Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 00:12 - 09/12/2022
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Notizia fresca fresca :
Due anziani, pensione sociale , che procedevano con fare sospetto, sono stati fermati dalla GDF .
Alle varie domande , fra l'altro hanno dichiarato di andare a comprare le .....
HOCKEY

La prima fase dei campionati nazionali indoor non arride alle formazioni dell'Hockey Club Pistoia impegnati nei vari tornei.

BASKET

La Gioielleria Mancini impegnata in trasferta ancora con una sfida inedita contro l’Audax Carrara di Francesco Tealdi. Nelle fila monsummanesi da segnalare il ritorno di Gabriele Bellini dopo quasi due mesi di assenza.

RALLY

È un resoconto soddisfacente, quello analizzato da Jolly Racing Team a conclusione del Rally della fettunta, appuntamento svoltosi nel fine settimana sulle strade della provincia di Firenze.

BASKET

Trasferta amara per la Over Nico Basket, che dopo tre quarti giocati in equilibrio, cedono negli ultimi 10 minuti sotto i colpi di una Pielle Livorno in serata di grazia.

BASKET

Fabo Herons annuncia la fine del rapporto di lavoro con Federico Casoni.

CALCIO

Domenica alle ore 14:30 lo stadio "Idilio Cei" di Larciano ospiterà il sessantunesimo derby della storia in campionato tra viola ed azzurri.

BASKET

La Fabo Herons ha un assetto totalmente nuovo, dopo aver preso in A2 Adrian Chiera, dalla serie superiore arriva anche l’ultimo inserimento rossoblù, Marco Arrigoni, milanese, 31 anni, 3 promozioni dalla B alla A2, l’ultima qualche mese fa con Rimini, di cui era capitano.

RALLY

Due stagioni su asfalto e, al termine della seconda per la GR Yaris Rally Cup, arriva il debutto su fondo sterrato. Avrà luogo nel fine settimana prossimo, 10 e 11 dicembre, in occasione del Rally del Brunello, sesto e conclusivo atto del Campionato Italiano Rally Terra, a Montalcino, Siena.

none_o

Gli spazi espositivi della biblioteca concludono il 2022 con una mostra del pittore pistoiese Paolo Tesi.

none_o

A dicembre e gennaio le sedi di Pistoia Musei restano sempre aperte.

Per te, che sei per me una fiammella,
che generasti il figlio .....
IL MONDO IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

Tuiles au chocolat.

IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Il segno del mese.

Sales and Didactic Consultant

Descrizione della posizione

SI .....
E'stato scritto e pubblicato un libro sulla presenza del grande .....
 2
Sono disponibili 8 articoli in archivio:
 [1] 
AVVERTENZA: In caso di risposta a un articolo già presente nel forum, si invita i lettori ad usare il comando RISPONDI. Usando questo comando la risposta dell'utente ottiene una maggiore visibilità, perchè viene collocata automaticamente in due spazi diversi. Viene inserita infatti 1) nella prima pagina del forum in successione temporale, come tutti gli altri interventi; 2) viene inserita anche nel riquadro dei DIBATTITI IN CORSO, dove gli articoli rimangono un tempo maggiore.
Il primo lettore che risponde a un tema già presente nel forum e adopera il comando RISPONDI attiva automaticamente un dibattito. Il comando RISPONDI consente di sviluppare dibattiti su temi specifici.
Qui si discute su: Un pericolo quei ciclisti sul Serravalle

AUTORE: Luigi
email: -

25/4/2011 - 11:34

Stamani mattina ho avuto la necessità di andare a Pistoia ed ho percorso la strada provinciale. Ebbene sulla salita del Serravalle ci saranno stati una quarantina di ciclisti che viaggiavano in doppia fila bloccando di fatto il traffico. Credo che la polizia dovrebbe intervenire perchè questi ciclisti rappresentano un pericolo per sè e per gli altri, Credo anzi che ai ciclisti dovrebbe essere vietato di viaggiare sulle strade provinciali. Tante volte capitano incidenti. ma è inevitabile perchè le auto sfrecciano accanto alle bici a 50 centimetri. Basta nulla e capita la tragedia
----------------  RISPONDI





In risposta a: ciclisti del 29/4/2011 - 20:33
x giulia
AUTORE: max
email: -

30/4/2011 - 9:07

Giulia pur andando in bici, nella pausa pranzo, mi rendo conto che tante volte diamo disturbo agli automobilisti, ma purtroppo le strade sono uniche, e per uno di montecatini, che vuole andare a pistoia, o passa dal serravalle, o va a fare il giro delle sette chiese.....Hai ragione nel lamentarti che sul serravalle, se trovi una bicicletta ti tocca rallentare, e tante le volte trovando le macchine che vengono dal senso contrario ti tocca anche mettere la prima, per ripartire, ma le strade sono fatte per tutti. Capisco il tuo sfogo, ma allora dovremmo incentivare la p.a. per poter fare dei percorsi alternativi alle bici, delle piste ciclabili, che tutti i paesi del mondo hanno, per evitare problemi nella circolazione. Poi se si vuol fare tutta un'erba un fascio, per gli automobilisti, da noia tutto, dai pedoni, ai ciclisti, alle rotonde, ai lavori in corso, ma siamo in tanti e tutti vantano i propri diritti. Tutto sta' a collaborare insieme per ottenere un buon risultato. A te danno noi i ciclisti sbadati e ti do' ragione, a me danno noi gli automobilisti od i centauri, che con prepotenza si immettono sulle strade quando sto' per passare, incuranti del mio transito.......
----------------  RISPONDI





In risposta a: Un pericolo quei ciclisti sul Serravalle del 25/4/2011 - 11:34
ciclisti
AUTORE: Giulia
email: -

29/4/2011 - 20:33

Bene,non per riaprire il dibattito,ma vi racconto.Stamani,ore 13,15,sulla strada di Pistoia subito dopo la Coop(viale Adua) per poco non investivo un ciclista di quelli con la tuta colorata e la bici da corsa.Infatti,questo "bel soggetto"ha curvato incurante della mia macchina e se non avessi frenato mi sarebbe finito sotto le ruote.Con arroganza ,sicurezza e maleducazione neanche si è curato di guardarsi intorno.
Per la mia esperienza i ciclisti che transitano da Pistoia a Montecatini via Serravalle sono tutti così.Lo dico perchè tutti i giorni faccio questa strada per recarmi al lavoro.
Non so perchè(mi è incomprensibile)facciano così.Possibile che siano tutti ugualmente così...così...lo vorrei dire ma non credo di potere perchè sarei offensiva.
----------------  RISPONDI





In risposta a: ???? del 27/4/2011 - 15:50
COSI' VA' MEGLIO
AUTORE: RISPOSTA AL SIG.MASSIMO
email: -

27/4/2011 - 18:07

Trovo del giusto in questo suo intervento,il primo da lei fatto era inaccettabile,così và meglio.
----------------  RISPONDI





In risposta a: poveri automobilisti del 26/4/2011 - 21:12
????
AUTORE: MASSIMO
email: -

27/4/2011 - 15:50

Cerchiamo di riportare tutto alla normalita', senza fare esasperazioni da una parte e da un'altra. IO ho detto solamente che nelle strade ci sono anche i ciclisti, e trovare 30/40 persone in bicicletta e' cosa normale la domenica mattina, visto che lo sport amatoriale piu' praticato e' il ciclismo. Il codice della strada dice che un ciclista puo' stare entro 50 cm dalla riga bianca. Se si trovano 40 persone in mezzo alla strada avete ragione, ma con le strade che abbiamo noi, e con le carreggiate che diventono sempre piu' strette, vuoi per divisori, marciapiedi,ecc.. basta una bicicletta sulla riga bianca, che si blocca una strada. Vado tutti igiorni a lavorare in bicicletta, e vi posso assicurare che strade comunali, provinciali, non fa differenza, le macchine mi superano a velocita' non controllata... Quindi non facciamo di un erba un fascio, ma consideriamo il ciclista, non come una rottura di scatole, ma come un esempio da insegnare ai ns.figli. Poi non mi sembra che ci sia un codice della strada che vieta di andare su bici da corsa fuori dalle gare, senno' ci sarebbero milioni di persone incazz.... perche' non possono usare la propria bicicletta.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Poveri ciclisti del 26/4/2011 - 10:43
poveri automobilisti
AUTORE: giuseppe
email: -

26/4/2011 - 21:12

rispondo al signor massimo che forse non è al corrente che nelle corse ciclistiche non autorizzate non si può viagcgiare appaiati addirittura la bicicletta da corsa non è idonea per la circolazione su strade provinciali giuseppe
----------------  RISPONDI





In risposta a: Poveri ciclisti del 26/4/2011 - 10:43
Doppia fila
AUTORE: CIiclisti
email: -

26/4/2011 - 12:09

Ognuno ha una sua verità su tutte le cose,ma no si può fare l'offesi per una constatazione veritiera sull'abitudine di viaggiare in bici appaiati e colloquianti con il compagno.Ecco se ci sono regole per l'automobilista non vedo perchè non ci dovrebbero essere per i ciclisti che,viaggiando come sopra,occupano lo stesso spazio di una macchina è innegabile.Se poi lo scrivente abbia più o meno furia di arrivare,questo non significa che abbia tutti i suoi torti,e debba passare,per forza, dalla Fi-Mare.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Un pericolo quei ciclisti sul Serravalle del 25/4/2011 - 11:34
Poveri ciclisti
AUTORE: massimo
email: [protetta]

26/4/2011 - 10:43

Da ciclista posso dire che e' pericoloso andare su tutte le strade. Purtroppo bisognerebbe obbligare gli automobilisti ad andare piu' piano. e se il signore in questione aveva urgenza di andare a pt, doveva prendere l'autostrada. E' l'ora di farla finita con queste polemiche sui ciclisti. E' inutile incentivare all'ecosistema, e poi si prende la macchina per fare pochi metri per il lavoro. Facciamo piste ciclabili, e marciapiedi a modo per far passeggiare le persone, ed allora anche il traffico sara' migliore per tutti.
----------------  RISPONDI





Sono disponibili 8 articoli in archivio:
 [1]