Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 19:12 - 04/12/2022
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Notizia fresca fresca :
Due anziani, pensione sociale , che procedevano con fare sospetto, sono stati fermati dalla GDF .
Alle varie domande , fra l'altro hanno dichiarato di andare a comprare le .....
CALCIO

Domenica alle ore 14:30 lo stadio "Idilio Cei" di Larciano ospiterà il sessantunesimo derby della storia in campionato tra viola ed azzurri.

BASKET

La Fabo Herons ha un assetto totalmente nuovo, dopo aver preso in A2 Adrian Chiera, dalla serie superiore arriva anche l’ultimo inserimento rossoblù, Marco Arrigoni, milanese, 31 anni, 3 promozioni dalla B alla A2, l’ultima qualche mese fa con Rimini, di cui era capitano.

RALLY

Due stagioni su asfalto e, al termine della seconda per la GR Yaris Rally Cup, arriva il debutto su fondo sterrato. Avrà luogo nel fine settimana prossimo, 10 e 11 dicembre, in occasione del Rally del Brunello, sesto e conclusivo atto del Campionato Italiano Rally Terra, a Montalcino, Siena.

CICLISMO

A partire dalle 16.30 di sabato 3 dicembre si terrà la premiazione delle società pistoiesi di ciclismo per l'anno 2022.

SPORT

Tredicesima edizione per la giornata del veterano dello sport e premiazione dell'atleta dell'anno. La cerimonia si terrà al ristorante Barbarossa di Serravalle il 3 dicembre alle 17,30.

BASKET

Fabo Herons Montecatini comunica di avere raggiunto un accordo per le prossime tre stagioni sportive, sino al 2024-25 compreso, con Marco Arrigoni, ala-centro di 198 cm, proveniente dalla Serie A2, che era in forza alla Rinascita Basket Rimini, di cui era capitano e dalla quale si è appena liberato.

BASKET

Alessio Torrini, ala pivot classe 2005 e protagonista dell'Under 19 Silver Movind, in testa alla classifica del proprio campionato, è stato tesserato in doppio utilizzo con la Wolf Pistoia.

BASKET

Arriva il primo stop casalingo di questo campionato per la Over Nico Basket Ponte Buggianese, superata 61-76 dalla Pallacanestro Femminile Pontedera.

none_o

Sono 40 i presepi provenienti da varie regioni d’Italia e dal mondo ospitati negli Antichi Magazzini e nell’atrio del palazzo comunale.

none_o

Si tratta di un progetto no-profit: il ricavato è destinato in parte alla campagna “Salviamo le api” di Greenpeace.

Per te, che sei per me una fiammella,
che generasti il figlio .....
IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Il segno del mese.

IL MONDO IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

Fritole veneziane.

Sales and Didactic Consultant

Descrizione della posizione

SI .....
E'stato scritto e pubblicato un libro sulla presenza del grande .....
none_o
Energia, è allarme rosso. Confindustria: "La politica nazionale ed europea è chiamata a fare il suo dovere"

25/8/2022 - 8:51

"Ogni giorno che passa il tema energia si fa sempre più scottante. Anche nelle occasioni di modesto arretramento della quotazione del gas, che si trascina dietro anche l'energia, non c'è affatto motivo per rasserenarsi: in una situazione così instabile e con un andamento generale che è costantemente al rialzo, le criticità rimangono al massimo livello. Criticità che non riguardano solo l'entità dei prezzi ma anche questioni a monte come la stipula di nuovi contratti: i fornitori sono talvolta titubanti a sottoscriverli nel timore di non riuscire a garantire le forniture.


L'Italia deve essere pronta a tutto: le improvvisazioni non sono accettabili, campagna elettorale o no. Le imprese debbono rimanere in piedi: dalla sopravvivenza delle imprese - voglio ricordarlo perché sono in troppi a dimenticarselo o a far finta che non sia così - passa anche la tenuta sociale. Se le imprese chiudono, i dipendenti - quelli stessi che a loro volta, purtroppo, hanno problemi a far fronte a bollette domestiche anch'esse lievitate - vanno a casa. E' penoso dirlo, ma è la dura realtà. Quello che le imprese chiedono deve essere visto anche, o forse soprattutto, in questa chiave. Le chiusure, non solo per brevi periodi ma anche definitive, sono prospettive quanto mai realistiche.
E' ora di considerare energia e gas per quello che sono: fattori competitivi essenziali. Finora in Italia non si è ragionato così e gli effetti si vedono: il nostro paese ha costi per l'energia elettrica non domestica fra i più alti d'Europa (in questa per niente invidiabile classifica siamo quarti dopo Grecia, Cipro e Irlanda), resi ancora più gravosi da un trattamento fiscale a sua volta molto penalizzante (allegati dati Eurostat). Come si fa a competere sui mercati internazionali in queste condizioni, anche ammesso che ci si faccia a non chiudere i battenti?


Sì quindi al piano di razionamento che chiede il presidente di Confindustria Bonomi, ovviamente da vedere come una extrema ratio in caso di gravi problemi di disponibilità; sì a un price cap che tenga conto delle priorità dell'economia nazionale, o ancor meglio a provvedimenti in questa direzione a livello europeo; sì ad analisi che, nel rispetto delle regole del mercato, individuino e neutralizzino fattori speculativi.


La situazione è così grave che la politica europea e nazionale non deve lasciare nulla di intentato. Personalmente non mi farei un tabù, anche se capisco le remore in proposito, nemmeno di finalizzare l'extra gettito delle imprese fornitrici ad alleviare in maniera diretta o indiretta, immediata o differita nel tempo, i disagi che imprese e famiglie stanno vivendo.
Il quadro è, almeno dal punto di vista economico, perfino più fosco di quello della pandemia. E' il momento di mettere sul tavolo tutte le carte possibili, nessuna esclusa."

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




25/8/2022 - 11:16

AUTORE:
Bibi

Vincerà certamente la banda dei tre fenomeni .

Nel loro programma tutti elementi da paese dei balocchi.

Stipendi aumentati assieme a pensioni con riduzione no cancellazione di tasse .
Ponte di Messina e Cartelle al macero.

Ma del problema di stamani

Nessuno ne parla !

Al caro energia che farà chiudere tante aziende ?

Il nucleare pulito !

Salvini parla di servizio militare obbligatorio, e Meloni considera deviati tutti quelli che non rientrano negli schemi dello stato totalitario.

Stato totalitario è quello che dalla culla alla tomba ingabbia i cittadini in uno schema unico e perseguita i diversi definendoli deviati.

Ignoro la fonte e l estensore dell articolo che mi sembra lucidissimo .

Purtroppo a votare andranno anche i bastonatori di immigrati ed i sostenitori di blocchi navali .

Speriamo , ma ho molti dubbi.....