Valdinievole OGGI La Voce di Pistoia
  • Cerca:
  • 18:02 - 21/2/2024
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Caro Sergio , ti rode di essere stato malamente apostrofato? Succede a chi capisce poco e , da ignorante ostenta la propria ignoranza come una spada .

Noi tutti siamo , almeno spero ma a volte vacillo .....
BASKET

Undicesima vittoria consecutiva per la Butera Clinic Nico Basket che supera, non senza pochi problemi, il Costone Siena.

RALLY

E’ stata decisamente di spessore, la prima uscita stagionale di Pavel Group, nel fine settimana passato, alla prima edizione del “Tuscany Rally”, in provincia di Siena.

PADEL

Oltre quattro ore di competizione ininterrotta con il numero massimo di coppie pronte ad affrontare i due tabelloni e portarsi a casa importanti premi in palio per la 1° “Coppa Carnevale”.

BOXE

Si avvicina la data in vista dei campionati regionali schoolboy e junior, il 24/25 febbraio a Lucca, dove parteciperà Emanuele Ammazzini junior 70 kg in forza alla boxe Giuliano allenato dal maestro Massimo Bosio di Ponte Buggianese.

JUDO

Domenica 18 febbraio si è svolto a  Camaiore il “21° Memoraial Marino Lorenzoni“, gara interregionale di judo riservata alle categorie bambini, ragazzi e fanciulli.

RALLY

È già partita a ritmi serrati la stagione 2024 di Motorzone Asd, protagonista in campo gara e nell'organizzazione del pranzo sociale, svoltosi domenica 11 febbraio.

SCHERMA

Festa doppia in casa Scherma Pistoia. Nel giorno del rinnovo del prestigioso abbinamento pubblicitario con Chianti Banca, arriva la bella notizia della convocazione di Fabio Mastromarino per i campionati europei under 20 che si svolgeranno a fine mese a Napoli.

BASKET

A.S. Estra Pistoia Basket 2000 comunica con grande soddisfazione che, al termine dell’avventura per la Frecciarossa Final Eight, Carl Wheatle raggiungerà la propria Nazionale per rispondere alla convocazione con la maglia della Gran Bretagna.

none_o

Prenderà il via giovedì 22 febbraio il programma di iniziative Primavera al museo 2024.

none_o

Rubrica "Raccontami un libro" – Consigli di lettura di Valentina

Ferragosto nella valle
quanto caldo che mi assale.

La grande .....
IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Il segno del mese.

IL MONDO IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

Il primo gustoso di febbraio.

L'agenzia formativa e per il lavoro Cescot Pistoia ricerca addetto/ .....
Skillman. eu Secretariat offre un contratto di lavoro dipendente .....
PESCIA
Acquista a Pescia Antiqua un prezioso salvacondotto del '400 rilasciato a Felice Brancacci

8/2/2024 - 9:46

Lunedì scorso, dopo un iter lungo circa tredici anni, Dario Donatini (direttore della sezione Pescia-Montecarlo-Valdinievole dell’Istituto storico lucchese), ha consegnato all’Archivio di Stato di Firenze, per conto del proprietario donatore Giuseppe Pontari, il salvacondotto rilasciato dalla città di Ancona al fedele cittadino Felice Brancacci di Firenze.


Il documento, dichiarato di “interesse storico particolarmente importante” con decreto n. 170/2014 dell’11 aprile 2014 della Sovrintendenza archivistica e bibliografica della Toscana, è stato acquistato da Pontari nel marzo del 2011 al tradizionale mercatino di antiquariato “Pescia antiqua”, presso un venditore occasionale che esponeva pochi oggetti, ma di particolare qualità e valore, fra cui una pergamena datata 1437 recante un sigillo con cavaliere armato in carta e ceralacca.


Le particolarità della pergamena, custodita sottovetro con una modesta cornice, ha da subito svelato elementi di particolare interesse quali la fattura della scrittura (con due eleganti capilettera), la datazione 28 settembre 1437, il grande sigillo posto in calce al testo raffigurante lo stemma della città di Ancona, e, principalmente, l’incipit con il nome di Felice Brancacci di Firenze.

 

Alla luce dei costi molto onerosi, l’acquisto si è rilevato interessantissimo dal punto di vista culturale in quanto la pergamena, una volta tradotta e trascritta, consente di testimoniare il trasferimento del ricco mercante fiorentino presso il libero Comune di Ancona. In questa città, oltre a a essere accolto con onori e privilegi, il Brancacci poté così continuare a esercitare il suo fiorente commercio con l’Oriente e l’Europa settentrionale. Quest’ultimo infatti, fu cacciato dalla città del giglio per avere partecipato alla congiura antimedicea del 1434.


Inoltre, nel salvacondotto si fa un riferimento ai rischi degli esiliati di essere colpiti anche fuori da Firenze: «Poiché nella nostra città incombono su di te, sulla tua famiglia e sui tuoi beni sospetti di pericolo, che noi desideriamo allontanare, […] a te e a quattro tuoi soci, dei quali abbiamo voluto che si facesse specifica menzione nella nostra cancelleria, di poter portare armi di qualsiasi genere, qualunque tu voglia – da offesa o da difesa – e comunque tu voglia – apertamente o nascoste – nella città di Ancona, nel suo territorio e distretto».


L’iter che ha portato alla tutela e alla valorizzazione non è stato semplice, in quanto molteplici sono stati i cavilli burocratici legati alla donazione; tuttavia, grazie al lavoro svolto da Luca Faldi (attuale direttore della biblioteca Marucelliana di Firenze) e da Daniela Fattori (responsabile del settore degli archivi di famiglia e di persona, arti e raccolte dell’Archivio di Stato di Firenze, in foto assieme a Dario Donatini) si è giunti all’ufficializzazione della pratica.


Il salvacondotto, tra l’atro, sarà accorpato al Fondo Brancacci, di recente acquisizione da parte dell’Archivio di Stato, in occasione della presentazione al pubblico delle carte ivi custodite.

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




8/2/2024 - 9:58

AUTORE:
Yury

Sono passati gli anni giusti per rendere inutile risalire al venditore ed eventuale coinvolgimento del cedente ?