Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 11:10 - 20/10/2021
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Partiamo dalla rivista La difesa della razza nata a seguito delle leggi sulla difesa della razza del 1938.
Il fondatore e direttore era l ideologo Telesio Interlandi.

Giorgio Almirante , delfino .....
JU JITSU

Lo scorso  16 ottobre al Palatorrino di Roma si sono svolti i campionati italiani di Brazilian Ju Jitsu della Federazione Italiana Grappling Mixed Martial Arts, dove  ha partecipato l'iscritto al Sap Manuel Loiacono, 24enne.

HOCKEY

Fine settimana vincente per la società pistoiese.

BASKET

Ha dovuto rimontare almeno due volte la Gema, ma lo ha fatto nel momento clou della partita vinta a Pontassieve 68-75 con un allungo nell’ultima frazione da 26 punti segnati e appena 16 subiti.  

BASKET

Torna il Campionato a Monsummano ed è debutto casalingo per la Gioielleria Mancini che affronta il Basket Calcinaia per l’incontro valevole per la seconda giornata di campionato.

BASKET

Dopo la sconfitta patita nel derby contro San Giovanni Valdarno nel primo turno di campionato, la Nico Basket, targata Giorgio Tesi Group, porta a casa due punti importanti contro un’altra formazione solida e quotata come Umbertide.

PUGILATO

Il borghiggiano miguel bachi nella serata di ieri sera a Firenze a disputato un match molto duro dopo sette mesi di inattività.Si trova affrontare il pugile della sempre avanti Firenze drillon thaci con molta più esperienza, match parte subito acceso da entrambi gli angoli con ritmo elevato!

RALLY

L’ufficialità è arrivata dopo il Rally Città di Pistoia, ultima manche a calendario.

CALCIO A 5

Due serate all’insegna del divertimento e della passione calcistica. Sono questi gli ingredienti che hanno caratterizzato le due serate della 2° edizione del “Trofeo delle associazioni”.

none_o

Consigli di lettura di Maria Valentina Luccioli.

none_o

Le opere della giovane pittrice pesciatina Bartò prendono la volta della Spagna.

Erano pochi, erano violenti,
gridavano “boia chi molla”, .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti

Viene considerato uno degli esponenti più significativi della Scuola Pistoiese.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti

La parabola umana e artistica di Leda Rafanelli abbraccia tutto il Novecento.

cerco bilocale affitto 300 o 350 euro zona Pescia, grazie arredato. .....
cerco casa in affitto euro 300 350 al mese
 1
Sono disponibili 1 articoli in archivio:
 [1] 
AVVERTENZA: In caso di risposta a un articolo già presente nel forum, si invita i lettori ad usare il comando RISPONDI. Usando questo comando la risposta dell'utente ottiene una maggiore visibilità, perchè viene collocata automaticamente in due spazi diversi. Viene inserita infatti 1) nella prima pagina del forum in successione temporale, come tutti gli altri interventi; 2) viene inserita anche nel riquadro dei DIBATTITI IN CORSO, dove gli articoli rimangono un tempo maggiore.
Il primo lettore che risponde a un tema già presente nel forum e adopera il comando RISPONDI attiva automaticamente un dibattito. Il comando RISPONDI consente di sviluppare dibattiti su temi specifici.
Qui si discute su: La linea Sigfrido

In risposta a: del
La linea Sigfrido
AUTORE: Giancarlo Fioretti
email: -

7/6/2021 - 13:18

Correva l'anno 1916, la Germania imperiale era impegnata nel Primo Conflitto Mondiale e, per difendersi da eventuali attacchi francesi, costruì lungo tutta la sua frontiera occidentale, una linea di fortificazioni militari chiamata "Linea Sigfrido". La Germania del Kaiser perse comunque la Guerra, ma la linea Sigfrido rimase. Le Potenze vincitrici non la fecero smantellare ed Hitler, quando giunse al potere ( aimé, per vie legali..), si trovò il lato ovest del suo confine ben munito e difeso. Dalla Linea Sigfrido, per l'appunto...
Oggi, in Italia, in un contesto di pace per fortuna, sta tuttavia capitando un episodio analogo.
Una sciagurata politica di spartizione partitica continua a tenere la TV pubblica in stato d'assedio. I partiti si sono ritagliati il loro orto, arrivando a mettere bocca su qualsiasi aspetto che riguarda l'Azienda, dalla linea politica dei telegiornali fino allo stesso palinsesto televisivo delle reti. Niente di nuovo, comunque. È dai tempi di Bernabei che le cose a viale Mazzini funzionano così... inutile scandalizzarsi...
Quello che però fa veramente indignare, in un periodo politico così particolare, è il tentativo di alcune frange politiche di dettare la linea politica del Paese attraverso la TV pubblica che, per l'appunto, è di tutti. Non di alcuni.
Il mio indice accusatore non può essere che rivolto a quelle forze politiche che hanno dato il loro sostegno entusiasta al governo Conte Bis, e che ora, sentendosene orfane, hanno sposato in pieno la Linea Sigfrido.
Il riferimento al giornalista Sigfrido Ranucci, conduttore del programma Report in onda su Rai Tre, è chiaramente voluto. Ranucci appartiene a quell'area politica statalista che vede un eventuale replica della formula di governo PD-5Stelle-Leu, la migliore soluzione possibile per i problemi dell'Italia.
Ranucci vede il Riformismo e la Libera Iniziativa come il fumo negli occhi. Gode ( o almeno dà l'impressione ) nel vedere gli esercizi commerciali chiusi e le piazze vuote. Gongola ( o almeno dà l'impressione) nel saperci tutti schiavi dei sussidi e del Reddito di Cittadinanza.
Quando poi all'orizzonte si è profilata un'alternativa a questo stato di cose, costituita dal Governo Draghi fortemente voluto da Italia Viva e dal suo Segretario Matteo Renzi, ecco che Sigfrido ha mostrato la parte peggiore di sé.
Ha infatti gettato la maschera, dimostrandosi il paladino di una Sinistra retriva, ottusa ed autolesionista.
Il suo accanimento non solo contro Renzi, ma anche nei confronti di ogni sbocco riformista della politica italiana, sta veramente rasentando il ridicolo.
A sentire Sigfrido, Renzi è colpevole di tutto. Dal crollo della Torre di Babele in poi....
Aver indugiato puntate su puntate ( pagate da tutti, fra parentesi) sull' incontro avvenuto all' area di servizio autostradale di Fiano Romano fra Matteo Renzi ed il funzionario dei Servizi Marco Mancini, sa tanto, credetemi, di arrampicata sugli specchi. Matteo Renzi, in uno Stato di Diritto, può imbattersi casualmente in chiunque. Stessa cosa vale per Marco Mancini. Fra i due è comunque intercorsa una conversazione privata di cui né Sigfrido né i suoi sodali hanno il diritto di intercettarne il labiale ( si fa per dire..). Ma, quello che fa più infuriare, è la tendenza di certa stampa ad accostare sempre e comunque il nome di Matteo Renzi con complotti, raggiri e quant'altro.
Chi ama la Libertà, ha l'obbligo morale di prendere le distanze dalla linea Sigfrido. E deve farlo con cortese sollecitudine.
Giancarlo Fioretti
----------------  RISPONDI





Sono disponibili 1 articoli in archivio:
 [1]