Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 00:06 - 02/6/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Hai ragione da vendere bibbi.
Sono tutti invidiosi di te, del tuo spirito, delle tue battute comiche.
Te si che fai ridere!!
Un maestro in quest'arte!
Speriamo gli venga la c. . . lla a tutti.
Scusami .....
CALCIO

La società Larcianese comunica di aver raggiunto l’accordo con il l’allenatore che guiderà la squadra nella prossima stagione sportiva.

RALLY

Motori accesi al 1° Virtual Rally Valdinievole e Montalbano. Dal 1° giugno e per tutta la settimana, le strade della provincia di Pistoia saranno proiettate in un confronto che ha richiamato un plateau di partecipanti di assoluto livello. 

BASKET

La prima novità in casa Nico è la collaborazione con l’Associazione “Anna Maria Marino”, avvenuta già a fine della scorsa stagione grazie alla Dottoressa Jacqueline Magi che ne è Presidente Onorario. 

RALLY

Sull’onda dell’entusiasmo riscontrato dal primo approccio “virtuale” di molte delle realtà motoristiche più importanti a livello nazionale, le scuderie Jolly Racing Team e Art Motorsport 2.0 hanno deciso di organizzare il 1° Virtual Rally della Valdinievole e del Montalbano.

BASKET

Scegli il rossoblu di sempre. Quanto sei attaccato ai colori rossoblu? Chi è il giocatore che ti ha fatto sognare? È arrivato il momento di eleggere il giocatore rossoblu italiano di sempre.

CICLISMO

Dieci candeline, oltre 30 000 euro donati in beneficenza e tante soddisfazioni e emozioni. Parliamo dell’Avis Bike Pistoia, società ciclistica amatoriale e organizzatrice della Gran Fondo Edita Pucinskaite.

RALLY

Jolly Racing Team e Laserprom 015 annunciano che il 36° Rally della Valdinievole, anticipato al 2 e 3 maggio dalla data di origine di una settimana dopo nel calendario sportivo, viene rinviato a data da destinarsi.

BASKET

Pur essendo nell’aria ormai da settimane, la notizia della chiusura anticipata dei campionati è stata una bella botta su un duplice piano: sanitario, poiché ha denotato che la situazione sanitaria anziché migliorare stava peggiorando.

none_o

La recensione della settimana da parte della libreria Mondadori è dedicata a un libro di Matteo Bussola.

none_o

Copit ha presentato, presso la sua sede di Pistoia, il volume “Archivio storico della Ferrovia Alto Pistoiese - Appendice”.

Oggi il popolo decide
col suffragio universale
quale sia la .....
FILATELIA
di Giancarlo Fioretti

Il valore filatelico sarà presentato il 24 maggio.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Tutto ebbe inizio il 10 aprile 1912 con la partenza del Titanic dal porto di Southampton.

Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
cerco qualsiasi mansione x impegno mia giornata sono dinamico .....
 6
Sono disponibili 5 articoli in archivio:
 [1] 
AVVERTENZA: In caso di risposta a un articolo già presente nel forum, si invita i lettori ad usare il comando RISPONDI. Usando questo comando la risposta dell'utente ottiene una maggiore visibilità, perchè viene collocata automaticamente in due spazi diversi. Viene inserita infatti 1) nella prima pagina del forum in successione temporale, come tutti gli altri interventi; 2) viene inserita anche nel riquadro dei DIBATTITI IN CORSO, dove gli articoli rimangono un tempo maggiore.
Il primo lettore che risponde a un tema già presente nel forum e adopera il comando RISPONDI attiva automaticamente un dibattito. Il comando RISPONDI consente di sviluppare dibattiti su temi specifici.
Qui si discute su: IL VIRUS DELL'ODIO.

In risposta a: del
IL VIRUS DELL'ODIO.
AUTORE: IL DEMOCRATICO.
email: -

30/1/2019 - 17:26

Già da un pò di tempo la politica italiana ha cambiato il suo scopo, allontanando il nobile fine della coesione nazionale e la soluzione dei bisogni degli italiani nella concordia e nella condivisione, ma piuttosto si è erta paladina di divisioni fra i vari ceti che compongono la società italiana.
Si va divulgando, con arroganza e autoritarismo il contrasto fra le diverse classi sociali e pure si semina odio verso quei rifugiati che tentano disperatamente una vita migliore lasciando i loro paesi di origine per svariate ragioni: guerre, carestie ambientali e politiche, persecuzioni di etnie,razza o religiose.
La cosa incomprensibile per il popolo italiano,di credo cattolico, è recepire, seguire e condividere queste dottrine di stampo nazionalista, sovranista e populista.
Il cattolicesimo e la Chiesta con la sua dottrina sociale, rappresentata da Sua Santità Papa Francesco, alla luce del Vangelo, ben altro ci insegna.
Mi domando molto spesso: dove sono i cristiani, i figli di Dio, quando si allontanano dai suoi insegnamenti e ripudiano la condivisione delle risorse umane agli altri fratelli in quanto tutti figli di Dio?
E' una riflessione ad alta voce, che non viene condivisa nemmeno da altri popoli cattolici o cristiani di altri stati europei che sono stati per ben cinquant'anni sotto il tallone comunista russo ed alcuni ancora prima sotto quello nazista tedesco.
La terra è stata destinata da Dio a tutti i suoi abitanti e da questa le sue risorse devono essere condivise.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Re comunismmo... del 8/2/2019 - 15:59
Egregio Signor Pippo
AUTORE: Roberto
email: -

10/2/2019 - 9:52

Mi consenta di entrare nella discussione fra lei ed il signor Il Democratico, anche se solo come semplice appassionato di Storia. La filosofia comunista, enunciata da Carlo Marx, trovò la sua prima applicazione pratica da parte della fazione bolscevica guidata da Vladimir Ilic "Lenin". Esperimento in nuce che riguardò quasi tutto il territorio dell'impero russo zarista. In pratica é il voler far assumere al partito, e per questo al suo segretario, il predominio sulla politica, scavalcando ogni tipo di Istituzione. S'intendeva così determinare, secondo quelle teorie, il massimo della partecipazione alla guida del Paese, un po' come fecero in Germania il nazismo ed in Italia il fascismo, eliminando contemporaneamente ogni sorta di contraddittorio, di opposizione. Al suo successore, Jussup Vissarionovich "Stalin" toccò di implementarlo anche se su sue personali basi di valutazione. Il seguito, anche per i non appassionati di Storia è noto. La filosofia prese campo in varie parti del mondo, Cina, sud est asiatico, Europa orientale, varie zone delle Americhe. Che il periodo russo fra i tardi anni '20 ed il 1953 sia poi stato denominato stalinismo lo si deve proprio alla forte conduzione del despota e del suo regno del terrore che portò di conseguenza ad uno sfrenato culto della personalità, tanto da far assurgere un periodo alla denominazione dell'individuo. Va notato che alcuni dei successori a Stalin, Breznev, Andropov e Tchernienko, continuarono la conduzione del partito/stato secondo l'impronta staliniana del comunismo, impronta che era stata combattuta da Krutchev prima e definitivamente affossata, malamente, da Gorbaciov poi. Comunismo non è Lenin, Stalin, Ulbricht, Ma Tse Dong, Fidel Castro, Pol Pot o altri, comunismo è una visione di conduzione, da parte di una fazione politica, su uno o più popoli. Che poi la Storia abbia relegato questa filosofia al rango di perdente in quanto talmente perfetta, in teoria, da essere assolutamente inapplicabile, in pratica, all'imperfezione umana é cosa su cui ognuno può avere le proprie convinzioni.
----------------  RISPONDI





In risposta a: EVASIONE E SUPERFICIALITA'. del 7/2/2019 - 19:33
Re comunismmo...
AUTORE: Pippo
email: [protetta]

8/2/2019 - 15:59

Scusi ma ritorno ha ripeterLe che era stalinismo e si giovava della parola comunismo, Lenin era molto diverso da Stalin si legga la storia e poi mi risponda..
Saluti
----------------  RISPONDI





In risposta a: Re Virus.... del 2/2/2019 - 14:44
EVASIONE E SUPERFICIALITA'.
AUTORE: IL DEMOCRATICO.
email: -

7/2/2019 - 19:33

Egr. Signor Pippo, in relazione al suo intervento, volevo puntualizzare due aspetti delle sue osservazioni.
Gli italiani non sono tutti di credo cattolico ma io mi sono rivolto alla stragrande maggioranza di questi che si lasciano e si fanno convincere con quelle dottrine di stampo nazionalista, sovranista e populista in contrasto alla dottrina sociale della Chiesa verso i rifugiati.
La seconda cosa che le volevo dire riguarda il comunismo in Russia e poi nei Paesi dell' URSS. Lo stesso aveva avuto inizio nell' ottobre 1917 sotto Lenin che da Partito Bolscevico assunse ufficialmente la denominazione di Partito Comunista il 23 luglio 1918.
Lo stesso comunismo in Russia si dissolse a fine 1991 dopo l' abbattimento del muro di Berlino avvenuto il 9 novembre 1989.
Ecco, allora, come fa a disconoscere questo Stato comunista e le tutte le conseguenze commesse prima e dopo la seconda guerra mondiale?
Ma, andando al sodo, non mi ha risposto alle mie preoccupazioni ed a quello che avevo voluto esprimere.
Distinti saluti.
----------------  RISPONDI





In risposta a: IL VIRUS DELL'ODIO. del 30/1/2019 - 17:26
Re Virus....
AUTORE: Pippo
email: [protetta]

2/2/2019 - 14:44

Che tutti gli Italiani siano di credo cattolico sarà vero? Poi se a Lei sembra che in russia ci sia stato il conunismo...., magari lo stalinismo!
Saluti
----------------  RISPONDI





Sono disponibili 5 articoli in archivio:
 [1]