Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 15:01 - 20/1/2022
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Presidente in quota Forza Italia.

Per capire il personaggio ed il suo rapporto col caimano , si trova abbondante materiale e penso anche dagli atti parlamentari , l appoggio alla tesi della nipote .....
BASKET

Mtvb Herons Basket comunica che sono state rinviate a data da destinarsi, causa Covid, le seguenti gare di campionato.

BASKET

A distanza di un mese dalla partita contro Vigarano, la Giorgio Tesi Group è tornata finalmente in campo.

HOCKEY

Finalmente arancione anche in campo femminile assoluto, dopo oltre un decennio una formazione di Pistoia torna alle competizioni e con buone prospettive future.

SCHERMA

Davide Cutillo ha staccato il biglietto per la finale dei campionati italiani under 17 di fioretto che si disputeranno nel prossimo mese di maggio a Catania.

BASKET

Tredicesima vittoria consecutiva per la Gema Montecatini, che dopo un mese di stop in campionato (causa pausa natalizia e poi le prime due giornate rimandate dal covid) ha dimostrato di non avere affatto ruggine o scorie addosso.

SCHERMA

Prima grande soddisfazione nel circuito europeo under 17 per Fabio Mastromarino. 

SCHERMA

Un azzurro per due.

BASKET

Ventinove giorni dopo l'ultima volta, Gema Montecatini è pronta a tornare in campo per una partita ufficiale. Il 17 dicembre, giorno della dodicesima vittoria consecutiva a Prato, sembra però ormai lontanissimo.

none_o

Consigli di lettura di Maria Valentina Luccioli.

none_o

Inaugurazione il 19 gennaio alle 18,30, nei locali della Federazione provinciale di Rifondazione Comunista di Pistoia.

La signora in blu
Viaggio nel profumo delle .....
IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Segno di Terra, Cardinale, domiciliato in Saturno ed esaltato in Marte.

ZODIACO
di Sissy Raffaelli

L'oroscopo di gennaio

E'stato scritto e pubblicato un libro sulla presenza del grande .....
cerco bilocale affitto 300 o 350 euro zona Pescia, grazie arredato. .....
 0
Sono disponibili 11 articoli in archivio:
 [1] 
AVVERTENZA: In caso di risposta a un articolo già presente nel forum, si invita i lettori ad usare il comando RISPONDI. Usando questo comando la risposta dell'utente ottiene una maggiore visibilità, perchè viene collocata automaticamente in due spazi diversi. Viene inserita infatti 1) nella prima pagina del forum in successione temporale, come tutti gli altri interventi; 2) viene inserita anche nel riquadro dei DIBATTITI IN CORSO, dove gli articoli rimangono un tempo maggiore.
Il primo lettore che risponde a un tema già presente nel forum e adopera il comando RISPONDI attiva automaticamente un dibattito. Il comando RISPONDI consente di sviluppare dibattiti su temi specifici.
Qui si discute su: Fiamma e fucilatori

In risposta a: del
Fiamma e fucilatori
AUTORE: Apoto (ma non la bevo)
email: -

11/12/2021 - 9:50

Piccolissimo Bignami del 1943.

Col 25 Luglio 1943 viene datata la fine del Fascismo tramite l'arresto del Capo del Governo.


Il 23 Settembre dello stesso anno, dopo che il governo italiano aveva accettato la resa agli alleati, una parte di Italiani , non accettando la resa , non riconobbe il regno ed istitui una repubblica che venne detta sociale..

Gli storici ,non in maniera univoca , hanno definito questo periodo come guerra civile.

Periodo buio che ebbe fine con la fine della guerra.

La RSI venne sconfitta assieme ai Tedeschi.
Tentativi di mettere sullo stesso piano le Marocchinate con le stragi nazifasciste e fallito miseramente.

Esiste dunque una differenza nettissima fra Fascismo e Repubblica Sociale.

Inutile dire che la Italia e gli Italiani, durante il ventennio erano , salvo una minoranza FASCISTI.

ALTRO E IL PERIODO ,43.45

Durante la RSI emersero e riemersero
Una serie di personaggi cui vengono attribuiti comportamenti e fatti delittuosi con relative condanne penali anche se ricordiamo l armadio della vergogna.

Collaborazione con i tedeschi in azioni che i tribunali hanno evidenziato come delittuosi.

Fra questi quadri della RSI troviamo ad esempio tale Almirante, firmatario del manifesto della pena di morte per i renitenti alla leva.

Con l avvento della Repubblica e della Costituzionevenne sancito il divieto di ricostituzione del PNF e di tutto il relativo armamentario.

Nel momento , alcuni persoaggi di posizioni al vertice della RSI si costituirono in partito col nome di MSI con una fiamma tricolore quale segno .

Negli ultimi 70 anni è stato una specie di gioco a nascondino fra la Repubblica e questi personaggi e relativi figli e nipoti.

La legge Scelga del 1952"e le successive, non sono riuscite a schiacciare la testa al serpente.

Ancora oggi attraverso un numeroso cambio di nuove sigle , rimane il segno ...La fiamma tricolore.

Fanpage ha messo in evidenza che fra gli ultimi nipotini della fiamma tricolore, ci sono ancora numerosi fascisti che non rinnegano Hitler, e via andare.

Il fil rouge della
----------------  RISPONDI





In risposta a: Professor Dodo del 27/12/2021 - 14:02
Piazzale Loreto
AUTORE: KING
email: -

27/12/2021 - 20:17

Parlare con un fascista non vale la candela.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Gabriele del 26/12/2021 - 23:32
Professor Dodo
AUTORE: Gabriele
email: -

27/12/2021 - 14:02

Adesso viene fuori che sei stato anche professore! Che fantasia, rasenta l’impudenza…

Se fosse vero, conosceresti la differenza fra Storia e storiografia ma, visto che ti sfugge:

-La Storia narra i fatti senza trarne conclusioni, le lascia a chi legge, si limita ad esporre dei fatti e, come già detto, non giudica ma non dimentica.

-“La storiografia, cioè la descrizione dei fatti nella storia, è l'insieme di tutte le forme e maniere di interpretare, trasmettere, studiare e raccontare i fatti accaduti, cioè la storia propriamente detta. Dato che ogni considerazione, ricerca ed esposizione su ciò che è avvenuto deriva da interpretazioni personali, influenzate e condizionate dal clima culturale e politico in cui opera l'interprete, la storiografia è soggettiva, parziale e provvisoria. La differenza tra storia e storiografia è quindi analoga a quella che c'è tra un fatto e il suo ricordo, tra vivere una vicenda e raccontarla”

La descrizione di storiografia mi sembrava così ben esposta da non meritare una riscrittura.

Ed è proprio il tuo problema: ti rifiuti di vedere la realtà dei fatti e ti rifugi nell’interpretazione di altri, incapace forse di fartene una personale, dopo anni di lavaggio del cervello.

Mi rammenti un po’ una delle mie “insegnanti” di italiano, che rifiutava qualunque domanda sull’originale della Divina Commedia ma voleva imparassimo a memoria il Sapegno, nemmeno glielo avessero dettato in cima ad un monte.

Magari aveva ragione lui ma a me è sempre piaciuto ragionare sulle cose fino a capirle, non ripeterle a memoria.
Per quello ci sono i registratori. Od i circolini dove passi le tue vuote serate.

Quanto agli insulti, non ne trovo nel mio ultimo intervento, ne trovo alcuni nei tuoi però… pazienza, i tuoi non mi toccano.

Ignorante è chi non sa, ed io sono consapevole di non sapere tante cose quindi non lo vedo come un insulto.
Preferisco però le poche che ho CAPITO alle tante che ti hanno inculcato

Violento è chi “usa con facilità e brutalità la propria forza fisica o altri mezzi di coercizione per imporsi ad altri, per sfogare i proprî impulsi, o anche che è portato a fare del male e a vessare gli altri per indole e per carattere” (Treccani).

Un po’ come te… Io mi limito a dichiarare le mie idee ed eventualmente a difendere ciò che è mio e chi amo, in caso di aggressione, se cogli la differenza (ma ne dubito).

Quanto alle progenitrici, non esprimo considerazioni sulle tue esperienze personali, l’hai già fatto tu, sulle mie niente sai e ritorniamo agli insulti gratuiti.

E, no, non ho “smesso” Salvini, per il semplice fatto che io non seguo Salvini, ho trovato riscontro in alcune delle sue idee e le appoggio ma non ne faccio un idolo da seguire: io non ho bisogno di un pastore, se qualcuno è d’accordo con me è ben accetto, altrimenti libero di pensarla come vuole, purché non intenda IMPORMI il suo modo di pensare.

E la chiudo qui, altrimenti monopolizziamo la rubrica e non mi piace, Ti lascio l’ultima parola, non intendo sprecare altro tempo mio e degli altri. Buone feste.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Caro il mio Dodo... del 26/12/2021 - 14:53
Gabriele
AUTORE: Nena
email: -

26/12/2021 - 23:32

Leggendo Gabriele abbiamo il perfetto profilo del violento .
Violento nel discredito dell' avversario ad hominem, e ossessionato dalla sostituzione culturale del paese ad opera di immigrati dediti solo al furto e peggio.
Arriva a confondere le stragi nazifasciste con la lotta partigiana vincente .
Magari chi avesse consultato qualche libro scoprirebbe che i partigiani furono solo in parte comunisti.
La frase che la storia la scrivono i vincitori e propria del sentito dire degli ignoranti.
La storiografia (e non la storia , ignorante,) e approdata a certezze per la possibilità di disporre di fonti provenienti da archivi desecretati.
Solo gli ignoranti , al pari dei terrapiattisti seguitano con frasi della storia scritta dai vincitori.
Ci sono documenti su Nino Bixio a Bronte ed si perché e tu continui con frasi circa la storiografia.
Caro Gabriele , purtroppo ho insegnato alla tua generazione e considerando i risultati , ho fallito.
Pazienza , il problema e solo tuo.

Gabriele , tu non solo non hai letto il Romanzo , ma sei fuori tempo e realtà.

Ha smesso pure Salvini e l argomento e superato ?

Tu vedi il dito e non la luna.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Caro il mio Dodo... del 26/12/2021 - 14:53
Gabriele vergognoso individuo
AUTORE: bibi
email: -

26/12/2021 - 18:25

Come i fascisti non ti misuri sui fatti ma sulle tue idee .
Sappi che non ho bisogno del dizionario per darti l epiteto che ti meriti .
Violento sei e violento rimani .

In quanto al PD e alla sostituzione etnica , le nostre progenitrici l hanno data a chi passava o chi passava ha profittato .\ecco che siamo tutti bastardi .alti bassi bianchi e scuri.
In usa gli italiani erano considerati una sottospecie di razza simile ai neri.
Per fortuna i b. veri che ragionano come leggo in queste note sono pochi.
Forse metterli in un barcone non sarebbe una cattiva idea.

(Senza motore o remi , naturalmente )
----------------  RISPONDI





In risposta a: Chiamiamolo fascistismo del 24/12/2021 - 17:35
Caro il mio Dodo...
AUTORE: Gabriele
email: -

26/12/2021 - 14:53

Non mi ricordo di aver mai negato le responsabilità del fascismo o del nazismo, la Shoah o quant'altro.
Oltretutto io non mi sento fascista, non tifo né per l'MSI né per CasaPound...

Semplicemente rifiuto le idee di sostituzione etnica propalate dal PD, rifiuto di accogliere a braccia aperte chi viene a rubarmi in casa, al contrario di quel che dichiari tu, con palese falsità: dubito fortemente che ti lasceresti derubare con un sorriso ed una pacca sulle spalle al povero "sfortunato" sorpreso nel tuo garage o nel tuo salotto!

Ti nutri solo di ricordi perché sei proprio come un Dodo, non hai futuro e lo sai, e ti appigli alle "glorie" del passato (che fra l'altro non è nemmeno un tuo passato) per non vedere il futuro imminente.

Quanto agli armadi, bisogna vedere chi li ha riempiti... la storia la scrivono i vincitori, sempre, e solo gli ipocriti ed i farisei pensano di aver sempre ragione.

In quanto agli ignoranti, poi, l'aver letto i promessi sposi od il ricopiare qualche motto trovato sui libri non ti qualifica come professore di vita, rassegnati.

Se gli italiani son tutti ignoranti, fascisti e razzisti e ti fanno tanto schifo, ricorda che le porte non servono solo per far entrare torme di fannulloni, si possono usare anche per uscire... il mondo è grande!
Son certo che una persona di così ampie vedute e dotata di una intelligenza superiore sarebbe ben accolta ovunque.

Asveduma.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Paraocchi del 23/12/2021 - 13:12
Chiamiamolo fascistismo
AUTORE: bibi
email: -

24/12/2021 - 17:35

Gabriele , bastonatore, sei veramente simpatico.
Pur di negare storia e realtà venderesti la mamma.

Hai ragione perche l armadio della vergogna era pieno di delitti dei partigiani peraltro rossi rosa e bianchi e non di fascisti.

Basta leggere il Battaglia e il Pavone per scoprire che anche da parte dei partigiani non tutto andò liscio.

Resta comunque la responsabilità storica del fascismo di aver voluto la guerra , le leggi razziali e tanto altro con la. RSI.

La collaborazione col nazismo e nelle stragi di civili e storia.

Poi ci sono i Pasquini e i Gabriele che negano passato e presente.

Se poi qualcuno tira fuori Casarsa ...io conosco episodi rossi più gravi e più di voi poveri ignoranti
----------------  RISPONDI





In risposta a: nostalgico del 22/12/2021 - 15:38
Vecchi slogan ma veri
AUTORE: federigo tozzi
email: -

24/12/2021 - 11:06

Caro Pasquino simpatizzante del fascismo , che ignora forza nuova , CasaPound per non parlare di parlamentari....
Ma vivi in tenda al centro della foresta del Teso ?

Credo che dovremmo rispolverare il vecchio ....


#Fascisti carogne , tornate nelle fogne ,#
----------------  RISPONDI





In risposta a: nostalgico del 22/12/2021 - 15:38
Paraocchi
AUTORE: Gabriele
email: -

23/12/2021 - 13:12

Caro Pasquino, c'è chi vive di ricordi e nostalgie, indossando paraocchi così grandi da non vedere altro che quello che vuole… Il fascismo, è vero, ancora sopravvive nell'anima di pochi ma il comunismo impera ancora nella mente di tanti, come dimostrato dal nostro Alias.

Ricorda perfettamente tutti i crimini fascisti (abbondantemente giudicati e condannati) ma dimentica (o fa finta di dimenticare) tutto quello che i compagni liberatori (che senza quei fascistacci degli americani starebbero ancora sui monti ben nascosti, a tirar sassate ai tedeschi lasciando ai civili le ritorsioni) hanno combinato nel percorso di purificazione delle menti, tipo stupri, violenze e assassini di chi non era loro gradito.

Crimini mai giudicati o da cui venivano assolti con le motivazioni più varie, o lasciati andare in prescrizione…

La Storia, quella vera, non giudica ma non dimentica.

L'astio ed il disgusto che manifesta in ogni dove e per qualunque cosa, è figlio della sensazione di inutilità e della mancanza di prospettive…

E' come un Dodo che guarda al futuro...
----------------  RISPONDI





In risposta a: nostalgico del 22/12/2021 - 15:38
L ignorante e orgoglioso della propria ignoranza
AUTORE: Apota
email: -

23/12/2021 - 0:14

Caro Pasquino , il fascismo in Italia non e mai sparito.
Nessuno ha mai fatto i conti con il passato.
Perfino Graziani , caso raro di condanna penale , uscì dal carcere dopo poco.

Mentre il fascismo e specie quello repubblicano , compì in Italia assieme al nazismo , cose terribili, il comunismo contribuì alla liberazione d Italia da quelli che avevano partecipato a terribili stragi di civili.

La storia racconta di un Togliatti ministro della giustizia e dell' amnistia che fece comodo a troppi fascisti

E poi Pasquino , ho un profondo disprezzo per chi parlando di storia , incespica nel ...ma il comunismo di Cuba....

Mi ricordi quelli che contestavano i comunisti dicendo che avrebbero portato via a tutti.

Invece la storia ci racconta di ebrei anche italiani cui veniva portato via tutto dallo spazzolino da denti alla vita.

Pasquino , ti piace la Meloni e la fiamma tricolore ed il barone nero e i fascistacci di cui si è circondata , stai felice .
Ma la storia e altro e non pane per gli ignoranti.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Fiamma e fucilatori del 11/12/2021 - 9:50
nostalgico
AUTORE: Pasquino
email: -

22/12/2021 - 15:38

Che inguaribile nostalgico sei, Apoto o Vincenzo o Bibi che tu ti nomi. Se davvero la persistente presenza fascista in Italia ti fa tuttora avere dei travasi di bile, perchè un gran comunista come te non ha mai pensato di andare a vivere a Cuba, Venezuela in Vietnam o in Cina... full immersion nel comunismo libertario e progressista e finalmente fascism-free? Come ebbe a dirmi molti anni fa, prima della caduta del muro, un compagno rumeno in visita con una delegazione nella nostra provincia "è bello e facile fare i comunisti qui da voi dove il comunismo non c'è". Buon Natale
----------------  RISPONDI





Sono disponibili 11 articoli in archivio:
 [1]