Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 04:08 - 14/8/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Zorrino parlaci della Chiesa.
Dai preti trovati con la droga a quelli pedofili. Idem Vescovi, cardinali con il Rolex al polso e l'attico come residenza.
E il prete vestito di bianco che prende a .....
BASKET

Il Pistoia Basket 2000 è lieto di comunicare che il roster della prima squadra targata Giorgio Tesi Group in vista della prossima stagione di Serie A2 sarà completato dai giovani atleti Lorenzo Querci, Angelo Del Chiaro e Joonas Riismaa. Tutti e tre sono cresciuti nel vivaio del Pistoia Basket Academy.

IPPICA

La modalità per accedere all'ippodromo Snai Sesana nella serata di sabato 15 agosto, in occasione del Gran Premio Città di Montecatini, dovrà avvenire mediante una richiesta di prenotazione.

CALCIO

Tutto pronto in casa Montecatinimurialdo per la stagione 2020/21.

CALCIO

Altri acquisti di grande qualità in casa Bioacqua Av Le Case. arrivato  dalla Meridien il forte centrocampista Alessandro Piscitelli, classe 1987. Alessandro vanta con esperienze al Cecina 2000, Monsummano e, appunto Meridien in 1^ Categoria porterà classe ed esperienza nel centrocampo della Bioacqua.

IPPICA

All’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme è iniziata la settimana più calda della stagione del trotto nazionale.

IPPICA

Grande attesa per la notturna di sabato 15 agosto all’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme con la 68^ edizione del Gran Premio Città di Montecatini.

BASKET

Il Pistoia Basket 2000 è lieto di comunicare che Giorgio Tesi Group sarà il nuovo title sponsor della prima squadra, che parteciperà al prossimo campionato di Serie A2.

IPPICA

L’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme entra nella fase più importante della stagione.

none_o

La recensione di questa settimana della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Erin Morgenstern.

none_o

Il libro racconta l’esperienza di Vicofaro.

Oggi è un giorno d’agosto.
Alla buon’ora della mattina
siamo .....
FILATELIA
di Giancarlo Fioretti

Tutto cominciò con il manuale "La scienza in cucina e l'arte del mangiar bene".

VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti

Scorza ebbe strettissimi legami con la Valdinievole e con Montecatini in particolare.

Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
cerco qualsiasi mansione x impegno mia giornata sono dinamico .....
 1
Sono disponibili 8 articoli in archivio:
 [1] 
AVVERTENZA: In caso di risposta a un articolo già presente nel forum, si invita i lettori ad usare il comando RISPONDI. Usando questo comando la risposta dell'utente ottiene una maggiore visibilità, perchè viene collocata automaticamente in due spazi diversi. Viene inserita infatti 1) nella prima pagina del forum in successione temporale, come tutti gli altri interventi; 2) viene inserita anche nel riquadro dei DIBATTITI IN CORSO, dove gli articoli rimangono un tempo maggiore.
Il primo lettore che risponde a un tema già presente nel forum e adopera il comando RISPONDI attiva automaticamente un dibattito. Il comando RISPONDI consente di sviluppare dibattiti su temi specifici.
Qui si discute su: Un pericolo quei ciclisti sul Serravalle

AUTORE: Luigi
email: -

25/4/2011 - 11:34

Stamani mattina ho avuto la necessità di andare a Pistoia ed ho percorso la strada provinciale. Ebbene sulla salita del Serravalle ci saranno stati una quarantina di ciclisti che viaggiavano in doppia fila bloccando di fatto il traffico. Credo che la polizia dovrebbe intervenire perchè questi ciclisti rappresentano un pericolo per sè e per gli altri, Credo anzi che ai ciclisti dovrebbe essere vietato di viaggiare sulle strade provinciali. Tante volte capitano incidenti. ma è inevitabile perchè le auto sfrecciano accanto alle bici a 50 centimetri. Basta nulla e capita la tragedia
----------------  RISPONDI





In risposta a: ciclisti del 29/4/2011 - 20:33
x giulia
AUTORE: max
email: -

30/4/2011 - 9:07

Giulia pur andando in bici, nella pausa pranzo, mi rendo conto che tante volte diamo disturbo agli automobilisti, ma purtroppo le strade sono uniche, e per uno di montecatini, che vuole andare a pistoia, o passa dal serravalle, o va a fare il giro delle sette chiese.....Hai ragione nel lamentarti che sul serravalle, se trovi una bicicletta ti tocca rallentare, e tante le volte trovando le macchine che vengono dal senso contrario ti tocca anche mettere la prima, per ripartire, ma le strade sono fatte per tutti. Capisco il tuo sfogo, ma allora dovremmo incentivare la p.a. per poter fare dei percorsi alternativi alle bici, delle piste ciclabili, che tutti i paesi del mondo hanno, per evitare problemi nella circolazione. Poi se si vuol fare tutta un'erba un fascio, per gli automobilisti, da noia tutto, dai pedoni, ai ciclisti, alle rotonde, ai lavori in corso, ma siamo in tanti e tutti vantano i propri diritti. Tutto sta' a collaborare insieme per ottenere un buon risultato. A te danno noi i ciclisti sbadati e ti do' ragione, a me danno noi gli automobilisti od i centauri, che con prepotenza si immettono sulle strade quando sto' per passare, incuranti del mio transito.......
----------------  RISPONDI





In risposta a: Un pericolo quei ciclisti sul Serravalle del 25/4/2011 - 11:34
ciclisti
AUTORE: Giulia
email: -

29/4/2011 - 20:33

Bene,non per riaprire il dibattito,ma vi racconto.Stamani,ore 13,15,sulla strada di Pistoia subito dopo la Coop(viale Adua) per poco non investivo un ciclista di quelli con la tuta colorata e la bici da corsa.Infatti,questo "bel soggetto"ha curvato incurante della mia macchina e se non avessi frenato mi sarebbe finito sotto le ruote.Con arroganza ,sicurezza e maleducazione neanche si è curato di guardarsi intorno.
Per la mia esperienza i ciclisti che transitano da Pistoia a Montecatini via Serravalle sono tutti così.Lo dico perchè tutti i giorni faccio questa strada per recarmi al lavoro.
Non so perchè(mi è incomprensibile)facciano così.Possibile che siano tutti ugualmente così...così...lo vorrei dire ma non credo di potere perchè sarei offensiva.
----------------  RISPONDI





In risposta a: ???? del 27/4/2011 - 15:50
COSI' VA' MEGLIO
AUTORE: RISPOSTA AL SIG.MASSIMO
email: -

27/4/2011 - 18:07

Trovo del giusto in questo suo intervento,il primo da lei fatto era inaccettabile,così và meglio.
----------------  RISPONDI





In risposta a: poveri automobilisti del 26/4/2011 - 21:12
????
AUTORE: MASSIMO
email: -

27/4/2011 - 15:50

Cerchiamo di riportare tutto alla normalita', senza fare esasperazioni da una parte e da un'altra. IO ho detto solamente che nelle strade ci sono anche i ciclisti, e trovare 30/40 persone in bicicletta e' cosa normale la domenica mattina, visto che lo sport amatoriale piu' praticato e' il ciclismo. Il codice della strada dice che un ciclista puo' stare entro 50 cm dalla riga bianca. Se si trovano 40 persone in mezzo alla strada avete ragione, ma con le strade che abbiamo noi, e con le carreggiate che diventono sempre piu' strette, vuoi per divisori, marciapiedi,ecc.. basta una bicicletta sulla riga bianca, che si blocca una strada. Vado tutti igiorni a lavorare in bicicletta, e vi posso assicurare che strade comunali, provinciali, non fa differenza, le macchine mi superano a velocita' non controllata... Quindi non facciamo di un erba un fascio, ma consideriamo il ciclista, non come una rottura di scatole, ma come un esempio da insegnare ai ns.figli. Poi non mi sembra che ci sia un codice della strada che vieta di andare su bici da corsa fuori dalle gare, senno' ci sarebbero milioni di persone incazz.... perche' non possono usare la propria bicicletta.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Poveri ciclisti del 26/4/2011 - 10:43
poveri automobilisti
AUTORE: giuseppe
email: -

26/4/2011 - 21:12

rispondo al signor massimo che forse non è al corrente che nelle corse ciclistiche non autorizzate non si può viagcgiare appaiati addirittura la bicicletta da corsa non è idonea per la circolazione su strade provinciali giuseppe
----------------  RISPONDI





In risposta a: Poveri ciclisti del 26/4/2011 - 10:43
Doppia fila
AUTORE: CIiclisti
email: -

26/4/2011 - 12:09

Ognuno ha una sua verità su tutte le cose,ma no si può fare l'offesi per una constatazione veritiera sull'abitudine di viaggiare in bici appaiati e colloquianti con il compagno.Ecco se ci sono regole per l'automobilista non vedo perchè non ci dovrebbero essere per i ciclisti che,viaggiando come sopra,occupano lo stesso spazio di una macchina è innegabile.Se poi lo scrivente abbia più o meno furia di arrivare,questo non significa che abbia tutti i suoi torti,e debba passare,per forza, dalla Fi-Mare.
----------------  RISPONDI





In risposta a: Un pericolo quei ciclisti sul Serravalle del 25/4/2011 - 11:34
Poveri ciclisti
AUTORE: massimo
email: [protetta]

26/4/2011 - 10:43

Da ciclista posso dire che e' pericoloso andare su tutte le strade. Purtroppo bisognerebbe obbligare gli automobilisti ad andare piu' piano. e se il signore in questione aveva urgenza di andare a pt, doveva prendere l'autostrada. E' l'ora di farla finita con queste polemiche sui ciclisti. E' inutile incentivare all'ecosistema, e poi si prende la macchina per fare pochi metri per il lavoro. Facciamo piste ciclabili, e marciapiedi a modo per far passeggiare le persone, ed allora anche il traffico sara' migliore per tutti.
----------------  RISPONDI





Sono disponibili 8 articoli in archivio:
 [1]