Valdinievole OGGI La Voce di Pistoia
  • Cerca:
  • 17:07 - 25/7/2024
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Ieri passeggiando intorno casa ho notato con grande piacere che i lavori di rifacimento dei marciapiedi di Via Boccaccio sono terminati. Un bene soprattutto perché la parte intorno al "centro diurno .....
IPPICA

All’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme il mercoledì sera di trotto ha proposto un programma dedicato alla Fise – Federazione italiana sport equestri – con sette prove tra cui l’handicap a invito abbinato alla scommessa Tris-Quarte-Quintè.

BASKET

E’ stata presentata ufficialmente questa mattina, mercoledì 24 luglio, la campagna abbonamenti 2024/25 di A.S. Estra Pistoia Basket 2000 che avrà come claim “Il più grande spettaholo”.

PODISMO

Non molte le gare disputate in questi ultimi giorni, sufficienti però per regalare altre 4 affermazioni ai podisti della Silvano Fedi (raggiunta quota 90 dal 1° gennaio).

BASKET

Siamo ancora al 23 luglio e i motori della stagione 2024/2025 si stanno già accendendo.

HOCKEY

L'importante tassello di completamento dell'Impianto di Montagnana (Hockey Stadium Andrea Bruschi) potrebbe davvero prendere forma nei prossimi mesi. Nei giorni scorsi l'Hockey Club Pistoia ha formalmente donato il progetto preliminare all'amministrazione comunale di Marliana.

BASKET

A.S. Estra Pistoia Basket 2000 comunica di aver raggiunto un accordo, di durata biennale, con Giuseppe Valerio che sarà il secondo assistente di coach Dante Calabria.

TAEKWONDO

Dopo il Kim e liu del Nord e il Kim e Liu di Roma la società sportiva Kin Sori Taekwondo asd si conferma prima delle toscane nel taekwondo e 3 nel parataekwondo italiano.

IPPICA

All’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme un altro bel sabato di sera di trotto e di festa per tutto il pubblico presente, circa 1400 presenze. 

none_o

Dopo Santiago di Compostela, Pistoia e Roma, l’allestimento fotografico è stato ospitato a Napoli.

none_o

Confermata anche nel 2024 la presenza dell’associazione pistoiese Culturidea sul palco del Porretta Soul Festival.

Ferragosto nella valle
quanto caldo che mi assale.

La grande .....
IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Il segno del mese.

ZODIACO
di Sissy Raffaelli

Oroscopo luglio 2024.

Se avete Perdite occulte sulle vostre tubazioni, abbiamo sempre .....
L'agenzia formativa e per il lavoro Cescot Pistoia ricerca addetto/ .....
MONSUMMANO
La storia protagonista al Forti con due appuntamenti di fine anno scolastico

13/6/2023 - 13:38

La storia protagonista al Forti con due appuntamenti alquanto importanti di bilancio conclusivo delle attività svolte. Martedì, infatti, si è svolta la call “Metti la scuola alla prova”nell'ambito della 5° conferenza nazionale dell'Associazione italiana di public history.

 

L'istituto monsummanese ha presentato nel corso dell'incontro on-line non solo il giornalino scolastico "Voci dal corridoio", ormai consolidato da una lunga tradizione, ma anche la radio web Onde Forti. Inoltre la professoressa Bini ha riassunto le tappe fondamentali del progetto "Confine-confini" sulle foibe e sul confine orientale, durato due anni, a cui hanno partecipato 6 classi della scuola.

 

"Attraverso la partecipazione in prima persona degli alunni il progetto ha avuto come obiettivo quello di diffondere la conoscenza critica del periodo storico analizzato - ha sottolineato la professoressa di lettere Roberta Bini - e grazie ai momenti di condivisione ha contribuito alla creazione di una memoria pubblica, in grado di rafforza i valori democratici. I risultati sono più che soddisfacenti tanto che due elaborati sono stati addirittura premiati in occasione dell'evento fiorentino del Giorno del ricordo".

 

La professoressa Ales, poi, ha presentato anche altri progetti su varie tematiche della storia contemporanea approfonditi dagli studenti.

 

Mercoledì, invece, nell'aula riunioni della scuola, sono stati resi noti i lavori realizzati dai ragazzi, nell’ambito del protocollo d’intesa stipulato con il laboratorio di Public history of education ( che si pone come obiettivo quello di diffondere la storia in un pubblico più ampio e non ristretto di specialisti) e con l’Università di Firenze alla presenza della dirigente scolastica Anna Paola Migliorini e dei ricercatori universitari Luca Bravi e Chiara Martinelli del Dipartimento formazione, lingue, intercultura, letterature e psicologia  dell’Università di Firenze.

 

A dare il via alle presentazioni è stata la 3 C Tur/Rim, seguita dalla professoressa Loredana Ales, con la presentazione di un video con le interviste registrate dagli allievi sulla “La notte della Repubblica: gli anni di piombo e il caso Moro”.

 

In seguito è stata la volta della 5D Sia, che ha avuto il privilegio di analizzare il diario dell’internato militare pistoiese sergente Attilio Biagioni insieme all’insegnante Chiara Cecchi.

 

”In anteprima riveliamo che a breve questo diario inedito sarà pubblicato - ha svelato la professoressa Cecchi - e tutti i dettagli saranno resi noti a breve”.

 

La 5B Tur, inoltre, sotto la supervisione della professoressa Veronica Cecconi ha proiettato alcuni power point di approfondimento relativi alla resistenza disarmata portata avanti dagli Imi (soldati italiani catturati dai tedeschi) e da qui è stato ampliato il concetto di resistenza al ventesimo secolo e all’attualità.

 

Infine la mattinata dedicata agli studi è stata chiusa dalla IV C Rim/Tur e dalla IV B Tur, che hanno trattato la tematica delle donne nel Risorgimento ed in special modo hanno ricostruito la vicenda di Italia Donati, la giovane maestra suicidatasi a Porciano il 1 giugno del 1886, dopo esser stata perseguitata dal sindaco di Lamporecchio Raffaele Torrigiani e dopo esser stata oggetto di pettegolezzi da parte dei compaesani. In particolar modo la IV B Tur ha messo in scena una vera e propria rappresentazione sotto la regia di Chiara Cecchi riguardante i fatti accaduti in quell’epoca.

 

“Non posso che esprimere la mia soddisfazione per tale iniziativa - ha sottolineato la preside Anna Paola Migliorini - i progetti svolti hanno, infatti, il fine di aprire le menti dei nostri studenti verso quel pensiero critico che permette loro di essere cittadini consapevoli e liberi nella società non solo locale, ma globale, mettendo in primo piano l’educazione della memoria come approfondimento delle memorie individuali che sono alla base di una società democratica”.

Fonte: Istituto Forti
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: