Valdinievole OGGI La Voce di Pistoia
  • Cerca:
  • 16:07 - 14/7/2024
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Già da tempo ho osservato e fatto presente la crescente insicurezza di Ponte Buggianese circa il vivere onesto e civile dei suoi cittadini, mentre invece questa insicurezza stà aumentand0 passando dai .....
BASKET

La società cestistica Gema Pallacanestro Montecatini, nata nell’estate 2023, è orgogliosa di annunciare una importante sinergia commerciale e non solo, che va ad implementare di contenuti e significati il percorso di Gema allestimenti veicoli commerciali nel mondo del basket.

PODISMO

Al centro sportivo intitolato al grande presidente della Repubblica Italiana Sandro Pertini ha preso il via l’edizione numero 6 del ‘’Trofeo Festa dell’Unità’’, gara podistica competitiva sulla distanza di km 7,500 

BASKET

Il vicepresidente di A.S. Estra Pistoia Basket 2000 Massimo Capecchi, a tutela della sua onorabilità e dell’operato portato avanti oramai da decenni all’interno del club, ritiene necessario specificare alcuni punti.

BASKET

Fabo Herons Montecatini ha il piacere di annunciare l'ingaggio del giovane play-guardia Giulio Giannozzi, classe 2005, 1,90 cm di altezza che andrà a far parte della rosa della prima squadra allenata da Federico Barsotti.

CALCIO

Gradito ritorno a Larciano per Leonardo Antonelli, esterno mancino classe 2002.

IPPICA

All’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme è stato un bel mercoledì di trotto valido per l’8^ giornata stagionale.

PODISMO

Nuova settimana top per gli scatenati podisti della Silvano Fedi, con il sodalizio biancorosso giunto a 80 successi stagionali.

BASKET

Con l’inizio dell’estate, si può considerare archiviato in maniera particolarmente positiva il primo anno di partnership fra A.S. Pistoia Basket 2000 e Gonzaga University.

none_o

Orsigna Montagna Maestra, questo il titolo della mostra fotografica di Alexey Pivovarov.

none_o

Al Castello di Cireglio, Pistoia, domenica 14 luglio, dalle ore 17.

Ferragosto nella valle
quanto caldo che mi assale.

La grande .....
ZODIACO
di Sissy Raffaelli

Oroscopo luglio 2024.

IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Segno del mese.

Se avete Perdite occulte sulle vostre tubazioni, abbiamo sempre .....
L'agenzia formativa e per il lavoro Cescot Pistoia ricerca addetto/ .....
 2
Sono disponibili 4187 articoli in archivio:
 [1]  ...  [113]   [114]   [115]   [116]   [117]   [118]   [119]  ...  [168] 
AVVERTENZA: In caso di risposta a un articolo già presente nel forum, si invita i lettori ad usare il comando RISPONDI. Usando questo comando la risposta dell'utente ottiene una maggiore visibilità, perchè viene collocata automaticamente in due spazi diversi. Viene inserita infatti 1) nella prima pagina del forum in successione temporale, come tutti gli altri interventi; 2) viene inserita anche nel riquadro dei DIBATTITI IN CORSO, dove gli articoli rimangono un tempo maggiore.
Il primo lettore che risponde a un tema già presente nel forum e adopera il comando RISPONDI attiva automaticamente un dibattito. Il comando RISPONDI consente di sviluppare dibattiti su temi specifici.
In risposta a: Euro si Euro no del 20/7/2018 - 16:23
Euro si euro no!
AUTORE: Ametista group
email: [protetta]

21/7/2018 - 10:15

Caro Gianluca ti ringrazio di avermi risposto Quando si dice Costruiamo ponti e non muri difficilmente troveremo persone che non sono d'accordo Certo è che al momento che dovremmo fare accordi commerciali la cosa cambia in virtù del fatto che abbiamo Nazioni dove lo stipendio base è di circa 2 €300 al mese mentre il nostro è di circa 1200 1300 questa differenza fa si che arriveranno tanti prodotti a prezzi bassissimi che provocheranno non pochi problemi per fare un esempio a Prato prima che arrivassero i cinesi c'erano tante ditte italiane,sono state costrette a chiudere non potevano competere con i loro prezzi ultimamente se non sbaglio l'Europa fatto sta facendo un accordo con il Giappone di libero scambio Mi auguro che chi di dovere abbia impostato le cose in maniera tale da non provocare ulteriori problemi alla nostra economia apprendo con piacere che l'euro per te è una moneta simpatica rispetto molto le opinioni altrui Qualora in futuro lo diventasse anche per me te lo farò presente.l'ultima riflessione Certo è che l'Italia i problemi li aveva anche prima dell'euro Certo è che ci sono stati governi che non hanno fatto il loro dovere, ma certamente l'euro non li ha ridotti addirittura li ha peggiorati aggiungo inoltre che in virtù di quello che sta succedendo ultimamente più che unire l'euro Pare che stia dividendo.Ma questa è solo una mia opinione Non è detto che sia giusta Ciao a tutti
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Cara Europa!!!!
AUTORE: Ametista group
email: [protetta]

20/7/2018 - 22:01

Uno Europa quanto ci costi? Due era necessario tutto questo rigore? 3 Dov'è finita la nostra sovranità e in particolare quella monetaria? Cari italiani qualsiasi forza politica che governerà potrà fare ben poco l'Europa ci costa tanti soldi ma se spendiamo tanti soldi dovremmo avere dei benefici Giusto No! Non è così perché l'Europa ci impone dei vincoli Inoltre non avendo più la sovranità monetaria dobbiamo per forza per cassa sui pensionati sulla sanità e aumentare le tasse e inoltre il nostro debito pubblico continuerà ad aumentare.Cari italiani o riusciamo a cambiare l'europa oppure prima si esce e meglio e in riferimento a tutto questo il programma della Lega e quello del MoVimento 5 Stelle è impossibile da realizzare perché? Perché non ci sono i soldi Ora i nodi vengono al pettine Ma se era chiaro per noi probabilmente era chiaro anche per loro Giusto? Insomma per concludere buona sofferenza a tutti.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Euro si euro no!!! del 16/7/2018 - 10:09
Euro si Euro no
AUTORE: gianluca torre
email: [protetta]

20/7/2018 - 16:23

Visto che questo "giornale" ospita con abbondanti spazi le opinioni dei lettori, e visto che l'Ametista group me lo chiede, renderò la mia opinione sull'euro. Come ho già accennato mi ritengo non proprio competente in materia economico finanziaria e utilizzo le mie riminescenze scolastiche e qualche lettura in proposito. Che vi devo dire cari Ametista, che mi piace l'euro per simpatia ? Perchè no, è una moneta che unisce, avete notato sulle banconote quella serie di ponti? I ponti sono il contrario dei muri...poi mi par ch'essa (la moneta) sia ritenuta il capro espiatorio, la causa, il pretesto, il germe della mancata crescita italiana. Credo poi che la tanto sbandierate "suvranità monetaria" porterebbe alla consuete svalutazioni a due cifre al fine di facilitare le esportazioni tralasciando le difficoltà nell'importazione
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Montecatini ex-terme d'Europa
AUTORE: Carlo Maltagliati
email: -

20/7/2018 - 15:57

Sono ormai degli anni che purtroppo assistiamo al degrado di Montecatini; ciò è dovuto sia alla crisi del termalismo inteso come somministrazione di acque termali,

che all’incoscienza della classe politica a prescindere di chi in comune gestiva la maggioranza. Fare la classifica di chi ha fatto meglio o peggio non serve a niente.

Stiamo assistendo ad un nuovo risveglio del centro cittadino con la riapertura di locali storici come l’Imperiale , il Bar Biondi o il Gambrinus da parte di imprenditori della zona.

La cosa ha avuto un impatto positivo sulla cittadinanza, ma il problema è sorto quando abbiamo visto come vengono fatte queste ristrutturazioni, in particolar modo il Caffe Biondi e il Gambrinus;

l’impatto per la pedana del Biondi francamente è eccessivo, ci voleva un minimo di buon gusto senza alzare a quel livello una pedana come hanno fatto, è una cosa che stona e questo doveva

essere un suggerimento dei tecnici del Comune avendo quest’opera un impatto ambientale. Il Sindaco stesso non gli doveva dare quello spazio che è eccessivo, senza aver valutato l’insieme.

Ma la cosa che ci inorridisce, sono quei CATAFALCHI che stanno costruendo nel piazzale del Gambrinus. Opera oscena in un ambiente stupendo che doveva si essere valorizzato,

ma con strutture aperte come c’erano gli anni passati. Speriamo che sui tavoli di quei catafalchi non ci mettono delle candele, come accade in alcuni ristoranti,

altrimenti qualche straniero può scambiare il posto, come succursale del cimitero cittadino. Mi dicono in Comune, che le belle arti, hanno approvato quello scempio;

se così fosse, al peggio non c’è limite. Per fortuna si chiamano Belle Arti!!!

La richiesta presentata in Comune , cita che dette opere servono per il periodo estivo! Ma chi vogliono prendere in giro ? Povera Montecatini.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Euro si Euro no del 15/7/2018 - 23:23
Euro si euro no!!!
AUTORE: Ametista group
email: [protetta]

16/7/2018 - 10:09

Scusa Gianluca ma non ho capito se sei Contrario o favorevole Per quanto riguarda l'euro. Per come la penso io l'euro non è stato un beneficio per noi è anche per tante altre nazioni Per non parlare poi del Parlamento Europeo di quanto ci costa una montagna di soldi!!! Ma se l'euro era stato creato per portare benefici alla popolazione dopo tutti questi anni sono arrivati questi benefici oppure no? Facciamo una riflessione liberamente senza essere condizionati dai grandi professoroni che vanno in televisione a parlare in favore dell'euro. Chiaramente è solo un mio parere Ciao a tutti.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Public company del 9/7/2018 - 9:46
Euro si Euro no
AUTORE: Gianluca Torre
email: [protetta]

15/7/2018 - 23:23

Non posso permettermi - per incompetenza - di giudicare la "forbita" analisi della Public company, mi permetto solo di far notare che l'euro è stato intodotto in Italia nel 2002 (16 anni or sono) e se si vuole far riferimento all'unità di conto "virtuale" essa risale al 1999 (19 anni or sono)...se tanto mi dà tanto....allora
----------------  RISPONDI





AUTORE: Luca Biscioni
email: -

12/7/2018 - 8:57

Questa sera ho avuto l' onore ed il piacere di essere statoi nvitato ad personam, come Cittadino di Pescia, alla Assemblea in oggetto. Erano presenti i Sindaci di Prato e Pistoia , S.E. il Pfefetto, il Presidente della Provincia, il Consigliere Regionale Marco Niccolai , numerosi rappresentanti di istituti finanziari etc. Pragmatico,sintetico e preciso è stato il contributo del Sindaco di Pistoia Alessandro Tomasi. Matteo Biffoni,Sindaco di Prato, si è maggiormente dilungato sulla sua proficua concertazione a tutto campo con gli imprenditori locali. Molto dettagliatamente il Presidente di Confcommercio Pistoia Prato nonché Presidente della Camera di Commercio di Pistoia Prato Stefano Morandi ha spiegato le problematiche del settore sia in ambito locale che nazionale. Dai dati 2017 di Confcommercio risulterebbe una stazionarieta' nel numero delle imprese nella Provincia di Pistoia ed un lieve incremento in Prato. Il numero degli iscritti alla Associazione nelle 2 Province avrebbe avuto un incremento di circa il 5% .
Da questo intervento e da quello successivo di Carlo Sangalli ,Presidente Imprese Confcommercio per l' Italia , è emerso come , attraverso una costante concertazione tra politici locali ed associazioni di imprese, nonostante la crisi a livello nazionale , si possa intravedere una ripresa della attività imprenditoriale con ripercussioni positive per tutte le categorie dei Cittadini. Ha fatto seguito una interessante monotematica tavola rotonda.
La empatia e l'interesse che gli l'imprenditori Pesciatini hanno dimostrato nel discutere con me , Pesciatino invitato a tale consesso, mi ha fatto capire come il futuro della nostra imprenditoria commerciale., florovivaistica etc., non possa prescindere dalla attivazione di tavoli di concertazione mirati ad ogni singola problematica ( dal mercato settimanale al MEFITa Pinocchio e via dicendo). Sono certo che gli imprenditori locali abbiano ben recepito il messaggio di questo convegno e che stimoleranno questa neonata Amministrazione Comunale, che certamente si attiverà in modo da recepire e vagliare i loro input , per migliorare la economia e la vivibilità del nostro amato territorio.
L' ex Capo Gruppo Consiliare Luca Biscioni
----------------  RISPONDI





In risposta a: Lenzi del 7/7/2018 - 11:54
Public company
AUTORE: Ametista group
email: [protetta]

9/7/2018 - 9:46

Caro Fabio Giusta osservazione la tua c'è però da dire che non abbiamo un piano (B) non abbiamo un'alternativa dobbiamo ritornare ad avere la nostra sovranità monetaria altrimenti non si esce fuori da niente!!! Come dici tu la banca d'Italia è una pubblic Company benissimo le cose si possono cambiare basta che ci sia un governo che lo vuole fare tutto è possibile!!! Volere è potere! come tu sai in Italia ci sono oltre 5 milioni di poveri altri milioni sono sulla soglia della povertà cosa aspettiamo a fare un cambiamento radicale che sia troppo tardi? Di certo non si può continuare su questa strada!!! Noi ci stiamo suicidando dopo 18 anni di euro Guarda in che condizioni siamo!Vuoi continuare così? E smettiamola in di ascoltare i grandi professori che dicono che se usciamo dall'euro ci sarà la svalutazione!!! Ma che cosa è successo in questi 18 anni altro che svalutazione abbiamo avuto!!!ti saluto cordialmente e ciao
----------------  RISPONDI





In risposta a: Riprendiamoci la sovranità monetaria del 6/7/2018 - 14:17
Lenzi
AUTORE: Fabio
email: [protetta]

7/7/2018 - 11:54

Grazie a Letta e Saccomanni dal 2013 la Banca d'Italia non è più degli Italiani ma è diventata una public company. E credi che abolendo l'euro si torni alla sovranità monetaria? Illusione!
----------------  RISPONDI





AUTORE: Ametista group
email: [protetta]

6/7/2018 - 14:17

Invito tutti gli italiani a fare una seria riflessione l'euro è entrato in vigore nel 2002 Sono passati circa 17 18 anni ci avevano detto che sarebbe stata una cosa positiva ci hanno portato in Europa tra l'altro senza chiederci il permesso e dopo tutti questi anni vogliamo fare un resoconto stiamo meglio o stiamo peggio? stiamo molto peggio ci siamo impoveriti sia noi che altre nazioni perché? perché da quando siamo entrati in Europa ci hanno tolto la sovranità monetaria non possiamo più Stampare moneta E allora dove andiamo a prendere i soldi in caso di bisogno? Li andiamo a prendere nella tassazione li andiamo a prendere facendo cassa sui pensionati li andiamo a prendere gli andiamo a prendere tagliando servizi della sallnita continuando su questa strada qualsiasi governo che andrà a Roma a governare avrà le mani legate e potrà fare poco o niente e allora è arrivato il momento di renderci conto in che situazione siamo siamo in una situazione difficilissima dobbiamo recuperare in tutte le maniere la nostra sovranità monetaria!!! non se ne esce fuori o muore l'euro o moriremo moi,
----------------  RISPONDI





AUTORE: Ciro Baccalani
email: -

2/7/2018 - 10:22

Tutti ci chiediamo Come fare per rilanciare l'economia! E' difficile trovare soluzioni ma una cosa è certa un metodo perché questo avvenga è possibile Come fare molto semplice dobbiamo abolire togliere tutti i giochi che ci propinano tutti i giorni vale a dire dobbiamo togliere le macchinette mangiasoldi dobbiamo togliere tanti altri giochi e lasciare solo come era una volta il Lotto il sabato e le partite chiuso tutti gli altri giochi vanno eliminati perché ?Perché le persone tutti i giorni spendono in questa direzione ormai i malati di gioco Sono in forte aumento l'Italia è diventata tutto un casino!!! 'Le chi di dovere dovrebbe fare una seria riflessione su questo persone cominciano da lunedì mattina presto a giocare questo non è più accettabile se noi fermiamo questo fiume di soldi che va nei giochi non facciamo altro che fare del bene ai cittadini, e tutti quei soldi che non andranno più ai giochi serviranno a rilanciare l'economia e a far stare più sereni e più tranquilli tutti quanti. Inoltre lo Stato Italiano spende soldi per i malati di gioco e questo deve far riflettere più il tempo passerà e più ci saranno persone che avranno di questi problemi è più aumentera' la spesa per aiutarli. Chi di dovere dovrebbe fare una seria riflessione su quanto detto C'è in gioco la nostra vita. Ciao a tutti.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Accordi e contestazioni
AUTORE: Torre
email: -

30/6/2018 - 10:09

Come prevedibile nelle ultime ore l'accordo europeo sull'immigrazione ha confermato che dobbiamo portare la croce mentre gli altri stati stanno a guardare.
Capobanda la Francia che,già dall'inizio di questa storia,fece capire il suo pensiero sull'accoglienza di questa gente,lasciata a dormire sugli scogli con vista sul mare ed,il giorno,dopo rispediti al mittente accanto.
La Spagna che dista solo 14 Km.dall'Africa è restia a dare ospitalità quindi,nella rete,ci sono rimaste due nazioni,l'Italia e la Grecia.
Queste amare considerazioni fanno capire il peso che abbiamo in ambito europeo e il rimedio potrebbe essere quello di salutare la compagnia Euro girando la frittata alla Corsica,terra regalata dai genovesi costretti ad andarsene.
----------------  RISPONDI





AUTORE: Nicola Cecchi
email: -

15/6/2018 - 15:31

PESCIA: in una guerra ormai senza quartiere troviamo da una parte un schieramento allo sbando totale perchè i pezzi del puzzle son tutti sbagliati e non incastrano nemmeno a martellate, dall'altra il PD che si dimentica da dove viene e pare sappia solo dove andrà, cioè dalla parte di coloro che hanno de sempre avversato senza se e senza ma prendendo in prestito il motto:" il nemico del mio nemico è mio amico anche se abbiamo combinato guai insieme a quello stesso attuale nemico quando era amico perchè allora nemico insieme a noi di quel nemico che ora è amico anche se ha combinato guai a suo tempo ! LO SO NON SI CAPISCE NULLA. MA IL RISULTATO DI TUTTO QUESTO CAOS, RIDOTTO TUTTO AI MINIMI TERMINI è IL SEGUENTE: a questi NON INTERESSA NULLA DI NOI PESCIATINI MA INTERESSA SOLO POTER INVENTARSI " LA LORO PERSONALISSIMA PARTE DELLA RAGIONE " per narcisimo ed egocentrismo politico d 'orticello, niente a che fare con il bene comune ! Infine ci sono quelli che per per spirito di rivalsa e del" vi facciamo vedere noi di che pasta siamo " corrono in lungo e largo dimenticandosi che non si può far passare per verginelle coloro che verginelle non lo sono più da una vita ormai .
Personalmente sto con quelli che detto quello che c' era da dire ora stanno in religioso silenzio ad osservare lo scannarsi di una inutile classe politica pesciatina !
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Politica
AUTORE: R.F.
email: -

15/6/2018 - 14:53

Ogni punto di vista deve essere rispettato. Ma quando si arriva a dire
che a Ponte, e non sono pontigiano, ha vinto il Pd sarebbe come dire che
l'acqua fredda é tale pereché non riscaldata. Ci sono mille supposizioni
da poter fare, dall'arroganza di chi credeva che un buon risultato alle
poilitiche nazionali potesse ripetersi, alle strategie complessive che
privilegiano un Comune a scapito di un altro, ad altri, e forse
incoffessabili, motivi. Quello che sta accadendo, su scala locale e
nazionale, é un secondo terremoto dopo quello che sconvolse la politica
ai tempi di Mani Pulite. I vecchi partiti, PD e FI per primi, ormai
hanno fatto il loro corso. Hanno promesso e non mantenuto, la gente si é
stufata. La sinistra, in genere, è relegata alla nicchia degli
irriducibili nostalgici di un'ideologia che non é realistica con i tempi
attuali. Per questo gli elettori hanno privilegiato M5S e Lega. Faranno
ben, faranno male, solo dopo qualche tempo potremo cominciare a tirare
le somme. Intanto l'Europa, che fino a marzo scorso imponeva, dettava,
esigeva, ora sembra più propensa ad ascoltare, assecondare, condividere.
Vedremo se sono parole o fatti. Certo che la veemenza di qualche
opposizione, che addirittura vorrebbe come le scelte a suo tempo fatte
venissero ancora rispettate ed implementate da chi é stato eletto
proprio per ridimensionarle o cambiarle sembra abbastanza assurda.
Generalmente chi urla è per farsi notare non avendo alcunché di
costruttivo da proporre.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Cosa ci insegnano le elezioni del 12/6/2018 - 15:30
Centrodx da dimissioni
AUTORE: Sandro
email: [protetta]

14/6/2018 - 21:07

A Pescia risultati inimi di alcuni dirigenti storici. Franchini Fdi-an ad esempio ha avuto 15 preferenze. Indubbiamente è l'ora di ritirarsi a vita privata. Trionfa Giurlani, senza partiti. A Ponte vince il pd e soprattutto il centrodx è sorpassato dalla Lista Romani di ben 800 voti o quasi.I dirigenti devono dimettersi in tronco, nessuno escluso. Forza Italia e fdi sono partiti finiti e usurati. La Lega, che ho votato a Marzo, merita di meglio. Il m5s deve selezionare invece i propri candidati.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Francia del 13/6/2018 - 22:47
a macron ma che dici?
AUTORE: ametista group
email: [protetta]

14/6/2018 - 11:30

Bravo Simo sono perfettamente d'accordo con te Per non parlare poi di quando è andato a bombardare in Libia !!! Lee frontiere chiuse e tutto il resto Ma Con che coraggio dice queste cose? E arrivata l'ora di Farsi rispettare basta porgere l'altra guancia e inchinarsi sempre davanti a tutti!!!!
----------------  RISPONDI





In risposta a: Cugini d'oltralpe del 13/6/2018 - 18:35
Francia
AUTORE: simo
email: [protetta]

13/6/2018 - 22:47

I si.ri del governo francese accusano noi italiani di non rispettare i patti perché abbiamo rifiutato l attracco ad UNA dico UNA nave carica di migranti. Loro che chiudono la barriera di Ventimiglia e riportano indietro (in Italia) chi riesce ad entrare nel loro territorio. Considerando che la maggior parte di questi profughi proviene da paesi che sono ex colonie Francesi, territori ampiamente sfruttati dai transalpini e poi abbandonati a se stessi...bravo Marcon!!
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Cugini d'oltralpe
AUTORE: Torre
email: -

13/6/2018 - 18:35

Ci risiamo,la Francia fà l'offesa per le decisioni italiane circa il continuo arrivo di gente in cerca di una patria.
Pertanto bisognerebbe dare a Cesare quello che è di Cesare e alla Francia quello che è della Francia.
Primo,i cugini hanno la fortuna di essere distanti,in miglia marine,dai paesi di questa gente,la Spagna è dietro l'angolo ma alla larga dalle loro coste,la Grecia e Malta idem con patatine,rimane solo il Bel Paese lasciato allo sbando da tutto e da tutti.
Secondo, la storia ci insegna che i cugini d'oltralpe sfruttarono per anni le risorse di mezza Africa,Il Regno Unito idem,il Belgio,i Paesi Bassi con i diamanti nel Sud Africa e la Germania e chi più ne ha più ne metta.
L'Italia a bocca asciutta solo Banane provenienti da una Somalia comperata.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Cosa ci insegnano le elezioni
AUTORE: Carlo Maltagliati, elettore di centrodestra
email: -

12/6/2018 - 15:30

Questa tornata elettorale dovrebbe far riflettere chi è a capo dei partiti di centro destra.
Purtroppo anche nella nostra zona le votazioni svolte a Pesca e Ponte Buggianese,
ci insegnano che non basta avere la possibilità di vincere, bisogna avere la testa e nel nostro caso è proprio questa che è mancata.
Emblematico il caso di Ponte Buggianese, dove fino ad una settimana prima di deporre le liste, l’accordo era fatto,
poi improvvisamente la divisione. A questo punto c’è da chiedersi: ci sono dei responsabili?
Sicuramente si, altrimenti le cose sarebbero cambiate. Quello che mi preoccupa come elettore del centro destra,
non è quello che è stato, ma quello che sarà e mi riferisco al prossimo anno quando ci saranno le elezioni a Montecatini.
Come dice un proverbio: “ se piove di quel che tuona, non c’è niente di buono da presagire “.
Qui entra in ballo uno dei partiti di quella coalizione; malumori interni ( c’è già chi prospetta la sua elezione a sindaco )
chi appoggia un certo progetto sulle Terme, e guarda caso in privato dice che è irrealizzabile e poi sulla stampa ne elogia le qualità.
Le dimissioni del coordinatore di Montecatini che afferma di averle date perché all’interno del suo partito vengono prese decisioni senza farglielo sapere,
come se ci fosse il partito nel partito. Non so se ciò corrisponde a verità, ma il solo fatto è di una sostanziale gravità.
Purtroppo noi a Montecatini veniamo da due elezioni che hanno fatto vincere la giunta di sinistra, con il sindaco Bellandi,
che ha aggravato fortemente la situazione della città, in particolar modo per le Terme.
Tutto questo non perché il centro destra non avesse i voti per vincere,
ma perché i candidati venivano scelti con dei criteri non certo vincenti.
Ci sono ancora molti mesi alle elezioni, c’è tutto il tempo perché questi partiti non commettano gli errori del passato, speriamo !
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Stabilimento La Salute
AUTORE: Ciro Baccalani
email: -

10/6/2018 - 19:56

si blocca la trattativa nel dare in affitto lo stabilimento La salute e' emerso che la regione deve decidere se vendere o affittare Ma se e' stato fatto un bando probabilmente c'erano tutte le condizioni per andare in questa direzione !! E allora ci chiediamo cosa è successo ? Perche a un passo dalla firma emergono Queste novità? Noi Comunque rimaniamo ottimisti l'amministratore unico Michelotti Ha dichiarato che spera di risolvere il tutto in breve tempo e mentre si allungano i tempi al mercatino c'è stata un'altra chiusura e altre purtroppo seguiranno fra chiusure e banchi in vendita abbiamo raggiunto la percentuale del 25% sul totale di 63 attività, la situazione non è difficile è drammatica il rilancio del mercatino è possibile e passa attraverso l'apertura della salute e le richieste che abbiamo inviato a chi di dovere e allora forza tutti uniti per questo importante obiettivo
----------------  RISPONDI





In risposta a: Massa critica del 5/6/2018 - 15:52
x i signori Sturlini e Rosellini
AUTORE: roberto ferroni
email: -

6/6/2018 - 9:22

Se accettate la mia intromissione, vorrei evidenziare che la politica da voi seguita fino ad oggi ha avuto risultati fallimentari, così come il Popolo ha dimostrato alle recenti elezioni. Non è perseguendo gli stessi temi, attuando le stesse strategie, propugnando i medesimi principi che farete del bene al gruppo di appartenenza. Soprattutto seguendo chi veniva ritenuto una specie di Deus ex machina, un guru, e poi si é rivelato un quacquaracquà (è accaduto a destra come a sinistra).Tanti, chi più chi meno ed a prescindere dalla collocazione ideologica, hanno avuto le proprie disillusioni, si sono sentiti abbandonati da ciò che credevano essere giusto e che non é stato accetto dalla moltitudine. Ci vuole una sana autocritica, una personale introspezione e guardare oltre la siepe. Un'ideologia, un partito non sono carceri, sono affinità volontarie e se i fatti dimostrano non essere condivise meglio ripensarci ed esplorare altre strade. Non debbo, ne posso e nemmeno voglio indicare una strada, evidenzio solo un'esperienza personale che col tempo si é rivelata proficua.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Hai ragione, ma... del 4/6/2018 - 17:23
Massa critica
AUTORE: Francesco sturlini
email: [protetta]

5/6/2018 - 15:52

Caro Pietro,
altro che “massa critica”... qua come ho avuto modo di sottolineare da molto tempo, inascoltato, il problema non è politico, ma antropologico.
L’ uomo è malato nel profondo e ha perso sempre più la sua capacità di interpretare la realtà vivendo in un mondo surreale come quello che ci hanno sapientemente iniettato.
Il resto è fuffa... parole in libertà più o meno altisonanti per soggetti tossici e plaudenti... sia chiaro, ognuno goda come meglio crede.
La puoi “condire” come vuoi, arricchire con segni ed esempi di speranza e virtuosismi vari, ma la sostanza quella è e rimane.
La politica è morta.... W la politica.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Gente tipo te? del 4/6/2018 - 14:59
mah...
AUTORE: Francesco Sturlini
email: [protetta]

5/6/2018 - 13:38

Mai ricoperto incarichi pubblici... consapevole di non essere né così bravo, buono, altruista come tutti gli altri che corrono per mettersi a servizio della comunità.
Per il resto, ho fondato il PD nel 2007, impegnato da sempre per vedere di costruire un mondo un po' più, appunto, democratico. Concluso già da anni il mio impegno "politico", in tempi "non sospetti", ma per quanto mi riguarda più che brillanti nel loro "nulla", come scritto.
Spero di aver soddisfatto la sua curiosità legittima.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Il nulla del 3/6/2018 - 15:32
Hai ragione, ma...
AUTORE: Pietro Rosellini, consigliere comunale MCT
email: [protetta]

4/6/2018 - 17:23

Caro Francesco,hai ragione, ma...
forse sarebbe il caso di fare massa critica, di intentare qualche via democratica, politica (non partitica) per riscoprire e far riscoprire la ver a Politica per il bene comune, che non è legata a partiti particolari, ma semplicemnte ai bisogni veri dei territori, alla gente comune, alla riappropriazione dell"I care" tanto "caro" agli uomini di buona volontà. Capisco che la politica ci ha deluso, ma riproviamoci lo stesso...
----------------  RISPONDI





In risposta a: Il nulla del 3/6/2018 - 15:32
Gente tipo te?
AUTORE: Lello
email: [protetta]

4/6/2018 - 14:59

Ma non era assessore del pd di Pieve? Lei a quale categoeia appartiene? A chi ambisce a rientrare dalla finestra?
----------------  RISPONDI





Sono disponibili 4187 articoli in archivio:
 [1]  ...  [113]   [114]   [115]   [116]   [117]   [118]   [119]  ...  [168]