Valdinievole OGGI La Voce di Pistoia
  • Cerca:
  • 23:06 - 20/6/2024
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

E non è finita ancora manca via Del Gallo e rotonda vigili ed anche via dei Colombi soldi Esselunga speriamo bene. . . . ormai dopo le elezioni?
Spetterà alla nuova amministrazione. . . .
PICKLEBALL

Il 22 e 23 giugno, presso Sport Village Toscana, si terrà l'evento dal titolo 'Finale nazionale pickleball Msp Italia', alla sua prima edizione, presso gli impianti sportivi di via del Bruceto.

PODISMO

Ancora una Silvano Fedi protagonista nelle corse di questo fine settimana. 

BASKET

Il progetto, fortemente voluto da tutta la dirigenza Herons, e da tutte le società allo stesso partecipanti, parte con il massimo entusiasmo e con due obiettivi principali da realizzare.

PODISMO

Con la perfetta organizzazione del gruppo podistico Trekking e camminate Croce Oro in collaborazione con il gruppo donatori sangue Avis di Montale si è corsa nella località al confine con la provincia di Prato la gara podistica competitiva ‘’Sudatina Montalese 2024’’.

RALLY

Dimensione Corse è ancora protagonista. La scuderia pistoiese si è elevata nel confronto a squadre espresso dal Rally di Reggello, appuntamento valido per la Coppa Rally di Zona 7.

CALCIO

Prenderà il via sabato 22 giugno prossimo il Torneo dei Rioni del comune di Serravalle Pistoiese che, come ogni anno, gode del patrocinio del Comune.

RALLY

Un impegno importante e faticoso, in Sicilia  con tre vetture al Rally dei Nebrodi, ma anche un bilancio d’effetto, con la seconda posizione assoluta. E due vetture nella top ten assoluta.

BASKET

A.S. Estra Pistoia Basket 2000 è lieta di annunciare di aver raggiunto l’accordo per la riconferma nello staff tecnico dell’assistant coach Tommaso Della Rosa

none_o

Si inaugura sabato 22 giugno alle 18 la mostra “Giallo incanto – Tour 1960; Undici artisti per Gastone Nencini”.

none_o

Raccontami un libro, di Ilaria Cecchi.

Ferragosto nella valle
quanto caldo che mi assale.

La grande .....
IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Segno del mese.

IL MONDO IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

Teste di mazzancolle in pasta

Se avete Perdite occulte sulle vostre tubazioni, abbiamo sempre .....
L'agenzia formativa e per il lavoro Cescot Pistoia ricerca addetto/ .....
UZZANO
Muore in moto schiantandosi dopo il turno in fabbrica: stava per diventare padre

24/5/2013 - 15:51

Tragedia nella notte in via Aldo Moro a Uzzano, in località Torricchio. Un uomo di 34 anni, Emanuele Mazzei, stava rientrando nella sua abitazione di Santa Lucia (dove si era trasferito da pochi mesi, dopo essere cresciuto a Pescia), quando all'improvviso, per cause ancora da accertare, ha perso il controllo della sua moto (uno scooter Yamaha Majestic 400) ed è finito fuori strada, andandosi a schiantare contro un casottino in cemento.

 

L'urto è stato violentissimo, tanto che il casco, regolarmente indossato dall'uomo, si è spezzato in due parti. All'arrivo dei soccorritori per la vittima, da poco uscito dall'industria alimentare (la Rambazzi) in cui lavorava a Chiesina Uzzanese, non c'era più nulla da fare.

 

Mazzei sarebbe diventato tra poco tempo padre, visto che la compagna è al quarto mese di gravidanza. Ed è stata proprio lei, la notte tra giovedì e venerdì, a uscire di casa e ad andargli incontro visto che lui tardava a rientrare. Lungo la strada, la tragica scoperta della moto per terra, dei lampeggianti dei soccorritori e del corpo coperto da un lenzuolo bianco.

 

Emanuele era conosciuto da tutti come "Fudo", dal nome di un personaggio dei cartoni animati giapponesi che gli era stato dato da bambino. La madre è infermiera all'ospedale, il padre ha a lungo lavorato in Comune a Pescia.

Fonte: Ansa
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




31/5/2013 - 12:25

AUTORE:
danilo

Esiste soltanto un'equazione in questi casi:meno velocità,meno probabilità di incidenti e meno probabilità di farsi male.
se non ci fosse stato un dosso,poteva essere un animale od una persona ad attraversare....pensaci caro Antonio.
Mi dispiace tanto per quello che e' successo...ma purtroppo non sarà l'ultimo.

30/5/2013 - 20:05

AUTORE:
antonio

Poteva impiegare il tempo che ha dedicato per scrivere il suo articolo ad altro, mi creda, quando una persona lede l'opinione di un'altra non merita commenti

28/5/2013 - 20:29

AUTORE:
Guido Pucci

Non ci sono parole per esprimere il mio pensiero, il nostro pensiero: non sarebbero sufficienti a descrivere quello che ho provato nel leggere la notizia, ed ancor più i risvolti familiari. Ho 32 anni, una bambina di 22 mesi ed una moto, che non tocco da 31 mesi. Non sto scherzando. Avuta la notizia della gravidanza mi è passata la voglia della moto. Ma questo è solo un mio personalissimo pensiero. Avrei potuto continuare a godermi il mezzo nella maniera più tranquilla possibile. Ma ho preferito di no.

Per Antonio: come si fa a comprendere la, forse, eccessiva velocità? Perchè dopo una giornata di lavoro voleva tornare dalla propria famiglia? Ma non ci credi neanche te!!! Vogliamo dare la colpa al dosso? Alle segnalazioni?? Tutti pretesti!!! Non ci sono giustificazioni, non ci sono scuse. Solo un'immane tragedia.

26/5/2013 - 9:28

AUTORE:
Paola

Ma certo...la Famiglia sarà già così distrutta dal dolore che sentire anche dei rimproveri non è proprio il momento... Anch'io ho figli di poco più giovani e faccio loro le mie raccomandazioni...aggiungo anche quelle di questi Signori che sicuramente le hanno fatte x chi legge non certo x brontolare il ragazzo appena defunto. Alla Famiglia faccio le mie condoglianze in questo momento di grande dolore e spero che il bambino/a che, tra pochi mesi verrà alla luce, Vi aiuti a superare questo terribile momento !

26/5/2013 - 1:16

AUTORE:
anna

morire a 34 anni con una piccola famiglia in costruzione,, e' terribile. Io non ti conoscevo, ma ho figli della tua eta',e penso ai tuoi genitori, alla tua compagna, alla piccola vita che e' in lei,, no, , non e' giusto. Capisco che a volte , si corre , per l'ebrezza della velocita' ma... non credo che tu lo abbia fatto x questo... tu correvi incontro alla nuova prospettiva di vita,,, che adesso proteggerai, dal paradiso.
Un abbraccio forte , al tuo babbo, alla tua mamma,,e che insieme alla tua compagna , il Signore dia la forza, di affrontare , una vita senza il tuo sorriso. E un bacio a te.

25/5/2013 - 20:12

AUTORE:
Antonio

Non possiamo fare il processo alle intenzioni sicuramente il ragazzo non andava piano ma è capibile, dopo una giornata di lavoro non vedeva l'ora di raggiungere la sua ragazza per dipiù in dolce attesa, bisogna valutare se il dosso qui pare sia il responsabile dell'incidente sia regolare e segnalato correttamente, comunque le polemiche non servono,ci sono gli organi competenti per questo, la cosa gravissima è che un ragazzo di 34 anni è morto è morto lasciando la propria compagna con un bambino in grembo che non vedrà mai il suo papà. Io non ho mai avuto il piacere di conoscere questo ragazzo, ma come cittadino di Uzzano e padre con figli più o meno della stessa età mi unisco al terribile dolore della famiglia e della sua sfortunata compagna, porgendo le mie condoglianze

25/5/2013 - 16:42

AUTORE:
FBI

Tutti gli anni sempre la stessa storia...qualcuno ci lascia le penne! Possibile che i precedenti non servono a niente? Possibile che quando siamo seduti su quei mezzi ci dimentichiamo di quanto è bella la vita e che forse non ne valga la pena spingere sull'accelleratore? Si pensa sempre che accada solo agli altri..oltretutto con le condizioni pietose delle strade che abbiamo in vladinievole!
RAGAZZI ANDATE PIANO!!
FUDO non è il primo e non sarà l'ultimo,purtroppo..

25/5/2013 - 13:54

AUTORE:
ROBY

Bisogna capire che si deve andare PIANO!!! Se ci sono dei limiti di velocità ci sarà pure un motivo, no???

Invece la gente sfreccia su qualunque strada a velocità assurde con mezzi spesso non idonei, ma soprattutto non è idonea la gente a guidarli. Gli scooter poi non sono moto, cadere è facilissimo.