Valdinievole OGGI La Voce di Pistoia
  • Cerca:
  • 13:07 - 19/7/2024
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

I fratellini d'Italia sono riusciti nell'impresa di far eleggere un solo rappresentante in consiglio comunale. Uno solo. E chi poteva essere se non l'ex missino, ex aennino, ex pdl Sartoni?

Forte .....
ATLETICA

Italiani individuali e di società master da applausi per l’Atletica Pistoia. La società del presidente Remo Marchioni ha raccolto allori e soddisfazioni sia nella kermesse capitolina, la prima, sia in quella tenutasi a San Biagio di Callalta, in provincia di Treviso, la seconda. 

BASKET

Fabo Herons Montecatini ha il piacere di annunciare l’ingaggio di Matteo Aminti, un'ala-centro del 2005, proveniente dalla Virtus Siena, che completerà il roster della prima squadra per il campionato di Serie B Nazionale 2024-25.

IPPICA

Il mercoledì sera di corse all’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme è stato incentrato su uno dei personaggi più famosi al mondo, Pinocchio e, in particolare, sul Parco policentrico di Collodi.

BASKET

A.S. Estra Pistoia Basket 2000 è lieta di annunciare di aver raggiunto un accordo di durata triennale con Dante John Calabria che sarà il nuovo capo allenatore della nostra prima squadra in vista del campionato 2024/25 di Lba.

CALCIO

Il ds della Larcianese Gabriele Cerri presenta il nuovo arrivato in casa viola, giocatore di qualità ed esperienza che rinforzerà il centrocampo della squadra, si tratta di Cosimo Lenzini.

BASKET

A.S. Estra Pistoia Basket 2000 apprende con profondo cordoglio e dolore la scomparsa avvenuta martedì 16 luglio di Joe Bryant all’età di 69 anni.

BASKET

Mtvb Herons Basket Montecatini è orgogliosa nell’annunciare il rinnovo di Fabo come main sponsor delle prossime stagioni sportive, 2024-25 e 2025-26.

PODISMO

Il calendario podistico è entrato nella sua fase più calda e la Silvano Fedi continua a farsi onore su tutti i campi di gara.

none_o

Per tutto il mese di agosto, fino al 9 settembre, è visitabile nelle vetrine esterne e nello spazio espositivo interno.

none_o

Domenica 14 luglio la mostra si è chiusa a Palazzo Buontalenti. L’esposizione, curata da Walter Guadagnini, ha presentato 70 opere.

Ferragosto nella valle
quanto caldo che mi assale.

La grande .....
ZODIACO
di Sissy Raffaelli

Oroscopo luglio 2024.

IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Segno del mese.

Se avete Perdite occulte sulle vostre tubazioni, abbiamo sempre .....
L'agenzia formativa e per il lavoro Cescot Pistoia ricerca addetto/ .....
 0
Sono disponibili 4188 articoli in archivio:
 [1]  ...  [111]   [112]   [113]   [114]   [115]   [116]   [117]  ...  [168] 
AVVERTENZA: In caso di risposta a un articolo già presente nel forum, si invita i lettori ad usare il comando RISPONDI. Usando questo comando la risposta dell'utente ottiene una maggiore visibilità, perchè viene collocata automaticamente in due spazi diversi. Viene inserita infatti 1) nella prima pagina del forum in successione temporale, come tutti gli altri interventi; 2) viene inserita anche nel riquadro dei DIBATTITI IN CORSO, dove gli articoli rimangono un tempo maggiore.
Il primo lettore che risponde a un tema già presente nel forum e adopera il comando RISPONDI attiva automaticamente un dibattito. Il comando RISPONDI consente di sviluppare dibattiti su temi specifici.
In risposta a: Armiamoci e partite del 6/6/2019 - 11:31
APATIA ED INDIFFERENZA.
AUTORE: IL DEMOCRATICO.
email: -

7/6/2019 - 21:43

"ARMIAMOCI E PARTITE" era il motto del Duce e dei suoi camerati.
Detto questo, Signor Gabriele, il suo modo di pensare è spregiudicato ed intollerante come quello del " CAPITANO" Salvini che non cerca una mediazione europea per una paritaria collocazione di quella " misera " gente, ma piuttosto cerca COMPARI che non accolgano questi rifugiati di guerre, di miseria e di guerre etniche.
Lui, l' unica cosa che ha saputo fare è chiudere i porti per qualunque esigenza anche la più umana portata a termine da navi ONG sia estere che italiane.
Il suo intervento,Signor Gabriele, è una presa di posizione puramente di parte, tralasciando o facendo tacere la sua coscienza che umanamente parlando è rivolta, come tutti i cristiani, verso il bene.
Crea una polemica fuori luogo e non è in grado di rispondere alla mia opinione, ma come una poesia imparata a memoria, come tutti quelli che la pensano come Salvini, la sanno ben recitare.
Questa situazione ha creato e stà creando odio verso l' altro, il debole , il povero tanto che è diffusa in gran parte dell' Europa soprattutto in quelle nazioni che, ribadisco, hanno conosciuto il nazismo ed il comunismo per tanti anni e da questa loro situazione di schiavitù non hanno imparato nulla, ripudiando in toto l' accoglienza e l' aiuto umanitario.
Per di più si reputano cristiani o cattolici ma di questi valori non si trova niente nelle loro scelte.
Ipocriti per eccellenza ed invasi ( non invasori ) di egoismo patrio sono solo buoni a ricevere ( e in che misura! ) i sussidi dall' Europa, senza alcun ricambio ma solo la pretesa di considerarsi SOVRANISTI.
Non ho niente da vergognarmi, caro Signor Gabriele, semmai dovrebbe essere lei che con il suo parlare aumenta e alimenta il focolaio dell' odio.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Stazioni sicure
AUTORE: Alberto Lucarelli
email: -

7/6/2019 - 18:17

L'aumento dei controlli nelle stazioni, con la collaborazione della Polfer, sta dando ottimi risultati nella prevenzione del degrado e nella lotta al crimine. Questa azione porta benefici importanti all'immagine della città e, personalmente, sono molto soddisfatto in quanto già a febbraio scrissi alle forze dell'ordine per sollecitare l'attuazione del piano "Stazioni Sicure" anche a Montecatini.
Ringrazio le forze dell'ordine per il lavoro svolto, nella speranza che questo continui nei prossimi mesi fino al ripristino della legalità e del decoro in un punto strategico per una città turistica come la nostra.
----------------  RISPONDI





In risposta a: IL VIRUS DELL'ODIO SBARCA IN EUROPA. del 31/5/2019 - 18:43
Armiamoci e partite
AUTORE: Gabriele
email: -

6/6/2019 - 11:31

Personalmente trovo semplicemente vergognoso il ricorrere continuamente a termini quali virus dell’odio, accanimento contro i miserabili, adesso siamo arrivati ai paragoni con Hitler e alle accuse di genocidio e assassinio plurimo.
Questo distorcimento della realtà con l’utilizzo di termini iperbolici è dovuto alla evidente incapacità di trovare giustificazioni ragionevoli alle proprie argomentazioni, alla impossibilità di controbattere ad argomentazioni logiche che nulla hanno a che vedere con il razzismo, il fascismo o l’odio razziale, essendo ispirate unicamente al buonsenso ed a quella che, una volta, si chiamava diligenza del buon padre di famiglia.
A me è stato insegnato che, PRIMA di ogni altra cosa, viene la MIA famiglia ed il suo benessere, la costruzione del futuro dei MIEI figli e la preservazione del LORO presente! Dopo aver soddisfatto queste esigenze (che sono anche dei doveri morali e materiali) posso decidere, a mia discrezione e secondo il mio sentire, di aiutare anche gli altri, cosa che faccio secondo le mie possibilità, nei modi che io ritengo più opportuni a seconda delle circostanze.
La carità e l’assistenza imposte per legge o per forza non valgono niente e non sono nemmeno definibili tali.
Quello che viene dispregiativamente definito populismo e sovranismo, secondo il mio sentire non è altro che buonsenso: nessuno (e ribadisco NESSUNO) vuole che nel suo salotto si accampino orde di nomadi o disperati, che le sue risorse siano dilapidate o defraudate per il mantenimento di perfetti sconosciuti che nessuno ha invitato, così come nessuno desidera ricevere la visita di un rapinatore nel cuore della notte…
Io non mi sento responsabile né per i morti in mare e tantomeno per quelli nei campi di tortura libici (di cui tanti parlano ma dei quali non ho mai visto documentazione, forse per mia distrazione): si tratta di persone che NON fuggono da alcuna guerra in quanto NON sono cittadini libici ma migranti da tutta l’Africa che li si dirigono VOLONTARIAMENTE al solo scopo di farsi traghettare in Europa (per non dire esclusivamente in ITALIA). Quindi, chi è causa del suo mal pianga sé stesso.
Per quanto riguarda i campi di tortura ed i paragoni con Hitler o Stalin, non mi sembra che le foto degli scampati ai gulag od ai campi di sterminio siano minimamente paragonabili a quelle dei ben pasciuti ed aitanti giovanotti che sbarcano dalle varie SEA WATCH, non ho mai visto foto di cicatrici dovute a torture e, in fine, non mi spiego come ai vari prigionieri, che vengono rapinati, torturati, stuprati e derubati, venga lasciato il telefonino con il quale avvisare del riuscito approdo e, prima ancora, venga fornito regolarmente un telefono satellitare perfettamente funzionante con il quale avvisare della partenza e della inesorabile imminente sciagura le varie ONG girovaganti fuori dalle acque territoriali libiche.
Concludendo, mi sembra evidente che tutta questa storia sia una enorme presa per il c..o orchestrata da organizzazioni ben fornite di mezzi ed uomini e non riesco a spiegarmi come qualcuno possa ragionevolmente prestarsi a questo gioco al massacro, sulla pelle nostra e dei traghettati…
Ho notato inoltre che la maggior parte dei "notabili" favorevoli hanno fatto loro un vecchio motto: “Armiamoci e partite!” perché non risulta che personalmente abbiano mai accolto qualcuno in casa loro, pur esortandoci ad accoglierli nelle nostre!
Vaticano compreso, per inciso.
----------------  RISPONDI





In risposta a: IL VIRUS DELL'ODIO SBARCA IN EUROPA. del 31/5/2019 - 18:43
Egregio Il Democratico
AUTORE: Un Italiano
email: -

4/6/2019 - 13:31

Lei diece: Tutta colpa della paura che hanno messo addosso alle persone. Però mi sono posto una domanda "scientifica" del tipo che ""ad ogni azione corrisponde una reazione opposta e contraria"". Se non ci avessero fatti invadere da torme di gente senza arte ne parte, perché quelli buoni e bravi se li prende Frau Angelina, se le nostre strade non fossero invase da spacciatori, se le nostre case non fossero a rischio furto, se le nostre donne non fossero a rischio assalto, magari anche se alle porte dei supermercati non trovassimo nerboruti giovanotti di varie etnie che salutano chiamandoti Capo e dicono avere fame (???), se le forze dell'ordine non fossero obbligate a lavorare tre volte per mettere al sicuro dei delinquenti, tanto dopo due giorni ce li ritroviamo a spasso (colpa delle leggi, beninteso, la Magistratura le applica - ma allora cambiamo le leggi e i delinquenti facciamoli restare in galera), se la favola dell'aiuto ai diseredati non fosse in contrasto con la favola di dare un lavoro mentre abbiamo una disoccupazione all'11%, se tutto questo non avesse ispirato un alto senso di disagio ed insicurezza presso la Cittadinanza, allora forse non ci sarebbe neppure senso di reazione negativa sia verso i "diversi" che verso quelle forze politiche che hanno permesso (è un eufemismo) tutto questo. Se son rose fioriranno, intanto ognuno si prenda le proprie responsabilità.
----------------  RISPONDI





AUTORE: IL DEMOCRATICO.
email: -

31/5/2019 - 18:43

Riallacciandomi a quanto già detto con il mio intervento su questo giornale in data 30/1/2019,il virus dell' odio sbarca ora in Europa (altro che barconi a Lampedusa!) alla luce del risultato elettorale di Domenica scorsa 26 maggio.
La grancassa di Salvini ha avuto risonanza un pò in quasi tutti i Paesi Europei che solo per ragioni egoistiche accedono alla ripugnanza e quindi al non accoglimento dei " miserabili " immigrati extra europei provenienti dai diversi Paesi africani ed asiatici.
Per una voluta presa di posizione nazionalista, populista e sovranista alcune ( ma direi diverse) nazioni ex impero sovietico e nazista Hitleriano, principalmente di fede cristiana e cattolica, si dimenticano del loro passato comunista ed altre nazista, per assumere un comportamento nostalgico non umano in coerenza con il Vangelo e la dottrina sociale della Chiesa.
Questa frattura, a livello di Europa semina solo, nei singoli Paesi, dell' odio verso il diverso,il bisognoso, il rifugiato per ragioni politiche, guerre e caristie come l' intruso, l' invasore, il delinquente, fuggiti dal proprio Paese.
Non è così, con questa politica egoista e faziosa, che si collabora al miglioramento di questa Europa per farla progredire con la pace, il lavoro e valorizzarla nell' ambito e nel contesto mondiale.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Acqua pubblica? del 8/5/2019 - 20:42
Referendum
AUTORE: roberto ferroni
email: -

9/5/2019 - 8:36

Mi permetto uscire leggermente fuori dal tema ACQUE ed entrare sulla Sua giusta osservazione del relativo referendum. In Italia questo istituto è quanto di più falso possa esistere. Sono innumerevoli i referendum il cui risultato sia poi stato stravolto dalla politica. Cito a memoria il finanziamento pubblico dei partiti, la privatizzazione della RAI, l' abolizione del Ministero dell'Agricoltura. Se noi cittadini non riusciremo ad ottenere dai nostri rappresentanti che un voto popolare DEVE essere rispettato, forse faremo meglio a renderci conto che non viviamo in un sistema democratico ma oligarchico.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Acqua "salata" del 26/4/2019 - 19:32
Acqua pubblica?
AUTORE: Gabriele
email: -

8/5/2019 - 20:42

Non solo caro sig. Giuliano, a me par di ricordare che, nel 2011, ci sia stato un referendum spiccatamente a favore della gestione pubblica dell'acqua ma, dopo otto anni, niente è cambiato.
Quando chiesi spiegazioni in comune sul perché i servizi pubblici dovevano essere affidati ai privati, mi è stato risposto che il comune non aveva il personale ed i mezzi per farlo e che il privato avrebbe gestito meglio il servizio!...
A mio avviso è una dichiarazione di incompetenza ed inettitudine senza pari, se può farlo un privato, a maggior ragione dovrebbe essere in grado di farlo il pubblico, con maggiori tutele per gli utenti e, considerando che sicuramente il privato ha un utile, con minor aggravio sulle tasche degli stessi oppure con maggior utile per il comune.
Se non ci sono persone competenti, si assumano, magari al posto di chi dovrebbe ma non può (o non sa!).
Ma forse si scontenterebbe qualcuno?
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Acqua "salata"
AUTORE: Giuliano
email: -

26/4/2019 - 19:32

Dato che siamo vicini ad elezione al nuovo sindaco di Montecatini..ho sentito tante proposte..ma di trattare un pochino i costi dell acqua vs il nostro fornitore non ho sentito nessuna proposta di riudrre i costi di questo servizio..insomma stanno arrivando delle "botte" che sento i cittadini depressi dalle bollette..insomma non si puo subire unilateralmente prezzi dell acqua senza che l ente preposto tuteli i cittadini e tratti un prezzo piu umano. Chiunque sia il nuovo sindaco per me ha l obbligo di trattare il prezzo dell acqua per il bene comune.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Follie della Sanità
AUTORE: Anonimo
email: -

17/4/2019 - 10:13

Una persona necessita cure oncologiche. I Sanitari del D.H. prescrivono
un'iniezione post terapia che, anche se passata gratuitamente dal S.S.N.
costa fra 1,500.oo e 2,000.oo euro. La persona viene ricoverata ed i
medici ritengono non dover iniettare il farmaco, che resta nei
frigoriferi del reparto. La Famiglia cerca di non sprecare detto
farmaco, ma: la farmacia dell'ospedale non lo accetta non rientrando
fra i prodotti in catalogo; il reparto non lo può dare ad altri pazienti
in quanto prescritto "ad personam"; il D.H. oncologico non lo può
accettare perché privo di fustella, ritirata dalla farmacia privata al
momento della vendita.

Soluzione ? Niente, sta li, chissà fino a quando ...... verrà smaltito
fra i medicinali scaduti.

Signori Assessori alla Sanità, signor Governatore ex presidente USL,
magari anche Signora Ministro della Sanità nazionale, ci vuole un nuovo
Leonardo da VInci per risolovere una cosa così semplice ? Ed evitare un
spreco di migliai di euro ?

Mi firmo ANONIMO per rispetto alla persona degente (ma chi vuol
intendere intenda ed intenderà).
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
RIFLESSIONI
AUTORE: ANTONIO
email: [protetta]

14/4/2019 - 18:02

IN OCCASIONE DELLA PRESENTAZIONE, DELLA LISTA CENTRO E SINISTRA PER BUGGIANO, IL SINDACO USCENTE HA DETTO: PROSEGUE IL PERCORSO INIZIATO 15 ANNI FA. SPERIAMO(CHE IN CASO DI VITTORIA) ALMENO UN PROGRAMMA VENGA COMPLETATO!!!!! MI PARE CHE, NE IL PROGRAMMA BETTARINI 2009/2014 NE QUELLO TADDEI 2014/2019 SIA STATO COMPLETATO IN TUTTO QUELLO CHE PROMETTEVANO ALLA CITTADINANZA.SPERIAMO NON DOVER ASPETTARE ALTRI 15 ANNI!!!!!!
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
11/04/19
AUTORE: simo
email: [protetta]

11/4/2019 - 15:01

Stamattina per raggiungere Montecatini da Massa e Cozzile ho dovuto passare dalla Camporcioni. Da una parte c'era il mercato e a Traversagna sono in corso dei lavori stradali, morale lunghe file da ambedue le parti. La mia speranza è che la prossima amministrazionie decida di spostare finalmente il mercato del giovedì da dov è. Li crea solo problemi alla circolazione, toglie parcheggi utili a chi in città lavora e non favorisce nemmeno le attività commerciali che sono tutte distanti.
----------------  RISPONDI





AUTORE: Pietro Neri
email: [protetta]

29/3/2019 - 10:28

Da martedì 2 fino a sabato 6 aprile sarà possibile per coloro che ricevono la cartella esattoriale del Consorzio 4 Basso Valdarno esprimere la propria preferenza votando i candidati presenti sulle liste.
Ciascuno di noi potrà votare un solo candidato appartenente alla fascia contributiva di appartenenza e cioè
• chi paga fino a € 69,30 potrà votare i candidati della prima fascia;
• chi paga da € 69,31 a € 354,42 potrà votare i candidati della seconda fascia;
• oltre € 354,42 si potrà votare quelli compresi nella terza fascia.
Torno a sottolineare quanto, queste elezioni, siano importanti per la Valdinievole alla luce delle vicende legate alla nostra protesta del 2017 a seguito dell'esoso aumento della tariffa e la contemporanea drastica riduzione degl'investimenti a limitazione del rischio idraulico che incombe sul nostro territorio e sulle nostre attività.
I Valdinievolini sono chiamati a votare massicciamente i propri candidati affinché nell'Assemblea si possano creare le condizioni per indirizzare le scelte verso un riequilibrio delle ingenti risorse che i contribuenti mettono a disposizione, non a vantaggio dell'una o dell'altra area, delle categorie agricole o dei proprietari di immobili, com'è avvenuto con la gestione precedente, ma nell'interesse di tutti attraverso l'applicazione severa e costante dei principi di Equità, Economicità, Efficacia ed Efficienza.
Si potrà votare tutti i giorni presso la sede del Consorzio di Ponte Buggianese oppure nelle sedi distaccate presenti in tutti i comuni nelle date che potrete trovare sulla pagina facebook di Consorziati Valdinievole o sul sito https://bonificalvoto.toscana.it
Ora è il momento di farsi nuovamente sentire. Facciamolo!

Pietro Neri, candidato per la Valdinievole, fascia 2
----------------  RISPONDI





In risposta a: Inquinamento da pestici ed erbicidi del 20/3/2019 - 8:30
Inquinamento
AUTORE: roberto ferroni
email: -

20/3/2019 - 10:51

Ho fatto studi classici e quindi non sono competente in chimica, ma ... potrebbe darsi che gli alti valori sia della Valdinievole e, certamente, anche del pistoiese, siano dovuti alle necessità operative dei tantissimi vivai presenti. Questi, non avendo alcunché di commestibile da produrre e vendere potrebbero usare sostanze atte agli scopi curativi e vegetativi, altrimenti proibite sia ai privati che a chi coltiva generi commestibili. Un'ipotesi, agli esperti una risposta.
----------------  RISPONDI





AUTORE: Corso Marchi
email: -

20/3/2019 - 8:30

Sono un vostro assiduo lettore e, come gia fatto.in passato, vi scrivo in merito all inquinamento da pesticidi ed erbicidi.
Si fa un gran parlare in questo momento, finalmente, dell inquinamento dell area pistoiese dove i corsi d acqua hanno.valori ben.oltre la norma.
Purtroppo anche la nostra amata valdinievole ha valori ben piu alti della norma come riportato periodicamente da Arpat. La cosa sconvolgente è oltretutto che detti valori sono stati rilevati anche nell area protetta del Padule. Area questa di notevole interesse per la biodiversita ma anche per il turismo e l.economia locale in generale.
Vi.chiedo cortesemente di.prendere spunto da questa mia email per far uscire un articolo sulla vostra testata al.fine di sensibilizzare i.lettori e le amministrazioni comunali.dell area, affinche regolamentino e proibiscano.l uso di dette sostanze, dato.il.notevole sforamento dei suddetti.limiti.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Campagna elettorale del 22/2/2019 - 9:15
campagna elettorale 1
AUTORE: humble
email: [protetta]

23/2/2019 - 11:31

Anche Istat ha dichiarato che “Morire durante la campagna elettorale fa aumentare del 40% le presenze ai funerali”.
Si tratta, naturalmente, della morte di un elettore mentre le presenze in aumento si riferiscono ai politici.
Non mi meraviglierei, quindi, di altre simili trovate come se, per esempio, qualche partito consentisse, in occasione delle primarie, di votare da casa per venire incontro a coloro che non possono allontanarsi dall'abitazione causa influenza e/o arresti domiciliari.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Campagna elettorale
AUTORE: Sergio
email: -

22/2/2019 - 9:15

QUI CHIESINA- LA CORSA AL CARO ESTINTO. Stamani c'era il funerale di uno dei 4.500 signor nessuno che vivono in questo paese. Ad attendere il feretro, nella piazza davanti alla chiesa, c'era la rappresentanza dell'amministrazione alla quale si è aggiunta quella della minoranza. Tutti in evidente mostra di partecipazione comunitaria al lutto. Chissà che avrà pensato il morto, che da vivo mai aveva ricevuta tanta attenzione. Per averla, ha solo avuto la fortuna di morire con la campagna elettorale praticamente già lanciata. E quindi, anche il caro estinto diventa motivo di presenzialità. "I morti non votano" diceva un mio vecchio amico, "ma i familiari, si". Allora, via alle strette di mano. Signori attenzione, il filo che separa dal ridicolo è molto sottile.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Re comunismmo... del 8/2/2019 - 15:59
Egregio Signor Pippo
AUTORE: Roberto
email: -

10/2/2019 - 9:52

Mi consenta di entrare nella discussione fra lei ed il signor Il Democratico, anche se solo come semplice appassionato di Storia. La filosofia comunista, enunciata da Carlo Marx, trovò la sua prima applicazione pratica da parte della fazione bolscevica guidata da Vladimir Ilic "Lenin". Esperimento in nuce che riguardò quasi tutto il territorio dell'impero russo zarista. In pratica é il voler far assumere al partito, e per questo al suo segretario, il predominio sulla politica, scavalcando ogni tipo di Istituzione. S'intendeva così determinare, secondo quelle teorie, il massimo della partecipazione alla guida del Paese, un po' come fecero in Germania il nazismo ed in Italia il fascismo, eliminando contemporaneamente ogni sorta di contraddittorio, di opposizione. Al suo successore, Jussup Vissarionovich "Stalin" toccò di implementarlo anche se su sue personali basi di valutazione. Il seguito, anche per i non appassionati di Storia è noto. La filosofia prese campo in varie parti del mondo, Cina, sud est asiatico, Europa orientale, varie zone delle Americhe. Che il periodo russo fra i tardi anni '20 ed il 1953 sia poi stato denominato stalinismo lo si deve proprio alla forte conduzione del despota e del suo regno del terrore che portò di conseguenza ad uno sfrenato culto della personalità, tanto da far assurgere un periodo alla denominazione dell'individuo. Va notato che alcuni dei successori a Stalin, Breznev, Andropov e Tchernienko, continuarono la conduzione del partito/stato secondo l'impronta staliniana del comunismo, impronta che era stata combattuta da Krutchev prima e definitivamente affossata, malamente, da Gorbaciov poi. Comunismo non è Lenin, Stalin, Ulbricht, Ma Tse Dong, Fidel Castro, Pol Pot o altri, comunismo è una visione di conduzione, da parte di una fazione politica, su uno o più popoli. Che poi la Storia abbia relegato questa filosofia al rango di perdente in quanto talmente perfetta, in teoria, da essere assolutamente inapplicabile, in pratica, all'imperfezione umana é cosa su cui ognuno può avere le proprie convinzioni.
----------------  RISPONDI





In risposta a: EVASIONE E SUPERFICIALITA'. del 7/2/2019 - 19:33
Re comunismmo...
AUTORE: Pippo
email: [protetta]

8/2/2019 - 15:59

Scusi ma ritorno ha ripeterLe che era stalinismo e si giovava della parola comunismo, Lenin era molto diverso da Stalin si legga la storia e poi mi risponda..
Saluti
----------------  RISPONDI





In risposta a: Re Virus.... del 2/2/2019 - 14:44
EVASIONE E SUPERFICIALITA'.
AUTORE: IL DEMOCRATICO.
email: -

7/2/2019 - 19:33

Egr. Signor Pippo, in relazione al suo intervento, volevo puntualizzare due aspetti delle sue osservazioni.
Gli italiani non sono tutti di credo cattolico ma io mi sono rivolto alla stragrande maggioranza di questi che si lasciano e si fanno convincere con quelle dottrine di stampo nazionalista, sovranista e populista in contrasto alla dottrina sociale della Chiesa verso i rifugiati.
La seconda cosa che le volevo dire riguarda il comunismo in Russia e poi nei Paesi dell' URSS. Lo stesso aveva avuto inizio nell' ottobre 1917 sotto Lenin che da Partito Bolscevico assunse ufficialmente la denominazione di Partito Comunista il 23 luglio 1918.
Lo stesso comunismo in Russia si dissolse a fine 1991 dopo l' abbattimento del muro di Berlino avvenuto il 9 novembre 1989.
Ecco, allora, come fa a disconoscere questo Stato comunista e le tutte le conseguenze commesse prima e dopo la seconda guerra mondiale?
Ma, andando al sodo, non mi ha risposto alle mie preoccupazioni ed a quello che avevo voluto esprimere.
Distinti saluti.
----------------  RISPONDI





In risposta a: IL VIRUS DELL'ODIO. del 30/1/2019 - 17:26
Re Virus....
AUTORE: Pippo
email: [protetta]

2/2/2019 - 14:44

Che tutti gli Italiani siano di credo cattolico sarà vero? Poi se a Lei sembra che in russia ci sia stato il conunismo...., magari lo stalinismo!
Saluti
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
IL VIRUS DELL'ODIO.
AUTORE: IL DEMOCRATICO.
email: -

30/1/2019 - 17:26

Già da un pò di tempo la politica italiana ha cambiato il suo scopo, allontanando il nobile fine della coesione nazionale e la soluzione dei bisogni degli italiani nella concordia e nella condivisione, ma piuttosto si è erta paladina di divisioni fra i vari ceti che compongono la società italiana.
Si va divulgando, con arroganza e autoritarismo il contrasto fra le diverse classi sociali e pure si semina odio verso quei rifugiati che tentano disperatamente una vita migliore lasciando i loro paesi di origine per svariate ragioni: guerre, carestie ambientali e politiche, persecuzioni di etnie,razza o religiose.
La cosa incomprensibile per il popolo italiano,di credo cattolico, è recepire, seguire e condividere queste dottrine di stampo nazionalista, sovranista e populista.
Il cattolicesimo e la Chiesta con la sua dottrina sociale, rappresentata da Sua Santità Papa Francesco, alla luce del Vangelo, ben altro ci insegna.
Mi domando molto spesso: dove sono i cristiani, i figli di Dio, quando si allontanano dai suoi insegnamenti e ripudiano la condivisione delle risorse umane agli altri fratelli in quanto tutti figli di Dio?
E' una riflessione ad alta voce, che non viene condivisa nemmeno da altri popoli cattolici o cristiani di altri stati europei che sono stati per ben cinquant'anni sotto il tallone comunista russo ed alcuni ancora prima sotto quello nazista tedesco.
La terra è stata destinata da Dio a tutti i suoi abitanti e da questa le sue risorse devono essere condivise.
----------------  RISPONDI





In risposta a: del
Dè fai la bulletta!
AUTORE: Torre G.
email: -

3/1/2019 - 19:00

leggo che i genitori di un bambino livornese nato per primo nel 2019 a Pisa,hanno voluto che non si sapesse il nome in quanto,per loro,sarebbe un'onta insopportabile,far sapere a Livorno che è andato a nascere a Pisa.
Sapevo che esiste da lunga data un campanilismo tra le due città ma immaginavo fosse in ambito sportivo e non certo sulle cose serie.
Ricordo che la storia ci insegna che l'attuale provincia di Livorno fu allargata nel 1925 togliendo centri importanti come Cecina e Piombino a Pisa che,a sua volta beneficiò della concessione fiorentina del Basso Valdarno S.Miniato-Castelfranco-Santa Croce ecc. ma chi ci rimise fu certamente Pisa.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Infischiarsene non aiuta a crescere del 17/12/2018 - 9:03
Per fortuna
AUTORE: Cittadina comune
email: -

26/12/2018 - 12:53

Egregio signore, per fortuna in democrazia i cittadini possono andare a divertirsi e a fare compere dove preferiscono. La stessa democrazia permette a lei, almeno su questo sito, di fare spesso inutili e non richieste lezioni di morale. Se le iniziative della amministrazione non vengono gradite dalla cittadinanza sarebbe preciso dovere dell'ente pubblico, che per il proprio impegno e per le risorse che investe usa denaro pubblico, migliorararsi ed adoperarsi per fare qualcosa di più gradito. Quando si crea realmente valore i risultati appaiono chiari in ogni campo, se i risultati non ci sono molto probabilmente manca il valore.
----------------  RISPONDI





AUTORE: Roberto Ferroni
email: -

24/12/2018 - 10:01

Egregio Signore,

L'altro giorno, in quel del Pronto Soccorso del Cosma e Damiano, quando l'ho salutato ricordandole sia il mio messaggio di p.e del 10.11 scorso rimasto senza risposta, sia il disagio nel percorrere le vie Giusti e
Cavour (da Porta Fiorentina allo stesso Ospedale), lei mi ha risposto che trattandosi di strada provinciale non aveva autorità ad intervenire.

Non parlo del viale F. Forti o via Roma fino a piazza 20 settembre, in identiche e precarie condizioni, comunque non oggetto primario del mio interesse.

Poco convinto, ho cercato di meglio informarmi e credo poter asserire che, almeno dal semaforo verso il centro, le strade sono di perttinenza comunale. Infatti la provinciale gira a sinistra e traversa il fiume per andare altrove.

Pur non essendo un residente di Pescia e quindi non elettore di quel comune, ma comunque cittadino italiano e toscano, ritengo aver diritto ad una completa e veritiera risposta che, dalle mie ricerche, sembra non
essere tale. Sarò comunque lieto se vorrà farmi avere dati inoppugnabili che dimostrino l'esattezza delle sue affermazioni e, di riflesso, un mio errore. In mancanza di ciò, mi chiedo quanto grande debba essere il tappeto del suo ufficio sotto il quale nascondere la polevere dell'inefficienza.
----------------  RISPONDI





AUTORE: Tony Alfano
email: -

17/12/2018 - 9:03

Sabato 15 dicembre il Comune di Larciano ha pensato bene di organizzare un mercatino di Natale in quel della piazza. Contenuto ma pur sempre decoroso, con l’intento di creare un po' di atmosfera natalizia, un momento di compartecipazione civica e di sorriso per i più piccoli. Con tanto di babbo natale, attrazioni per i bimbi e i banchi di quei benemeriti che tengono vivo un minimo di artigianato artistico (che non sia quello di Pechino).
Insomma una cosa ben fatta ma, anche se il freddo polare ha avuto la sua parte, non vi erano in giro più di una cinquantina di persone. E allora gli espositori, prima delle 19, hanno pensato bene di ramazzare la loro roba e di chiudere bottega in anticipo. Non senza diffusi sentimenti di frustrazione per il clima di polare indifferenza, tanto da far presagire che l’iniziativa non si ripeterà in futuro.
E magari poi qualcuno avrò da criticare: Larciano è addormentata, il centro del paese è deserto, il piccolo commercio è in sofferenza, insomma le tradizionali lamentele.
Espresse probabilmente senza aver compreso che Il Comune siamo tutti noi messi insieme e che se noi per primi ce ne infischiamo dimostrando scarso senso civico, continueremo a ritrovarci perennemente in un territorio depresso. E continueremo a lagnarci impropriamente di Larciano …. ma in verità soprattutto di noi stessi.
Peccato.
----------------  RISPONDI





Sono disponibili 4188 articoli in archivio:
 [1]  ...  [111]   [112]   [113]   [114]   [115]   [116]   [117]  ...  [168]