Valdinievole OGGI La Voce di Pistoia
  • Cerca:
  • 03:03 - 04/3/2024
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Esiste per me una domanda che occorrerebbe fare per sapere chi hai davanti .

A seconda della risposta , puoi confrontarti , o tirar di lungo perché perdi il tuo tempo .

La domanda è :

Quanti .....
SCHERMA

La Scherma Pistoia – Chianti Banca torna sul tetto d’Europa grazie al proprio alfiere Fabio Mastromarino.

ATLETICA

L’Atletica Pistoia si conferma tra le grandi realtà master italiane. Ai Campionati italiani individuali indoor master, tenutisi al Pala Casali di Ancona, la società pistoiese ha conquistato 3 medaglie d’oro, 12 d’argento e 9 di bronzo; quinto posto tra le donne e tredicesimo fra gli uomini.

TIRO A SEGNO

La sezione di Tsn pisana, sprovvista momentaneamente dell’impianto di Bersaglio mobile, ha chiesto e ottenuto solo per questa disciplina la collaborazione del Tiro a segno nazionale di Pescia.

CALCIO

Importante riconoscimento consegnato dal presidente Alessandro Dami ad Andrea Guarisa.

BASKET

Non si ferma la corsa della Butera Clinic Nico Basket, che centra il tredicesimo successo consecutivo in trasferta contro Academy Spezia, con il risultato di 48-73.

RALLY

Era tra i più attesi, al circuito di Pomposa (Ferrara), dopo la performance dello scorso dicembre, per la prima prova del Campionato “Race in Circuit” 2024, disputata nel fine settimana passato ed una volta in gara ha confermato le aspettative.

BASKET

Due vittorie, nello scorso weekend, per le formazioni giovanili della Butera Clinic Nico Basket.

BASKET

Dodicesima vittoria consecutiva per la Butera Clinic Nico Basket, che riesce a espugnare un campo ostico come quello di Prato, con il risultato di 56-62.

none_o

Inaugura sabato 2 marzo, presso la galleria del Centro* Montecatini.

none_o

La mostra “Vecchi posti di provincia" è una raccolta di circa quaranta acquerelli.

Ferragosto nella valle
quanto caldo che mi assale.

La grande .....
ZODIACO
di Sissy Raffaelli

Oroscopo marzo 2024 

IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Il segno del mese.

L'agenzia formativa e per il lavoro Cescot Pistoia ricerca addetto/ .....
Skillman. eu Secretariat offre un contratto di lavoro dipendente .....
SERRAVALLE
Sindaco replica a Spinelli “Obiettivo del nuovo piano operativo è quello di migliorare condizioni abitative"

30/9/2019 - 10:37

Il sindaco Piero Lunardi attraverso gli uffici del Sue (Sportello unico edilizia) tiene a precisare e chiarire la situazione della zona denominata “il pratone”, e in generale sui progetti urbanistici riguardanti l’intero territorio, emersa a seguito delle dichiarazioni del consigliere di Art.1 Mdp, Gianfranco Spinelli.

“La zona cosiddetta “del pratone” in via Dante Alighieri – rendono noto gli uffici comunali del Sue – è stata destinata fin dal 1976 e fino al 2006 come area edificabile per “attrezzature scolastiche – asilo nido – scuola materna”, con possibilità di edificare, legata alla dimensione necessaria per il numero di alunni con obbligo di realizzare spazi a parcheggio e verde pubblico, in proporzione al costruito.

 

Dal 1988, con il Piano regolatore generale, una parte dell’ampia area fu trasformata in zona a edificazione residenziale.

 

A partire dal 2006 col nuovo Regolamento urbanistico, l’area fu prevista in parte a nuova zona edificabile residenziale e in parte ad “attrezzature di interesse collettivo – F1 – polifunzionale – commerciale” con la possibilità di realizzare: servizi amministrativi comunali, attrezzature amministrative e per pubblici servizi; centri polifunzionali-commerciali; attrezzature sanitarie; attrezza- ture scolastiche; servizi di pubblica sicurezza; attrezzature assistenziali; attrezzature cultura- li; -attrezzature religiose. Nell’area F1, di circa 3700 metri quadri, quindi, era possibile rea- lizzare un fabbricato di circa 1800-2000 metri quadri di altezza 8,50 metri, oltre a par- cheggi pubblici e privati per circa 2500 metri quadrati (tra esterno ed interrato) e verde di standard urbanistico per circa 700 metri quadrati.


Nel 2007 fu presentato un progetto per la realizzazione di un centro commerciale – direzionale approvato dal consiglio comunale dell’allora giunta Mochi, con delibera numero 10 del 13 febbraio 2009, ma non ebbe corso la sua realizzazione in quanto la ditta proprietaria del terreno andò in fallimento giudiziario. La previsione di “attrezzature di interesse collettivo – F1 – polifunzionale – commerciale” è rimasta fino alla adozione della variante organica al Regolamento urbanistico avvenuta nel 2015, quando fu destinata a “zona per servizi di interesse comune e generale – F3.2” con possibilità di realizzare attività amministrative e istituzionali, politico – sociali, culturali, religiose, ricreative, socio – sanitarie, per la difesa e l’ordine pubblico.

 

A oggi l’area mantiene la stessa destinazione urbanistica. Per quanto ri- guarda lo sviluppo abitativo questo si basa ancora sui dati previsionali approvati col Piano strutturale del 2001 e, alla fine, con la Variante allo stesso approvata nel 2016 (giunta Mungai), con il parere favorevole dei competenti della giunta, e quindi anche dallo stesso Gianfranco Spinelli che di quella giunta era assessore, e dagli organi della Regione a dimostrazione che nel 2016 la zona interessata non era un “pratone”.

 

Uno strumento urbanistico che stima a oggi ancora un residuo abitanti insediabili collocabili in nuovo sviluppo edilizio, che comunque è previsto, oggi in analogia a quanto indicato allora, di tipo estensivo, con ti- pologie mono e bi-familiari, qualitativo, prestazionale sotto il punto di vista del contenimento energetico e nel recupero dell’anidride carbonica prodotta, come abbiamo disposto e stabilito nel nuovo Regolamento edilizio approvato di recente ed in vigore dal 20 settembre.

L’obiettivo del nuovo Piano operativo si traduce nel migliorare le condizioni abitative dei residenti, introducendo ove possibile addizioni funzionali e volumetriche del patrimonio edilizio esistente, aumentando la dotazione di servizi collettivi, limitando al massimo la nuova edificazione, incentivando lo sviluppo di attività produttive ed a carattere locale e soprattutto delle attività agricole, zootecniche e forestali, incentivando una politica di maggio- re fruizione turistica per l’intero territorio, sempre nel rispetto dei luoghi, favorendo il recu- pero edilizio e valorizzando le risorse. Il tema del recupero edilizio è stato e lo sarà ancora più fondamentale nel Piano operativo, sia nei centri urbani che nel territorio rurale, incrementando ed incentivando i possibili interventi di riqualificazione e sostituzione edilizia di immobili e complessi edilizi, anche ridistribuendo le superfici in situazioni di emergenza ti- pologica, urbana, localizzativa, vincolistica, rigenerando le aree degradate, attraverso interventi di riorganizzazione funzionale”.

Fonte: Comune Serravalle Pistoiese
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: