Valdinievole OGGI La Voce di Pistoia
  • Cerca:
  • 09:05 - 21/5/2024
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Buongiorno, tramite la Vostra redazione vorremmo ringraziare tutto il personale dell'hospice La Limonaia di Spicchio a Lamporecchio per l'assoluta dedizione con cui si prendono cura dei loro ospiti e .....
JUDO

Sabato 11 maggio si è svolto a Incisa Valdarno il "18 ° Trofeo A. Macaluso" di  judo.

RALLY

Parla “straniero”, il 41° Rally degli Abeti e dell’Abetone, terza prova della Coppa Rally di zona 7, corso in questo week end abbracciato dal rigoglioso verde della Montagna Pistoiese.

CALCIO

Dopo sette lungi anni di interruzione torna per volontà dell’assessore allo sport Fulvio Rosellini, il Torneo dei Rioni a Ponte Buggianese.

BASKET

A.S. Estra Pistoia Basket comunica che, in occasione della gara-2 dei quarti di finale Playoff UnipolSai Lba, il play-guardia Lorenzo Saccaggi ha raggiunto un traguardo molto importante all’interno della storia del club. 

PODISMO

In clima di festa si e disputa nella località di Valdibrana all’estrema periferia di Pistoia la edizione numero due della staffetta 3x 2,400 km in memoria di Paolo Piccardi, organizzata dalla locale Pro Loco con la collaborazione tecnica della Pistoia Atletica 1983 e l’egida dei giudici della Uisp Pistoia.

BOXE

Il prossimo 18 maggio la boxe Giuliano organizza il quinto memorial Rudy. La riunione sarà divisa in due orari separati. Dalle 16 ci saranno incontri dilettanti e dalle 21 ci saranno incontri sempre dilettanti e due di  professionisti.

BASKET

Nella giornata di mercoledì 15 maggio, Legabasket ha ufficializzato importanti riconoscimenti per la stagione sportiva 2023/24. Fra questi quello di “Lba Executive of the Year”, ovvero il premio al miglior dirigente di club.

BASKET

La stagione del Pistoia Basket Junior è tutt’altro che finita e, anzi, è in arrivo un altro nuovo importante appuntamento a livello nazionale dopo la disputa, a fine aprile, delle finali Under19 Eccellenza.

none_o

In uscita "Cavallette a colazione. I cibi del futuro tra gusto e disgusto", dell’antropologa culturale Gaia Cottino.

none_o

Domenica 19 maggio alle ore 17 al Museo della città e del territorio, nell'antica Osteria dei Pellegrini.

Ferragosto nella valle
quanto caldo che mi assale.

La grande .....
ZODIACO
di Sissy Raffaelli

Oroscopo maggio 2024

IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Segno del mese

Con l’evento tenutosi oggi 22 marzo presso la filiale di Cascina .....
L'agenzia formativa e per il lavoro Cescot Pistoia ricerca addetto/ .....
STORIA
di Giovanni Torre
PIEVE A NIEVOLE

13/4/2011 - 8:11

Storia: Pieve a Nievole.
 
La provenienza del nome dato a questa località Valdinievolina,è tuttora incerta,in quanto ci sono diverse ipotesi, la prima della quali accosta il toponimo Nievole  al fatto ch esisteva una Pieve a Neure,sicuramente prima chiesa cristiana in Valdinievole, un’altra ipotesi è quella legata alla Vallis Nebulae,ossia alla presenza costante di nebbie nella valle nel periodo invernale.I primi accenni  della Chiesa dei Santi Pietro Apostolo e Marco Evangelista,risalgono anteriormente all’invasione dei Longobardi nel 570 e si dice  che la sua  costruzione sia avvenuta per volontà del vescovo di Lucca Frediano,quello che ha prosciugato la piana Lucchese dalle acque del Serchio.Il paese ,posto in posizione strategica sulla Via Cassia Minore,si sviluppò nell’ immediate vicinanze della suddetta chiesa e ,con molta probabilità,i primi abitanti provenivano da Montecatini Alto,castello questo teatro di violenti scontri tra Lucchesi e Fiorentini,pertanto in caso di guerra,gli abitanti scappavano in due direzioni,una verso l’attuale Montecatini Terme,l’altra verso Via dei Tanelli quindi a Pieve a Nievole.

 

Nel 1800 la Pieve ebbe un forte sviluppo demografico e basta pensare che a fine secolo contava circa 2700 abitanti ed era la frazione più popolosa del  comune di Montecatini Valdinievole(ora Alto)che ne aveva 2500 oltre che Bagni di Montecatini(ora Terme)con solo 2200.La costruzione della stazione ferroviaria ,1853,con relativa stazione proprio a Pieve contribuì al decollo dell’importanza del paese e,si fecero sempre più insistenti le richieste di autonomia ammnistrativa ,frenate dalle leggi di allora, che prevedevano che i nuovi comuni avessero almeno 4000 abitanti,a quel punto intervenne Ferdinando Martini,Monsummanese Doc ,personaggio autorevole dell’epoca,vicerè dell’Eritrea,per molti anni senatore del Regno d’Italia,che appoggiò la richiesta di   scissione sia di Pieve che di Bagni di Montecatini dall’allora comune di Montecatini Valdinievole.

 

Questo risultato fù ottenuto nel 1905 e a tutt’oggi il comune ,pur avendo un territorio assai contenuto,sfiora i 10.000 abitanti e si colloca al terzo posto in Valdinievole ,come numeri,dopo Montecatini Terme(22.000) e Monsummano(22.00).L’iniziale vocazione rurale ,Via Nova,negli anni è stata sostituita da  quella industriale ,oggi vi   trovano collocazione numerose  imprese  in tutti i settori,iniziando dal calzaturiero,le abitazioni si sono moltiplicate in direzione Riani-Via Nova e lungo la Via Empolese ai confini con il comune di Monsummano.Per lo sport da citare il calcio con una scuola bocce per giovani tra le più attrezzate della Toscana,un Bocciodromo comunale di prim’ordine con una società importante che ,agonisticamente,si fa rispettare vincendo  spesso ogni tipo di gara,pallavolo e pallacanestro nella norma provinciale,tutto questo fa sì che Pieve sia ancora un’oasi  felice in questo,attuale,   panorama burrascoso nazionale.
 
  Giovanni Torre

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




13/4/2011 - 18:53

AUTORE:
Giovanni Torre

Ho commesso un'errore qundo ho scritto che Pieve si colloca ,per numero di abitanti,al terzo posto in Valdinievole omettendo che Pescia,capoluogo storico sfiora anche lei i 20.000 abitanti e quindi è giusto dare agli amici Pesciatini quel che loro spetta.Giovanni Torre