Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 19:12 - 06/12/2021
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Partiamo dal fatto che ogni bipede può infettarsi ed infettare un suo simile.

Consideriamo che in ospedale i ricoverati privi di vaccino rappresentano il 70 . . 80 % compreso intensiva.

Ora se .....
BASKET

Lunedì 6 dicembre entra in vigore il Super Green pass, la certificazione "rafforzata" rilasciata solo a vaccinati e guariti dal Covid-19, che durerà fino al 15 gennaio 2022, con possibilità di proroga.

CALCIO A 5

La giornata numero sette non porta fortuna ai pistoiesi. Ospiti della società Timec, l'Atletico si presenta in modo impalbabile ed è solo grazie a Montaleni che il primo tempo si chiude sullo 0-0.

BASKET

E una Gema a tratti simile a un rullo compressore quella che nel secondo e terzo quarto ha messo in chiaro il discorso vittoria contro una Virtus Siena partita sicuramente meglio nei primi dieci minuti.

BASKET

AGLIANA: Zita 8, Nesi 4, Chiti, Cei, Malevolti F., Razzoli 8, Natalini, Zeneli 23, Neri 7, Covino, Malevolti S. Tommei 16. All. Mannelli. HERONS; Di Nezza 4, Paunovic 4, Laffitte 4, Galli 4, Lupi 6, Giancarli 9, Dell’Uomo 18, Lepori, Incitti 13, Bechini, Casoni 24, Puccioni. All.: Barsotti.

BASKET

Niente da fare per la Nico Basket, targata Giorgio Tesi Group, che ha subito una sconfitta piuttosto netta ad opera del Cus Cagliari (60-44). Solo Bacchini (13), decisamente la migliore delle sue, e Mattera (10) in doppia cifra in una serata poco produttiva in termini di punti.

BASKET

Sfida al vertice al PalaCardelli dove la Gioielleria Mancini affronta la corazzata San Vincenzo.

RALLY

L’Automobile Club Pistoia, congiuntamente agli organizzatori dei rallies pistoiesi, quindi Jolly Racing Team, Abeti Racing e Pistoia Corse, ha premiato i propri campioni provinciali.

BASKET

La nona giornata di campionato rappresentava una grossa insidia per la Gema di Marco Del Re: il pronostico è stato rispettato, c'è stato da sudare molto contro una Synergy Valdarno capace di rimontare dal -17 fino al 55-54 di metà terzo quarto. 

none_o

Consigli di lettura di Ilaria.

none_o

Le opere di nove artisti sono protagoniste della mostra Paesaggi personali.

Sono dieci,
l’un dell’altra è più bella:
son chiamate .....
LA TOSCANA IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

Un piatto delle montagne lucchesi.

IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Segno fisso di acqua, domiciliato in Plutone e Marte.

E'stato scritto e pubblicato un libro sulla presenza del grande .....
cerco bilocale affitto 300 o 350 euro zona Pescia, grazie arredato. .....
 1
Sono disponibili 2 articoli in archivio:
 [1] 
AVVERTENZA: In caso di risposta a un articolo già presente nel forum, si invita i lettori ad usare il comando RISPONDI. Usando questo comando la risposta dell'utente ottiene una maggiore visibilità, perchè viene collocata automaticamente in due spazi diversi. Viene inserita infatti 1) nella prima pagina del forum in successione temporale, come tutti gli altri interventi; 2) viene inserita anche nel riquadro dei DIBATTITI IN CORSO, dove gli articoli rimangono un tempo maggiore.
Il primo lettore che risponde a un tema già presente nel forum e adopera il comando RISPONDI attiva automaticamente un dibattito. Il comando RISPONDI consente di sviluppare dibattiti su temi specifici.
Qui si discute su: IL CICLISMO SOTTO LE FORCHE CAUDINE

AUTORE: Giancarlo Fioretti
email: -

28/3/2021 - 17:12

Con il Trofeo di Laigueglia ma, soprattutto, con la Milano-Sanremo, si è aperta in Italia la stagione ciclistica 2021.
Una stagione, per forza di cose, segnata dalla pandemia che, inevitabilmente, farà la parte del 'convitato di pietra' in ogni corsa che si terrà non solo in Italia quanto nel mondo intero.
E, in una situazione resa così complessa dal virus, appaiano quanto mai farraginose ed anacronistiche le regole che governano il 'grande circo' sulle due ruote. Regole che tuttavia, nella contingenza attuale, rischiano di soffocare nella culla gran parte delle squadre che si affacciano per la prima volta su palcoscenici importanti, tenendo contemporaneamente lontane altre realtà che del Ciclismo hanno fatto la storia.
Sì perché dovete sapere che tutte le squadre professionistiche al mondo sono divise in tre grandi categorie.
Il top del top è rappresentato dal Word Tour, cui aderiscono le migliori formazioni al mondo. Gli atleti di questi team sono quelli con i più alti punteggi individuali ed in queste squadre circolano sponsorizzazioni milionarie.
Questa tipologia di squadre può ( anzi, deve) partecipare a tutte le gare della Coppa del Mondo. In pratica, tutte le grandi classiche ( come quelle fiamminghe ad esempio) sono opzionate in partenza da queste formazioni che, volendo fare un paragone calcistico, equivalgono alle squadre di Champions League.
Un gradino sotto, vi sono le compagini incluse nella categoria Professional.
Sono squadre di ottimo livello i cui atleti partecipano sempre ai Giri nazionali più importanti ed alle corse di rilievo internazionale, nei posti lasciati disponibili dalle formazioni del Word Tour.
Ed infine eccoci.... all' acqua, come recita un vecchio adagio della Piana Pistoiese.
Il terzo, ed ultimo, raggruppamento include infatti le formazioni della categoria Continental. Si tratta o di formazioni giovani appena emerse dalla galassia dei Dilettanti, oppure si tratta di formazioni magari di antico blasone ma che, attualmente, si trovano costrette ad operare con mezzi ridotti.
Queste èquipes sono le più penalizzate in assoluto poiché ricevono l' invito alla partecipazione da parte degli organizzatori delle corse, solo ed esclusivamente se rimangono dei posti non occupati dalle squadre delle altre due categorie.
Quest'anno, poi, la situazione appare particolarmente drammatica poiché....il Covid19 ci ha messo i suoi tentacoli senza che chi di dovere voglia intervenire.
Ci spieghiamo meglio.
Causa pandemia, molte corse del circuito riservato alle formazioni Continental sono state annullate. Altre hanno stabilito un numero limitato di partecipanti. Questo perché i costi di gestione di queste manifestazioni sono nel frattempo lievitati , in quanto la crisi economica in cui il mondo intero si dibatte ha falcidiato il novero degli sponsors.
Risultato: molte meno corse e più onerose per i piccoli team che, non abbiamo difficoltà a dirlo, sono un' autentica ricchezza per il movimento ciclistico non solo nazionale quanto mondiale.
In Italia la Federazione Ciclistica, finora, non ha adottato una politica incisiva, volta a favorire il ripristino delle manifestazioni sospese. Né tantomeno ha adottato una politica di coordinamento con le altre Federazioni Ciclistiche atta a superare questa impasse.
Ed intanto il tempo passa e molti potenziali campioni delle due ruote continuano a trovarsi la strada sbarrata da questa 'conventio ad escludendum' dei club più titolati, che obbliga gran parte del ciclismo a passare sotto le Forche Caudine dei grandi team grondanti di sponsors.
Giancarlo Fioretti
----------------  RISPONDI





In risposta a: IL CICLISMO SOTTO LE FORCHE CAUDINE del 28/3/2021 - 17:12
Come lui? Mai !
AUTORE: bibi bibò
email: [protetta]

29/3/2021 - 16:45

Il signor Fiorini AFFERMA e non transige.

Sulle tesi , non si discute .

Tutti dovrebbero giocare in serie A

Tutti dovrebbero poter correre la Milano San Remo -

Al Giro d'Italia ci dovrebbero essere una centinaio di squadre , magari con il contributo pubblico , visto i costi .

E' esperto in tutto .

Chi spende in pubblicità dovrebbe andare da lui per le politiche di investimento .

A quando le squadre di ciclismo non saranno organizzate a nostre spese com per tutti gli sport dove le forze armate pagano buoni stipendi agli atleti (come l'est europeo prima del muro )?
Chi ha gambe e fiato trova sempre la sua strada senza la demagogia.
----------------  RISPONDI





Sono disponibili 2 articoli in archivio:
 [1]