49

AUTORE:
Lucio

Non vorrei scaturire polemiche POST-ELEZIONI, e ribadisco anche stavolta il mio NON schieramento politico, soprattutto in questo periodo deprimente, ma vorrei chiedere delucidazioni nel portare avanti un'ideale risalente a 50 e più anni fa quale passo in avanti farebbe fare al nostro paese? Così come i moderni fascistelli, i puristi del comunismo come convivrebbero in un mondo che apparte in italia e a Cuba le parole comunismo e fascismo non sono nemmeno più nei nuovi dizionari? Siamo nel 2013, tra poco le automobili voleranno, la guerra fredda è finita 32 anni fa, Franco è morto, Gorbaciov ha 80anni suonati e noi sempre a lottare per un sistema di regime del secolo scorso? Senza offesa per nessuno ma credo che per dare un futuro ai nostri giovani (perchè il futuro adesso siamo noi e non mio nonno che con molto onore ha combattuto da partigiano)
dovremmo evolverci, non regredire..... Ricordare la storia si, ma staccandoci una volta per tutte dalle sue radici!!!